CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Gli alfieri Squier si sdoppiano per i 40 anni
Gli alfieri Squier si sdoppiano per i 40 anni
di [user #116] - pubblicato il

Stratocaster, Telecaster e Jazzmaster celebrano 40 anni di storia a marchio Squier con una duplice edizione dal sapore vintage o con lo sfarzo dell’hardware dorato. Eccole all’opera in un video ufficiale.
Il 2022 segna quattro decadi di attività per Squier. Negli anni, il marchio costola del gruppo Fender ha seminato successi, offerto ai giovani musicisti una prima opportunità di avvicinamento alla tradizione della chitarra elettrica californiana e persino costruito i propri personali miti, con edizioni, modelli e annate tutt’ora largamente ricercate da appassionati e collezionisti.
Fin dal 1982, la storia di Squier è quella di un marchio aperto a tutti, ma con una forte identità e che arriva all’alba del 2022 con un catalogo ricco e appetibile per i neofiti quanto agli occhi dei musicisti più esperti in cerca di un’alternativa più accessibile rispetto ai soliti top di gamma. Un’alternativa che non è però un ripiego, ed esercita oggi un fascino non indifferente quando decide di mettersi in abito da sera, come accade per i festeggiamenti del 40esimo anniversario.

Gli alfieri Squier si sdoppiano per i 40 anni

Per i 40 anni di storia Squier, la Stratocaster, la Telecaster e la Jazzmaster si “mettono in tiro” in una doppia variante: la Gold Edition è la versione più appariscente, con l’impatto indiscusso dell’hardware dorato, mentre la Vintage Edition va a ripercorrere le finiture più apprezzate della tradizione d’annata con un trattamento leggero d’invecchiamento, miscelandovi all’interno dettagli stilistici che evidenziano la natura celebrativa dei modelli.

Nel video, i tre strumenti sono raccontati e fatti ascoltare in una panoramica tra caratteristiche e stile.



Tutti i modelli presentati condividono legni e misure, con un body in nato abbinato a un manico in acero dal profilo tondeggiante a C, ma non grosso. Le versioni Gold si distinguono per una tastiera in alloro con binding e segnatasti a blocco, mentre le Vintage optano per una tastiera in acero. Su tutte, i tasti sono 21 di tipo Narrow Tall seminati sul canonico diapason da 25,5 pollici e con un raggio da 9,5 pollici.
Hardware in stile vintage troneggia su tutti i modelli, dorato per le Gold e invecchiato con finitura cromata per le Vintage.
È la stessa Fender a provvedere all’elettronica, progettando in prima persona tutti i pickup single coil montati sui battipenna in alluminio anodizzato dei tre strumenti, in entrambe le configurazioni disponibili.

Gli alfieri Squier si sdoppiano per i 40 anni

La Stratocaster Gold è offerta nelle colorazioni Lake Placid Blue, Ruby Red Metallic, Sienna Sunburst, mentre la Stratocaster Vintage sceglie le finiture Seafoam Green, Sonic Blue, Wide Sunburst a due toni con battipenna nero. Su tutte le Squier Vintage Edition, le vernici sono satinate.

Gli alfieri Squier si sdoppiano per i 40 anni

La Telecaster in versione Gold è offerta nelle tinte Black e Sherwood Green, che diventano Vintage Blond, Mocha e Dakota Red per le Vintage Edition, stavolta tutte abbinate a un battipenna nero.

Gli alfieri Squier si sdoppiano per i 40 anni

In ultima, la Jazzmaster è disponibile nelle colorazioni Lake Placid Blue e Olympic White per l’edizione Gold, mentre le finiture Seafoam Green e Desert Sand sono riservate alle controparti Vintage.
40th anniversary chitarre elettriche jazzmaster squier stratocaster telecaster ultime dal mercato
Link utili
40th Anniversary Stratocaster Gold Edition sul sito Fender
40th Anniversary Stratocaster Vintage Edition sul sito Fender
40th Anniversary Telecaster Gold Edition sul sito Fender
40th Anniversary Telecaster Vintage Edition sul sito Fender
40th Anniversary Jazzmaster Gold Edition sul sito Fender
40th Anniversary Jazzmaster Vintage Edition sul sito Fender
Nascondi commenti     20
Loggati per commentare

di bulgi81 [user #45146]
commento del 22/02/2022 ore 21:41:17
Fender continua a sfornare prodotti mentre Gibson dorme
Rispondi
di ovinda [user #46688]
commento del 23/02/2022 ore 09:06:23
Gibson è sempre a un passo dal fallimento
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 24/02/2022 ore 09:28:39
Gibson è ad un passo del fallimento quanto lo è qualsiasi azienda; anzi, è messa molto meglio di altre: la riorganizzazione iniziata quattro anni fa sta dando ottimi frutti ed il rating è sensibilmente migliorato. Che si tratti ormai di un'azienda sana è dimostrato anche dal piano commerciale: un'azienda sull'orlo del fallimento monetizza vendeno assets, Gibson sta acquistando o investendo ex novo su altri marchi. Un'azienda ad un passo del fallimento non investe in nuova tecnologie o nuovi volti che la rappresentino, cerca di massimizzare quanto ha in casa, che fra l'altro non è poco.
Ciao
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 24/02/2022 ore 09:24:02
A me non pare proprio sia così: premesso che Fender continua a sfornare sempre gli stessi prodotti, proponendo piccole variazioni, a volte ininfluenti sul suono, Gibson ha sfornato due anni fa una serie di chitarre innovative (serie modern), ha acquisito endorser di prestigio, gli ultimi sono Hammett e Mustaine, che (per inciso) sono funzionali ad ampliare la platea sul fronte metal; inoltre sta mettendo in fila il corredo necessario per suonare l'elettrica: ampli con l'acquisto di mesa boogie ed effettistica con la rinascita del marchio Maestro. Insomma a me pare tutt'altro che dormiente.
Ciao
Rispondi
di Yago71 [user #55788]
commento del 23/02/2022 ore 18:44:1
Certo....chiedere 500 euro per una chitarra fatta con il fantomatico legno di nato...e con tastiera in alloro indiano....ci vuole coraggio....( Costruita poi in Indonesia..)
A sto punto non è meglio un Harley Benton che costa oltretutto 1/3....?
Io amo Fender.. però nell'ultimo anno ha aumentato i prezzi per ben due volte,e oltretutto in maniera molto consistente..
Siamo sicuri che è la strada giusta...?
Mah..
Rispondi
di mciampa [user #33970]
commento del 23/02/2022 ore 20:51:36
Il costo delle materie prime nell'ultimo anno è aumentato mediamente del 30% su scala mondiale.
Ammesso che le grandi industrie riescano ad approvvigionare i materiali.
A meno che i produttori non decidano di ridurre gli utili (Ah ah ah), anche i nostri amati giocattoli sono destinati a subire significativi aumenti.
Così come, drammaticamente, i beni più necessari.
Rispondi
di Yago71 [user #55788]
commento del 23/02/2022 ore 21:20:56
Certamente !
Quello che dici te è verissimo
Mi devi spiegare allora,come fa Harley Benton a darti una Telecaster ,con addirittura doppio binding,e un hardware per quel prezzo più che decente a 161 euro!!!
Qualcosa non torna...
O questi vendono a rimessa( e figuriamoci se i "teteschi" giocano a perdere..)
Oppure molto più semplicemente i nostri sono diventati,come si dice dalle nostre parti "gozzoni"...
Rispondi
di ovinda [user #46688]
commento del 23/02/2022 ore 23:02:26
Comprati un’Harley Benton e non lamentarti, se sei convinto che pagando molto di meno avrai un prodotto di qualità equivalente. Però se provi a rivendere un’harley benton o la metti a poche decine di euro o non la vendi, mentre una Fender (ma ormai anche le Squier) la vendi sempre a quotazioni vicine al nuovo.
Rispondi
di reca6strings [user #50018]
commento del 25/02/2022 ore 10:40:40
In realtà (per yago71) il paragone andrebbe fatto a pari livello: ci sono Squier che costano esattamente come le Harley Benton e viceversa; quelle qui presentate equivalgono alle HB di pari prezzo, dato che gli strumenti economicissimi di Benton non hanno proprio le medesime carateristiche.
Devo, però, dire (ad Ovinda) che la rivendita non è prioprio come descritta: anche qui su accordo si leggono interventi di utenti che si lamentano perchè alcuni sparano prezzi vicini al nuovo e, onestamente, una Squier (che non è una Fender, se il marchio ha un senso) si vende alla metà del prezzo del nuovo, esattamente come un'Harley Benton.
Buona musica
Rispondi
di Yago71 [user #55788]
commento del 23/02/2022 ore 23:28:58
Io ho solo fatto una valutazione sul rapporto qualità/prezzo mettendo a confronto prodotti e relativi prezzi
Non mi interessano ne le Harley Benton,ne le squier..
Non voglio fare il modesto,ma ho solo Gibson e Fender custom shop..
Ho semplicemente.detto che per quello che sono e per come sono fatte le squier attuali,sono a mio parere completamente fuori prezzo..che poi si rivendano o meno non sposta nulla
Questo ovviamente è il mio parere

Rispondi
di Cilviejo@gmail.com [user #55606]
commento del 24/02/2022 ore 00:05:44
Le chitarre sembrano molto belle ... però la scorsa settimana ho avuto una brutta esperienza con squier. Volevo comprare un p base classic vibe quindi top di gamma per Squier.
Ero in negozio per cui ho potuto vedere e provare. Ad un metro di distanza il basso era stupendo, acero del manico bellissimo color miele (cv 70). Purtroppo però guardando attentamente c'erano diversi difetti di verniciatura ... binding rovinato e impreciso, qualche sbeccatura ... ho pensato fosse usato. Il venditore ha cercato tra quelli che aveva a disposizione ma anche un secondo modello era simile. Il venditore mi ha detto che erano tutti così...Per me alla fine i difetti erano intollerabili e In conclusione ho preso un sire v5. Qualità ineccepibile e caratteristiche costruttive nettamente superiori, dimostrazione che si può fare molto bene anche a prezzi ragionevoli. Purtroppo non ho trovato questa conferma con Squier.
Rispondi
di maurizio strato [user #58531]
commento del 24/02/2022 ore 00:19:05
Io ho avuto una strato CV ben fatta e ben rifinita, bel suono e bella sensazione. L'ho poi passata a mio fratello e l'ha apprezzata anche il suo insegnante di musica. Al contrario, una tele American Standard era mal fatta a livello di liuteria e aveva i tasti che spuntavano e pungevano. Si vede che quando esce la partita sbagliata non ce n'è per nessuno.
Rispondi
Loggati per commentare

di maurizio strato [user #58531]
commento del 24/02/2022 ore 00:07:40
ancora nessuno che le abbia provate e possa fare un report? alcune sono molto carine
p.s. il sito di fender specifica che almeno queste ultime sono in pioppo
Rispondi
di DiPaolo [user #48659]
commento del 24/02/2022 ore 09:38:1
La Squier ha "pasturato" fino al 2020, solo le Bullet erano prodotte in Indonesia, le Affinity e le C.V. in Cina, con una qualità finale decisamente superiore. Nel 2018 ho acquistato una Tele Affinity crafted in China, che costava sui 200€, corpo in ontano, manico in acero perfettamente rifinito e a cui ho settato un'action ad 1 mm. sul cantino senza nessuna frittura e P.U. dalla voce Tele. Da poco più di un anno tutto è prodotto in Indonesia, la stessa Tele Affinity ha il corpo in pioppo (un legno a rapida crescita, in arceria cosiddetto erbazzone), un legno utilizzato per fare cassette da frutta. La tele ora ha gli scassi unificati per H.B. (belli grandi), i cavi non passano più nascosti in foratura interna ma c'è una bella fresatura a vista fra P.U. al manico e controlli, per cui chi volesse togliere il battipenna ed utilizzarla con legno a vista (bellissima, in ontano) non può più, gli escono i cavi. Sul resto non mi pronuncio, non avendola presa in mano, ma se tanto mi dà tanto ... mahhh ... L'impressione è che ora tentino il realizzo, ma se non tornano ad una qualità minima dei materiale e delle lavorazioni perderanno quanto guadagnato. Un adagio recita: "Il cliente, una vita per guadagnarlo ... un minuto per perderlo", lo si legge spesso negli slogan affissi negli uffici, evidentemente in Fender non ne tengono conto. Paul.
Rispondi
di Oliver [user #910]
commento del 28/02/2022 ore 19:05:15
"i cavi non passano più nascosti in foratura interna ma c'è una bella fresatura a vista fra P.U. al manico e controlli"
... ma non le hanno sempre fatte così?
Tutte le Tele che mi sono passate in casa hanno lo scasso a vista, comprese quelle vintage.
Rispondi
di DiPaolo [user #48659]
commento del 28/02/2022 ore 19:22:42
Ciao Oliver, La mia Affinity Tele ha gli scassi microfonici giusti per i single, dalla tasca del manico hanno forato per il passaggio dei cavi fra i due microfoni, dalla cava del microfono al ponte c'è il foro per arrivare alla cavità comandi. Se togli il battipenna è bellissima così; pur essendo economica ha il corpo in ontano (4 pezzi ... ma occorre guardare bene da vicino), tastiera perfettamente rifinita, anche lateralmente nessun tasto sporgente, regolando bene relief ed action sono riuscito ad avere al cantino un'altezza di 1 mm. e basso a 1,3 mm. al 21° senza la minima frittura ed un suono forte e melodioso da spenta. Il suono è tele anche con P.U. che dovrebbero / potrebbero essere ceramici e non alnico, ma non ho trovato specificato da nessuna parte cosa siano. Comunque, fino a poco tempo fa, pur essendoci già le indonesiane (specificato pioppo) a 218 €, ho visto ancora delle cinesi (specificato ontano) a 280 €. Questa è la mia esperienza. Ciao, Paul.
Rispondi
di Oliver [user #910]
commento del 28/02/2022 ore 20:28:31
Ho provato anch'io un'Affinity e sono rimasto molto sorpreso. Se non avessi avuto già altre due Tele l'avrei tenuta volentieri. Comunque il passaggio "nascosto" dei cavi è limitato ad alcuni modelli - neanche tutte le Affinity ce l'hanno. Con il pickup al manico così distante dallo scasso dell'elettronica è virtualmente impossibile forare in orizzontale, a meno che non ci sia un top incollato e si crei una canaletta prima di chiudere. Lo scasso a vista si trova perfino sulle Nashville-style, che hanno il pickup centrale (e per questo sarebbe ancora più semplice forarle).
Rispondi
di DiPaolo [user #48659]
commento del 28/02/2022 ore 23:43:25
Ciao Oliver, hanno usato una punta lunga almeno una ventina di centimetri, c'è il il foro nello scasso del manico, in basso, dalla parte della spalla mancante, hanno passato l'incavo del microfono al manico, arrivando fino all'incavo del microfono al ponte, dall'incavo del microfono al ponte, che ha quella forma trapezoidale, hanno fatto il foro verso l'incavo contenente i controlli e da lì hanno passato tutti e due i cavi microfonici. Ho acquistato la Tele Affinity MN BB nell'agosto '19, tu evidentemente hai preso un'indonesiana. Ciao, Paul.
Rispondi
di Oliver [user #910]
commento del 28/02/2022 ore 20:30:55
Molto belle.
Non avrei mai immaginato che mi sarebbe potuto piacere un battipenna anodizzato
Rispondi
di Max Scarpanti [user #56093]
commento del 03/03/2022 ore 08:52:39
Belle a prezzo stracciato.

Nota dolente: le Gold con tastiera simil Gibson c'entrano come riso e verze a merenda.

Rispondi
Altro da leggere
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Jackson fa ascoltare la American Series Soloist
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
Greeny: la Gibson Les Paul del 1959 è tornata
Fralin’Tron: il Filter’Tron moderno di Lindy Fralin
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster Custom Shop David Gilmour RELIC - THE BLACK STRAT
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Seguici anche su:
Altro da leggere
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato
In vendita la Gretsch White Falcon dei Foo Fighters
TAD Redbase: valvole contro la crisi
La straordinaria storia dei Pistole e Rose




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964