DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Taylor Mini-GS: piccola sorpresa
Taylor Mini-GS: piccola sorpresa
di [user #16167] - pubblicato il

Abbiamo giocato un po’ con una Taylor Mini GS, una travel guitar che fa la voce grossa e scimmiotta acustiche più grandi e corpulente. L’abbiamo messa nelle mani di Paolo Antoniazzi ed ecco il risultato.
Abbiamo giocato un po’ con una Taylor Mini GS, una travel guitar che fa la voce grossa e scimmiotta acustiche più grandi e corpulente. L’abbiamo messa nelle mani di Paolo Antoniazzi ed ecco il risultato.

GS sta per Grand Symphony, lo shape sviluppato proprio da Taylor nel 2006. “a Grand Auditorium with a turbo boost”, così viene descritto ufficialmente. Si tratta in effetti di una evoluzione di quello che comunemente chiamiamo Grand Auditorium, ma con dimensioni maggiori e quindi più bassi, volume e sustain. La Mini GS è un’acustica fatta e finita, non un giocattolino. Per realizzarla alla Taylor non hanno lesinato sui legni e hanno scelto il meglio che si potesse avere senza eccedere troppo nei costi. Abete e sapele (un surrogato del mogano), entrambi laminati, costituiscono il body della GS. Sempre il sapele è stato scelto per la realizzazione del manico, sormontato da una nerissima tastiera in ebano a 20 tasti con giunzione al 14esimo. Osso e capotasto sono in Nubone, e fanno il paio con le meccaniche cromate che chiudono la dotazione tecnica dell’acustica messa a disposizione da Lucky Music. 

Taylor Mini-GS: piccola sorpresa

Imbracciamo la Taylor e, nonostante le dimensioni ci fanno pensare di avere a che fare con un giocattolo, ci accorgiamo presto che così non è. La voce della Mini GS è completa, non mediosa e sferragliante come ci aspetteremmo da una travel guitar ma anzi, è ricca di basse e di armonici, in grado di soddisfare in pieno le orecchie, anche le più fini. Eravamo partiti un po’ prevenuti ma l’acustica in prova oggi regala delle ottime soddisfazioni e non solo sul piano timbrico. Sotto le dita è davvero comoda e sa farsi amare fin da subito. Il manico è ben proporzionato e la possibilità di non avere a che fare con un body enorme agevola molto la comodità.

Certo non stiamo suonando una vera GS, ma il volume e soprattutto le basse non lasciano delusi. A occhi chiusi ci si potrebbe confondere e scambiarla con qualcosa di ben più grosso e pesante. Ovvio, le gemelle full size sono più ricche timbricamente, ma si difende bene e digrigna i denti. 


In definitiva la Mini GS è una travel guitar di lusso. È realizzata con cura, con buoni materiali e ottime finiture. Pur essendo molto semplice dal punto di vista estetico è altrettanto ricca sotto l’aspetto timbrico e regala un sound bilanciato e, contro ogni aspettativa, potente. Tutto questo però, ha un prezzo non bassissimo, soprattutto per una chitarra da viaggio. Per aggiudicarsi la Taylor ci vogliono quasi 600 euro, una cifra non da entry level per questo genere di strumenti.

Taylor è un marchio distribuito da Backline
chitarre acustiche gs mini taylor
Link utili
taylor è un marchio distribuito da Backline
Mostra commenti     9
Altro da leggere
Il calore della noce per le Taylor American Dream 2023
Come nasce la cassa di una chitarra acustica: Gibson lo racconta
Succedeva 50 anni fa (e magari anche qualcun altro in più)
Yamaha FGC-TA: in prova la dreadnought TransAcoustic
Vintage, modernità e tecnologie: la chitarra acustica oggi
G9500 Jim Dandy: ascolta la parlor entry level di Gretsch
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964