DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Francesco Lucidi produce
Francesco Lucidi produce "Grazed By Heaven", tributo agli Uriah Heep
di [user #116] - pubblicato il

Il video è un tributo realizzato da una band di musicisti straordinari capitanati dal batterista, polistrumentista e produttore Francesco Lucidi che ha coordinato e curato tanto la produzione audio che la realizzazione del video e seguito ogni fase del mix realizzato da Michael Kew al Rogue Studios di Londra. Ci siamo fatti raccontare il progetto dal batterista e dal cantante Giacomo Voli (Rapsody Of Fire)

“Grazed By Heaven” è l’ultimo singolo degli Uriah Heep e nella produzione artistica di Lucidi la canzone è riproposta in un efficace e rispettosa rilettura che, lasciandone intatto l’impianto originale, lo arricchisce con originali inserti di arrangiamento.
Ci siamo fatti raccontare da Francesco e Giacomo Voli come è nata l'idea del tributo, la produzione del brano e i loro progetti futuri.



Francesco Lucidi, batterista compositore e produttore che vive a Londra, ha collaborato con molti artisti internazionali e ha interpretato Nigel Olsson nel film dedicato a Elton John "Rocketman", oltre ad aver prestato il suo suono per il gioco Guitar Hero Live.

Ciao Francesco, come è nata l'idea di un tributo agli Uriah Heep?
Ero un ragazzino quando ad un concerto di mio fratello Luca restai stregato da una cover degli Uriah Heep che lo sentii suonare. Quel pezzo mi fece innamorare ancora di più della musica. Così, quando quest’estate decidemmo di realizzare un pezzo assieme, la scelta cadde immediatamente sugli Uriah Heep, band molto rappresentativa della nostra comune passione per la musica.

Ci presenti i musicisti che hai coinvolto, spiegandoci perchè li hai scelti?
Essendo mio fratello, Luca Lucidi, un grande tastierista ho pensato di fare un tributo ad una band che sicuramente ha segnato la nostra infanzia. Chi meglio di un fratello alle tastiere? 
Andrea Lonardi è uno dei miei migliori amici, bassista formidabile con un grande suono. E' uno dei fondatori, con Alessio Garavello, della rock band 'A New Tomorrow'. 
Gianni Rojatti, Ho conosciuto Gianni a Los Angeles al Namm. Sapevo che era il musicista perfetto per portare il brano “To The Next Level”. Oltre a essere un chitarrista strepitoso si sente che ascolta tantissima musica e mette la musicalità e le esigenze del brano sempre davanti a ogni cosa.”Talento pauroso. 
Giacomo Voli, voce strepitosa. Ho già collaborato con lui in un altro tributo e che dire, versatilità, tecnica e gusto mostruoso. Professionalità all'ennesima potenza. 
  
Ci racconti la produzione del brano? (Arrangiamento, registrazione, mix...)
Per quanto riguarda l'arrangiamento non abbiamo voluto cambiare molto, credo che quando si fanno i 'tributi' si debba sempre portare rispetto alla canzone, alla band e alle sue radici. In questo caso abbiamo solamente apportato alcune personali interpretazioni.
Abbiamo tutti registrato per conto proprio e poi spedito i files a Michael Kew che ha mixato al Rogue Studios di Londra.

Hai detto che nelle tue intenzioni c'era quella di mantenere le tastiere e la batteria identici all'originale ma sulla batteria hai aggiunto degli inserti di doppia cassa e alcuni fill personali. Puoi spiegare come hai lavorato alla parte di batteria del brano?
Inizialmente ho ascoltato il brano e la parte di batteria calzava perfettamente con l'arrangiamento. Durante la mia take, spontaneamente, ho aggiunto alcuni inserti di doppia cassa che riascoltandoli mi sono piaciuti tantissimo, quindi ...'buona la prima'!!!

Hai nuovi progetti in cantiere?
Al momento sono a Mosca (Russia) dove stò costruendo un mio studio di registrazione. A Gennaio torno a Londra per un lavoro che al momento non posso spoilerare ma che sarà una figata.

Francesco Lucidi produce "Grazed By Heaven", tributo agli Uriah Heep

Giacomo Voli si è fatto conoscere dal pubblico con la sua partecipazione, nel 2014, al talent "The Voice of Italy" dopo il quale ha iniziato la sua carriera solista. Attualmente è il frontman della band Rhapsody of Fire.

Come hai costruito l'arrangiamento vocale del brano per dare la tua sfumatura personale?
E' stato difficile, considerato che il pezzo è già strepitoso e funziona alla perfezione nella versione originale.
In questo caso mi è stata d'aiuto l'esperienza di anni fa con un tributo ai Deep Purple. Oggi come ieri, quella tipologia di voci (Huges, Dio, Gillan, Coverdale) ha condizionato profondamente anche il mio stile. E nulla, tirare fuori qualche acuto "sensato" è diventato normale per me.
Scherzi a parte, cerco sempre di lasciare ordine nella scelta delle note che canto, le melodie devono essere sempre apprezzabili, così anche la nota più estrema diventa molto sensata nell'ascolto.

Conosci il repertorio degli Uriah Heep? E' una band importante nella tua formazione e storia musicale?
Li ho scoperti solo recentemente grazie ad una mia fan molto molto cara, mi ha regalato diversi vinili... è la sua band preferita.
Cercherò di approfondire perchè, a quanto pare, anche recentemente sono stati capaci di interpretare brani come questo, che sono assolutamente in linea con la loro storia. Spero che possano diventare per me importanti come tutti i gruppi nati in quel meraviglioso momento musicale: Deep Purple, Led Zeppelin e grandi colonne degli anni '70.

Ci aggiorni sui tuoi progetti attuali con i Rhapsody of Fire?
Attualmente il secondo capitolo della Nephilim Epire Saga è in fase di mixaggio, muoio per l'impazienza!
Rispetto al precedente disco ho cercato di essere ancora più narrativo, di lasciare più dettagli riguardo alla storia. Siccome non esiste (ancora?) un libro per comprendere a fondo i personaggi, le gesta, ho incluso più nomi ed ambientazioni, sarà un grande disco, 100% Rhapsody of Fire.

Tre consigli volanti, magari rivolti ai cantanti alle prime armi, per ottimizzare le proprie performance in studio di registrazione.
Uh... difficile!
Primo consiglio: conoscenza dei propri suoni. Quando si registra non si ha mai la stessa percezione del proprio suono come lo conosciamo nello spazio.
Secondo: pur essendo importanti la tipologia e la qualità del microfono cercate di ottenere il miglior risultato attraverso l'interpretazione. Il vostro carattere trasparirà sempre, al di là della precisione del suono.
Terzo e ultimo: affidatevi ad altri amici cantanti con più esperienza, fate tesoro di tutte le diverse abitudini... ognuno ha la sua.
Io registro da seduto... shhhhtt!!!!

Francesco Lucidi produce "Grazed By Heaven", tributo agli Uriah Heep
cover francesco lucidi giacomo voli gianni rojatti intervista uriah heep
Link utili
Il sito di Francesco Lucidi
La pagina Facebook di Giacomo Voli
La pagina di Gianni Rojatti
Nascondi commenti     0
Loggati per commentare

Al momento non è presente nessun commento
Altro da leggere
In tour con Steve Vai? Ecco il segreto
Luca Mantovanelli, nuova chitarra sul palco di Eros Ramazzotti
Daniele Gottardo e Laney LA Studio
Su Radiofreccia i nuovi eroi della chitarra
Claudio Bruno: in tour con Gazzelle e Fulminacci
Intervista a Mark Lettieri, Snarky Puppy
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964