CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

guit_r
utente #203 - registrato il 02/05/2002
Città: Torino
Sono interessato a: Chitarra elettrica, Chitarra acustica.
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post su People Articoli

Attività

Notizia che ha dlel' incredibile...
di guit_r | 09 marzo 2008 ore 18:31 da (People)

Sto facendo alcuni lavoretti sulla Yamaha acustica di Michele Spreghini, noto percussionista di chitarre e grapppero. Per uno che non appoggia MAI le dita sulla tastiera fa' davvero strano:

....sulla tastiera ci sono le classiche 'buche' da DO maggiore!

Vuoi vedere che una volta anche lui suonava "normale"?

(:-D

ric

lo 'famo strano
di guit_r | 16 dicembre 2006 ore 02:00 da (People)

Bon. sono stanco morto e la prima galaverna che ariva dalle valli di susa non aiuta per nulla la mia schiena. Non sono riuscito ad andare a Latina e ci tenevo. Ho scelto di passare con Rebecca un po' più di tempo e riflettere su alcune cose inutili, così tipo come si sente un fret quando lo taglio da fuori del margine della tastiera, o i pivot dei tremoli quando li spingio già a fondo nel mogano o se l' ebano sia poi davvero contento di sacrificare le sue vene per fare posto agli uccelli che son carini, volano e fanno cip - Rebecca dice "bip" digitalizzandoli e questo mi preoccupa assai - ma non c' entrano un cazzo con le chitarre. Non sono riuscito nemmeno a organizzarmi per la Jam del Grappa. Anche lì ci avrei tenuto. Sarò forse presente in modo virtuale se le poste consegnano a Menguicc quel che devono. Nel frattempo sono assai su di giri perchè presumo di consegnare a molto breve - dipenderà dalle vernici - la F.I.G.A DI TRAVERSO che andrà ad un vero maestro e la cosa mi rende particolarmente preoccupato per certi versi ed esaltato per altri; e la F.I.G.A. ORIZZONTALE che andrà si ad un vero maestro ma credo più di trombate, conoscendo il personaggio e vista la particolare scelta: in assoluto dovrebbe essere la più rara tra tutte, no? Intenditore....! Mi rimane ancora da trovare altri due pazzi in giro per il mondo che vogliano farsi realizare la F.I.G.A. DI LEGNO nota a livello nazionale, è particolare perchè anche se "la batti" a lungo non ottieni nulla - una sfida aperta per lo Spreghini -; tuttavia che credo andrebbe realizzata di pari passo appunto con la F.I.G.A. DI VETRO che vorrei invece andasse nelle mani di qualcuno di quel tipo un po' feticista che la fa sempre solo vedere in sala, in gita, alle jam, gliela chiedi in prova e non la molla mai. Lo 'famo stano ci starebbe tutto. Tra le altre costruzioni in corso spicca solo un' altra 'Cat, questa volta su commissione. Alberto ha più di 100 serate all' anno e ha scelto il meglio del meglio del meglio nella componentistica, nei legni, nell' hardware e sta venendo fuori proprio una gran bella chitarra. Alcune cose io le avrei fatte diverse, ma vanno bene per quello che suona lui. Oggi ho anche notato che in giro ci sono gli addobbi per Natale. Da sempre sono convinto che siano quelli degli anni passati che vengono riaccesi. Mi hanno spiegato che invece no. Ogni volta che viene Natale bisogna esporli. Subito dopo ho finalmente capito perchè in questo periodo hanno tutti fretta: vorrebbero che Natale arrivasse al più presto per levarsi dai maroni quanto prima le cene degli auguri. r.

By By Baby
di guit_r | 23 settembre 2006 ore 23:48 da (People)

Ecco, è successo, e di nuovo. Si era fatta tutta bella e lustra per uscire, ci aveva messo il tempo dovuto, due tocchi ancora...finito. Indossava il lilla, in una bella varietà di striato a nuance alterne e lucidi scintillanti gioielli ne riflettevano luminosamente i delicati dettagli ad ogni movimento.

Insomma che non ho nemmeno fatto a tempo di fermare quell' attimo sulla pellicola, trattenermi un seppur effimero ricordo di noi, l' iimagine di questo. Quel che siamo stati per tutto questo tempo...una specie di legame che si rafforzava, sbozzandosi, affinandosi, rifinendosi ogni giorno di più, fino a quest' oggi. Neppure un' ultima carezza mi è rimasta.

Era di corsa e a dire il vero quando è uscita, parecchio ritardo si era già accumulato alle sue spalle. Si è gettata il soprabito - di un fucsia davvero audace, ma può permetterselo - sulle morbide, piccole spalle e con un passaggio verso la stazione è semplicemente andata via.

Anche lei, questa volta con il treno delle 17.

By by Baby...ti ho dato le ali, vola la tua musica.

'a blues walking'
di guit_r | 09 maggio 2006 ore 23:14 da (People)

Io devo restare a casa e raspare il mogano. Così almeno Lello, Carlotta e Ivan vivono meno nell' ansia ed eviterei l' autolesionismo...

Non ho nemmeno fatto a tempo a rientrare dall' Asia con due dita del piede sinistro rotte - causa stupido inciampo in segheria - che oggi pomeriggio mi ci è caduto sopra un gran bell' ampli MESA da 200 W, non so la formula che porta da watt a kili, ma fa ancora male, è tutto gonfio e blu.

Almeno fosse stato un Masotti, avrei pensato al viso simpatico di Pier e forse avrei sofferto uguale, ma almeno sorridendo...invece c' è Rebecca che ride e mi fa distrarre.

Devo dire che in questo momento forse preferisco lei a Pier. ;-)

Sto preparando una cosina che farà impallidire la Strato Skinburst Tossic: veeeeri scich, mh mh.

Prezumo di ezibirla al ZHG ze ritorno in gamba alla veloce.

Adesso lasonil e buonanotte.

r.

collant
di guit_r | 24 ottobre 2005 ore 14:14 da (People)

Ecco, lo sapevo, è iniziato il mutuo. Sabato scorso, ho acquistato il primo paio di collant per Rebecca. Piccini, bianco panna, di flanella felpatina apposta per l' inverno. Roba da non crederci a vederli. In realtà è stata questa, la prima mini rata del mutuo da spendere in calze per la mia piccina che ha cominciato a crescere. Mi sa che sarebbe opportuno cercassi di entrare socio in uno dei tanti calzifici che affollano l' area tra Mantova e Castiglione delle Stiviere... ;-) Bellissima storia, 'sta storia. Ric

Sry Lanka
di guit_r | 27 dicembre 2004 ore 15:51 da (People)

Alla modica somma di circa 3,5o € al minuto prepagato da qui - grazie TIM -, sono riuscito ad entrare in contatto con la mia famiglia a Colombo, alle 12.30 ora locale. Alla Farnesina continuano a tenere la cornetta staccata. Sono vivi, anche se se la sono vista proprio brutta. Sono portato a credere che la legge statistica dei grandi numeri se ne dimentica qualcuno, a volte, questa volta per mia grande fortuna. Mia moglie è quella messa peggio, mi viene detto, con numerosi tagli su braccia e piedi, uno pare grave, dovuti ai vetri infranti per la fuga, al nuoto di notte, all' arrampicarsi al piano di sopra, non si ricorda bene. Ma non è praticamente niente rispetto agli oltre 400 morti di Veligama, avamposto sul mare di scarso interesse e disertato da quasi tutti i turisti ed i gruppi. Mi dice che quanto passa in tv, corrisponde ad un decimo della realtà dei danni e dei decessi causati. Il paese è in ginocchio nel senso vero: cadaveri ovunque, acque inutilizzabili, corrente poca e discontinua, trasporti su gomma e rotaia inagibili. Panico e disperazione. Loro ci hanno impiegato 15 ore a percorrere un tratto di strada che normalmente ne richiede due laggiù, venti minuti qui, e nella sua casa ora c' è ricovero per circa 40 persone rimaste senza la loro; normalmente ci abitano in tre. Tra questi alcune persone delle delegazioni Inglesi ed Olandesi perfettamente in salute che si danno un gran dafare per quel che possono. Circa la ns. Ambasciata, no comment. La cosa cui non avevo pensato è che se sopravvivi, una cosa del genere ti leva ciò a cui sei talmente uso da nemmeno pensare di poterne mai fare a meno: Gli occhiali, il passaporto, la carta di credito, le chiavi per entrare in un posto asciutto e sicuro se ce l' hai... Ma anche se sono più tranquillo almeno a livello personale, non riesco a non pensare a tutti i ragazzi che hoconosciuto e frequentato negli anni e che sulla spiaggia di Ceylon nascono, fanno l' amore e da ieri si sono anche ricongiunti all' Infinito. Che Dio, Buddha, Allah, Visnu, Kalì, Ganesh e tutti gli altri abbiano in gloria tutti questi morti innocenti. Ric

Sry Lanka
di guit_r | 27 dicembre 2004 ore 12:04 da (People)

Buon Natale. A volte va' così, ti svegli e tutte le certezze che hai nella vita diventano dubbi e la mancanza di informazioni serve solo a farti sentire esausto dopo solo due ore che sei sveglio. Da nove anni, la donna che è diventata mia moglie cinque anni fa, vive appena fuori Colombo. Ci siamo sentiti per gli Auguri il 24 sera e ancora nella tarda mattinata del 25, ora Italiana. Era allegra, solare, felice di andare verso una spiaggia a sud per trascorrere in compagnia di quei pochi amici e parenti che condividono con lei la permanenza laggiù. Il resto è cronaca della più terribile, e totale assenza di notizie certe. La Farnesina, l' unità di crisi, il Ministero degli esteri risultano incontattabili da 48 ore, e nell' unico contatto avuto il centralinista mi avvisa che l'operatore è fuori stanza e mi propone di darmi il numero della nostra ambasciata a Colombo per chiedere lì informazioni dettagliate. Peccato non ci sia una linea funzionante, ancora. Vi risparmio qui, la mia opinione sul disservizio e la scarsissima professionalità circa lo staff dei funzionari che rappresentano il nostro Paese laggiù, vi basti sapere che soprattutto i più alti gradi hanno come impegno prioritario la scelta della spiaggia dove trascorrere - gratutamente - il pomeriggio, l' ansia da prenotazione del ristorante top level per la cena, il posto fisso al tavolo del casinò. Il tutto ovviamente a spese nostre ed esteso alle loro intere famiglie allargate, il che considerando gli stipendi da questi percepiti, mi provoca solo schifo da ormai molto tempo. Ho avuto solo notizie di terza mano che mi riferiscono che probabilemente sono vivi. Forse, Monica ha entrambe le braccia spezzate. Ma nessuna certezza. E non esiste alcuna chance di andarci di persona - lo sconsigliano ma me ne fotto vista la perfetta macchina organizzativa messa in moto dal nostro Governo - poichè tutti i veivoli sono stati sequestrati. Ora, io ne sono coinvolto personalmente e l' emotività è davvero forte e incontrollabile; tuttavia conosco quell' area meglio di tante persone: la maggior parte della popolazione vive ai margini inferiori della soglia di povertà, sulla spiaggia, sovente anche senza quelle baracche di legno che i turisti del tutto compreso chiamano pittoresche abitazioni. E' sicuramente stato un macello, uno strazio di vite portate via, una circostanza pergiunta che sarebbe stata evitabile in buona parte se la politica di sviluppo del governo di Colombo avesse privilegiato il "benessere" di quella parte di popolazione reietta invece di mantenere attivo per oltre 14 anni un conflitto interno che è servito solo ad arricchire le famiglie dei politici in carica con il commercio di armi, farmaci, divise e quant' altro, Chandrika Bandaranaike in primis. Fate conto che la madre è primo ministro, la figlia presidente e altri tre ministeri sono - o almeno erano nel 2003 - affidati a suoi parenti. Vero che anche da noi il Presidente del Consiglio ha avuto un cognato Sindaco; dev' essere una moda. Vorrei davvero potere fare qualcosa che sia qualcosa di più che affidare i miei pochi danari ad organizzazioni del tipo croce rossa o simili. Soltanto dopo avere visto con questi miei occhietti miopi come vengono spesi malamente i contributi che ricevono, capisci che servirebbe essere là a spalare fango e melma o a preparare cibo per i bimbi che sono rimasti miracolosamente vivi. Mi sento esausto, demoralizzato, privato della possibilità di impiegare quel poco delle risorse che mi restano e delle enregie sottili che ho in corpo. Prego, spero, soffro intimanente molto e rimango ad aspettare. E' angosciante il senso di impotenza che ti pervade. Un qualcosa che non augureresti al peggiore dei tuoi nemici, se ne hai. Uso le ultime righe di questo mio sfogo personale per ringraziare tutti coloro che mi hanno partecipato, condividendo con apprensione sincera questo allucinante momento, sotto il profilo più personale. Grazie di cuore. Ric

Regalino...
di guit_r | 24 dicembre 2004 ore 01:55 da (People)

Erà lì, sola soletta e assai bellina... Una vecchiarella di -cosiddetta - sottomarca è venuta a colmare nel suo piccolo, lo strazio profondo dell' abbandono dell' ultima clonogeneticocellularpoliepidermicobiostaminata creatura.

Questa invece è una bella Aria ( Aria is a trademark of F.A.O. Ass. with Ground, Fire and Water ) mod 335 ( 335 is a trademark of Gibson Co.) con il suo bravo tipo Bigsby ( Bigsby is a trademark of Bigsby Co.) con due pick-up humbacker ( humbacker is a trademark of Seth Lover ) e le sue sei corde ( 6String is a trademark of...Mi fermo senò per non vioalre le leggi sul coòpiràit finisc' o folio...

Insoma bella, ben tenuta e suonuora, due tuoni sanwurstel senape e checiaàp e quattro pot, due ruttt e un prrrtt.

La glassica chitarra davvero buona che nessuno se le caga, anche se ha la polvere nei pots e quindi è certamente vìn-tège. Me non male che ce n' è ancora qualcuna in giro, e una l' ho vista, piaciuta e cagata io.

Molto soddisfatto, dopo... :-)

E poi cera in sospeso un fatto che non mi ero mai perdonato di avere ceduto la prima Aria pro sound series II con il trù nec in cambio di un microfono.

E poi a uno che conosco si è preso la 335 wine red e invece io ciavevo lì da un casino 'na iìgol di Paolo, sempre 335 ( che però non è di Paolo, di un suo amico che però non suona. ma glie l'ha data da tenere e far suonare in giro. Ma che però non la vende: ogni tanto mi chiede, la vuole vedere e si tranquillizza che c' è e la lascia in giro ancora. Siamo tutti dei malati gravi ) che non si puoteva mai sapere bene dove la puotevi portare oppure no. Adesso - la iìgol - andrà appesa x un po' a casa di quello che si è preso la wine red a fare solo bella mostr a di se .

E poi - la Aria - mi piaceva dimorto.

Benvenuta.

niente Pasaden
di guit_r | 23 dicembre 2004 ore 01:39 da (People)

Ansie ridimensionate. Bello quando riesci a vedere negli occhi di un amico, esattamente le stesse sensazioni che ti descrive con le parole. Piaciuta. Bene. ...piaceva anche a me...

Ansie da Liutaio
di guit_r | 22 dicembre 2004 ore 04:40 da (People)

Alle quattro e cinquantaquattro minuti del 22 Dicembre ha preso vita tra le mie mani probabilmente lo strumento che più mi ha divertito pensare, spaziare e realizzare finora. Sono un po' commosso per un pezzo di legno: Geppetto dove sei? Faticoso, lungo, appagante. E adesso ciò la faccia da tonno che sorride scemo Sperimentando come mi piace, mentre continuo a non trovare pace: faticoso e basta. E non è causato dal perchè domani mi levano per sempre questa creatura, credo che i "figli" debbano vederlo, il resto del mondo. E' che... Mah, non lo so che è... Ma va bene, va bene così.

Cerca Utente
Seguici anche su:
People
Le due dinamiche della batteria
Horseman: da Nux il doppio Klon in un mini-chassis
Morley rimpicciolisce i classici con la serie 20/20
Brian May produrrà la chitarra custom di Arielle
La colonna sonora per un musicista in viaggio
La Strat di Jimi per i 50 anni di Woodstock
11 modulazioni in scatola con EHX
L’IR per clonare chitarre: Mooer Tone Capture
I migliori bassisti, tutti assieme, su un solo brano
Come scegliere il giusto sistema radio
Godin Fairmount si veste di palissandro
Roland Tm-1: praticità e modernità
Max Cottafavi: la mia storia con Ligabue
Il segreto per chitarristi da falò di successo
Jazzbox e nylon-string espandono il catalogo Eastman








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964