CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Harley Benton: e se una chitarra costa come un paio di scarpe?
Harley Benton: e se una chitarra costa come un paio di scarpe?
di [user #12502] - pubblicato il

Cosa si può pretendere da una chitarra che costa quanto un paio di sneaker? Un nostro lettore ha messo sotto il microscopio due entry level in stile Stratocaster e SG, con i loro pregi e limiti.
Sugli strumenti Harley Benton oramai si è scritto tanto, anche di recente, su queste pagine. Io stesso avevo recensito su Accordo questa chitarrina caruccia caruccia. Non mi sembra quindi il caso di dilungarmi su questioni legate a marketing o a qualsiasi altro tema extra-chitarristico: vado a presentare i miei due nuovi acquisti, ambedue comprati usati da un chitarrista mancino simpatico ed estremamente corretto e cortese.

Le due nuove arrivate sono la DC580LH CH e la ST20MNLH CA, rispettivamente copie quasi carbone di due modelli iconici dei brand storicamente più rilevanti. La diavoletto è giusto un pelo differente dall'SG Gibson Standard, avendo ventiquattro tasti e un'assimmetria del corpo più pronunciata (forse per riprendere l'ESP Viper?), oltre che il pirolo della cinghia non avvitato sul cornino ma sull'attacco del manico, il che risolve parzialmente il problema dello sbilanciamento. La seconda invece, paletta a parte, vuole ricalcare pedissequamente l'archetipo Stratocaster e appartiene alla serie Standard, quella più economica. Quindi dalla prima ci si aspetta qualcosa di più, appartenendo alla serie Vintage, il che dovrebbe implicare migliore qualità. L'altra mia Harley Benton, quella del link, costa parecchio di più di queste due, a fronte di una dotazione tecnica più minimale, per cui dovrebbe essere di un'altra categoria.

Harley Benton: e se una chitarra costa come un paio di scarpe?

Questo articolo, tra l'altro, è un mio rozzo tentativo di rispondere alla domanda che immagino parecchi si pongano, ovvero se sia possibile suonare in un contesto anche solo minimamente professionale (una serata in un baretto, una prova di due/tre ore con un gruppo di amici) con una chitarra da 100 euro, più o meno. La risposta è ovviamente no, ma secondo me vanno formulate varie considerazioni.

Cominciamo dall'inizio, ovvero dal perché le ho comprate: a parte il prezzo ridicolo già di partenza e comunque ancora più basso essendo usate, ho perfezionato l'acquisto perché vorrei cominciare a fare piccoli lavori di liuteria, soprattutto per quanto riguarda la rettifica e il livellamento dei tasti: a mio avviso quindi niente di meglio di strumenti economicissimi (potremmo quasi scomodare la definizione “oggetti di consumo”), su cui teoricamente c'è molto lavoro da fare e che anche in caso di disastri non indurranno eccessivi rimpianti. L'altro motivo è che ho una cassetto pieno di pickup acquistati in anni passati, e qui inauguriamo la parata dei “Dolori del (ex) giovane ADayDrive”.

La Cina avvicina (i poli)
In mio possesso ho cinque single coil di varie marche e modelli, ma tutti con i poli spaziati “all'americana”. I pickup di queste chitarre invece invece hanno tutte le spaziature di un millimetro più corte, circostanza che, specialmente per la Stratocaster, genera problemi di trasduzione delle vibrazioni delle corde soprattutto in fase di bending. Il risultato è che adesso i miei single-coil sono tutti in vendita sul solito sito di compravendita/scambio di strumenti, tranne uno, che effettivamente ho piazzato sulla Strat. Se ne vendo qualcuno potrei prendere dei lipstick, Stevie Ray docet. Ma anche no.
Avanti col cahier de doleances.

Più che pickup, utilitarie sovietiche
Per quanto riguarda il reparto trasduttori cadiamo nel baratro della cinesata, nell'accezione dispregiativa che siamo soliti attribuire a questo termine.
Il P90 Roswell della double cutaway non era un granché ma era comunque utilizzabile. In queste due chitarre l'economicità dei pickup è tradita dall'aspetto miserrimo, soprattutto degli humbucker, e da un timbro mediamente secco, povero di armoniche, dal basso livello di uscita e dalla forte inclinazione al feedback, sia nel caso delle bobine singole sia di quelle doppie. All'apertura della Strat l'evidenza dei fatti asseconda le prime impressioni: i pickup sono degli pseudo single coil, nel senso che nei single coil Fender tradizionalmente i poli sono i magneti, mentre qui le espansioni polari sono solamente pezzetti di materiale ferromagnetico magnetizzati da una calamita sottostante: l'unica chitarra su cui avevo visto una roba del genere era una simil-Strat cinese anni '80 che rappresenta tuttora la peggior chitarra elettrica su cui abbia messo le mani.

Harley Benton: e se una chitarra costa come un paio di scarpe?

I single coil, all'aumentare del gain, sembrano sempre di più un gesso che stride sulla lavagna: peraltro sono tutti e tre identici, distanze dei poli a parte, compreso il valore della resistenza, ovvero 3,8 Kohm, basso, e conseguentemente i volumi sono sbilanciati. Il confronto con un IronGear Pig Iron middle che ho montato al ponte, a causa del più volte citato problema delle spaziature delle espansioni polari (un buon pickup, ma di sicuro non boutique, nuovo costa circa 26 sterline), è impietoso. Con pickup del genere si può suonare solamente sul divano attaccati a un preamp/IR per cuffia da venti euro e il paio di auricolari allegati al vostro smartphone cinese. Io peraltro sul divano suono con la chitarra senza nessun tipo di amplificazione.

E il resto dell'elettronica?
Anche qui niente che non mi aspettassi: per questi prezzi i bei potenziometri alpha big della double cutaway rimangono un'utopia, si notino nella foto della Strat i potenziometri mini marcati CF (?), oltre all'assenza di qualsiasi schermatura, e al vano elettronica modello “piscina comunale”, piscina che peraltro è presente pure sulla mia Stratocaster American Standard degli anni '90, il che fa capire perché quella serie di chitarre sia amata da pochi. C'è da dire che la sostituzione di potenziometri e selettore costituisce un impegno economico minimo, e credo neanche così importante, vista la mediocrità dei trasduttori. Ma siamo sempre lì, ne vale la pena?

Harley Benton: e se una chitarra costa come un paio di scarpe?

Per quanto riguarda la SG, pure lì la componentistica è ultra-economica ma almeno il cablaggio è ordinato.

Harley Benton: e se una chitarra costa come un paio di scarpe?

Il sol levante e tutte le altre calanti
Non che il comparto hardware sia molto meglio. Le meccaniche sono cheap e abbastanza inaffidabili, specialmente quelle della Strat: scattose e piene di buchi, pestando anche solo un po' bisogna riaccordare le chitarra già dopo pochi minuti, per cui, non fossero bastati i pickup, anche le chiavette limitano gli ambiti di utilizzo a quello domestico e comunque con l'accordatore sempre a portata di mano. Un po' meglio i ponti, soprattutto il Tune-o-matic della Diavoletto, che comunque garantisce un buon sustain, dozzinale e mal rifinito quello della Strato, che vanta pure un capostasto terribile (vedi foto, trucioli di plastica a gogò).

Harley Benton: e se una chitarra costa come un paio di scarpe?

Necessario anche un cambio corde, quelle di serie sono sottilissime e suonano poco, una volta rimpiazzate con le mie amate Ernie Ball 2222 il miglioramento è evidente.

Anche cose buone
Quello che continua a stupirmi nonostante tutto è la qualità della liuteria: le chitarre sono leggere (anche se entrambe hanno il corpo in basswood, il mogano a questo prezzo ce lo sogniamo), ben assemblate e ben verniciate, almeno nelle parti "a vista". I due manici invece sfoggiano un livello realizzativo con alti e bassi: la Strat mi arriva col manico molto curvato, e neanche tirando il trussrod al massimo riesco a raddrizzarlo come vorrei, probabilmente a causa dell'acero che è tenerissimo: rimane vistosamente segnato sulla scanalatura del trussrod solamente appoggiandosi con la brugola. Mai vista una cosa del genere, sembra legno da stuzzicadenti ed è un vero peccato, anche perché su questa chitarra ho effettuato la mia prima rettifica ed era stato un lavoro veloce e soddisfacente: c'era solo un tasto problematico, un altro così così, mentre per gli altri era bastata qualche bottarella con il martello di gomma. I bordi dei tasti invece andrebbero tutti smussati, sono anche un pelo taglienti.
La situazione sulla SG è migliore, ma comunque lontana da uno standard professionale: la chitarra mi è era già arrivata con l'action bassa e nessun tasto che friggeva, con un setup fulmineo (rettifico solo un tasto) riesco ad abbassarla ancora di un cicinino. Anche i legni mi sembrano abbastanza consistenti, anche se la tastiera rivela della ondulature longitudinali, appena avvertibili e visibili, risultato di una fresatura non perfetta: non influenzano pesantemente il playing dello strumento ma comunque non sono un bel segnale. Anche la posa dei segnatasti non è un granché.

Harley Benton: e se una chitarra costa come un paio di scarpe?

Infine due righe circa le dimensioni dei manici: quello della Strat ha un bel profilo cicciotto ma la distanza delle corde al capotasto è quasi due millimetri in meno di quella della mia American Standard. Fa un effetto stranissimo, ipotizzo che siano misure adatte alle mani minute degli acquirenti asiatici. Quello della SG invece ha dimensioni affini ai manici Gibson slim taper.

Chiosa finale
Tirando le somme, ne vale la pena?
Immagino che strumenti commercializzati a prezzi del genere, e quindi con criteri di produzione industriali da bene di consumo abbiano oscillazioni qualitative importanti. Farei presente ai lettori che ho appena ordinato alla figlia di mia moglie un paio di sneaker, neanche tra le più costose, il cui prezzo supera di trenta euro quello della Strat HB. Magari da qualche parte c'è un cliente che ha comprato una Strat come questa ma col manico perfetto, e c'è da dire che a queste cifre probabilmente vale la pena rischiare, tuttavia, valutando unicamente i singoli campioni in mio possesso la simil-Fender la sconsiglierei per qualsiasi utilizzo. La Diavoletto invece è raccomandata sicuramente per quanto riguarda lo studio domestico: con un po' di sbattimento si può ottenere un ottimo setup, e tanto basta per indivanarsi con questa chitarretta che è pure piccola e comoda anche da seduti. Tra l'altro non riesco a capacitarmi di come non abbia mai posseduto una chitarra con questo shape. Questo probabilmente costituisce il problema maggiore di queste chitarre, ovvero che il prezzo così basso ti permette di provarle con poca spesa ma poi fa venire la voglia di quelle “vere”.

Per suonare fuori in contesti anche solo un po' seri invece bisogna prevedere almeno un upgrade di meccaniche e pickup, che consiglierei solamente qualora si recuperassero parti a prezzi estremamente vantaggiosi, come per esempio un set di pickup di basso/medio prezzo usati, come degli Irongear o anche dei GFS, anche se sono difficili da reperire, e lo stesso per le meccaniche. Non punterei sicuramente su marchi di ricambi blasonati e conseguentemente costosi, dopodiché sulla Diavoletto ho piazzato delle Sperzel Trimlock che ho smontato da un'altra mia chitarra (ma che non avrei mai comprato appositamente) e una coppia di Seymour Duncan che parimenti avevo già in casa.

Dall'utilizzo semi-professionale invece siamo lontani anni luce: bisognerebbe programmare un massivo upgrade praticamente di tutto, oltre a un intervento del liutaio, i di cui importi, sommati, supererebbero il valore degli strumenti di quattro/cinque volte. Non credo abbia senso, anche perché sulla fascia 400-500 euro il mercato è affollato di prodotti con equipaggiamenti di serie e finiture di tutto rispetto.
Infine, circa la differenza di qualità tra queste due Harley Benton e quella che avevo già: emerge prepotentemente nel confronto con la Strat, meno con la SG, ma potrebbe essere solamente un caso per i motivi sopra esposti.
chitarre elettriche gli articoli dei lettori harley benton
Link utili
Harley Benton e la filosofia dell'ipermercato
Harley Benton DC Junior
Nascondi commenti     90
Loggati per commentare

di zabu [user #2321]
commento del 02/04/2022 ore 17:27:1
L'articolo è molto interessante e mi pare obiettivo. Credo che alla fine si confermi il fatto che che per avere uno strumento che suoni fuori dalla scatola in modo decente - ovvero senza doverci mettere le mani con pesanti upgrade- non si possa scendere oltre ad una certa cifra. Ovviamente, come fai giustamente notare tu, poi in questa fascia di prezzo il controllo qualità è incostante, per cui magari sei molto fortunato o molto sfortunato.

Riguardo i prodotti Harley Benton rimangono comunque interessanti. Magari però sono da evitare quelli propriamente più economici come in particolare la simil-strato della recensione.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 03/04/2022 ore 04:41:36
Quale controllo qualità? Veramente credi ci sia anche un solo controllo alla fine dell'assembly? Quella chitarra deve essere imballata, spedita e trasportata dalla cina alla germania, messa in magazzino, registrata , pagati i dazi, infine rispedita in italia. Tutte le parti sono con materiali di scarto, i pickup sono praticamente finti,al posto dei magneti mettono un pezzo di metallo con sotto una calamita come quelle per i gadget da frigorifero. I legni sono "da stuzzicadenti", ecc.
E' una recensione impietosa, ma apre gli occhi anche a chi non vuol vedere la realtà.
Veramente non capisco. Ho avuto tra le mani una Jackson, roba che usata la porti via con meno di 150 euro, ed era una vera chitarra, per quanto brutta.
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 03/04/2022 ore 18:21:23
Ma dai, non credo che ci sia nessuno che crede di poter prendere una chitarra a 90 Euro e di avere uno strumento utilizzabile se non per suonarci in vacanza al mare. E da questo punto di vista potrebbe avere anche senso di spendere quella cifra, se quello è lo scopo. Poi sul controllo qualità o meno, puoi metterla da un altro punto di vista: ne sfornano a migliaia di questi strumenti. Da un punto di vista probabilistico ci sarà qualche strumento che esce particolarmente fortunato e qualcuno che esce invece completamente insuonabile. Molti altri magari sono comunque utilizzabili -con un minimo di setup- appunto in vacanza al mare o se si ha necessità di una chitarra giusto per tirare giù due note sbracati sul divano.

Comunque queste chitarre della recensione e in particolare la simil-Strato non sono esemplificative di tutto il catalogo HB. I modelli HB che vanno dai 250 Euro in su posso essere alternative discrete a strumenti come Squier Affinity o alcune Epi di fascia bassa che magari costano comunque discretamente di più.
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 06/04/2022 ore 23:06:24
Pensate te che la mia hb é arrivata persino accordate, action e manico perfetti, perché spari falsità?Togliti il dubbio, tanto 150 é niente! Prenditi la mia la tele black paisley, bellissima, con sellette in ottone, che chissà perché la fender non si degna di mettere nelle sue persino americane di oltre mille euro, solo le piú costose, cosi spillorcci per pochi euro in piú che costano in ottone, e hb te li da in chitarre da 149,00 manico acero canadese, frassino il corpo, pickup alnico 5 ,finiture perfette! e tu dici che non sono all altezza di quelle costose? A si é vero! Il logo! ripigliate amico, e fattene una ragione, hai buttato soldi, una hb e pure rivendibile alla grande e in 2 secondi, la pago 149 e la vendo a 100, subito vola, prova a vendere una da 3000$, bisogna trovare un fesso che li da, prima o poi,maaa piu dopo che prima, ma come si fa a parlare senza sapere niente?!
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 07/04/2022 ore 01:43:22
Guarda che non sono io ad aver acquistato e recensito la HB di questo articolo.
Non c'è molto da aggiungere. Ma capisco che chi non ha mai avuto uno strumento di fascia medio alta non abbia la benchè minima idea della differenza.
A 16 anni, tanti anni fa, ho acquistato la mia prima elettrica ed era una porcheria marchiata Melody, copia della stratocaster. Da allora preferisco risparmiare e acquistare solo buoni se non ottimi strumenti. Nel tempo ho comprato, quasi sempre usati: telecaster usa, prs custom24 usa, taylor e martin om28, godin. Posso dirti, senza timore di essere smentito, che c'è una differenza abissale anche solo tra segmento medio e segmento alto. Per dire, una stratocaster standard USA, sui 1000 usata, la riconosci al tocco rispetto ad una messicana (che ho usato per 2 anni, non mia). Per me comprare una mexico a 800 euro non ha alcun senso, quando puoi avere per pochissimo di piu una americana fatta con una qualità completamente diversa. Per contro, se suoni una PRS dopo 1 minuto capisci che non c'è storia, non parlo del suono che puo piacere o meno e dipende dai pickup. Parlo della suonabiltà. E' esattamente, ma proprio esattamente, la stessa differenza che c'è a guidare una Mercedes di fascia alta rispetto ad una Fiat segmento medio. Non c'è storia.
Dunque, io rispetto le tue convinzioni, ma non le condivido perchè sono certo che tu una chitarra di fascia medio alta non l'abbia mai avuta. Il mio consiglio è di risparmiare e comprare usato dopo aver provato, aspettando la giusta occasione. Tanto ormai di strumenti di primo prezzo ne hai abbastanza, credo.

p.s.
Sulle acustiche ci sarebbe da discutere, perchè una volta amplificate tutto il senso dei legni pregiati ecc. va a farsi benedire. Ma se le suoni per come sono state fatte, da spente, cambia tutto. La gente confonde il volume o le basse con la capacità di una acustica di rappresentare in modo equilibrato tutti le armoniche. Comunque, quando parli di migliaia di euro, ti riferisci a strumenti nuovi. Da usate queste chitarre costano molto ma molto meno. In ogni caso, a me non piacciono le copie di niente, nè degli orologi, nè delle chitarre, e non comprerò mai una copia sia che si chiami Harley che Suhr, Schekter o altro. E' una questione di gusti, e non va discussa.
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 02/04/2022 ore 19:21:34
La Junior double cut, recensita da Oliver, credo che sia uno strumento con cui si possa fare tranquillamente una serata live.
Siamo sui 190 euro.
Rispondi
di accifricca [user #54164]
commento del 02/04/2022 ore 21:00:42
Vorrei facessi una recensione come questa per la hb st62 col manico caramello
Rispondi
di pelgas [user #50313]
commento del 03/04/2022 ore 05:42:46
Attualmente, parlo per esperienza diretta, il prezzo sul nuovo di una chitarra entry level elettrica, senza custodia, è duecento euro. Non le ho provate tutte, ma quasi. Diciamo fra i 180 e i 240 euro (aprile 2022) per capirci le Affinity o le Epiphone, per fare un esempio. Hanno piccoli difetti per un uso professionale: innanzitutto i potenziometri vergognosi; quindi le meccaniche da sostituire con altre anche usate; i capotasti da rivedere un attimo; limatina a qualche tasto qua e là; il jack da upgradare con una boccola seria; questo è davvero l'ABC per le entry level da 200 EUR circa sul nuovo. Puoi anche non farlo se la usi sul divano però. Per quanto riguarda i pickup, capitolo a parte, in quanto , e parlo sempre per esperienza diretta, ho sentito e suonato entry level da 50€ con i pickup custom shop o lindy fralin, e posso dirvi che il suono intrinseco è celestiale ma bastano tre note che senti che qualcosa non va, quindi è veramente da idioti upgradare i pickup su legni abbastanza demmerda. My 2 cents
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 06/04/2022 ore 23:45:21
L acero americano é legno di merd...? Il frassino é legno di merd??? Il tiglio é legno di merd.? Il mogano é legno di merd..? Di questi sono fatti le hb, informati, leggi. Illuminati!Ma non sapete proprio cosa dire!! Se non cose false. Ma prenditi una hb di 149,00 in su, dopo e solo dopo potrai dare un parere oggettivo e non in mala fede!!
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 07/04/2022 ore 02:10:07
Ma hai capito che la tastiera in palissandro o in mogano è solo DIPINTA di nero?
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 07/04/2022 ore 15:13:54
Falso, non è vero. Lo dici tu, ma proprio non avete altre argomentazioni che dire mensogne spudoratamente, facciamo una scommessa allora! Di 500€ . Ma ti pare che un sito tedesco si mete a pubblicizare il falso con rischio di denuncie e richiesta danni milionarie in massa. Ma usa il cervello un po, forse un sito cinese ma non certo tedesco. Ma come ti viene in mente, loro lo scrivono quando una finitura è fotografica simil top acero aaa.o la tele rosewood è scritto che non è corpo in rosewood è imitation rosewood veneer è scritto chè e n tiglio Non hanno bisogno di queste bazzesse.questo la prova che mai e poi mai hai viste nemmeno il sito e mai tentuto una hb in mano. E dispensi bugie cosi convinto di dire il vero
Amico il mondo è cambiato. Tu sei rimasto nel passato.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 07/04/2022 ore 15:22:03
Lo dico io? No, lo dice il liutaio e le altre testimonianze che trovi in rete, e se non ci credi prova tu stesso.
vai al link
vai a 32:15

L'hanno dipinta, fattene una ragione, è farlocca come il resto.

p.s.
A 34:38 "questa qui è una specie.. di mini truffa..."

Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 07/04/2022 ore 19:36:30
Si valá quel fantasma luitaio che manco sa parlare con la r moscia inascoltabile, e il ragazzino youtuber e come te uno che disprezza le economiche e cerca tutti i mali. Il palissandro fino poco fa era vietato e hanno usato come tutte le marche altri legni alternativi, il video è del gennaio 2020 in pieno proibizionismo del rosewood. Comunque a me questa parodia di 2 pagliacci don nessuno non può convincere a nessuno tranne che hai loro sprovedutti seguitori, lui li ha bisogno di un liutaio persino per farsi cambiare le corde, per non parlare di altri setup. Cioè un incompetente certificato, che ripete i soliti luoghi comuni, uno che non è capace nemmeno prendere un cacciavite e alzare l action non merita audienza, cercati sul tubo gente più preparata di questo ragazzino e il suo medio analfabeta liutaio.
Lo dico perchè ho visto il video dove spiegava che non era capace di fare nessun lavoro sulle sue chitarre. Cioè la dice lunga, neofita totale
Rispondi
di MTB70 [user #26791]
commento del 08/04/2022 ore 18:36:44
Secondo me te le cerchi: il fantasma del liutaio non saprà parlare, ma tu non sai scrivere.
Ti darei anche qualche consiglio, ma dalla foga che mostri capisco che non ne vale la pena. Hai le tue verità, inutile cercare di parlarne.
In ogni caso goditi le HB, piacciono a tanti e se ti rendono felice tanto meglio.
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 00:26:18
Me le cerco? E non dici niente a chi invece si?! Ma non vedi che sparano qualunque mensogna? Poi non so scrivere proffesore, sono di madre lingua francese e spagnolo, ho 3 cittadinanze, francese.venezuelana e italiana, mio padre di Bologna, oltre queste 3 lingue parlo anche l inglese, quindi ben lontano dall essere un illetterato, lei invece? In quante lingue sa parlare, scrivere, e pensare? Mi dica professore, immagino molte di più.
Ma professore mi illumini con i suoi consigli !cmq, tenga però conto ,che oggi compio gli anni, ben 58. Sono del 08/04/ 64, e sono appassionato di chitarre elettriche da quando avevo 10 anni. Fai te! Ma prego mi dia succosi consigli, imagino sei nato nel 70 quindi la mia passione iniziò che lei aveva solo 4 anni, pensi un po professore, per me lei è saggezza antica.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 09/04/2022 ore 12:29:56
Caro amico, quando si dà dell'incompetente ad un liutaio solo perché ha scoperto che il manico è dipinto, e si dà dell'incapace ad un musicista accusandolo di non sapere nemmeno cambiare le corde, e via dicendo.. vuol dire che si hanno esaurito gli argomenti , che non si può controbattere le evidenze e che si preferisce scendere sul piano personale. Non è proprio il caso di prendersela per un manico dipinto.
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 14:53:18
Ma sono gli unici sil web a dire una cosa del genere, non capisci che non é vero, tutto falso. Non vedi limpegno a screditare la chitarra. Ma leggiti i comenti degli utenti sotto, nessuno riscontra queste cose, tutti controbattono che le loro hb sono perfette tranne le meccaniche un po cosi cosi.ma tengono bene l accordatura, non vuoi capire, non capisce che loro vendono per strumentimusicali.it che é la concorrenza? E hb sta facendo mambassa di possibili acquirenti? E d devono vedere il modo di tentare di sviare questa cosa, li capisco pure. Ma mi sembra indegno. Ma leggi quello che ho scritto ti sembra cosi pellegrino. Sei tu che non n hai le capacità per leggere tra le righe. O probabilmente anche te fai parte di questa combuta discriminatoria fatta aposta. Ma non tiene! 9 recensione su 10 sul web sono ottimissime su hb, e io ne possego una, a sto punto dive abiti? Io bologna, troviamoci andiamo con la mia hb da uno specialista e de é veto che i materiali sono farlocchi di do 500$ e se non ë cosi sarai te a sborsare. A sto punto faccio un video della mia black paiseley, vedrai giuntura corpo manico perfette. Pou ti linko qui tutti video di riconosciuti grandi chitarristi recensori . No questi venditori di auto usate,
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 09/04/2022 ore 15:04:07
Si è vero è tutto un complotto, una congiura contro gli americani che fanno le chitarre. E io ne faccio parte. Perché noi tutti siamo atterriti dell'avanzamento delle HB, che presto faranno scomparire dai negozi tutti i concorrenti. Ogni resistenza è inutile.
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 15:08:43
Ma te ascolti solo quella campana , quella parodia disperata. Per far credere che sono abastanza ottime , maaaa che bisogna spenderli 200/ 300$ per renderle suonabili. Ma non é vero niente, come dire dire si van bene, ma non vale la pena, per scoraggiare l acquisto. Ma non lo capisci? É talmente obvio! E se ne sono accorti i lettori e l hanno scritto sotto. Ma tu non leggi i comenti, tranna qualche complice che scrivono, si . Grazie che buone informazioni. E tutto cosi spudorati!
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 15:58:27
Gia questo fatto che loro dicono che doveva essere palissandro e vai al sito ed é scritto che la tastiera é in pau ferro, ti documenta a scienza certa la loro mala fede e mensogna, apri gli occhi i tuoi eroi sono disonesti, guarda io non ho niente da guadagnare, mica lavoro per hb, semplicemente detesto la falsità, mi irrita é piu forte di me. E ho delle mani e occhi, e avendone una, e avendo altre e avuto tante altre in passato e suonato decine altre di amici, le provo nei negozi spesso qui a bologna so quello che ho tra le mani, e é da stupirsi con queste hb, veramente belle e di altissima qualità, tutto qui.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 09/04/2022 ore 18:29:
Ah dunque sei un collezionista addirittura di Harley Benton, a decine le hai suonate, hai anche la fila di amici tutti con le HB di altissima qualità. E non ti bastano mai, continui ad andare nei negozi a provarle. È più forte di te, sono una calamita. Forse sei stato ipnotizzato.


Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 19:57:29
Ma chi ha detto che erano hb? Metti in bocca cose non dette, cho ho e provato decine di chitarre di tutte le marche gibson, fender, grescht, rickenbaker, ho condinizione per stabilire se uno strumento é ottimo o meno, ma non capisci proprio niente, basta sei un troll. Non sai argomentare con un filo logico, butti li la qualunque senza ragionare, basta che dai la contrario. Ti arrampichi sugli specchi é chiaro, poi non esistono nei negozi le hb, proprio sei un analfabeta totale
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 09/04/2022 ore 20:35:53
Se non sai scrivere in italiano non è colpa mia, comunque ho capito che tipo sei.
Sei quello che entra nel negozio, prova tutte le chitarre dai 1500 in su, fa perdere un sacco di tempo ai commessi, rompe i maroni a tutti strimpellando le sue cose, e dopo aver provato le fender, le Gibson, le Prs, le dusenberg, ma non le squier, non compra mai niente e se ne torna a casa a suonare la sua Harley Benton di altissima qualità, come la volpe e l'uva . Probabilmente ha un ampli sempre Harley Benton, custodia morbida Stagg (quella rigida costerebbe più dello strumento) . Maggior investimento: muta di corde elixir (si vive solo una volta).
Ha un sacco di qualità tranne una: non ha il senso dell'umorismo e non capisce quando viene preso in giro.
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 21:01:37
Io compro nel negozio, sono amico di tommassone, e ho solo 1 hb di 8 chitarre che possiedo, e non mi sembra il caso denigrarla a quel punto, come hai fatto tu, perché ne possego 1e provate altre 2 tutte quante ottime.
ma io mi chiedo, lei che torna conto ha? Da come ha parlato o lavora in un negozio o e titolare.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 09/04/2022 ore 23:07:56
Certamente io vendo chitarre e sono concorrente diretto proprio di Tommassone. Il liutaio, il blogger, e lo stesso utente che ha creato questa recensione, sono tutti titolari. Facciamo parte della congiura dei manici di balsa. Siamo tutti scemi, ma per fortuna c'è uno che ci spiega bene come stanno le cose ogni tanto.
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 15:01:34
Per favore fai uno sforzo prima di sparlare a vanvera , vai sul sito tedesco, scegli le hb, si sono le recensioni di tutti i clienti che le hanno acquistate, centinaia di recensioni, il 90 per cento hanno 4 o 5 stelle su 5. E abbi la decenza di leggerle in 4 linque, tutti stupiti meravigliati della qualita e bellezza delle hb. Fallo! Tantissime in italiano, e non da neofiti
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 15:22:3
Tralatro nel sito, tra le caratteristiche di quella chitarra recensita é scritto che il manico e in pau ferro o qualcosa del genere e non palissandro,visto che era vietato il palissandro, ma vai in fondo sulle cose.non bere sciokkamente tutto il falso che hanno racontato, inoltre ci sono diversi palissandro, mai scritto palissandro indiano o braziliano ci sono dei palissandro piu scuri e altri piu chiari. Ma impara ragazzo!
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 01:24:09
Leggendo il tuo argomento sopra vedo professore le sue argomentazioni," il prezzo basso dovuto alla poca sicurezza sul lavoro"! Bene! E questo farebbe che sia di bassa qualitá? Non c entra niente, solo con il costo, e a me che me ne frega, e poi, sicurezza! Perchè in italia c è tanta sicurezza sul lavoro? Muoiono circa 5 operai al giorno, lo sapeva professore? E poi che ne sa lei se nella fabbrica di hb c è sicurezza o meno, i cinese oggi come oggi sono avanti. Molto piu avanti dell occidente, guardi le foto della fabriche che hanno, di pc. Cellulari, strumenti musicali, megagalattiche, super attrezzati con le ultime tecnologie, e lei ripete la stessa canzone di 30 anni fa, nel terzo mondo siamo noi, non certo li.andare in cina come in giappone e come fare un viaggio nel futuro,quasi fantascienza!
Ma professore! continui a illuminarci con le sue piccole chicche di saggezza, non faccia il modesto!
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 09/04/2022 ore 02:53:51
Lei non tiene conto che i migliori marchi vengono prodotti in cina? Persino fender ha una linea oltre che squier,. Aaa ma li va bene! Harley benton tedesca no!) Iphone, anche vacheron costantin, anche eko guitars, in cina, veramente non sapete cosa inventarvi, lei recita i soliti luoghi comuni di decine di anni fa, senza riflettere, senza pensare....
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 07/04/2022 ore 23:55:08
Inoltre lui è un venditore / sponsor della concorrenza, sono li aposta per massacrare le hb che stanno dando filo da torcere a tutti.addirittura dicevano che le squier erano migliore, che falsi che sono. Un video assolutamente fazioso no nchè osceno! Solo 2 mosche bianche in un oceano ti eccellenti recensioni e pareri sul tubo
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 08/04/2022 ore 00:32:08
Tanto la tastiera del tuo manico è fatta di pioppo dipinto di nero con l'impregnante , e il ponte è tolla dipinta color bronzo. Heheh
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 03/04/2022 ore 08:34:52
Per me è inspiegabile il successo di questi catorci. È ovvio che per uno strumento decente la spesa debba essere più elevata e al di sotto di quella, io preferirei non averla nemmeno, una chitarra. Non è che basta qualcoss che ne abbia la forma. Se poi penso che comunque c'è un uso di risorse materiali ("legno", vernice, metallo), non posso fare a meno di notare che ogni pezzo venduto è uno spreco, un modo di sconquassare il mondo mentre invece dovremmo fare un uso più ragionevole delle risorse finite che abbiamo. Eppure basta avere un minimo di pazienza per mettere da parte qualcosa in più e comprare una vera chitarra, premiando il lavoro di professionisti, gratificandoci con qualcosa di cui saremo contenti.
Rispondi
di satisfaction [user #17423]
commento del 03/04/2022 ore 10:03:21
Mi associo alle tue considerazioni, in particolare per quanto riguarda il contributo del consumismo all'inquinamento e la distruzione della nostra Terra. Purtroppo inquinare costa poco, ma il prezzo da pagare è la nostra salute ed il futuro nostro e dei nostri figli.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 03/04/2022 ore 19:11:3
Credo che l'assunto di base non sia corretto.
In primo luogo ci sono realtà per cui una chitarrina da 90 euro è l'ideale; penso al figlio/a che ha appena iniziato a suonare, a chi vuole tenere uno strumento da strimpellare al volo mentre è in vacanza, magari tenendolo nella seconda casa; c'è poi chi fa la sala prove privata in un capannone o casolare di campagna e ci tiene un paio di Harley benton perchè non si sa mai. Infine, come l'estensore dell'articolo, si tratta di strumenti molto utili per impratichirsi nella liuteria domestica: piccoli interventi come il cambio p.u. o potenziometri, la sostituzione di parti problematiche (meccaniche su tutti), possono esser fatti abbastanza a cuor leggero su uno strumento che sai già non userai live o per suonare seriamente e ti danno la possibilità di far pratica per risolvere le grane su strumenti più costosi.
Quanto al consumo del pianeta, hai ragione, ma perchè 1.000 Fender o Gibson o LTD o Ibanez, dovrebbero essere privilegiate rispetto a 1.000 HB? Si rischia di farla diventare una guerra di censo: chi può pagare di più può inquinare. Peraltro si legge spesso anche su questo sito di chi abbia tre, quattro o anche più chitarre, ma solitamente si citano marchi di blasone; difficile che la GAS prenda per Harley Benton.
Ciao
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 03/04/2022 ore 19:19:25
Purtroppo non sono d'accordo su nulla. Se le HB venissero comprate come chitarrina pronto uso o per impratichirsi, il numero dei pezzi venduti sarebbe moderato, proprio come lo erano le prime Squier sul mercato. Invece questo è un vero boom, segno che le motivazioni dell'acquisto sono ben altre.
Quanto alla questione del censo, di nuovo in disaccordo: ci sono tantissime chitarre economiche, tantissime dal costo medio, una discreta offerta dal prezzo alto, non moltissime con prezzo elevatissimo. Ce n'è per tutti, per chi vuol spendere poco e per i più facoltosi collezionisti. Poi ci sono le chitarre che costano meno di una coppia di pick up: non sono economiche ma "strumenti" dal prezzo scandaloso (è ovvio cosa ci sta sotto). E se fanno il botto di vendite, è ovvio che c'è un grave problema.
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 04/04/2022 ore 09:33:03
Mi sembra una polemica un po' inutile.
Esistono una marea di brand che producuno chitarre sotto i 150 euro... le HB mediamente sono tra le migliori in quella fascia. Non capisco dov'è sto grave problema.
Se un ragazzino vuole iniziare a suonare sono manna dal cielo.
Ho ancora la simil-strato coreana che comprai a fine anni 80... pura spazzatura e pagata in proporzione mooolto di più.
Ho avuto anche una Squire Affinity in quella fascia... 'na monnezza.
Le HB per lo meno sono quasi sempre suonabili. E se il ragazzino dopo 2 mesi si stufa, amen.
Rispondi
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 04/04/2022 ore 14:02:06
Sottoscrivo ogni parola.
La fascia economica è sempre stata altalenante dal punto di vista della qualità. Non lo è certo da ieri.
Tuttavia va riconosciuto che HB ha alzato il livello...e ha costretto i concorrenti a fare altrettanto, Squier per prima.
E non mi sembra poco.
Penso alla mia prima Eko strat...un cesso infinito sotto ogni punto di vista (hardware, assemblaggio, elettronica...) ed è costata molto di più della mia prima Harley Benton che, a confronto, è un chitarrae di tutto rispetto a cui sono bastati due semplici upgrade per fare un salto qualitativo consistente.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 04/04/2022 ore 15:08:08
Mah, non sei d'accordo su nulla, però ti concentri su un solo tipo di utente, quando ho scritto che le esigenze sono molteplici e comunque, non sono l'unico che fa riferimento ad un primo strumento entry level (vedi sotto), quindi i numeri sono comunque significativi; inoltre non capisco la seconda risposta: scrivi che "ci sono tantissime chitarre economiche...", ma allora perchè Harley Benton no? Possiedo ed ho suonato Epiphione e Squier ben peggiore delle HB, ma pagate il doppio o il triplo, a me pare sia quello il vero spreco. Peraltro, ribadisco: se il problema è lo sfruttamento delle risorse, vale per tutti e non vedo motivi per cui sia tu a decidere chi inquina bene e chi male.
Ciao
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 04/04/2022 ore 15:39:46
Deco essermi espresso male. Rispiego: ci sono chitarre economiche, chitarre dal prezzo medio e chitarre di fascia alta. E POI ci sono le chitarre a prezzi stracciati che non considero nemmeno tra le economiche, perché arrivano a costare anche tre volte meno di quelle economiche. Per me questo genere di chirarre ha subito un boom su cui toccherebbe riflettere al di là del "io di qua, io di là". Un boom va al di là delle proprie scelte individuali. E la mia riflessione sui perché di quel boom è assai critica.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 05/04/2022 ore 10:22:07
Continuo a non capire perchè ne fai una questione di prezzo e non di qualità: una Squier Bullett è un mezzo gabinetto esattamente come una Harley Benton TE 20, solo che quest'ultima costa la metà e lo stesso vale nei paragoni con Epiphone ed altri marchi singificativi. A mio parere è assai peggio vendere a 159 euro che una Bullett che una HB a 79. Poi se sei di quelli che devono pagare il nome, ok, ma se badi alla sostanza non puoi fare una critica basata sui prezzi.
Ciao
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 05/04/2022 ore 10:43:49
Ne faccio anch'io una questione di qualità, e ci aggiungo l'aggravante della produzione ultramassificata. Quindi se all'elenco vuoi aggiungere, oltre alle HB, anche la Bullet non ho problemi. Benissimo
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 06/04/2022 ore 09:52:03
Mah, veramente scrivesti: "Poi ci sono le chitarre che costano meno di una coppia di pick up: non sono economiche ma "strumenti" dal prezzo scandaloso (è ovvio cosa ci sta sotto)" che a me pare solo una questione di prezzo. Ribadisco che a me pare scandaloso vendere una chitarra di valore 10 a 15 o 20, non venderla a 10.
Comunque, bene così, pace e bene.
Ciao
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 06/04/2022 ore 10:09:23
Riformulo meglio così vediamo cosa non quadra. Io dico che ci sono chitarre che non dovremmo proprio considerare dato che hanno un prezzo scandaloso quindi si può intuire da sé di cosa stiamo parlando (a meno che uno non voglia fare esperimenti e cose del genere, ma questa è una nicchia). Tu dici: guarda che ci sono altre chitarracce che costano anche di più ma sono dei cessi. Quindi concludo: bene, allora inseriamo anche quelle nel lotto delle chitarre da non considerare. Per me il discorso si chiude qua, ma ovviamente sei libero di replicare.
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 06/04/2022 ore 22:56:41
Aaa vero la fender ne produce solo 100 al mese! Amico la fender ne produce molte di piú di hb, non lo sapevi? Ultramassificata,devono rifornire tutto il pianeta,mica stiamo parlando della produzione artigianale di 50 anni fa, vedi i tuoi discorsi sono divorziati dalla verità.la hb non ha per adesso il giro d affari di gibson e fender
Rispondi
di nanniatzeni [user #24809]
commento del 03/04/2022 ore 09:06:53
C'è anche da considerare che molti ragazzi e bambini suonano solo per un periodo perché vogliono provare, ma poi si stufano presto.
Le Harley Benton si rivolgono principalmente a questo target,con 150/180 euro hai una chitarra e un amplificatorino per vedere se scocca la scintilla.
Per fare pratica vanno benone, se poi il discorso si fa serio si cambia strumento, ma spesso è volentieri si suona a casa e basta e vanno benissimo le HB.
Io ho preso un basso Precision HB a 89 euro, suona benissimo comunque.
Rispondi
di aleck [user #22654]
commento del 03/04/2022 ore 09:17:42
Bella lettura. Puntuale e imparziale. Mi ritrovo molto. Di Harley Benton me ne sono passate tante per le mani. Ci ho provato a farmele piacere ma alla fine le ho sempre trovate giocattolini che puntano più sull'estetica che sulla sostanza. Alla fine mi ero detto che mai più avrei comprato chitarre economiche.

Poi, però, per pura casualità, mi son capitate per le mani chitarre di un altro marchio, sempre cinese, che mi hanno fatto ricredere. Nell'arco di un anno sono entrati in casa mia tre strumenti (una strat - 120€, 90 in sconto -, una acustica -130€ - e un basso PJ -149 -) e siamo (non sono tutte per me, il basso è andato a mio padre, l'acustica alla mia compagna) tutti molto contenti e, sotto sotto, stupiti dalla qualità e la bellezza di questi strumenti. L'hardware è minimale, in linea con altri strumenti in questa fascia, ma perfettamente funzionante. L'elettronica sembra la stessa della strato HB dell'articolo ma, con mio grande stupore, tira fuori dei suoni più che decenti, anche grossi al netto di una generale mancanza di brillantezza. Alla fine la sensazione mi ricorda molto quella delle standard messicane dei primi 2000... Ma queste sono rifinite meglio! E la chiave del tutto, secondo me, è che al netto della paccottiglia con cui sono equipaggiate, c'è sostanza dove conta: sui manici, sui body, sull'assemblaggio. Con qualche upgrade, la mia strato è diventata il mio strumento principale in poco tempo, lasciando la Gibson al muro per gran parte del tempo... Alla fine credo che fare e ottenere buone cose sia possibile se, in produzione, si pone attenzione agli aspetti davvero cruciali per uno strumento musicale.

Spezzo una lancia a favore dei pickups: la lettura della resistenza non è rappresentativa in nessun modo l'output o, quantomeno, non permette un paragone diretto con dei single stile Stratocaster. La presenza di un magnete ceramico sul retro e di una cospicua quantità di ferro a contatto con il magnete li rende strutturalmente e magneticamente molto diversi, aumentando l'induttanza e quindi il segnale d'uscita. Sono paradossalmente più simili a dei p90... E francamente anche il fatto che abbiano livelli di uscita uniformi non dovrebbe essere un gran problema, è una circostanza ricorrente anche sulle Fender di ispirazione vintage: lo stesso accade, con minime variazioni, nel set che mi son fatto realizzare proprio per quella strat... E secondo me ha il suo perché. Certo, di fabbrica non vengono regolati adeguatamente in altezza...

Nota a margine: ecco, se c'è un vero problema, secondo me, è che gli strumenti economici non sono PER NIENTE adatti a dei principianti, perché hanno carenze facilmente sormontabili con un po' di manualità ed esperienza... Eppure proprio i principianti sono il pubblico che più attinge a quella fascia del mercato restando, spesso e volentieri, insoddisfatti.
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 03/04/2022 ore 10:44:42
Concordo sull'ultima affermazione.. Quando comprai la mia prima chitarra ,nel '92 fu una vester 700 ( copia 335), pagata allora 500.000 lire contro le circa 200-250 di quelle più scrause indipendente dalle marche.
I pickup non erano eccelsi, ma la costruzione generale ed il setup fortunatamente buoni..
Allora non lo sapevo, mai presa in mano alcuna chitarra, nemmeno acustica.. ma volevo imparare a diventare un chitarrista e ho preso il meglio che potessi all'epoca.
Ho imparato quello che ho imparato proprio perché la base era molto più che decente per uno totalmente inesperto..
Avessi avuto tra le mani uno strumento con le corde a mezzo centimetro dai tasti, stonato e non in grado di mantenere l'accordatura magari sarebbe finita venduta o sul caminetto.
Ora posso anche permettermi di prendere uno strumento non a posto e sistemarmelo da solo, se mi dà qualche emozione..
A chi è veramente convinto di iniziare l'avventura consiglio di non scendere sotto un minimo sindacale, proprio per queste ragioni che contano di più, secondo me, rispetto al solo aspetto "sonoro" che con poche sostituzioni si può comunque modificare ( nei limiti intrinsechi dello strumento ovviamente)
Rispondi
di Jumpy [user #1050]
commento del 03/04/2022 ore 12:09:4
L'ultimo paragrafo è oro colato.
La mia prima chitarra elettrica fu una Eko replica Jackson soloist, strumento economico, ma dignitoso (di tanto in tanto mi capita di suonarla ancora: pickup e potenziometri son sempre quelli, dopo oltre 30 anni) meccaniche e ponte piuttosto stabili.
Mi fossi trovato tra le mani uno strumento scadente (tipo un'HB di fascia bassa: potenziometri e selettore che gracchiano e perdono colpi dopo un mese e da riaccordare ogni 5 minuti) avrei magari lasciato perdere e non mi sarei appassionato alla chitarra elettrica, non essendo ancora in grado di capire la qualità di uno strumento (e quali modifiche avrei potuto fare da solo).
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 04/04/2022 ore 05:56:03
Qual è l'altro marchio cinese?
Rispondi
di Nun_So_Capace [user #24540]
commento del 04/04/2022 ore 07:49:38
Dovrebbe essere SX
Rispondi
di aleck [user #22654]
commento del 04/04/2022 ore 09:17:5
Si, come dicevano sotto è SX. Non l'ho citato perché ne ho parlato anche troppo nell'ultimo periodo :-)

Ne avevo provate alcune una decina di anni fa e non mi avevano colpito. Nell'ultimo periodo, invece, non ho sbagliato un colpo con loro.

Sono e restano strumenti economici, ma di buona qualità, belli e ben suonanti, secondo la mia esperienza :-)
Rispondi
di Jumpy [user #1050]
commento del 03/04/2022 ore 11:52:57
Interessantissimo articolo e, giustamente, obiettivo, diretto, tecnicamente ineccepibile e senza fronzoli.
Come scrissi altre volte, ho un'HB cst24t da alcuni anni e condivido gran parte delle impressioni.
Anche a me, a primo impatto, colpì la liuteria (che effettivamente fa pensare a uno strumento di fascia superiore) ma già alle prime strimpellate emersero le magagne: meccaniche, ponte e pickup così così, elettronica scadentissima (selettore e potenziometro del volume erano da cambiare già dopo qualche mese).
Se uno trova la chitarra con cui si trova bene per il manico e la liuteria in generale, magari può anche pensar di fare modifiche (ma i legni, se sono scadenti, come si comporteranno negli anni?) per renderla almeno accettabile, ma secondo me ne vale la pena fino ad un certo punto.
Rispondi
di paoloprs [user #10705]
commento del 03/04/2022 ore 12:02:3
... Ritengo che "Accordo" sia un sito rispettabile e serio...
Argomenti ove si disquisisce su giocattoli, patetiche copie cinesi di
strumenti veri, confrontare un falso ed un vero è tempo perso....
Sarebbe come confrontare in un dibattito una Ferrari vera,
da quella costruita in Cina dietro ad un pollaio...
Vostro Paolo
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 03/04/2022 ore 12:53:03
Scusa Paolo, senza alcuna voglia di polemica o di voglia di scontro personale, ma trattare anche questi argomenti se serve a instradare qualche neofita sulle realtà e possibilità che può trovarsi davanti per me non sono byte sprecati..
Averne avuti io di consigli gratis da giovane..
Poi chi non ha le possibilità o non vuol capire sono altri problemi...
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 03/04/2022 ore 19:22:42
Beh, stando al tuo commento, pare invece utilissimo parlarne in quanto è chiaro che scrivi di cose che non conosci. Al netto di qual può essere l'utilità di uno strumento economico, Harley benton fa chitarre da 90 a 500 euro e le più costose possono decisamente stare al confronto delle economiche di molti marchi blasonati, magari facendo risparmiare qualcosa. D'altra parte anche la tua amata Prs produce in oriente (Corea ed Indonesia), però si fa pagare di più per il nome.
Ciao
Rispondi
di edgar587 [user #15315]
commento del 04/04/2022 ore 17:27:55
Fategli un applauso, che suona solo prs da tremila euro, e ringraziatelo: non fosse per lui, il livello medio di questo sito sarebbe molto più basso...ognuno dei suoi commenti sprezzanti e sintatticamente oppugnabili ci ricorda il bagno di umiltà che dovremmo farci. Grazie, Paolo ("Vostro" deve essere il cognome)
Rispondi
di ADayDrive [user #12502]
commento del 05/04/2022 ore 16:24:27
Dai valà, ci pubblicano ancora gli articoli, anche se parlano di osceni pezzacci di legno.
vai al link

Cordialità
Rispondi
di RedRaven [user #20706]
commento del 03/04/2022 ore 14:10:19
pickup da 3.8 kOhm? manici che non diventano dritti nemmeno tirando tutto il trussrod? Davvero, ma di che stiamo parlando? Questi sono alberi sprecati, carburante sprecato a farle arrivare qui e altri sprechi assortiti per qualcosa che non è fatto non solo per durare, ma nemmeno per avere un senso compiuto.
Rispondi
di Cukoo [user #17731]
commento del 03/04/2022 ore 16:32:46
Ho comprato un mese fa il basso acustico HBO 850 'natural'. Il mio primo basso, 141 € (b-stock). Il mio primo basso, preso per curiosità.
Difetti e imprecisioni:
1- Una meccanica si è bloccata dopo una settimana. Sostituite tutte e quattro con un set economico.
2- lo spessore delle corde è inferiore a quello dichiarato. Corde sostiituite con D'Addario .045-0.1.
3- Il legno del ponte, dichiarato 'blackwood' è in realtà un legno bianco dipinto di nero (sic).
4- Osso del ponticello leggermente curvo. Messo a posto con una lima.

Le cose positive:
1- Assemblaggio e verniciatura accurati. Fondo tipo Ovation senza difetti o irregolarità.
2- Catene interne lavorate bene. Controfasce posate correttamente
3- Preamplificatore e accordatore che fanno il loro dovere (costa 13 dollari su Aliexpress)
4- Per quello che posso valutare da neofita del basso, buon suono in acustico e amplificato.
5- Funzionamento regolare del truss-rod.
6- Action e capotasto corretti.

Conclusione:
1- Ne valeva la pena? Sì, per me.
2- Vale 141 €? Io direi di più. Resta un mistero come facciano a starci dentro. Lo avrei comprato anche a 250 €.

Tutto questo per dovere di cronaca ;-)
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 03/04/2022 ore 18:34:44
Credo che riescono a starci dentro perché saltano un passaggio nella catena di vendita. Thomann compra direttamente dalle fabbriche in Indonesia (prima era in Cina). Non c’è quindi il passaggio dal distributore europeo al negozio. Io credo che questo potrebbe incidere su un ipotetico risparmio sul costo finale del prodotto anche di un 30-40% .
Rispondi
di nanniatzeni [user #24809]
commento del 03/04/2022 ore 19:18:07
Comunque stiamo parlando di 3 chili di legno e mezzo chilo di metallo.
In sostanza i costi materiali di una chitarra sono ridicoli, e vengono 'sfornate' da macchine cnc non certo dal liutaio Stradivari.

Ci sta che costi 100 euro, la cosa assurda sono le chitarre che ne costano 2000 (e sono sempre 3 chili di legno e mezzo chilo di metallo magari usciti dalla stessa fabbrica cinese/taiwanese/indonesiana.... ).

Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 03/04/2022 ore 20:00:32
"Ci sta che costi 100 euro, la cosa assurda sono le chitarre che ne costano 2000 (e sono sempre 3 chili di legno e mezzo chilo di metallo"

Il che è come dire che Peppina la vicina è esattamente la stessa cosa di Scarlett Johansson perché entrambe pesano 50 kg e hanno denti e capelli.
:-D
Rispondi
di teppaz [user #39756]
commento del 04/04/2022 ore 17:10:23
Sì, ma Peppina te la puoi fare, La Johansson nemmeno nei sogni...
Proprio come per le due chitarre per chi ha poca grana.
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 04/04/2022 ore 18:18:29
AHAHAH è vero anche quello.

Ma scherzi a parte, moltissimi musicisti, qui e altrove, darebbero ben più di 2000 euro per alcuni strumenti fatti con "3 chili di legno e mezzo chilo di metallo".
Rispondi
di nanniatzeni [user #24809]
commento del 04/04/2022 ore 21:02:40
Ma senza ombra di dubbio, così come molti pagano 300 euro per mangiare riso con alghe dallo chef famoso.
Ma a volte, basta un panino al salame e va bene così.
O c'è gente che paga 500 euro i jeans D&G, io uso i jeans cinesi da 20euro.
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 05/04/2022 ore 09:48:33
Sicuramente... Sono scelte.

:-)
Rispondi
di MTB70 [user #26791]
commento del 08/04/2022 ore 18:06:17
Vuoi dire che voi non ve la siete fatta??:-)
Rispondi
di nanniatzeni [user #24809]
commento del 04/04/2022 ore 20:58:56
Eh insomma, in questo caso Peppina la vicina assomiglia moooolto a Scarlett Johansson,non è lei ovvio,ma è abbastanza soddisfacente da suonare :-)
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 03/04/2022 ore 21:34:02
Ma infatti il costo finale di uno strumento è dato solo in una percentuale minoritaria da quello dei materiali. Quello che si paga è il tempo che si impiega per la costruzione. Infatti questi strumenti possono avere questi prezzi bassissimi per gli altissimi volumi di produzione, concentrata in tempi molto brevi.

Riguardo al discorso degli strumenti da 2000 e passa euro, incide ovviamente anche il costo della manodopera nei diversi paesi. Per dire, negli USA il costo della manodopera nel 2020 era di circa $ 27 l'ora, in Cina 6.5, in Vietnam 2.99. E' ovvio che uno strumento americano non può costare come uno di produzione cinese.
Rispondi
di MTB70 [user #26791]
commento del 08/04/2022 ore 17:59:
Per non parlare di leggi sull’ambiente e la sicurezza dei lavoratori, o di assicurazioni, etc. che pure contribuiscono ai costi d’impresa.
Sono due mondi diversi, e i prezzi lo riflettono.
Rispondi
di Jumpy [user #1050]
commento del 03/04/2022 ore 20:28:53
ho un basso elettrico fretless HB, pagato intorno ai 150€, in effetti anche a me i punti deboli son sembrati le meccaniche (scattose, per niente fluide e progressive) e il ponte, di contro mi ha sorpreso la circuitazione attiva/passiva e il suono. Una meccanica che si rompe subito, ponte taroccato, ponticello storto li trovo però difetti gravi, certo, risolvibili per chi ci sa smanettare, ma li accetterei su un usato vecchio di anni, non su un nuovo (intendiamoci, compro anch'io b-stock sul noto sito tedesco: mi son sempre trovato bene, di solito mi capita roba indistinguibile dal nuovo se non per qualche minimo dettaglio).
Rispondi
di Cukoo [user #17731]
commento del 03/04/2022 ore 21:56:58
Saranno le basse aspettative, ma la meccanica che si guasta è magari sfortuna, l'osso era storto di un paio di decimi e ho visto di peggio. Ho dimenticato di scrivere che il manico, almeno per ora, è ottimo (al contrario dei tasti della Tele Fender messicana che ho dovuto rettificare, per dire ...).
L'unica cosa davvero imperdonabile, per me, rimane quel falso blackwood. Me ne sono accorto perchè ho arrotondato con la sgorbia uno spigolo che mi pungeva il palmo della mano. Legno bianchissimo, spero duro. Ho ricolorato con un pennarello nero :-(
Rispondi
di rockit [user #11557]
commento del 04/04/2022 ore 10:51:16
Occhio che con "blackwod" commercialmente si chiamano legni anche abbastanza diversi. L'African blackwood è scuro, ma spesso con blackwood si definiscono alcune specie di acacia, quindi legno rossastro con parti anche molto chiare. Quindi potrebbe essere blackwood vero, ovviamente tinto per farlo sembrare nero come l'ebano. Scelta discutibilissima per me visto che al naturale il legno è molto bello, poi dal punto di vista qualità si potrebbe anche lamentare che le parti più chiare in genere sono di alburno quindi la parte meno pregiata, ma non toglie che effettivamente l'essenza potrebbe essere quella dichiarata.
Rispondi
di Cukoo [user #17731]
commento del 04/04/2022 ore 13:07:48
Speriamo sia acacia. Non lo saprò mai.
Rispondi
di fla72 [user #29005]
commento del 03/04/2022 ore 21:58:10
Bell'articolo! fatto molto molto bene! Ancora c'è gente che continua a gridare al miracolo con queste HB!! incredibile! come se fino a qualche anno fa fossero stati tutti stolti a perdersi chitarre di un certo pregio o addirittura facendosele fare dal liutaio!
Io stesso, stupido tra gli stupidi, preso dalla curiosità e attratto dal fatto che da mancino avessi trovato gingilli del genere a due soldi ne ho prese alcune; beh , ci ho fatto la legna pre l'inverno!
La cosa più' ipocrita pero' non sono i chitarristi che dicono placidamente di essersi comprati un mulaccio per strimpellare, o i ragazzini che a poco prezzo hanno comunque una cosa che emette suoni per iniziare, ma gli INFLUENCER, gli YOUTUBER che recensiscono ste cose come fossero uscite dal custom shop... ma per piacere! ben vengano per a chi serve un giocattolo, pero' si dia a Cesare quel che è di Cesare ecc.
Rispondi
di ADayDrive [user #12502]
commento del 05/04/2022 ore 16:05:07
Rispondo solo a te perché non mi piace molto commentare serialmente i commenti. Credo che tu abbia una buona parte di ragione, perlomeno per quanto riguarda le Harley Benton di "fascia bassa": sono strumenti ultra-economici e dire che siano buoni strumenti è pura ipocrisia (magari interessata). Tuttavia la produzione Harley Benton offre modelli dai 90 ai 500 euro, io stesso ne ho una da 220 euro, recensita in un altro articolo il cui link è all'inizio di questo, e direi che la recensione è globalmente buona, soprattutto per il rapporto qualità/prezzo. Dopodichè ci sono anche dei reviewer onesti, ad esempio non ho comprato la simil-Cabronita Harley Benton (che mi piace tantissimo) proprio perché uno youtuber in un video le definì una chitarra buona per lo studio ma troppo lontana da standard professionali.
Nei commenti troppo benevoli probabilmente c'è anche un problema di ingenuità di fondo: se uno compra la sua prima chitarra elettrica (come molti dei clienti Harley Benton, credo) probabilmente non ha l'esperienza per capire il vero valore dello strumento e magari mette una recensione entusiastica sul sito.
Rispondi
di DANIELE61da [user #28553]
commento del 03/04/2022 ore 22:20:51
Noto che da alcuni articoli a questa parte le HB sono tirate in ballo per essere glorificate o al contrario denigrate, segno che il marchio, fino a pochi anni fa di nicchia per solo acquirenti squattrinati, ha acquisito una importante fetta di mercato, soprattutto all'estero. Da possessore di una HB Junior SC posso solo esprimere giudizi positivi rispetto al prezzo dello strumento -199 euro-, lo posso tranquillamente suonare quanto la mia Gibson che costa 10 volte tanto e ribadisco suonare. La stessa qualità HB la si trova nella fascia entry level di Squier, Epiphone, Ibanez etc in quanto le fabbriche cinesi che assemblano le chitarre sono le stesse.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 04/04/2022 ore 01:45:4
Eccola qua la qualità delle entry level, ormai a centinaia in vendita su mercatino da "collezionisti" di ciofeche. Fantastico questo annuncio come esempio:
Della T-52 è rimasta solo "l'anima".

La chitarra ha avuto ore e ore di lavoro con pesanti cambiamenti sia estetici che funzionali - compresa l'elettronica -

- E' stata completamente sverniciata - circa 2 mm di chissà che tipo di vernice!! - fino ad arrivare all'Ontano, infatti le rigature che vedete sono quelle naturali del legno, come anche del manico

- La preparazione al colore è di un fondo acqua NERO con coprente, molto resistente, satinato trasparente sempre ad acqua, quindi tutto naturale, niente chimica.

- La tastiera è stata anch'essa sverniciata, perfettamente liscia e i tasti lucidati a specchio.

VI SEMBRERA' DI TOCCARE IL VELLUTO IN MODO PARTICOLARE IL MANICO E LA PALETTA.

- Il body è stato scavato in modo da creare una cassa armonica e nello stesso tempo alleggerire lo strumento

- Sostituite le meccaniche originali con delle performanti Wilkinson E-Z-LOK -

La parte elettrica:
- Pickup: Seymour Duncan - Hot Tele Set - Ottimi Pickup, abbastanza potenti ma che lasciano perfettamente trasparire il suono tipico Telecaster.

- potenziometro del tono Push/pull per avere la possibilità di settare i pickup tra Serie/parallelo.

- Tutto quanto è stato schermato con fogli di rame adesivo.

Un pò di calcoli:

- Costo dei ricambi (pickup, meccaniche, potenziometri): € 210,00
- Costo dei lavori: Non ve lo dico proprio... tanto!! Ma il mio amico si è dato molto da fare. (in particolare per la sverniciatura e la preparazione)

Questo è tutto... di Harley Benton non è rimasto più nulla, ma il risultato è davvero notevole. Per chi ha possibilità di poterla vedere dal vivo e provarla p
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 04/04/2022 ore 03:24:
E va beh, ma quell’annuncio non dice nulla se non la follia di chi ha cercato di fare degli upgrades di quel tipo. Ho visto le foto e sono raccapriccianti. Negli anni '70 c'era gente che modificava anche peggio le Fender pre-CBS. A me pare ovvio che quando si prende uno strumento di quel tipo le aspettative devono essere ragionevoli. Per dire, io l'estate passata per caso mi sono preso un Squier Affinity pagata usata a $ 50 (nuova negli States dove vivo costa $ 289). Ne ho spesi altri $ 40 per un upgrade del blocco ponte e delle sellette, visto che il primo era veramente infame come materiale. Spenderci di più non varrebbe la pena. E' uno strumento suonabile, sta accordato, il manico è stabile e sono risuscito con un minimo impegno a settarlo molto bene con un'action bassa. Il suono amplificato è quello che è, ovvero un lontano parente di quello della mia Strato CS... Ma visto il prezzo del nuovo per quel modello (circa 1/20 rispetto alla mia CS) mi pare anche comprensibile.
Rispondi
di Farloppo [user #27319]
commento del 05/04/2022 ore 08:45:26
Ho la baritona (tipo mosrite per intenderci) e non l'ho trovata così terribile. Ci ho perfino registrato una demo e fatto un paio di live (però suonavo doom metal con tonnellate di fuzz/distorsione :D). Sono d'accordo sulla scarsezza delle meccaniche: scattose come poche rendevano l'accordatura una vera rottura di balle
Rispondi
di XFiles utente non più registrato
commento del 05/04/2022 ore 11:14:13
Brrrrivido!, nel senso che ho letto tutto, e poi ho letto anche in giro, e mi sono vergognato perche' posseggo una Harley Benton Rosso Ciliegia Trasparente, manico Acero e tastiera Palissandro. Mi sono sentito uno straccione, un poveretto quale possessore di codesta oscenita'. una schifezza, una monnezza, Infatti sto pensando di camuffargli il nome sulla paletta, ma mi sono ripreso e ho deciso che non lo faro', perche' mi sono ricordato che con quella chitarra ho imparato a suonare, anzi no, era una strana sera, passavo a piadi nudi con una tazza di caffe' e ho sbattuto il mignolino contro il fermaporta di vetro verde, un blocco da 6kg di vetro puro acquistato in un mercatino, Mannaja il dolore, e poi il caffe' sul muro, e poi sulla chitarra appoggiata sul suo stand e poi il rosario, e quanto ne ho recitato...pulisco tutto, asciugo ila chitarra incazzato come due bestie, la guardo intensamente e mi dico ( e ora? che faccio con codesta ? ) Poi, e' successo qualcosa che non mi spiego, l'ho presa in mano che neanche sapevo come si teneva, e ho cercato di capire le note sui tasti in un momento di follia vera e propria, sudore dalla fronte e sudore dalle mani, follia durata 3 ore e mezza circa, dove allo scoccare della quarta ora, anzi, facciamo 5, e non sapendo nulla di nulla, ho imbastito una registrazione al pc con Audacity saltando a cavallo di un pezzo dei Journey. Non avevo ampli, ma solo un pedalino multieffetto Zoom da pochi spicci comperato assieme e buttato nel mixerino che usavo per la batteria, pedale comperato al volo senza nemmeno documentarmi. Insomma, ho conservato per anni quella registrazione che e' ancora qui sul pc, a volte la risento e mi chiedo da perfetto ignorante assoluto che ero come caxxo avevo fatto senza sapere nulla di nulla, ma poi mi dico, Stai tranquillo imbecillone, non sei un genio, e' stata solo memorizzazione delle note sui tasti, pero' parlo solo di memorizzazione di suono perche' appunto, le note non le conoscevo. Come dicevo, ogni tanto ascolto quel pezzo e mi ricorda che l'amore per la chitarra e' iniziato grazie a quella Harley Benton, e' grazie a lei che ho imparato persino a ritastare, e gestire autonomamente le mie chitarre sia con ponte classico che ponte Floyd, fondo e vernice e' un regalo dell'insegnamento del mio grande Papa', percio' credo che non cambiero' quel nome sulla paletta. Fender, Gibson ?, per me questa Harley Benton e' la piu' figa delle chitarre, la piu' figa che ho, e suona bene, Oramai sono passati anni e i legni sono ancora perfetti con manico diritto come piace a me. Sono uno Straccione fortunato io, che bella la musica, 👏 che bella la mia Harleyna LOVE !!! ;-) ✌
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 05/04/2022 ore 11:32:15
Chi le ha avute o provate può esprimere un giudizio... Gli altri parlano su simpatia e sentito dire.
Non ci vuole uno scienziato per sentenziare che uno strumento da 3000 euro sia migliore di uno da
150 ( ecchecazz...).
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 06/04/2022 ore 22:45:34
Quanto migliore? 20 volte?! Togliti il dubbio, tanto 150 é niente! Prenditi la mia la tele black paisley, bellissima, con sellette in ottone, che chissà perché la fender non si degna di mettere nelle sue persino americane di oltre mille euro, solo le piú costose, cosi spillorcci per pochi euro 💶 n piú che costano, e hb te li da in chitarre da 149,00 manico acero canadese, frassino il corpo, pickup alnico 5 ,finiture perfette! e tu dici che non sono all altezza di quelle costose? A si é vero! Il logo! ripigliate amico, e fattene una ragione, hai buttato soldi, una hb e pure rivendibile alla grande e in 2 secondi, la pago 149 e la vendo a 100, subito vola, prova a vendere una da 3000$, bisogna trovare un fesso che li da, prima o poi,maaa molto poi
Rispondi
di b81 [user #13410]
commento del 05/04/2022 ore 13:16:37
Oltre ad un ottimo ukulele di Harley Benton possiedo anche una TE52 (modello telecaster), pagata 149 euro un anno e mezzo fa. Chitarra buonissima (molto più della squier affinity, che pure ho posseduto) e con cui ho suonato in vari contesti. Conosco numerosi amici/conoscenti che sono in possesso di strumenti Harley Benton (che ho visto e provato) e ne sono giustamente felici.. non sono quelli di primo prezzo, ma roba che comunque viene poche decine di euro in più rispetto ai modelli base. Nel mio caso i pickup originali Roswell suonavano molto bene, tuttavia, per sfizio più che altro, ho voluto montarci dei Fender Drive Deluxe, oltre a capotasto graphtech. Spesa totale sulle 260 euro, chitarra spettacolare. Ah, fino ad una dozzina di anni fa possedevo una Fender american ash Telecaster, bella chitarra, ma quella che ho oggi tra le mani non me la fa minimamente rimpiangere.. anzi, rimpiango di aver speso 1250 euro all'epoca.
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 05/04/2022 ore 16:31:49
Goffo tentativo di sminuire strumenti eccellenti, a chi non possiede una hb di almeno 150 ti potrà credere, io possendendo ne una mi risulta tutto il tuo post , una volgare menzogna, se vai su youtube ci sono tante video recensione e tutti sbalorditi per la qualità di queste e non solo in rapporto al prezzo. Tutti recensori molto piú veritieri e convincenti di lei, si vergogni!!
Rispondi
di axlrov [user #32222]
commento del 08/04/2022 ore 08:00:04
Ma in tanto non ho la tastiera in rosewood, ma è in acero, e il ponte wilkinson che monta con sellette in ottone, viene venduto in after market, wilkinson è un ottima marca inglese riconosciuta in tutto il mondo, produttore delle ottime chitarre vintage, ragazzo propio spari delle falsità inventate di sana pianta, non sai cosa inventare, a tal punto che mi sembri un troll, e le cose che dici fan capire che non sei nemmeno un chitarrista ne te ne intendi di chitarre,ne materiali, sei completamente ignaro del tema.chiami bronzo l ottone, proprio non sai niente di niente. Ho 8 chitarre in totale tra cui una valley art guitar, che imagino non avrai mai sentito parlare, ho solo una hb, la telecaster e credimi è spettacolare, ho avuto altre tele, fender messico e squier, e questa è sicuramente meglio
Rispondi
di redfive [user #41826]
commento del 09/04/2022 ore 15:54:12
...a parte che sta solfa ritrita che solo gli americani sanno costruire le chitarre elettriche , onore al merito che le hanno inventate comunque , oltre ad essere anacronistica ha in parte anche rotto i maroni...
Rispondi
di MAURIZIO [user #49375]
commento del 11/04/2022 ore 12:59:09
...ehm, moderazione? C'è nessuno...?
Rispondi
di hellequin [user #42701]
commento del 15/04/2022 ore 17:34:38
Ben vengano queste chitarre economiche ma ottime da suonare e portare in giro senza pensieri e ansie. Mai provata una HB, ma come chitarra da battaglia ho preso una Manne design, una simil strato, suona alla grande e non sfigura affatto se confrontata alla mia strato Fender costata 10 volte di più. Era già settata molto bene, ho dovuto solo ripulire i fret come sulla strato Fender e cambiato il capotasto. Manico confortevole, tiene discretamente l'accordatura anche usando la leva pesantemente, intonata e ben bilanciata, anche i pickup non hanno bisogno di essere cambiati, suonano benissimo. Naturalmente come suono preferisco la Fender ma ho rivalutato le chitarre economiche e se mi capita proverò volentieri una di queste HB, magari una simil Les Paul, che mi manca. Saluti, buona musica e rilassatevi.
Rispondi
di Mattw [user #54811]
commento del 16/06/2022 ore 21:13:34
Non metto bocca su questo marchio in quanto non ho mai provato una chitarra benton,posso parlare di un altro marchio(Rocktile);ho acquistato per 200 euro una Sg Rocktile e posso dire che e' una merda totale...innanzitutto la spalla superiore e' piu' corta di quella inferiore,-probabilmente e' montata all'inverso-il selettore dei pick up si muove senza toccarlo,la tastiera ha dei solchi e in certi punti non cambia nota,i potenziometri sono duri,il suono e' da radiolina anni 90...sono sicuro che queste Harley Benton siano meglio..almeno sono suonabili..tenete a mente il marchio Rocktile e sconsigliatelo a tutti..si dovrebbero vergognare sti ladri incompetenti..nemmeno 80 euro meritano..20 al massimo
Rispondi
Altro da leggere
Let it (Treble) Bleed
Il lato oscuro della Squier Telecaster Classic Vibe
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Jackson fa ascoltare la American Series Soloist
Perché i commessi non ci odiano più
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964