VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Ascolta i St. James EL34 e 6L6 a confronto
Ascolta i St. James EL34 e 6L6 a confronto
di [user #116] - pubblicato il

Blackstar alimenta l’hype per la gamma di amplificatori valvolari St. James con una serie di video ufficiali, confronti diretti, clip con artisti all’opera.
Svelati in primavera 2022, gli amplificatori St. James hanno stuzzicato da subito la curiosità del pubblico con promesse impegnative. Sono stati presentati come gli amplificatori valvolari da 50 watt più leggeri in circolazione, offerti con la ricetta classica del combo e della testata interamente analogici e disponibili sia con valvole EL34, sia con 6L6.
Mentre il mercato del digitale sembra guadagnare sempre più terreno, vedere un produttore storico di amplificatori puntare sull’innovazione tecnologica per riportare il riflettore sul caro vecchio valvolare a due canali crea aspettative altissime. Anche perché Blackstar spiega che i suoi St. James includono diversi accorgimenti del tutto moderni, come la presenza di voicing alternativi per ognuno dei canali, un riduttore di potenza e uscita per la registrazione in diretta con tanto di USB e simulatore di cabinet programmabile.

Ascolta i St. James EL34 e 6L6 a confronto

Gli amplificatori St. James arrivano a pesare quasi la metà rispetto alla media dei valvolari per chitarra di pari potenza, sia in versione testata sia nei combo dotati di altoparlanti Zephyr appositamente progettati. Leggero è anche il cabinet, realizzato in candlenut e adoperato sia per i combo, sia per le casse che Blackstar abbina alle controparti testata. Ne abbiamo fatto la conoscenza in questo articolo su Accordo, con un coinvolgente video ufficiale in cui alcuni artisti amici del laboratorio britannico incontrano per la prima volta la collezione St. James.

Ascolta i St. James EL34 e 6L6 a confronto

Blackstar continua ora a tenere gli amplificatori al centro della scena e, mentre i modelli si apprestano finalmente a raggiungere i negozi di tutto il mondo, dedica loro dei nuovi video, più approfonditi, tutti incentrati sui suoni.
Sia nella versione EL34 sia nella 6L6, infatti, i St. James promettono timbri particolarmente flessibili, ispirati ai classici del chitarrismo valvolare e con risvolti inattesi. Non si tratta della banale formula in cui l’EL34 ripercorre un preciso modello in stile british e il 6L6 si rifà di rimando alla scuola californiana, bensì di una ricerca sonora diversa che, seppur liberamente ispirata ai due filoni stilistici per eccellenza, cerca un carattere proprio. In entrambe le versioni infatti i puliti si rifanno agli amplificatori americani anni ’60, con sfumature differenti a seconda delle valvole impiegate, mentre i distorti cambiano nel profondo strizzando ora l’occhio al crunch inglese con l’EL34, ora all’hi gain con le 6L6, ma senza escludere utilizzi soddisfacenti e stimolanti in territori esattamente opposti.

Allo scopo di rendere il quadro un po’ più chiaro, in un primo video Magnus Klausen confronta i suoni puliti e crunch nelle versioni 6L6 e EL34. Considerata l’ampia porzione di video dedicata alla versione con 6L6, l’impressione è che la preferenza personale del chitarrista penda proprio da quella parte.



Si muove sul versante opposto invece Toby Lee, che è diventato in fretta un affezionato utilizzatore dell’edizione EL34, ora protagonista di un clip incentrato sui suoni puliti e appena increspati di stampo britannico.



Mani e sensibilità del musicista influenzano ovviamente il risultato ed è dura fare un paragone oggettivo tra i due sistemi. Blackstar pensa anche a questo e, nella nutrita playlist dedicata alla serie St. James, infila anche dei confronti diretti tra le edizioni EL34 e 6L6.
Nel primo video, Kenny Echizen mette a confronto i suoni puliti a parità di cabinet, microfono e regolazioni.



Ce n’è anche per i suoni distorti, ancora una volta con un video a opera di Kenny stavolta incentrato sui due voicing del canale distorto, con due scalini differenti di gain.



Nuovi video continuano a movimentare il canale YouTube dell’azienda nel corso delle settimane. Sono tutti raccolti nella pagina ufficiale dedicata alla serie St. James a questo link.
Noi ne seguiremo l’evoluzione con interesse, nell’attesa di vederli da vicino anche in Italia grazie alla distribuzione di Adagio.
amplificatori per chitarra blackstar st james
Link utili
I Blackstar St. James presentati su Accordo
La serie St. James sul sito Blackstar
Sito del distributore Adagio
Mostra commenti     2
Altro da leggere
ID:CORE V4: gli ampli casalinghi Blackstar ora anche con Bluetooth
PRS DGT 15: valvolare "per l'uomo comune" firmato David Grissom
BOSS Katana alla terza generazione
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Catalyst CX: Line 6 raddoppia
Quando Orange faceva computer
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
The Aston Martin Project: verniciatura fai-da-te
Perché ti serve un pedale preamp e come puoi utilizzarlo
Vedere la chitarra oggi: io la penso così
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964