CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS STORE
Arriva la G6: nuove vette per il multieffetto Zoom
Arriva la G6: nuove vette per il multieffetto Zoom
di [user #116] - pubblicato il

Zoom ridisegna ed espande sound e interfaccia della sua serie G di processori digitali dedicati alla chitarra elettrica.
La Zoom G6 è la prima grossa novità introdotta dall’azienda per il 2021. Entra nel catalogo come top di gamma per la serie di multieffetto Zoom e va ad ampliare suoni, espressività e possibilità d’utilizzo offerti finora con la serie G.



Una libreria di suoni composta da 135 effetti ed estesa con nuove distorsioni e modulazioni permette di memorizzare fino a 240 patch, con 100 preset presenti già di fabbrica.
Ogni patch può contenere fino a 7 effetti simultanei più simulazione di amplificatore e relativo Impulse Response per il cabinet e la microfonazione virtuale. Zoom ha incluso 70 IR nella G6, ma ha lasciato sufficiente spazio per consentire all’utente di caricarne altri 100 di terze parti.

Attraverso lo switch in alto a sinistra, l’utente può selezionare la modalità d’uso preferita tra le quattro a disposizioni: Memory, Bank/Patch, Effect Board e Looper, per richiamare la possibilità di registrare loop audio su cui esercitarsi e comporre idee musicali.

Il tutto è gestito attraverso un display touch da 4,3 pollici a colori per un’operatività immediata e intuitiva attraverso semplici operazioni di drag and drop, trascinando fisicamente le simulazioni prescelte laddove desiderato.

La G6 è inoltre compatibile con il software Zoom Guitar Lab, per modificare i suoni ancora più nel profondo e con maggiore libertà. Il collegamento può avvenire via cavo o senza fili, abbinando alla pedalboard un modulo Bluetooth BTA-1 e utilizzando la app Handy Guitar Lab.

Il looper interno permette di registrare fino a 45 secondi di musica, espandibili fino a due ore utilizzando una scheda SD esterna.
Per arricchire le proprie sessioni, sono presenti 68 pattern ritmici.
Completa la dotazione un irrinunciabile accordatore cromatico con possibilità di impostare accordature custom.

La G6 è studiata per offrire una connettività completa, adatta al palco quanto allo studio di registrazione, con ingresso Aux per basi esterne, prese di Send e Return, jack per un controller esterno e due uscite jack per entrare in un mixer, in un massimo di due amplificatori o per collegare un paio di cuffie.
È presente sul dorso anche una presa USB in grado di trasferire audio trasformando il multieffetto in un’interfaccia per la registrazione in diretta con due ingressi e due uscite.



Sul sito Zoom, la G6 è spiegata nel dettaglio, con caratteristiche salienti e scheda tecnica completa a questo link.
In Italia, Zoom è un marchio distribuito da Mogar Music.
g6 namm 2021 pedaliere multieffetto per chitarra ultime dal mercato zoom
Link utili
G6 sul sito Zoom
Sito del distributore Mogar Music
Nascondi commenti     10
Loggati per commentare

di gabryguitar575 [user #24228]
commento del 24/01/2021 ore 15:14:3
Troppo complicato, mi viene già l'orticaria.... ma forse sono troppo vecchio io..... :-))
Rispondi
di maxonions [user #3296]
commento del 24/01/2021 ore 16:44:04
Messaggio per noi attempati....io ho trovato la pace dei sensi con una Boss ME70 c'è tutto quello che mi serve. Immediata per comprensione e ricerca del suono che voglio e cosa che non guasta costa poco ed è pure bella esteticamente che dire perfetta per le mie esigenze
Rispondi
di gabryguitar575 [user #24228]
commento del 25/01/2021 ore 08:31:02
Grazie del consiglio...
Rispondi
di go00742 [user #875]
commento del 25/01/2021 ore 10:38:02
Sono belle macchine e ovviamente complicate, a mio avviso quello che cambia sono le emulazioni e il numero di amplificatori con relative casse ma gli effetti sono sempre quelli.

A me ad esempio servono solo gli effetti per le testate, ragion per cui mi trovo ottimamente con rack anni 90' a 24 bit vedi i BOSS GT pro o il VF1 ...di moderno ho solo un gmajor2 e un gsp1101 e adesso ho recuperato un vecchio studio quad.

Sono macchine "semplici" molto user friendly che richiedono un minimo di tempo per carità però non hanno 10.000 opzioni e parametri come le moderne unità. Inoltre utilizzando solo gli effetti e non le emulazioni risparmio un enorme quantità di tempo... affidandomi ai suoni delle teste.

Non amo molto i pedali per problemi di alimentazione, cavi soggetti a rottura (trovalo in live su un set di 8 o 9 pedali quello rotto) e balletto tip tap ad ogni attivazione di 2 o più pedali.

Purtroppo con questi nuovi "giocattoli" spesso si perde più tempo a programmare che a suonare però una volta inpostati danno grandi soddisfazioni, inoltre alla zoom mancava un po' questa grafica come multifx si sono allineati alla helix e alla gt1000 core ...
Rispondi
di Rothko61 [user #32606]
commento del 25/01/2021 ore 11:46:29
Nonostante io rientri abbondantemente tra gli "attempati", dalla foto mi sembra di poter dire che questa pedaliera sia abbastanza semplice ed intuitiva.
Inoltre, non bisogna dimenticare che, a differenza delle pedaliere e degli effetti rack di qualche tempo fa (ancora validissimi), che devi programmare smanettando su numerosi tasti funzione, le pedaliere di oggi sono comodamente programmabili via software collegandole al computer con un cavo usb (è uno dei fattori che fa preferire a taluni l'Helix al Kemper...)
Io non ho mai perso tempo a rincorrere menu e sottomenu sui piccoli schermi: faccio tutto al pc e con la pedaliera mi limito a scorrere le patch salvate..
Rispondi
di maxonions [user #3296]
commento del 25/01/2021 ore 18:22:06
Eh eh...quindi tu solo attempato...io sono la variante...RINCO.... quindi senza speranza....
Rispondi
di Rothko61 [user #32606]
commento del 25/01/2021 ore 18:30:38
Magari sono più rinco di te, tanto da non rendermene conto... :-)
Tiriamo avanti, finché ci si diverte...
Rispondi
di Yago71 [user #55788]
commento del 26/01/2021 ore 14:15:53
La macchina è veramente super super ricca...
Certo è che richiede anche una certa dose di dimestichezza per essere "domata"....
Ciò detto la domanda sorge spontanea...
A chi è rivolta questa macchina..?
A chi strimpella in casa ?
Al suonatore da pub,che al massimo può usare il 4/5% di questo armamentario ?
O al professionista,al posto di una classica catena analogica..?
Quello che voglio dire è che oggi si fanno mfx modeler sempre più complicati e carichi di simulazioni,che poi di fatto vengono usati solo in piccolissima percentuale..
È un po' come farsi un Hummer H1 per girare sulle stradine del centro storico 😅😅😅
Rispondi
di Abramo [user #59372]
commento del 07/09/2021 ore 15:27:3
Ma potrebbe andare bene anche per basso?
Rispondi
di Max 84 [user #62523]
commento del 14/11/2022 ore 16:38:16
Acquistata giovedì scorso...che dire... è davvero strabiliante il rapporto qualità prezzo e finalmente il suono digitale sta diventando di qualità, grazie alle innovative prestazioni di queste macchine.
Ho sempre suonato con ampli valvolari e pedali boutique però con questa zoom g6 si ha un validissimo compromesso, fermo restando che non sto dicendo sia uguale. È facilissima da utilizzare e io , personalmente e sinceramente, mi sto divertendo un sacco.
Rispondi
Altro da leggere
L’Earthquaker Devices Life Pedal si trasforma per la V3
Excel Tour: qualità D’Angelico senza fronzoli con pickup Supro
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
G9500 Jim Dandy: ascolta la parlor entry level di Gretsch
Gli effetti Moog Moogerfooger diventano plugin
Blue Lava: acustica entry level con effetti inclusi senza ampli
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Zoom Q3 HD
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964