CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
La Classic che non ti aspetti
La Classic che non ti aspetti
di [user #41556] - pubblicato il

Elettronica inedita su PCB, controlli atipici e split su un corpo leggero con un manico sottile: un nostro lettore racconta la Les Paul Classic, sintesi del trend Gibson nel 2020.
Dopo svariate vicissitudini, cambi, scambi, vendita eccetera sono finalmente venuto in possesso di una Gibson Les Paul Classic 2020.
La chitarra si posiziona a metà tra una Studio e una Standard con un'elettronica molto particolare.

La Classic che non ti aspetti

Lo strumento è la classica Les Paul costruita con mogano per il fondo, acero per il top, manico in mogano e tastiera in pallissandro. In particolare il manico è di tipo slim taper '60, ovvero molto sottile e si impugna bene.
Per la parte dell'elettronica, abbiamo due humbucker Burstbucker 61 e 60 splittabili con i potenziometri del volume. Anche i toni hanno una utilità oltre la solita: uno di essi cambia la fase dei pickup, mentre l'altro bypassa qualsiasi posizione degli humbucker portando direttamente a quello al ponte.
Tutta a circuitazione naturalmente è su PCB, dettaglio che mi fa storcere un po' il naso, ma tant'é che la chitarra esce così dalla fabbrica e modificarla non mi va molto.

La Classic che non ti aspetti

La chitarra sembra costruita bene, niente sbavature o problemi di sorta. Tiene bene l'accordatura e l'unica cosa che per ora mi fa storcere il naso sono le corde con cui esce di fabbrica, davvero orrende e che cambierò al più presto con delle Elixir Pragmatic .010, che ho utilizzato anche su altri strumenti.
In aggiunta mi farò fare un bel setup come si deve ma, per quanto riguarda il resto, posso dirmi soddisfatto.
Il peso non è eccessivo (la schiena ringrazia finalmente), la suonabilità è ottima e il feeling al tatto idem.

La Classic che non ti aspetti

Forse questa è una di quelle uscite bene, chissà. Magari in futuro opterò per un cambio di humbucker anche se questi, almeno per ora, non mi sembrano male.
chitarre elettriche classic 60 gibson gli articoli dei lettori les paul
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
In vendita su Shop
 
Schaller M6 Pin Satin Chrome 3L+3R Set meccaniche per chitarra
di Centro della Musica
 € 79,00 
 
Fender Mustang LT25 Combo per chitarra 25W
di Centro della Musica
 € 159,00 
Visualizza il prodotto
Allen & Heath Zed-i-10 Mixer Ibrido Compatto Con Interfaccia Audio Usb 4 In 4 Out Usb
di Music Delivery
 € 237,00 
 
ALLPARTS CORPO JAZZMASTER ALDER
di Boxguitar.com
 € 300,00 
 
KORG - PITCHBLACK PB01
di Music Works
 € 54,20 
 
Vic Firth T1 General
di Banana Music Store
 € 44,00 
 
Rockbag RB20529B Borsa imbottita per chitarra acustica
di Centro della Musica
 € 20,00 
 
Two Notes Torpedo C.A.B. M + Simulatore di Cabinet
di Centro della Musica
 € 285,00 
Nascondi commenti     40
Loggati per commentare

di WATERLINE [user #51250]
commento del 15/06/2021 ore 14:04:54
Bella chitarra, complimenti. Avresti potute mettere anche qualche foto in piu' magari 😀
Certo tutte le opzioni sullo splittaggio, fase e controfase dei PU possono rappresentare una bella comodita' anche se, opinione personale, la chitarra universale, quella con cui ci suoni di tutto, non esiste. E' vero che se pensiamo alle varie Mustang o Jaguar gia' decenni fa i produttori erano stimolati ad offrire maggiori opportunita' aichitarristi, quindi, seppur abbastanza tradizionslista, ben vengano queste novita'.
Buone suonate
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 15/06/2021 ore 15:08:12
Il vero problema sarà nel cambio di Pick-up visto che voglio mettercene un paio creati da Paolo celentano.
Rispondi
di WATERLINE [user #51250]
commento del 15/06/2021 ore 15:22:34
Ma sara' certamente in grado di realizzarli in funzione degli switch che intendersi utilizzare. Per curiosita', come mai la scelta di questi PU? Che caratteristiche hanno?
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 15/06/2021 ore 15:27:37
A parte che comunque puoi farteli fare su misura (come qualsiasi prodotto artigianale) ho amici e conoscenti che da quando li hanno provati sono rimasti molto entusiasti. Trovi qualche esempio su Youtube.
Rispondi
di JEM [user #4665]
commento del 15/06/2021 ore 15:21:27
La Les Paul Classic, in particolare del 2015, è lo strumento che mi ha fatto decidere di non comprare mai più chitarre di questo marchio. La Standard del '97, invece era tutta un'altra storia.
Rispondi
di 5maggio2001 [user #36501]
commento del 15/06/2021 ore 16:50:21
sembrano meglio delle custom shop queste classic
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 15/06/2021 ore 17:09:10
La chitarra è bella. Bellissima. Però poi quelli della Gibson mi devono pure spiegare che minchia c'è di "classic" in questo strumento.
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 15/06/2021 ore 21:40:34
Ahahahahahah quoto.
Io ancora mi sto mangiando le mani quando fecero uscire qualche anno fa la Classic (tra cui goldtop) con i p90. Quella sì che era un CLASSICo :)
Rispondi
di 61Ovation [user #31317]
commento del 15/06/2021 ore 23:41:58
Infatti avrei scritto la stessa cosa !
Io ho la classic 2018 con i p90 senza camere tonali
Circuiti elementari solo volume e tono e saldato a mano
E ha il peso che una classic deve avere…
Pensavo la Classic fosse questa.

Poi per carità la chitarra é bellissima
Ma in Gibson potrebbero essere un po’ più
Costanti nei modelli…. Parere mio ovviamente
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 16/06/2021 ore 08:11:5
Beh diciamo che hanno sempre adottato questa politica solo per la Classic, perché sulle altre fondamentalmente sono stati sempre più o meno costanti.
Rispondi
di TB [user #1658]
commento del 16/06/2021 ore 14:00:09
Esatto. Paradossalmente, la Classic è sempre stata la Les Paul più sperimentale di casa Gibson, vai a capire la logica del nome...
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 16/06/2021 ore 14:18:30
Marketing.
Se pensi che dal 2008 al 2018 la Standard era diventata tutto, eccetto che lo standard di una LP..
Rispondi
di TB [user #1658]
commento del 16/06/2021 ore 14:32:2
Sì marketing, anche se molto confusionario.
Standard, Classic, Traditional. Della serie: tranquillo, non cambiamo nulla! (tranne body, profilo del manico, pickup, elettronica, meccaniche, colori, ...)
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 16/06/2021 ore 17:44:28
Ahahah vero
Rispondi
di casti76 [user #3208]
commento del 17/06/2021 ore 11:07:15
Spettacolo la 2018, ce l'ho nera. Doppio P-90, slim neck, tune-o-matic, hardware nichelato, meccaniche grover, body non chambered con il giusto peso, belle finiture con il suo bel binding over fret. La adoro.
Rispondi
di 61Ovation [user #31317]
commento del 18/06/2021 ore 12:02:05
Anche la mia é nera!! E' la gemella della Mia!!! :-)
Si intravede nella foto del nickname!
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 15/06/2021 ore 17:20:44
"a metà tra una Studio e una Standard" - solo nel prezzo!
Per me la Classic è il top, io ho la versione 2014, rispetto alla tua cambia che ha i 57 classic e che invece del controfase (che ti invidio) ha un boost volume piuttosto inutile.

Manico comodissimo, i pickup senza cover li preferisco, poterli splittare è una bella comodità per portarsi una chitarra in meno.
Ottimo acquisto, goditela!
Ma perché cambiare i pickup? i 61 non ti soddisfano?

Avevo scritto un articolo sulle varie Classic:
vai al link
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 15/06/2021 ore 18:54:29
No no mi soddisfano i Pick-up, tuttavia sarebbe l'unica cosa che, nel caso, modificherei in futuro.
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 15/06/2021 ore 20:28:05
Personalmente la Classic mi è sempre piaciuta, ho sempre trovato ottimo il suo rapporto qualità/prezzo, se vogliamo è la più onesta nel lungo e confusionario listino, quindi complimenti per l'acquisto e la scelta.
Però devo ammettere di essere un po' confuso, perché ricordo una serie di tuoi post e affermazioni dove dicevi l'esatto contrario di quello che scrivi qua, cito testualmente:
"Finalmente sono venuto in possesso di una Les Paul studio anni 90 e dopo aver provato anche una sg del 95, posso confermare già quello che sapevo: ovvero che sono strumenti eccezionali che nulla hanno a che vedere con les Paul odierne ma che suonano come una standard a differenza di quelle di adesso che non suonano affatto"
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 15/06/2021 ore 20:34:37
Sì, è vero ammetto quello che ho scritto. E lo ribadisco: la studio suonava davvero bene.... ma c'erano alcune cose che a lungo andare mi hanno fatto storcere il naso, primo tra tutti il peso. Davvero troppo pesante per me, ultimamente imbracciandola mi faceva male la schiena. Aveva comunque un bel volume e anche da spenta si sentiva che c'era come les paul. Infatti un po' mi è dispiaciuto darla via: le avevo montato un jb e un 59. Tuttavia (visto anche l'avvicinarsi dei miei 40 anni) ho riflettuto su alcune cose che cmq mi mancavano (binding fra tutti). Provando questa (che ricordo ancora è dell'anno scorso), ho voluto fare un piccolo salto di grado ben conscio che cmq avrei potuto pentirmene ma, per fortuna, così non è stato. L'unica cosa è che devo farle al più presto un cambio corde e un setup perché di fabbrica proprio con le corde non ci siamo. sono troppo molli.... e naturalmente il trasporto ha inciso su quest'ultime sopratutto.
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 15/06/2021 ore 20:41:48
Contento per te che ti sia "ravveduto" ma soprattutto di aver trovato la LP giusta per te...tra l'altro, bel top! Sarà ma ho sempre preferito i plain ai flame..
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 15/06/2021 ore 20:46:03
Sì questo top è davvero ben fatto. Sembra quasi un misto tra il cherry e l'honey
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 15/06/2021 ore 21:37:46
Già...però non capisco perché cambiare pickups.
I Burstbucker insieme ai 57 sono i più bei pickups di casa Gibson...per me ovviamente ;)
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 15/06/2021 ore 21:48:03
ma infatti l'ho fatta come un'ipotesi futura. In ogni caso qui c'è un video di blues: vai al link
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 15/06/2021 ore 23:27:0
Non vedo nulla, credo abbiano rimosso il link.
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 15/06/2021 ore 23:28:46
No, ho controllato, mi sa che prima devo però metterlo su youtube.
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 16/06/2021 ore 13:41:43
vai al link
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 15/06/2021 ore 21:28:17
Io possiedo 5 les paul..è una malattia..due con le camere tonali una standard vecchio stile una 58 vos e una custom del custom shop (non lo dico per vantarmi ma è una passione e al contrario giro con un auto di 15 anni..va be..) il fatto che qualcuno sostenga che alcune suonano male e che suonavano meglio quelle vecchie credo che sia piu una frase fatta che altro..si parla di sfumature che non sono mai pregi o difetti di una piuttosto che di un altra. Mi sento solo di affermare una cosa vanno suonate e vorrei avere più tempo per suonarle tutte..
Rispondi
di dale [user #2255]
commento del 16/06/2021 ore 10:10:11
Non l'ho provata, ma direi che ti sei preso una bella chitarra.
Al netto delle varie annate e modelli bisogna sempre valutare il singolo strumento.
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 16/06/2021 ore 10:25:29
Ciao, hai parlato del peso delle due LP.
Quanto pesano le due?
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 16/06/2021 ore 12:47:40
Nn le ho pesate ma, sicuramente la studio era sui 4 kg e secondo me la classic arriva a 3 cosi a occhio
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 16/06/2021 ore 12:52:1
mmmh io a spanne aggiungerei almeno un chiletto a entrambe: le migliori CS non stanno sotto i 3,6/3,7 kg. Se hai una Classic che sta sui 4kg puoi ritenerti molto fortunato
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 16/06/2021 ore 12:58:5
Dovrò trovare un modo per pesarla!
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 16/06/2021 ore 13:41:51
vai al link
Rispondi
di DiPaolo [user #48659]
commento del 16/06/2021 ore 15:05:52
Ciao Jho, Dinamometro Valex 1870040, 9,5€. Lo comprai per misurare la potenza degli archi longbow, in KG. e Libbre. Metti la fascetta in nylon in dotazione attorno al manico e si ferma alla paletta, così appesa, come fosse una valigia, pesi la chitarra.
vai al link
Ciao, Paul
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 16/06/2021 ore 15:15:16
Ok grazie!
Rispondi
di RedRaven [user #20706]
commento del 16/06/2021 ore 17:10:41
basta una bilancia da cucina, sta in bilico se l'appoggi nel punto di giunta manico-corpo.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 17/06/2021 ore 10:40:56
Chitarra interessante la Classic una risposta versatile alla più "classica" Traditional quando erano presenti entrambe nel catalogo Gibson.
Con la Traditional che strizzava l'occhio alla produzione fine '50 e la Classic che si rifaceva più alle '60 anche se con molte feature elettroniche in più.
La differenza principale era nei PU e nel manico che per la Classic a meno del 2012 (mi sembra) ha sempre avuto lo Slim Taper, contro il Rounded della Trad, il corpo della Trad poi era in non weight relief mentre nella Classic i classici 9 fori di allegerimento.
Interessanti le prime produzioni e comunque i modelli fino al 2005 che avevano l'ABR al posto del Nashville.
Come peso medio sono comparabili alle Traditional sui 4.5Kg.
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 17/06/2021 ore 10:50:59
A me piace un sacco il manico anni 60 si vola!
Rispondi
di Jho81 [user #41556]
commento del 24/06/2021 ore 10:33:02
Comunque mi sono accorto che lo splittaggio è come quello che usava Jimmy page. Ovvero i due volumi splittano gli hb e un tono fa da bypass e l'altro da inverti fase.
Rispondi
Altro da leggere
Kirk Hammett diventa endorser Gibson
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slash
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri non sanno spiegare
Fender Stratocaster #30817 del 1958: il restauro ToneTeam
Tastiere a ventaglio su due Solar a sei e sette corde
Violenza e stile firmati Marty Friedman: in prova la Jackson MF-1 Purple Mirror
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Visualizza l'annuncio
Gibson USA Les Paul Joe Perry Signature 19961997
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?
I sosia dei Måneskin su un cartellone in Lettonia? Significa più di ...
Fender Stratocaster #0018 del 1954: il restauro ToneTeam
E se il ritorno al rock passasse dalla realtà virtuale?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964