CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP

antales
utente #4163 - registrato il 07/04/2004
Città: Milano
Genere: Heavy metal, Rock.
Sono interessato a: Chitarra elettrica.
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post su People Articoli Annunci

Articoli pubblicati

MXR ZW44 Overdrive
di antales | 06 luglio 2005 ore 15:20 da (Chitarra)

antales scrive: Qualcuno ha mai provato l'MXR Zakk Wylde overdrive? Mi sapete dire a che livello si pone. Come lo vedreste con un combo Engl Screamer 50?

Grazie in anticipo dei suggerimenti. Ciao

Valvole e ronzio
di antales | 09 febbraio 2005 ore 15:56 da (Chitarra)

antales scrive "ciao a tutti. Ho una domanda da profano e spero che siate in grado di aiutarmi. Ho comprato il mio primo ampli valvolare, un ENGL Screamer 50 combo, dopo anni di ampli digitali (l'ultimo era un Peavey Bandit 112II, non male). Devo dire che, per quanto il Peavey onestamente suoni bene (se consideriamo poi il rapporto qualità/prezzo...), il suono dell'ENGL è nettamente diverso, meglio definito e mi piace molto. Ho notato però, per ora solo a volumi da appartamento, che sui 2 canali distorti con volume della chitarra aperto e senza suonare o comunque toccare le parti metalliche della chitarra (ponte, corde, potenziometri, ecc) produce un ronzio di fondo che si riduce, ma non sparisce, se si toccano le corde o qualsiasi altra parte metallica. Questo accade con 2 chitarre differenti (Gibson LP Classic e riproduzione Jackson SL2) e con cavi differenti, ma sempre nella stessa maniera. Chiudendo il volume della chitarra il ronzio sparisce del tutto. MI chiedo e vi chiedo, siccome con gli ampli a transistor o ibridi ciò non mi è mai capitato, è una caratteristica degli ampli valvolari o è il mio che ha problemi? Se qualcuno ha un ampli come questo può dirmi se ha lo stesso problema? Grazie della collaborazione Ciao"

Altezza dei pickups
di antales | 12 gennaio 2005 ore 16:33 da (Chitarra)

antales scrive "Ciao a tutti. Avrei una domanda riguardante la regoalzione dell'altezza dei pickup. A parte l'effettuazione di una regolazione delle altezze confrontando di volta in volta a orecchio le eventuali differenze di suono (volume e timbrica), esiste un metodo standard di riferimento? Ad esempio sul sito fender si dice che per gli humbucking (il mio caso) la distanza tra i poli dei pu e la base delle corde, premute all'ultimo tasto, deve essere di 1,6 mm sia dal lato dei bassi che dal lato degli alti per entrambi i pu (manico e ponte); poi però viene precisato che la distanza dipende dalla trazione magnetica del pickup. E allora? Come ci si deve comportare? Qualcuno ha altri suggerimenti o esperienze in merito? Grazie"

Regalo di Natale
di antales | 30 dicembre 2004 ore 00:02 da (Chitarra)

antales scrive "Ciao a tutti. Vorrei condividere con Voi la gioia del nuovo acquisto (mi è stata consegnata dal liutaio il 24/12/2004 dopo 8 mesi dal primo acconto) dopo essere riuscito finalmente a provarla. Si tratta di una riproduzione della Jackson Soloist SL2 con qualche piccola modifica. In dettaglio le caratteristiche, valutate da me a tavolino dopo mesi di pensate rigorosamente stravolte ogni volta che mi convincevo di aver trovato la formula giusta, discusse anche con il liutaio, sono: costruzione neck through in acero hard rock e "ali" in mogano Kaya; top in acero marezzato canadese; tastiera in ebano 24 tasti, segnatasti in madreperla, binding tastiera e paletta in resina acetalica; pick up Seymour Duncan 59 al manico e TB4 al ponte; selettore a 5 posizioni; controllo del solo volume; ponte floyd rose pro; meccaniche Gotho. La mia idea di partenza era di ottenere una chitarra prima di tutto comoda e più leggera della mia Les Paul Classic, meno cattiva di quest'ultima nei suoni ma più grintosa della Stratocaster (American, che tra l'altro ho messo in vendita). Credo proprio di esserci riuscito, infatti il suono è cattivo all'occorrenza ma mai impastato e con il 59 al manico si tira fuori un suono pulito molto bello. Credo proprio di aver trovato la mia chitarra definitiva, dopo essere passato negli anni da Westone a Charvel, a Ibanez (Jem 555 e RG 550), a Jackson (SL1), a Gibson (Explorer e Les Paul Classic), a Fender (Stratocaster American), visto che ho torvato l'equilibrio nei suoni che cercavo e che se continuo a cambiare così rischio il divorzio. Ciao a tutti Link per la foto:"

Cerca Utente
Seguici anche su:
People
I 10 batteristi fondamentali dell’hard rock - Peter Criss
SHG Music Show 2021: la biglietteria online resta attiva
Milano Music Week 2021: il programma di sabato 27 e domenica 28 novemb...
Ibanez: a SHG parata di grandi chitarre e chitarristi
La chitarra di Dr. Viossy a SHG
Yamaha è una tappa per tutta la band a SHG 2021
SHG 2021: non solo chitarre e chitarristi
Aramini tra boutique e live a SHG 2021
Volonté & Co: a SHG didattica e grande musica
Milano Music Week 2021: il programma di venerdì 26 novembre
La liuteria è di scena a SHG 2021: la tavola rotonda
A lezione di Digitale con Choptones: profilazioni, Ir e gestione del s...
Second Hand Market: affari privati a SHG 2021
Brigida e Angelica: artiste a tutto rock
Giovanni All'Heavy & Il Musicista che Avanza: assieme a SHG








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964