CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP

arx707
utente #7317 - registrato il 20/04/2005
Città: Treviso
Sono interessato a: Chitarra elettrica.
Artisti preferiti Album preferiti
+ Vedi altri
+ Vedi altri
Attività Risposte ricevute Commenti effettuati Post Articoli Preferiti Annunci

Attività

Plexi, che pacco!
di arx707 | 13 marzo 2006 ore 17:38 da (Chitarra)
arx707 scrive: Scrivo questo articolo per chiarire le idee a tutti coloro i quali fossero interessati alle testate plexi 1959slp o 1987x, ma soprattutto per chiarire le idee a me! Vorrei cercare di capire che cosa realmente mi porta a casa acquistando una plexi reissue: un buon ampli o una fregatura?
Ampli per vintage rock
di arx707 | 17 febbraio 2006 ore 06:24 da (Chitarra)
arx707 scrive: Ciao a tutti! Chiedo di potermi approfittare della conoscenza e della disponibilità degli accordiani per risolvere un mio problema.. vorrei comprarmi una bella testata di grande qualità ma non so assolutamente come muovermi.. aiuto! Questa testata dovrebbe avere una serie di caratteritiche precise: tanto per cominciare la vorrei valvolare, di wattaggio non eccessivo, diamo sui 50w. Credo che un solo canale sia sufficiente, perchè credo sia meglio un'ampli che fa una sola cosa e molto bene (correggetemi se sbaglio). Come genere, io sono innamorato del suono di Hendrix e di quello che si sente in alcune canzoni di battisti (l'inizio del "il vento" per esempio ), quindi un suono vintage, prevalentemente rock-blues molto pieno e pastoso ma non ovattato! Chiaramente l'ampli è solo una componente di quel suono ma vorrei cmq fare la scelta giusta. La chitarra è una stratocaster..... ciaoooo!
Coni dell'ampli
di arx707 | 01 febbraio 2006 ore 11:48 da (Chitarra)
arx707 scrive: Ciao a tutti e grazie in anticipo per le risposte che spero di ricevere! Procedo con il racconto.. ho da poco acquistato un ampli laney LC15 ad un prezzo ridicolo (220 euro perchè senza imballaggio!!) e mi trovo davvero meglio rispetto al transistor che avevo prima. Più ricchezza, più sustain, eccetera. Curiosando qui e li su internet, ho trovato pareri favorevoli sull'ampli, ma molti si lamentavano del cono in dotazione (invader) che non sarebbe di gran qualità. Perciò vorrei chiedere quale cono mi conviene (eventualmente) montare per migliorare ulteriormente. Jensen? Celestion? Altro? Aggiungo che la chitarra è e sarà sempre una strato, e che il genere è diciamo sul rock-rock alternativo-blues-funky-punk...Forse mi piacerebbe un suono vintage ma che differenza ci sarà mai tra un cono vintage ed uno moderno?? Inoltre non vorrei spedere troppo, visto che l'ampli è economico.. Grazie a tutti ciao
Quale ponte per una strato?
di arx707 | 21 dicembre 2005 ore 17:43 da (Chitarra)
arx707 scrive: Ciao a tutti! Ho da poco acquistato un piccolo laney lc15 e devo dire che sono davvero soddisfatto. Il sutain è aumentato in misura notevole, non ci ero proprio abituato! Allora mi sono detto"ho fatto 30, facciamo anche 31", vale a dire, vorrei sostituire il normale ponte a due viti con uno di stampo vintage a sei viti (spesso ho sentito che sono migliori). Ma qui mi sorgono numerosi dubbi: il cambio lo posso fare io o ci vuole un liutatio? E soprattutto, i ponti sono tutti uguali oppure alcune marche sono migliori di altre?? Insomma, che ponte mi consigliate per avere le migliori performances? Grazie a tutti colore che risponderanno ciaooooo
Mini recensione Corde DR
di arx707 | 27 novembre 2005 ore 01:29 da (Chitarra)
arx707 scrive: Non so se su Accordo queste corde per chitarra sono mai state nominate.. magari sono molto famose ma io non le conoscevo fino a un mese fa.. in ogni caso vorrei portare la mia esperinza personale per ribadire la morale della favola: non sempre le marche blasonate offrono il meglio.Circa un mesetto fa mi sono recato nel negozio di strumenti più vicino a casa per cambiare le corde; non mi sono portato gli occhiali e quindi mi soffermo un pò per capire che cosa devo chiedere. Forse la commessa mi crede indeciso e mi chiede cosa voglio, io gli rispondo in modo vago e lei mi dice che ha tre tipi d corde: D'Addario, ErnyeBall e DR. Il ragazzo esperto di chitarra, li vicino, me le consiglia, e io decido di comprarle...Veniamo al giudizio. Anzitutto, costano come le altre due più famose. Sulla confezione c'è scritto "fatte a mano", con procedimento che comprime le corde per avere una densità maggiore.. qui posso solo andare sulla fiducia. Il suono: ottimo, forse più ricco di armoniche rispetto a ErnyeBall e D'Addario, grande attacco, particolarmente adatto per il blues, e quindi per la strato che posseggo. I bassi sono ben definiti e potenti, ma anche il suono acido al ponte non è male. Suonabilità: come le altre.. forse i bending sono un pò più facili La durata: ottima, superiore a D'Addario che sembri durino a sua volta più di Ernyeball.Ricapitolando: costano uguale, durano di più e suonano (almeno per le mie esigenze di stratpocasteriano); le consiglio, provatele
...Le dimensioni contano?
di arx707 | 10 settembre 2005 ore 11:52 da (Chitarra)
arx707 scrive: Salve a tutti approfitto ancora di questo fantastico sito per esporre i mie dubbi.. Mi affaccio ora al mondo degli ampli valvolari, e ho molte cose da chidere ai più esperti; molte di queste cose sembreranno banali, ma per uno come me che di valvole non sa nulla sono informazioni preziose! Credo che queste risposte siano utili non solo a me, ma anche a molti altri inesperti con le idee poco chiare!1) per cominciare, so che gli ampli a valvole hanno bisogno di volumi alti per rendere bene, quindi per me che suono in locali o club quale wattaggio è ideale? 2) Ha senso prendere un combo di piccole domensioni? Non è che i soldi sono buttati perchè ad esempio un testata cassa più grande suona meglio? Ma le dimesioni contano?? 3) Per finire rimane la scelta dell'ampli o almeno della marca.. il mio suono è un pò particolare quindi non mi è facile orientarmi tra i consigli di accordo. La chitarra è una strato. E' un suono un pò "bastardo", mai troppo pulito; il crunch è nervoso, nasale e ricco di toni medio-alti, diciamo un pò low-fi e fatto col pu al ponte. La distorsione è sullo stesso livello, con un po + spinta sui medio-bassi e fatta con tutti i pu secondo i casi.. è cattiva ma non del tipo metal. Per dare un'idea direi crunch alla franz ferdinand e un distorto alla muse.Grazie!!
Cambio ampli o cambio coni?
di arx707 | 08 settembre 2005 ore 00:03 da (Chitarra)
arx707 scrive: Ciao a tutti ho un paio di domande da fare ai più esperti di amplificatori.. Posseggo un ampli vs230, semivalvolare stereo della marshall con due coni. Il suono dell'ampli è decente, ma non soddisfacente. Vorrei comprarmi un bel valvolare testata-cassa, ma al momento non ho i soldi, quindi pensavo che nel frattempo potrei "elaborare" l'ampli come si fa con le chitarre.. per prima cosa cambierei i coni, che sono di qualità scadente, e poi chi lo sa..La domanda è: mi conviene cambiare i coni e/o modificare l'ampli oppure è meglio risparmiare i soldi e stringere i denti fino ad un nuovo ampli?Grazie mille e ciao
Rifacciamo il Rock
di arx707 | 28 luglio 2005 ore 14:35 da (Chitarra)
arx707 scrive: Ecco un'argomento che mi frulla in testa da parecchi messi.. vorrei parlare di Rock, e non di rock, quello che si ente oggi. Per me il Rock è qualcosa di indipendente dal tipo di sonorità, dagli strumenti usati, dal tipo di testi eccetera eccetera.. il Rock è uno stato d'animo che può esprimere tanto con una chitarra elettrica quanto con un violino... perchè l'importante è il messaggio che viene trasmesso e soprattutto il modo in cui viene trasmesso. Qual'è questo mesaggio? Secondo me è la voglia di essere originali, di pensare anche quando la società ce lo rende difficile, di rischiare e di esprimere i propri sentimenti senza paura di essere puniti...
Ora basta... la verità su Fender e Gibson!
di arx707 | 08 giugno 2005 ore 08:11 da (Chitarra)
arx707 scrive: Sarò molto sbrigativo... da qualche mese leggo gli articoli di Accordo è li ho trovati molti utili, divertenti ed interessanti. Ma c'è un'argomento che forse non è stao toccato a sufficienza: a che cosa serve esattamente una Fender (Stratocaster e Telecaster) e una Gibson (Les Paul)?
La strato è troppo "commerciale"?
di arx707 | 26 aprile 2005 ore 01:10 da (Chitarra)
arx707 scrive: Salve amici di accordo non abbiate paura, non ho intenzione di criticare quella splendida chitarra che è la stratocaster! Volevo solo attingere alle vostre illimitate conoscenze per risolvere un problema che mi angustia: vorrei finalmente acquistare una chitarra seria, di buona qualità, e ho subito pensato alla strato visto il suo gande fascino e il suo bel suono. Ma poi mi sono chiesto: non è che poi posso suonare solo generi tipo pop, rock, blues? Insomma generi ormai cristallizzati come forma?Io vorrei una chitarra adatta all'alternative rock, magari da abbinare a massicce dosi di suoni sintetizzati (tipo i subsonica, quelli vecchi però..), e allora mi chiedo: la strato è la chitarra giusta per queste cose? O ci vuole magari una Jaguar o qualcos'altro? Grazie in anticipo per le vostre illuminanti risposte...
Cerca Utente
Seguici anche su:
People
Metaverse: delay Wampler dalla pedaliera allo schermo del PC
Two Notes ReVolt è qui, per basso e chitarra
Zzombee: folle modulazione con fuzz analogica a controllo digitale
Scopri le rinnovate Charvel Pro-Mod DK24 in video
Dave Mustaine inarrestabile: arriva la Flying V Alien Tech Green
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
The Police: Greatest Hits
Se la base è valida...
Neucab/Viper sono i cavi Bespeco con jack Neutrik, anche Silent
Yamaha THR si rifà il look per i 10 anni
Il nemico in pedaliera
Orchestra d’archi in un pedale: EHX S9
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Baroni AFK150: ampli ibrido a due canali in pedaliera








Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964