DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
In studio con Quaini: i preamp e l'economia del mix
In studio con Quaini: i preamp e l'economia del mix
di [user #116] - pubblicato il

Nell’OUT Side Studio di Michele Quaini i preamplificatori abbondano. Ne avete sicuramente avuto un assaggio non solo nel precedente video, ma anche nelle numerose recensioni che abbiamo pubblicato qui su accordo.it. Oggi è il momento di ascoltare la voce dei pre all’interno di un mix a cui ha lavorato lo stesso Michele con due ospiti d’eccezione.
Qualche settimana fa abbiamo sentito in opera i quattro preamplificatori messi in campo da Michele, nello specifico il Neve 1073, uno dei preamplificatori microfonici forse più usati in assoluto, spesso preferito per le sue medie molto caratteristiche. Il Neve 1081 ha una gamma media meno pronunciata, ma sa risultare altrettanto dolce all’orecchio. Segue un originale Chandler Limited, distinto per la presenza di componenti al germanio. Concludono un intramontabile API 512 e un versatile JoeMeek Pre Q.

Qui potete ascoltarli singolarmente per tarare le orecchie ed essere pronti al meglio per il nuovo video.

Michele, con l’aiuto di Emiliano Bassi alla batteria e Andrea Torresani al basso, ha registrato un brano che riconoscerete dalle prime note: "Supermassive Black Hole" dei Muse.

Vi consigliamo di dare un ascolto con delle buone cuffie perché le sfumature sono lievi, ma ben distinguibili, soprattutto con dei diffusori di qualità.

Oltre ai quattro pre, Michele ha scelto di fare un esperimento completamente senza amplificatore mixando ciò che entrava nel pre senza testata, cono, microfono, nulla! Un risultato strano, scarno, acido ma godurioso. Che sia giunto il momento di sbarazzarsi degli amplificatori e usare solo fuzz e una DI BOX? Nah...

chitarre elettriche michele quaini preamplificatori tecniche di registrazione
Link utili
I preamplificatori a confronto
Nascondi commenti     4
Loggati per commentare

di onlyfender [user #5881]
commento del 29/01/2021 ore 21:11:32
Molto interessante, ho ascoltato i sample più volte in cuffia ... il Chandler è quello che da un risalto davvero pazzesco.
Rispondi
di ADayDrive [user #12502]
commento del 05/02/2021 ore 17:43:41
Sono d'accordo, la chitarra esce divinamente.
Rispondi
di yasodanandana [user #699]
commento del 30/01/2021 ore 20:19:57
interessantissime le registrazioni fatte senza passare da altoparlanti o simulatori di altoparlanti. Sono un fan della registrazione diretta della chitarra elettrica da sempre e ho sempre pensato che si possano fare suoni belli e piacevoli per il pubblico senza per forza imitare la tradizionale ripresa microfonica dell'altoparlante
Rispondi
di angeloelle [user #29407]
commento del 31/01/2021 ore 19:53:35
Bella comparazione, almeno per quanto mi riguarda anche per esperienza in studio oltre che ascolto di questo video...1073 tutta la vita :-)
Rispondi
Altro da leggere
PRS Swamp Ash Special: non sei tu, sono io
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Bare Knuckle e paletta Strat per la Jackson 7-corde di Josh Smith
Fender ammicca al vintage giapponese con la Gold Foil Collection
La sottile inesistenza del vintage
Kramer SM-1 diventa figurata a prezzo budget
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964