CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Due Epiphone per entrare nel mondo dei Green Day
Due Epiphone per entrare nel mondo dei Green Day
di [user #116] - pubblicato il

La collezione di Les Paul Junior di Billie Joe Armstrong ispira due modelli Epiphone dedicati agli esordienti, con tanto di guitar pack al completo.
“Basket Case”, “Minority”, “American Idiot” sono titoli che smuovono qualcosa in qualsiasi appassionato di musica cresciuto a cavallo tra i due millenni. Fin dagli anni ’90, i Green Day sono una delle band simbolo della ribellione adolescenziale. Col passare del tempo la loro musica è maturata, e così i gusti e la visione del loro frontman.
Billie Joe Armstrong è oggi un autore e chitarrista stimato, maestro nel suo tipo di sound nonché avido collezionista di Les Paul Junior. Ed è proprio dalla LPJ che è voluto partire per la sua collaborazione con Epiphone rivolta ai più giovani.



Billie Joe aveva già lavorato a stretto contatto con Gibson nel 2018 per una LPJ in serie limitata, rivolta alle fasce più alte del mercato. Stavolta, la produzione strizza l’occhio ai neofiti e, di pari passo, vuole far gola agli appassionati dei design vintage con una LPJ in duplice versione.

La Les Paul Junior di Billie Joe Armstrong realizzata a quattro mani con Epiphone nasce su modello del 1958.
Scelte costruttive e materiali utilizzati danno vita a uno strumento degno di nota, giusto una tacca sopra la fascia entry level per offrire ai musicisti un’opzione comunque abbordabile, ma che possa accompagnare il chitarrista anche nelle fasi successive della sua crescita musicale.

A completare l’offerta, la versione Player Pack preferisce alcune opzioni più vicine alle preferenze e alle necessità dei più giovani, per mettere sul piatto un setup completo a un prezzo ancora più competitivo.

Due Epiphone per entrare nel mondo dei Green Day

Simili per estetica, la LPJ di Armstrong e la sua controparte Player Pack condividono parte dei materiali e DNA di fondo.
Su entrambe, il body in mogano si abbina a un manico in mogano, incollato e con profilo Vintage 50’s sul modello venduto singolarmente, avvitato e con un più accessibile Slim Taper per la Player Pack. La tastiera in alloro è un dettaglio del tutto moderno e largamente apprezzato per la capacità di dar vita a strumenti dai costi contenuti a fronte di una qualità di tutto rispetto.
La scala corta da 24,75 pollici resta imprescindibile per il modello, così come i 22 fret - qui di tipo Medium Jumbo - sul raggio da 12 pollici.

Due Epiphone per entrare nel mondo dei Green Day

Pensata per chi inizia, ma non per questo poco affidabile, la Junior conta su un capotasto GraphTech per una tenuta d’accordatura stabile, mentre la versione inclusa nel Player Pack opta per un più comune capotasto in materiale plastico.
Entrambe scelgono un ponte wrap around con sellette compensate, non regolabili, per un’intonazione adeguata e un timbro consistente, solido, inconfondibile per la tipologia.

Sul top, un solo pickup Epiphone P90 promette una voce espressiva e dritta al punto, aggressiva quando si calca la mano ma capace di cantare con tono caldo e dolce quando si modula la plettrata, come ci si aspetta da un pickup della sua famiglia.
Nel “pacchetto base” è un P90 Epiphone regolare, che diventa un Pro P90 sull’altro modello, dove si aggiungono anche potenziometri CTS a dimostrare che la Les Paul Junior vuole essere sì una scelta accessibile, ma non rinuncia alla qualità dei componenti.

Due Epiphone per entrare nel mondo dei Green Day

Nella versione superiore, la LPJ arriva corredata di custodia rigida personalizzata.
Nella variante Player Pack, dal prezzo più contenuto, la chitarra è accompagnata da un amplificatore Epiphone 15G, tracolla, plettri e accessori per consentire ai novelli chitarristi di lanciarsi immediatamente nella scoperta dello strumento.



I tempi della ribellione adolescenziale potranno anche essere lontani per Armstrong, ma Billie Joe sembra intenzionato a fare la sua parte perché una nuova generazione di musicisti possa un giorno tornare a scuotere il mondo.
Sul sito Epiphone, la Billie Joe Armstrong Les Paul Junior può essere vista a questo indirizzo, mentre l’edizione Player Pack è a questa pagina.
billie joe armstrong chitarre elettriche epiphone les paul junior
Link utili
Gibson Billie Joe su Accordo
Billie Joe Armstrong Les Paul Junior sul sito Epiphone
Billie Joe Armstrong Les Paul Junior Player Pack sul sito Epiphone
Nascondi commenti     7
Loggati per commentare

di RedRaven [user #20706]
commento del 02/12/2021 ore 21:36:52
Quando ho visto il prezzo ammetto che sono un po' trasecolato. 525 euro per la versione "nobile". Qui su accordo ho recensito 11 anni fa (come vola il tempo!) una Epiphone Les Paul Special (quindi 2 pickup) che ho tenuto per vari anni, era proprio una buona chitarra. pagata 260 euro se non ricordo male. Rivalutando l'inflazione, 290. qui c'è la custodia rigida, ok, la mia non aveva nulla. Poco male viene 118 euro originale epiphone presa a parte. Ne mancano ancora circa 100 all'appello, e io avevo un pickup in più e verniciatura trasparente con quindi legni necessariamente migliori almeno all'occhio (sotto il bianco ci metti quel che vuoi). Quattro controlli, ponte con stop bar separata. Non so, mi pare che ci sia un problema.
Rispondi
di AlexArcade [user #43012]
commento del 04/12/2021 ore 17:52:20
In realtà devi confrontarla con una Les Paul Junior Epiphone regular di adesso. E' in tutto e per tutto uguale alla signature di billie joe a parte il colore (tobacco burst vs bianco) e alcuni dettagli (ad esempio la scritta "Epiphone" sulla pala della signature è in madreperla, sulla regular è serigrafata).
Il prezzo di listino della junior è 379€. Se ci aggiungi i 118€ della custodia rigida si arriva quasi a 500€.
Per quei 25€ in più hai quei dettagli che dicevo prima (compresa la custodia con interno leopardato) e la firma di Billie Joe. Ci può stare, no?
Rispondi
di RedRaven [user #20706]
commento del 06/12/2021 ore 15:04:38
Diciamo che è un confronto diverso: io faccio notare che evidentemente c'è stata una deriva dei prezzi di queste chitarre un poco sopra l'entry level, dato che a conti fatti c'è uno sbalzo di quasi 200 euro ovviamente anche tendo conto dell'inflazione reale (e del pickup in più nel mio caso etc.) Io parlo di street price. Tra l'altro la Special come la mia ora è passata da 260 a 400 euro, stesse specifiche, niente gigbag, anche col correttivo di inflazione siamo al +30%, direi che non ci siamo proprio.
Rispondi
di reca6strings [user #50018]
commento del 07/12/2021 ore 11:08:12
Non per polemica, ma oggi la Epiphone Les Paul Special costa anche meno di quanto da te indicato: 187 prezzo Thomann. La Junior invece parte da 375, se aggiungi il costo del case rigido sei a tiro dei 500 euro, senza firma.
Inoltre non è proprio vero che i prezzi sono cresciuti tout court: come ho scritto la special costa anche meno di quando la comrpasti tu e ci sono molti modelli a meno di 200 euro, la cui qualità non è infima (io, ad esempio ho una SG); piuttosto a me pare che Epiphone si stia smarcando da sorella poverissima di Gibson per arrembare il mercato di un paio di gradini superiore, ne sono la riprova gli strumenti a firma Slash e Bonamassa o la nuova linea modern che hanno soluzioni e finiture decisamente migliori dei modelli base.
Buona musica
Rispondi
di TB [user #1658]
commento del 07/12/2021 ore 22:27:16
*** Non per polemica, ma oggi la Epiphone Les Paul Special costa anche meno di quanto da te indicato: 187 prezzo Thomann. ***
Veramente, non per polemica, ma la VERA Epiphone Les Paul Special costa 400€ da Thomann vai al link

*** piuttosto a me pare che Epiphone si stia smarcando da sorella poverissima di Gibson per arrembare il mercato di un paio di gradini superiore ***
Giusto, l'ho notato anch'io: in casa Gibson stanno spingendo sempre più sulle due estreme, che evidentemente garantiscono una maggiore profittabilità rispetto alla linea USA. Da una parte il Custom Shop, con dei pezzi "unici" sempre più costosi, per una clientela che può permettersi di spendere senza problemi. Dall'altra la Epiphone, con modelli sempre più simili a quelli Gibson (vedi anche la nuova paletta) e con sempre più modelli firmati, per aumentare l'appetibilità del marchio e poter così aumentare i prezzi, mentre i costi vengono tenuti bassi producendo dove più conviene (tanto nessuno pretende che una Epiphone sia made in USA).
A rimetterci è la linea mediana Gibson USA, i cui modelli, infatti, scarseggiano sempre più nei negozi, e non credo solo a causa degli attuali problemi produttivi mondiali.
Rispondi
di 5maggio2001 [user #36501]
commento del 03/12/2021 ore 08:59:51
stupende , io cerca da tanto la gibson signature di billie ma la gente è fuori di testa, ti chiede 1600, 1700 anche di +
Rispondi
di reca6strings [user #50018]
commento del 07/12/2021 ore 10:52:00
Non è così fuori di testa: una Gibson Les Paul Junior costa di suo 1.200/1.300 euro; contando che le signature costano sempre più del modello base e che quella che cerchi tu è stata prodotta in edizione limitata ormai tre anni fa, quindi è un oggetto ricercato, 1.600 euro non è un prezzo disonesto.
Buona musica
Rispondi
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
Ascolta la Sire L7 di Larry Carlton: LP-style super accessibile
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora succedere
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Guild Guitars: storia di un sogno americano
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre
La GAS come l’amore? Una storia semiseria




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964