CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Meccaniche Kluson: le ami o le odi?
Meccaniche Kluson: le ami o le odi?
di [user #6868] - pubblicato il

Kluson ha fatto la storia della chitarra elettrica e acustica vintage. Bobchill ce la racconta in un utile video tra evoluzione, tecnica e funzionamento.
Se possiedi una chitarra americana di un modello classico, acustica o elettrica, è molto probabile che sia dotata di meccaniche tipo Kluson Deluxe, che siano originali vintage o repliche contemporanee. Qualcuno ha detto: "Kluson, le ami o le odi" ma, prima di decidere da quale parte stare, siamo davvero sicuri di conoscerle bene?

Nelle vecchie foto dei nostri guitar hero, vediamo che la modifica che più frequentemente veniva apportata alle loro Gibson e Fender era quella di cambiare l'hardware: in particolare le meccaniche Kluson originali venivano immancabilmente sostituite con le più robuste Grover Rotomatic.
Con questi presupposti, quando avevo 20 anni, il mio amico liutaio mi disse che le meccaniche Kluson della mia Telecaster vintage anni '60 erano usurate. Mi disse che se volevo fare concerti con meccaniche affidabili, dovevo cambiarle. Seguendo questo consiglio, andai in un negozio di strumenti di Roma e chiesi un set di ricambio compatibile con le mie Kluson.
Mi mostrarono una confezione di riproduzioni Schaller. Ricordo che guardai la confezione e mi resi conto che proprio non avevo alcuna voglia di sostituire le mie Kluson. Restituii la scatola di Schaller al commesso e me ne andai.
Oggi posso dire che quel giorno presi una decisione saggia: il mio liutaio aveva tratto conclusioni affrettate. Ho felicemente utilizzato quelle meccaniche Kluson originali sulla mia Telecaster per centinaia di concerti nei successivi trent'anni. Erano ancora in condizioni perfette quando pochi anni fa cedetti la chitarra a un nuovo proprietario.

Meccaniche Kluson: le ami o le odi?

Ritengo che leggerezza e aspetto esile delle meccaniche Kluson originali possa trarre in inganno: sebbene non siano robuste e precise come le vecchie Grover, si tratta comunque di meccaniche di ottima qualità. Ma le meccaniche Kluson sono proprio tutte uguali?
Questo nuovo video-episodio tenta di sviscerare l’argomento con una disamina esaudiente.

Diamo innanzitutto un’occhiata alla storia dell’originaria Kluson Manufacturing Company, che fu fondata a Chicago nel 1925 e concluse il suo corso nei primi anni ’80. 
Durante l'età d'oro della produzione di chitarre, fino alla fine degli anni '60, Kluson divenne il principale fornitore dell'industria musicale americana di meccaniche, blocca-corde, boccole e altri componenti metallici. Harmony, Supro, Gibson, Epiphone, Fender, Martin, Guild, Kay, Mosrite, Danelectro e Rickenbacker montavano tutte meccaniche fornite in appalto da Kluson come componenti originali.
Il filmato prosegue analizzando la struttura di una meccanica Kluson Deluxe, identificando gli elementi da cui è composta.
Di seguito il video illustra le diverse versioni di Kluson Deluxe adottate su vari modelli di chitarra e indica delle caratteristiche comuni che variano nel corso degli anni. Riconoscendo queste caratteristiche è possibile stabilire una datazione piuttosto accurata delle meccaniche Kluson Deluxe originali, installate sulle chitarre vintage prodotte tra il 1947 e la metà degli anni ‘70.
Il filmato fa anche il punto sulle riedizioni, introdotte sul mercato a partire dal 1993.
In conclusione affrontiamo alcuni importanti aspetti tecnici, per ottenere il meglio da meccaniche di stile vintage. In particolare parleremo di “gear ratio” o rapporto di trasmissione, manutenzione, e restauro.
Il filmato è in lingua inglese con accurati sottotitoli italiani attivabili dalle opzioni del player.

gli articoli dei lettori hardware per chitarra kluson
Nascondi commenti     33
Loggati per commentare

di Max Scarpanti [user #56093]
commento del 28/01/2021 ore 08:16:07
Secondo me son belle da vedere soprattutto sulla Telecaster: ho una '52 Reissue.

Scappa qualche parolaccia quando metto i cantini, ma ne vale la pena.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 28/01/2021 ore 08:27:04
Le Kluson sono uno standard da sempre e sono LE MECCANICHE. Hanno sempre funzionato, sono sempre state bellissime e non c'è altro da aggiungere.
Rispondi
di Gigibagigi [user #49591]
commento del 28/01/2021 ore 08:28:44
Eh, niente, i tuoi video sono una miniera. Grande come sempre, complimenti.
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 09:27:59
Grazie Gigi! Sono felice che i miei video ti piacciano!
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 28/01/2021 ore 08:36:15
Di solito sono su chitarre che hanno problemi di accordatura per altri motivi
Rispondi
di FranxAJ [user #18541]
commento del 28/01/2021 ore 08:44:34
Ho una Strato Reissue '62, e mi son sempre trovato meglio con le Kluson che con le meccaniche moderne montate su altri strumenti. :)
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 28/01/2021 ore 09:18:01
Bellissimo articolo, complimenti, sempre bravissimo.
Nella mia Gibson 335 VOS 60 ho le meccaniche a tulipano (con doppio anello di base) marcate Gibson Deluxe... le lascio perché sono bellissime, ma non posso dire che siano eccezionali, quando le ruoti danno una sensazione di scarsa stabilità ed eccessiva morbidezza.
Invece le meccaniche di tipo "Vintage Kluson" che ho su tutte le mie Fender (Tele e Strato) sono perfette anche come stabilità. Le preferisco a quelle moderne.
Nelle Strato che mi sono costruito ho messo delle Vintage Gotoh, e le trovo eccezionali, molto solide e stabili.
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 10:01:17
Grazie MM, contento che i miei video ti piacciano!
Mi chiedo di che anno sia la tua 335 VOS '60, non ho presente riproduzioni marchiate Gibson double ring: in genere le "Gibson" made in Japan erano single ring e le più recenti double ring sono WD marchiate Kluson.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 28/01/2021 ore 10:11:08
L'ho acquistata usata, ma è una chitarra del 2010 prodotta dal CS per i 50 anni della ES335 '60
È esattamente come questa:
vai al link
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 10:17:45
Grazie MM, sembrerebbero le "Kluson" prodotte per alcuni anni da Tone Pros, magari al prossimo cambio di corde dai un'occhiata all'interno della basetta, se ti va di smontarne una.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 28/01/2021 ore 10:22:40
Grazie per la dritta.
Sinceramente se le confronto con quelle che ho sulle Fender, le trovo più "scarse", con più gioco, che non dovrebbe essere in una chitarra del genere (io l'ho pagata piuttosto meno di quella che ti ho linkato, ma è esattamente lei), che rimane una chitarra eccezionale.
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 10:30:24
Infatti MM, sono pienamente d'accordo e credo che in effetti le riproduzioni Tone Pros non siano granché. Magari in futuro se sei abbastanza fortunato da trovare un set in ottime condizioni di Kluson "Double Brand - Double Ring" anni '70 marchiate Gibson ad un prezzo decente, puoi aggiungere un tocco di "mojo" alla tua splendida chitarra e regalarle il set di meccaniche che meriterebbe : )
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 28/01/2021 ore 10:38:05
Devono essere così. Le Kluson "tipo Gibson" sono così e sono sempre state così. Se proprio non le sopporti puoi cambiarle con delle Schaller che sono identiche ma hanno un feeling più moderno e sono precise come un orologio svizzero. Poi avere le meccaniche Schaller made in Germany su una chitarra è un po' come indossare un anello di diamanti. Io ce l'ho sulla SG.
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 10:48:54
Permettimi di dissentire, le vintage originali americane che ho sulle mie Gibson sono alcune delle migliori meccaniche che io abbia mai avuto, le "No Brand-Single Ring", in particolare.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 28/01/2021 ore 10:50:35
Ma io non ho detto che sono di cattiva qualità. Ho solo detto che danno questa sensazione di morbidezza. Ma funzionano bene e tengono. E' solo una sensazione.
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 10:58:0
Ah, Ok, credo che questo dipenda anche dal calibro delle corde montate.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 28/01/2021 ore 11:11:24
Non saprei. Io ho sempre montato le 10, raramente le 9 e le 11. Io penso più che altro che mettendosi nei panni dell'uomo di altri tempi la maggior morbidezza era sinonimo di qualità. Ma poi effettivamente i motivi per cui danno questa sensazione potrebbero essere infiniti.
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 28/01/2021 ore 09:48:36
Sei la "Treccani" della chitarra :)
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 09:54:15
Ha! Ha! Grazie 77casual! : )
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 28/01/2021 ore 11:15:26
Accidenti a te Bob! adesso mi hai fatto venir voglia di rimontare le meccaniche originali della mia DeLuxe, le avevo sostituite con le Rotomatic nell'80, le avevo fatte sostituire su consiglio del liutaio che mi aveva anche messo un capotasto in ottone perche' il suo originale era sbeccato sul cantino...Appena rientro in Italia le tiro fuori, le ispeziono a dovere e se vanno ancora bene (perche' no?) le rimonto e mi sa che gli rifaccio pure il capotasto in osso o in TUSQ....se non ricordo male le meccaniche dovrebbero essere marchiate "Gibson de luxe" su due linee....ma perche' fai cosi??? (:-D)
Grande Bob, sei enciclopedico, adoro questo genere di articoli, non smettere
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 11:23:3
Grazie davvero per il tuo feedback Gibsonmaniac!
Mi dispiace di fare questi danni, ha! ha! : )
Comunque quella di restaurare la tua Deluxe alle specifiche originali mi sembra un'ottima idea.
Ho visto on-line degli ottimi tutorial per revisionare e ricondizionare al meglio vecchie meccaniche. L'interno andrebbe prima pulito con benzina da accendino o detergente simile e poi lubrificato.
Quanto al capotasto l'ideale sarebbe il nylon, stile anni '50. L'originale era Nylon 4/6 ma è molto difficile da trovare, oggi Gibson monta capotasti in nylon 6/6.
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 28/01/2021 ore 11:57:31
E' un po che ci penso, in rete e' abbastanza facile trovare i blank in nylon da modellare, non e' un grosso problema visto che sono attrezzato e di capotasti ne ho gia' fatti un po'...sono abbastanza indeciso sul materiale da utilizzare, piu' che altro potrebbe essere comodo un TUSQ gia' tagliato sagomato della misura giusta, slottato e lucidato che con piccole modifiche puo ottimamente essere impiegato ed adattato al mio set up ideale, visto che la chitarra e' una '76 non sto neanche a farmi troppe pippe mentali sull'originalita'...non stiamo parlando di una 335 del '62 (sogno!!), di sicuro so che non voglio piu' l'ottone: la chitarra e' gia' molto brillante di suo, quando faccio arpeggi su accordi con qualche corda a vuoto mi sembra fin un po' troppo brillante....non so, faro' qualche prova appena saro' in Italia....covid permettendo, che il diavolo se lo porti pure lui.
Un abbraccione Bob, spero di leggerti presto, ciao
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 13:36:07
...Essì, il capotasto in ottone era di gran moda, un must negli anni '80! : )
Grazie, un abbraccio a te e a presto!
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 28/01/2021 ore 14:20:02
Guarda che ho trovato: vai al link
lungi da me nel farmi dei pipponi mentali del genere soprattutto quando le differenze sono minime pero' e' comunque interessante a livello informativo
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 28/01/2021 ore 14:58:38
Certo, concordo... interessante ma da prendere "con le pinzette" : )
Comunque in effetti le conclusioni mi sembrano abbastanza vicine a quelle generalmente condivise per esperienza dai chitarristi.
Rispondi
di alexus77 [user #3871]
commento del 28/01/2021 ore 20:18:49
Le migliori su strumenti vintage (specs), e sono su tutte le mie chitarre preferite. Pure sulla Heritage 535, che di serie aveva le Grover, ne ho montato un set (della Tone Pros) e funzionano alla grande, oltre ad essere esteticamente molto piu' gradevoli.
Rispondi
di lassie [user #24566]
commento del 29/01/2021 ore 14:09:59
Oltre ad essere molto affidabili, hanno un look bellissimo, le ho di serie su molte mie Gibson Les Paul: Deluxe, Standard faded, Studio, Smartwood, Traditional, Classic, SG standard, mentre la Standard del 86 monta di serie le Grover, forse una piccola vendetta della rivale......
Rispondi
di ENZ0 [user #37364]
commento del 30/01/2021 ore 07:23:00
Bellissimo articolo, grazie!
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 30/01/2021 ore 13:21:46
Grazie del feedback Enzo, sono contento che ti sia piaciuto.
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 30/01/2021 ore 19:47:01
Bellissimo articolo/video, come sempre del resto.
Sono quindi andato a vedere le meccaniche di tutte le mie Gibson....non avevo proprio idea delle differenze di versione.
Grazie mille
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 30/01/2021 ore 23:19:3
Grazie delle tue parole Repsol, sono contento che il video ti sia piaciuto!
Rispondi
di TriAxisLover [user #39110]
commento del 02/02/2021 ore 09:45:
Grazie infinite per questo esauriente e dettagliato video!
Rispondi
di bobchill [user #6868]
commento del 02/02/2021 ore 14:31:58
Grazie per il tuo feedback, sono felice che ti sia piaciuto!
Rispondi
Altro da leggere
L'attacco dei cloni: EP o BP Booster?
Il controllo del tono del Dumble Overdrive Special anni '70
Il controllo del tono del Dumble Overdrive Special anni ‘60
Charvel San Dimas: cosa ci si aspetta da una super-Strat
Eko Ranger 12 Electra riemersa dall'oblio
Il mio nuovo Roland Blues Cube Stage Red Limited Edition
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre
La GAS come l’amore? Una storia semiseria




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964