CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

bluesfever
utente #461 - registrato il 14/07/2002
https://soundcloud.com/larry-nxurt-badflesh
Genere: Blues, Country, Folk, Funk, Pop, Reggae, Rock.
Sono interessato a: Basso, Chitarra acustica, Chitarra elettrica, Home recording, Voce.
Artisti preferiti Album preferiti
Genesis


Level 42


Stevie Ray Vaughan


+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post su People Articoli

Attività

Nuova acustica
di bluesfever | 24 febbraio 2008 ore 21:13 da (People)

Ho girato i negozi di mezza Italia per mesi alla ricerca di una chitarra acustica (amplificata) che mi soddifacesse pienamente ma alla fine l'ho trovata: una stupenderrima Martin!

Però ho dovuto dare in ostagg... pardòn, in permuta la Strato CS Relic '60. Pazienza, non si può tenere tutto.

Tutto sommato non sono dispiaciuto più di tanto, visto che ormai l'elettrica non la suono più.

Volevo scrivere la recensione x Accordo di questa Martin DC RE Premium, ma poi ho trovato quella fatta da Daniele Bazzani su chitarre.com.

Oltre a trovarmi perfettamente d'accordo su tutto, è scritto in maniera ineccepibile.

Evito quindi di farne una brutta copia e copincollo il link all'articolo per chi ne vuole sapere di più su questo gioiellino:

http://www.chitarre.com/chitarre/numese/numese/prova.htm

Aloha!

Ma porca di quella...
di bluesfever | 28 settembre 2007 ore 14:34 da (People)

...paletta con le meccaniche arrugginite e il truss rod spanato! ma è possibile che l'unica volta che fanno una cosa interessante in regione io debba essere così sfigato? ero così contento di andare a Bolzano alla grande festa, ad ascoltare, suonare, vedere chitarre, trovare gli accordiani e salutare Andreas e invece niente: devo fare lo scrutatore x un cazzo di referendum! vabbè, in parte colpa mia che non mi sono fatto togliere dalle liste degli scrutatori in comune, però quando studiavo e mi servivano i soldi non mi chiamavano mai! pace... mi rifarò a Milano (sto scrivendo con una mano sola, eh!)

Acquistone!
di bluesfever | 16 settembre 2006 ore 21:01 da (People)

Partenza ore 6.00. Tempaccio. Dopo 4 ore di macchina sotto il diluvio arriviamo io e il mio amico a Bologna da Tomassone. Entro in negozio, saluto frettolosamente i titolari e mi dirigo come un automa verso la rastrelliera dei miei sogni. Con ansia scorro tutte le chitarre appese e finalmente la trovo.

Era lì, bella, sensuale, sembrava aspettasse solo me. Il colore è sunburst come lo volevo io, relic '60 come ho sempre sognato. Con la bava alla bocca chiedo se per favore la posso provare. Scaldo le valvole di un Peavey Classic 30 e... bam! colpo di fulmine. Cerco di conservare la freddezza e provo la custom shop del mio amico (che x me suona da dio) x fare la comparazione. Sembrano gemelle. A parte il colore hanno praticamente lo stesso suono, la stessa dinamica. Provo e riprovo, ma tanto la decisione l'avevo già presa in cuor mio. Dopo tante pereginazioni tra i negozi di mezza Italia forse finalmente l'ho trovata.

Per allentare la tensione esco un attimo x cercare un bar e prendere l'aperitivo x decidere se dare in permuta la mia amata SRV del '98, compagna fedele da diversi anni e che mi ha sempre servito con dignità. La spesa è troppo grossa e un po' a malincuore decido di sacrificarla x la buona causa. Spero che vada in mani che sapranno apprezzarla. Ma il sogno si è finalmente realizzato e io sono felice!

Oggi...
di bluesfever | 23 aprile 2006 ore 08:59 da (People)

...è il mio compleanno!

Sono arrivato a quota 33... quindi? quindi... niente! non c'è molto altro da dire. A parte "tanti auguri a me", no. L'ho detto? Bene. Passo e chiudo.

Aloha!

Concerto PFM - il giorno dopo
di bluesfever | 26 marzo 2006 ore 14:59 da (People)

Bello, bellissimo, di più!

Ieri sera la PFM ha davvero colpito al cuore del pubblico presente all'Auditorium di Tione, stracolmo all'inverosimile. Emozioni forti in una serata dedicata all'arte musicale, che è stata avviata dal gruppo che ha vinto meritatissimanente il concorso "Accordi e Ricordi". Jan Ruaz e il suo gruppo ha veramente sbalordito un po' tutti, compreso me che avevo ascoltato il loro cd in anteprima: la prova live, quella per me più importante, è stata superata brillantemente. Brani di grande atmosfera, a volte rarefatta, a volte più sincopata, resi magistralmente grazie alla bravura dei singoli musicisti.

La PFM? beh, non ha certo bisogno di presentazioni, tutti conoscono la loro bella storia e il loro repertorio vario e al di fuori delle mode che passano. La prima parte è stata dedicata al grande De Andrè con la riproposizione di alcuni suoi brani, resi celebri anche per l'arrangiamento della PFM. La seconda parte invece ha riguardato i brani storici del gruppo i cui titoli sono scolpiti nella memoria di diverse generazioni di musicofili. Ottima inoltre la qualità del suono, grazie anche alla notevole resa acustica dell'Auditorium. Il finale del concerto ha raggiunto livelli di coinvolgimento del pubblico altissimi, quasi un delirio collettivo. Emozione pura.

Mi permetto un pizzico di orgoglio personale per aver prestato la mia piccola parte nell'organizzazione (piuttosto difficoltosa e faticosa) di questo evento che nella nostra comunità in val Giudicarie, minuscola, remota e quindi fuori dal circuito dei grandi eventi artistici, sarà ricordata per lungo tempo.

Chicago Blues e danyblues
di bluesfever | 24 marzo 2006 ore 09:45 da (People)

Visto che mi piace registrarmi e che mi serve molto confrontarmi con gli altri, ho mandato a Black Poodle l'arrangiamento della sua "Chicago Blues"; sempre qualche indecisione ma tant'è... Suonandola ho cercato di pensare intensamente a B.B.King, ma forse ci ho pensato troppo e l'interpretazione è un po' banale e ho esagerato col suonare "in ritardo". Per fortuna che almeno il suono mi piace: la Guild, pur essendo in mogano in un unico pezzo, suona quasi come una semiacustica, forse grazie al fatto di avere la buca dei picàp formato piscina olimpionica. I P90 sono davvero belli!

Per quel che riguarda danyblues mi dispiace ovviamente che sia stato bannato per colpa di un pirla che ha usato il suo account per scrivere cazzate. E meno male che se n'è accorto subito! Per concluderla velocemente, come ha detto Glen, è meglio registrarsi come altro utente (forse potrebbe bastare mettere la maiuscola). Dài dany che siamo tutti con te!

"Swing Blues" di danyblues
di bluesfever | 21 marzo 2006 ore 10:24 da (People)

Che dire: grazie a black poodle per l'idea (e lo spazio concessoci sul suo sito) e a danyblues per l'incoraggiamento e alla diffusione di questa bella iniziativa!

Riguardo al brano che ho suonato (http://www.blackpoodles.info/Asp/MP3-SwingBlues.asp) posso dire che posso ritenermi abbastanza soddisfatto riguardo ai suoni, ma non tanto per il fraseggio della chitarra, che risulta poco fluido e un po' forzato: la registrazione non perdona, ma almeno mi aiuterà a migliorare.

Alla prossima!

Sabato 25 marzo - concerto PFM - Tione di Trento (Tn)
di bluesfever | 19 marzo 2006 ore 19:06 da (People)

Come da titolo vorrei segnalare che sabato prossimo la Premiata Forneria Marconi presenterà lo spettacolo "PFM canta De Andrè" presso l'Auditorium Scuole Superiori di Tione di Trento (Tn).

Per info: http://www.accordiericordi.it/main_it/appuntamenti.html

(ovviamente togliendo lo spazio prima di ".html")

Ciao!

Le dita felici avranno un bel suono
di bluesfever | 08 marzo 2006 ore 08:54 da (People)

Tratto da una intervista a Cesareo, chitarrista degli Elio e le storie tese:

Migi: "cosa cerchi in una chitarra? cosa deve avere per conquistarti?

Cesareo: "Agio. Le mie mani ed in particolare le dita si devono trovare a proprio agio, comode. Non devo fare fatica a suonarla. E' lei che si dovrà adattare a me e non il contrario. Il suono é importante ma per me non un fattore determinate. Sono più preoccupato delle mie dita che non scorrono con facilità sullo strumento sbagliato. Il suono è per la maggior parte nelle dita. Le dita felici avranno un bel suono".

L'ultima frase mi trova ora più che d'accordo da quando ho ritirato la mia strato SRV settata alla perfezione da Fontanot. Ha fatto un lavoro magnifico: rettifica tasti, set up generale e satinatura del retro manico (quest'ultima veramente utile). Senza cambiare una virgola tra pedali e ampli il suono è migliorato sensibilmente. Morale: prima di impazzire fra effetti, pick up e ampli passare prima da un (buon) liutaio.

Per l'intervista completa: http://www.ibanez87.it/italiano/interviste/cesareo/i-cesareo-intervista.aspx

E' rinata!
di bluesfever | 29 gennaio 2005 ore 11:03 da (People)

Sì, è rinata: la mia vecchia Guild S70 del '79 (questa in foto è identica alla mia: http://tommysguitars.com/images/eguild70d.jpg), ereditata dal mio fratellone e in letargo da anni, è tornata + smagliante che mai.

Non mi avevano mai convinto i 3 single coil Di Marzio che montava: troppo spenti e sottili, un suono inconsistente.

Circa 6 anni fa la faccia rimettere a posto da un amico liutaio, che, dietro suo consiglio, mi monta 2 single presi da una strato standard e un Di Marzio Fast Track al ponte. Il risultato non mi ha mai convinto: certo, il suono era migliorato, ma stranamente il Di Marzio aveva un suono scarno e volume sensibilmente + basso degli altri (non ho mai capito il perchè).

Insomma, la mia Guild meritava di più! Ha una liuteria eccellente (corpo in mogano pezzo perfettamente verniciato, stagionato e relicato naturalmente), un manico semplicemente fantastico (soprattutto dopo la rifrettatura) e un'accordatura a prova di bomba (ho messo le sperzel autobloccanti), ma il suono... non c'era!

Un bel giorno il mio amico Maurizio mi dice che ha un appuntamento da Tomassone x mettere a posto la sua acustica Larrivee (da paura): "Ti va di accompagnarmi?" "Volentieri!" "Perchè non fai mettere a posto la tua Guild visto che mi rompi sempre le palle a dirmi che non ti piace come suona?" "Sì, ma che pick up ci metto?"

Già: che pick up ci metto? all'inizio volevo montarci 3 texas special, potenti e caldi, ma già avevo una strato con gli stessi pick up; poi cambio direzione e penso a 2 humbucking Gibson classic '57, così, penso, avrò una bella alternativa alla strato.

Ma i puliti? a me i puliti degli hum non mi piacciono molto (ad eccezione delle semiacustiche). Che fare? semplice! chitarra in mogano di concezione Gibson + single coil = 2 P90! scelta ortodossa e vintage!

Così, dopo appena una settimana il lavoro è pronto. Scavicchio e apro il pacco :) che mi arriva dopo appena un giorno (!) e la guardo estasiato: i 2 P90 Seymour Duncan Vintage con copertura nera gli stanno benissimo!

Scaldo il mio deluxe reverb reissue, infilo il jack e... wow, che suono! molto meglio di come me lo aspettassi! molto caldo al manico, un po' nasale nella posizione intermedia (ottima per le ritmiche) e brillante ma grosso al ponte.

L'output è maggiore (ma non esagerato) e ora l'ampli ruggisce già a 4 di volume: goduria! con TS9 e SD1 ha una piacevolissimo drive, non mi fa rimpiangere assolutamente gli hum.

Maurizio, che l'ha provata sul suo Mesa Nomad nonsochemodello, forse esagera col dire che non ha nulla da invidiare alla sua PRS, ma mi piace pensarlo :)

2 di 2   «« Precedente  Successivo »»
Cerca Utente
Seguici anche su:
People
C4 Synth: synth modulari per chitarristi
Chitarre e ampli da EVH per il Summer Namm
Jackson rinnova per il Summer Namm
Moonlander: 18 corde per la chitarra lunare
Tre super-Strat da Charvel per il Summer Namm 2019
Timing, plettro e altre storie
Silverwood: torna “il meglio” del catalogo Supro
Fattoria Mendoza Boogia: l'overdrive distorsore definitivo?
Softube Console 1 SSL SL 4000 E Vs. British Class A Vs. American Class...
Kangra: fuzz e filter da Walrus per Jared Scharff
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"
Ronzio dagli amplificatori solo in appartamento
Max Cottafavi: non esistono assi nella manica
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964