CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Versatilità vintage nei valvolari Harmony Series 6
Versatilità vintage nei valvolari Harmony Series 6
di [user #116] - pubblicato il

Tre combo a base di 6L6 promettono timbriche dolci e articolate insieme con una buona propensione alla saturazione e tutta una serie di funzioni ideali per il musicista moderno.
Dal suo ritorno sulle scene nel 2018, Harmony ha dimostrato di saper reinterpretare i propri classici con una chiave di lettura tutt’altro che scontata. Le chitarre nate oltre mezzo secolo fa sono tornate a nuova vita con progettazione di buon livello e materiali di qualità, mettendo da subito in chiaro che lo scopo dell’azienda non è puntare (solo) sulla nostalgia dei fan, ma offrire strumenti accattivanti anche per chi, con la musica, ci lavora.
È il caso degli amplificatori della Series 6, tre combo interamente valvolari che hanno catturato l’attenzione di professionisti quali Fredrik Halland, Devon Eisenbarger e Yvette Young.

Versatilità vintage nei valvolari Harmony Series 6

La serie 6 racchiude gli amplificatori H605, H620 e H650, rispettivamente modelli da 5, 20 e 50 watt.

I combo Harmony tengono stretta la tradizione del marchio e la tendenza ai sapori vintage, ma non disdegnano una certa versatilità e sfoggiano una dotazione tecnica potenzialmente in grado di incuriosire musicisti dai background stilistici più disparati.

I Series 6 privilegiano i suoni puliti, con una certa propensione a increspare nelle parti più concitate.
Amplificatori di questo tipo sembrano nati per lavorare a ridosso dello sweet spot della valvola, dove il suono ottiene la giusta dose di compressione per sostenere il suonato senza schiacciarlo, il sustain suona naturale e abbondante al tempo stesso, con una timbrica dolce e una punta di aggressività solo quando richiesta.

Studiati per valorizzare i puliti più cristallini con una voce profonda e articolata, Harmony spiega che i tre combo non trascurano la predisposizione alla saturazione, dove i circuiti rispondono con naturalezza e musicalità.

Per tutti, sono stati scelti coni Jensen, altoparlanti italiani che hanno fatto la storia - tra gli altri - del sound valvolare californiano per eccellenza.



Simili tra loro per dotazione tecnica, tutti i modelli dispongono di due uscite per gli altoparlanti con switch per commutare tra le impedenze di 8 e 16 ohm. Una è collegata al cono integrato, l’altra consente di sommare un cabinet esterno.

Sul retro, tutti dispongono di un attenuatore per usare l’ampli a piena potenza, con uscita a 1 watt, 0,1 watt o azzerando del tutto l’output per consentire la registrazione silenziosa attraverso l’uscita di linea senza aver bisogno di carichi reattivi esterni.

Il loop effetti è un gradito plus sull’intera linea e la presenza di un pulsante per il bypass ne aumenta gradevolmente la flessibilità durante l’utilizzo pratico.

Sul pannello, il modello da 5 watt ha manopole per il volume Master, Presence, un’equalizzazione a tre bande, Gain con meccanismo push pull per azionare il boost e controllo di riverbero.
Una presa per un footswitch esterno permette di controllare boost, loop effetti e riverbero.

I modelli da 20 e 50 watt condividono interfaccia e funzioni. Anche qui ci sono i parametri Master, Presence, equalizzazione a tre bande, Gain con push pull per il boost e riverbero. In aggiunta, un tremolo è regolabile in ampiezza e velocità per mezzo dei controlli di Speed e Depth.
Qui il footswitch gestisce il boost, il tremolo, il riverbero e il loop effetti.

Versatilità vintage nei valvolari Harmony Series 6

Il modello H605, da 5 watt, progetta il preamplificatore intorno a due valvole 12AX7 e basa il finale su una singola 6L6GC. L’altoparlante è un Jensen P8R da 8 pollici.
Nel video, lo suona Fredrik Halland.



Sensibilmente più potente, ma con soli 5,5kg in più rispetto ai 14 del cinque-watt, il modello H620 porta le 12AX7 al numero di tre e si avvale di due 6L6GC. Per lui, l’altoparlante è un Jensen Falcon da 12 pollici, mentre a suonarlo è Devon Eisenbarger.



Il più potente del trio raggiunge il peso di 22,6kg e cresce ancora di alcuni centimetri in larghezza per sprigionare 50 watt di potenza attraverso quattro valvole 12AX7 e due 6L6GC.
Per l’H650, Harmony ha scelto un altoparlante Jensen Tornado Stealth da 12 pollici e lo ha affidato a Yvette Young.



Harmony ha accompagnato il lancio dei suoi amplificatori della serie 6 con una collezione di video dimostrativi e contenuti multimediali, tutti visibili sul sito ufficiale a questo link insieme a descrizioni, foto e schede tecniche.
In Italia, gli amplificatori della serie 6 saranno disponibili con la distribuzione di Backline.
amplificatori amplificatori per chitarra h605 h620 h650 harmony ultime dal mercato
Link utili
Il ritorno di Harmony
Gli amplificatori 6 Series sul sito Harmony
Sito del distributore Backline
Nascondi commenti     2
Loggati per commentare

di diumafe [user #17831]
commento del 08/09/2021 ore 01:48:0
Ricordo che mia nonna svalvolava quando leggeva la sesta serie dei romanzi rosa Harmony. Adesso sono considerate letture vintage.
Rispondi
Loggati per commentare

di jack182 [user #41282]
commento del 08/09/2021 ore 14:41:4
Non sono convinto... Loop effetti, push pull, boost, riverbero... Siamo sicuri che chi cerca quel tipo di amplificatori si butterà su Harmony? Io mi sarei aspettato più delle reissue in stile Supro. Però l'articolo lo dice chiaramente, Harmony non intende puntare (solo) sulla nostalgia dei fan, quindi sicuramente avranno ragione loro a fare questo tipo di proposta sul mercato
Rispondi
Altro da leggere
TS10 inavvicinabile? Wampler svela il Moxie
Power Players: le chitarre Epiphone per iniziare
Ascolta le Gretsch Double Jet al 2022
Walrus Mira: compressore da studio in un pedale
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Korg Pa5X: arranger all’ennesima potenza
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
PianoVision: impara il piano nel metaverso
Gibson vince su Dean: la Flying V non è uno shape generico
La chitarra torna protagonista con “Kill or be killed” dei Muse
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Paul Gilbert: “Perché modificare una chitarra perfetta? Per farla s...
Guitar hero: la mia Top10
Il viaggio infinito e la Top5 dei desideri
La scena EPICA della BC Rich in Stranger Things 4
Un chitarrista, cinque contraddizioni
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964