CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS BIBLIOTECA

coilvintage
utente #29300 - registrato il 04/05/2011
Uno dei più talentuosi incapaci che la storia dello strumento musicale abbia mai conosciuto. Ultraquarantenne (ormai) dilettante (da sempre), per principio o incapacità (conta?). Amo le chitarre, forse le amerei anche se non suonassero. In particolare amo le elettriche, in particolare le stratocaster, in particolare la mia fender japan di adesso (non escludo che la tradirei con una strato del '54, ma...diciamo che le migliori chitarre per me, sono sempre e solo quelle che posso permettermi). Appassionato di momenti musicali più che di generi, vengo meccanicamente attratto dalle fasi di rottura ed i loro protagonisti, nel jazz, nel rock, nella classica o nell'elettronica, perchè mi commuove vedere come alcuni riescano a riempire quelle aree che comunemente vengono percepite come spazi vuoti. Mi affascina la sottile linea rossa che separa il "rumore" dal "suono", la "casualità" dalla "ricerca", la "truffa" dal "genio". Smanetto da tanto con Ableton. Compongo da sempre, senza sapere un cacchio di musica. Non so leggere il pentagramma e ricordo a malapena il nome delle sette note (o sono dodici? o infinite? Ma chi le decide ste cose? Boh!). Non solfeggerò mai in vita mia perchè la mia religione me lo vieta espressamente, sopratutto se si tratta di tempi composti e se bisogna scendere sotto i sedicesimi. Però ho letto tutto Shoenberg (guardando solo le figure e saltando le parti scritte, come facevo con Topolino quando avevo quattro anni). Oh...chiariamoci. Non è che non ci abbia provato a diventare un musicista. Ricordo ancora quello che disse il mio insegnante di violino "...ti sto rubando soldi. Peccato. Un assoluto disastro dotato di orecchio assoluto". Secondo me era colpa del violino scrauso, che venne prontamente sostituito da una gherson, imitazione della LP, e da un ampli a transistor, di quelli che procurano una labirintite di intensità inversamente proporzionale al risparmio presunto. Comunque, da allora cerco di trovare un senso a quell'inappellabile accademico verdetto. No, non fraintendete. Non mi preoccupa la certificata disastrosa incapacità. E' quell'"orecchio assoluto" che mi spaventa, perchè non ho capito se è grave, se si vede dall'esterno, o se si può camuffare con delle buone cuffie da doccia e con un cappelletto di lana nelle fredde e ventose giornate invernali. Certe leggende metropolitane su orecchie alte come gorilla, che vivono di vita propria e camminano per le nostre città, non si dovrebbero raccontare a persone impressionabili come me. Ma nonostante tutto mia moglie e le mie bimbe ancora mi sopportano...e vi salutano affettuosamente. :)
Città: Roma
Genere: Blues, Elettronica, Rock.
Sono interessato a: Altro, Chitarra elettrica, Chitarra acustica.
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post su People Articoli Annunci

Attività

La musica ai tempi della crisi
di coilvintage | 21 gennaio 2012 ore 08:47 da (People)
...
Outing non outing di ringraziamento
di coilvintage | 19 giugno 2011 ore 03:02 da (People)
...
Come suona oggi il mondo?
di coilvintage | 07 giugno 2011 ore 11:04 da (People)
...
Cerca Utente
Seguici anche su:
People
Da Grez la chitarra millenaria con legni di recupero
Storia di un finale di potenza artigianale
Squier Paranormal Series: rarità a prezzo scontato
I Want It All: la cover tributo ai Queen di sei musicisti italiani
È online il Gadget Store di Accordo
Il fondatore di Fulltone nell’occhio del ciclone
MD 24 Select: super-Strat accessibili da Dean
Fender Signature tra le pagine di accordo.it
Tales of rock ‘n’ roll VOL2
Intervista con Pat Metheny - Chitarre 2011
Batteria in digitale
Comfortably Dumb ti regala i gadget di Accordo
Ages: cinque voci e massima versatilità nell’overdrive Walrus
Massimo Moriconi, "DataBass": dall'aneddoto alla Superlocria
Mario Guarini: "Copiare, masticare & analizzare"








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964