CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Nuovo look per i 30 anni di Pacifica
Nuovo look per i 30 anni di Pacifica
di [user #116] - pubblicato il

La Yamaha Pacifica riceve nuovi tratti estetici per il 2020. La 612VII diventa Fired Red, Matte Silk Blue, Teal Green Metallic e Yellow Natural Satin.
Era il 1990 quando la prima super-Strat Yamaha faceva la sua prima apparizione pubblica. Dopo un’anteprima sul finire del 1989, la Pacifica si apprestava a conquistare i chitarristi alla ricerca di uno strumento improntato alla performance, con tutto il fascino di un’elettronica potente e versatile, hardware all’ultimo grido e finiture in linea con le ultime mode di allora.
Trent’anni più tardi, la Yamaha Pacifica è ancora sulla cresta dell’onda ed è entrata nell’immaginario chitarristico con una ricca varietà di modelli per tutte le esigenze e tutte le fasce di prezzo. La serie 600 è quella con cui Yamaha intende portare avanti la tradizione di modernità e affidabilità della Pacifica, e il modello 612 è l’edizione a tre pickup che ne vuole portare la bandiera per il trentennale con una rinnovata dotazione tecnica e tinte inedite.



La 612VIIX sceglie un body in ontano per una risposta regolare su tutta la gamma di frequenze e lo abbina a un manico avvitato in acero con la risposta classica di una tastiera in palissandro.
22 tasti di dimensioni medium si posano su un raggio da 13 pollici e 3/4 per una suonabilità moderna.
Il ponte mobile Wilkinson VS50 offre un feel tradizionale insieme con una buona stabilità d’accordatura grazie all’adozione di sellette GraphTech TUSQ, stesso materiale scelto per il capotasto e che, grazie all’abbinamento con un set di meccaniche bloccanti Grover, consente alla chitarra di reggere sollecitazioni importanti.



Seymour Duncan firma l’elettronica montata sulla 612VIIX, con la flessibilità di una configurazione HSS.
Due single coil SSL-1 siedono al manico e al centro, quest’ultimo con polarità e avvolgimento invertiti per eliminare i ronzii nelle posizioni intermedie. Il TB-14 Custom 5 al ponte è un humbucker con possibilità di split mediante push-pull per una tavolozza sonora sensibilmente estesa.



Pensata per assecondare gli stili musicali più moderni e aggressivi quanto per offrire una risposta morbida e organica sui suoni puliti, la Pacifica amplia l’offerta di finiture disponibili con quattro nuove tonalità.
La versione Fired Red lascia un top in acero fiammato a vista sotto la tinta rossa semitrasparente abbinata a un battipenna color crema.
Lo stesso battipenna si associa a un profondo blu per la Matte Silk Blue.
La Teal Green Metallic preferisce invece un battipenna perlato.
Le venature dell’ontano sono tutte in evidenza nella variante Yellow Natural Satin, dove un battipenna perlato sposa un legno nudo imbiondito da una vernice trasparente.
612viix chitarre elettriche pacifica ultime dal mercato yamaha
Link utili
Serie PAC600 sul sito Yamaha
Nascondi commenti     18
Loggati per commentare

di maccarons [user #20216]
commento del 13/12/2020 ore 10:49:44
Chitarre validissime e spesso sottostimate, la mia Variax nei live (una volta) è insostituibile.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 13/12/2020 ore 10:53:22
Che c'entra la VARIAX? :\
Rispondi
di maccarons [user #20216]
commento del 13/12/2020 ore 11:10:53
Ciao
La Variax Standard è costruita su un modello Pacifica, l'acquistai da portare come seconda chitarra nei live da utilizzare al bisogno per acustiche accordature drop D o muletto, e siccome sono rimasto
piacevolmente sorpreso da questo strumento a prescindere dalla versatilità se dovessi comprare
una chitarra stratoide sicuramente darei un'altra chances a Yamaha. :)

Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 13/12/2020 ore 11:12:12
Entrambe sono basate su modello Stratocaster ma Variax con YAMAHA non c'entra NIENTE proprio. Stai parlando di due cose completamente diverse.
Rispondi
di maccarons [user #20216]
commento del 13/12/2020 ore 11:27:05
La Variax Standard è costruita su un mod. Yamaha Pacifica con a bordo un sistema digitale in alternativa
ai suoni dei pu magnetici; il mio commento voleva sottolineare la validità della costruzione della versione
Pacifica.
Ciao
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 13/12/2020 ore 15:19:04
Oddio, scusami, tu hai ragione. E' una novità che mi ero perso. Praticamente le VARIAX sembra che le stiano facendo la Yamaha. Abbi pazienza, scusami tanto.
Rispondi
di maccarons [user #20216]
commento del 13/12/2020 ore 16:05:51
:)))
Yamaha da qualche anno ha acquisito
Line6.
Ciao
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 13/12/2020 ore 17:27:30
e io non lo sapevo... me lo potevi dire prima. :D
Rispondi
di Ermo87 [user #33057]
commento del 13/12/2020 ore 11:38:57
le adoro! se come prima chitarra avessi preso una Pacifica invece della mia Tele Baja oggi sarei un chitarrista completamente diverso
Rispondi
di LeoPol [user #52641]
commento del 13/12/2020 ore 15:24:39
Ottima chitarra, ed infatti è ancora praticamente uguale a quella che mi regalarono i miei genitori nel 1996, affiancata solo quest'anno da una "vera" Strato.
Rispondi
di allisonguitar [user #52659]
commento del 13/12/2020 ore 18:16:29
Yamaha molto sottovalutata. Il modello che più mi attrae è comunque la revstar. Mi piacerebbe privarne una.
Rispondi
di pelgas [user #50313]
commento del 14/12/2020 ore 12:23:01
Bruttine ma sempre qualità prezzo al top
Rispondi
di ADayDrive [user #12502]
commento del 16/12/2020 ore 19:15:49
Iper-d'accordo. Tutte le chitarre Yamaha sono generalmente chitarre poco "affascinanti", ma la qualità costruttiva, anche nei modelli di gamma più bassa, è sempre altissima. Ho una RGX 321 degli anni '90 (una delle diecimila superstrat dell'epoca): era un modello di prezzo medio/basso solo per le finiture spartane ed i pick-up, ma hardware e finiture sono ottimi (verniciatura, incastri, fretwork...)), e con un paio di pick-up buoni lo strumento è decollato.











Rispondi
di StratoPaul [user #56904]
commento del 14/12/2020 ore 18:15:16
le Pacifica, come spesso le Yamaha in generale, sono chitarre fatte bene e dall' ottimo rapporto qualità prezzo. A mio gusto personale avrei fatto il manico più largo al capotasto (41mm è proprio misero) e visto che hanno un radius da 13.75" avrei messo dei bei tasti Jumbo.... però questi sono gusti personali, io comunque con queste due piccole modifiche ad una Pacifica 612vfm ci avrei fatto un pensierino perché per il resto mi sembra tutto di primo ordine per la fascia di prezzo.
Rispondi
di ovinda [user #46688]
commento del 15/12/2020 ore 10:49:2
Ci sono produttori di cui ci si può fidare ciecamente. Pur essendo scarsamente rivendibili, è difficile che una chitarra che esca dagli stabilimenti Yamaha, Ibanez, Godin sia una chitarra poco riuscita. Di solito questi strumenti, pur essendo considerati di seconda o terza fascia, restano a lungo a casa di chi se li compra. Quanto problemi invece si sentono con Fender e Gibson?
Rispondi
di paoloprs [user #10705]
commento del 20/12/2020 ore 07:25:44
Boh... per me sono oggetti inutili da arredamento :
Costano poco, non valgono nulla e non servono a niente o,
al massimo, si possono perdonare in mano ad un ragazzino
nei primi mesi d'apprendistato.
Vostro Paolo
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 21/12/2020 ore 12:10:10
Da fortunato possessore di una 904 ti posso dire che se sono solo oggetti da arredamento da ragazzini allora sfoltiamo anche un bel po' di marchi più blasonati....
Rispondi
di Kapa utente non più registrato
commento del 23/12/2020 ore 10:37:33
Yamaha pacifica rapporto qualitá prezzo migliore di sempre
Rispondi
Altro da leggere
Gretsch G6229TG: Jet Players Edition Limited con Bigsby
Taylor presenta la Koa Series: proviamo in anteprima la 724ce
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
NDH 30: cuffie Neumann da studio ancora più performanti
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 2
Blackstar St. James: 50w non sono mai stati così leggeri
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Yamaha THR100H Dual
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964