DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Prendersi cura della mano del musicista
Prendersi cura della mano del musicista
di [user #116] - pubblicato il

Tra i tantissimi appuntamenti di questo SHG Music Show, un Workshop per parlare della mano dei musicisti, chitarristi in particolare. Un appuntamento per informare, prevenire, riconoscere e curare le patologie più comuni che possono affliggere un chitarrista. In cattedra Marco Franchini medico chirurgo specializzato in ortopedia e traumatologia, docente di "Guitarist Hands Care" presso la Rock Guitar Academy di Donato Begotti.
Il Workshop "Guitarist Hands Care" si svolgerà sabato 19 novembre sul Second Hand Stage (piano terra) alle 13:30

Marco Franchini è un medico chirurgo specializzato in ortopedia e traumatologia. Da anni collabora come docente in una della realtà didattiche chitarristiche più autorevoli del nostro paese, la RGA, Rock Guitar Academy, di Dodato Begotti. Nei suoi corsi, Franchini si occupa dell'informazione, prevenzione, riconoscimento e cura delle patologie più comuni che possono affliggere un chitarrista.​ Queste tematiche sono state racchiuse in un libro edito da Volontè&Co,  "La mano del chitarrista”. A SHG Marco Franchini presenterà workshop per presentare, sintetizzandosi i temi che tratta nei suoi seminari, in cui argomenti sono:


Prendersi cura della mano del musicista

 
  • Ortopedia: dolori/fastidi all'avambraccio, formicolio delle dita, perdita momentanea di tatto, affaticamento delle mani, infezione alle unghie, flittene (bolle) sui polpastrelli, lombalgia, lombosciacalgia, ernia discale, scoliosi, patologie della spalla, epicondilite, tendiniti, tunnel carpale, dita a scatto, cisti, traumi della mano, distonie di funzione
  • Reumatologia: artriti, gotta, artrosi
  • Consigli per evitare o limitare l'insorgenza di alcune patologie descritte
  • Postura corretta
  • Esercizi di riscaldamento e stretching pre e post-performance.

In relazione a chi svolge un'attività musicale, cosa Intendiamo per "Patologie della Mano"?
Intendiamo un gruppo di patologie, conclamate con tanto di segni e sintomi precisi o "minori" ma potenzialmente fastidiose, che possono colpire un musicista nel corso di tutto li suo percorso musicale.

Si tratta di patologie che interessano - o devono - preoccupare esclusivamente solo chi suona a livello altamente professionale?
No. Possono colpire sia il neofita che dedica molto tempo ed energia all'apprendimento magari senza la dovuta preparazione tecnica, che il professionista affermato dopo anni di carriera (l'esempio più recente riguarda Steve Vai, operato a breve distanza circa un anno fa alla spalla e alla mano). Ricordo sempre che il musicista, soprattutto di alto livello, è paragonabile ad un atleta e come tale deve allenarsi con tempi e modi adeguati evitando o almeno limitando molto la possibilità di incappare in fastidiosi infortuni. 

Che tipo di attività divulgativa metti in atto con la Rock Guitar Academy?
 Tengo regolarmente seminari aperti agli studenti e al pubblico riguardo agli argomenti che tratterò a SHG e che sono trattati in maniera più esaustiva nel libro "La mano del chitarrista" da me scritto in collaborazione con Donato Begotti. Inoltre sono a disposizione per chiunque necessiti un parere medico riguardo a patologie legate alla pratica strumentale, chitarristi in particolare.




Che temi tratterai a SHG?
Parlerò delle principali problematiche che possono affliggere un chitarrista, con un occhio di riguardo alla prevenzione mai importante come oggi per l'alto numero di incidenti che causano lesioni anche gravi e potenzialmente invalidanti alle mani. Userò un linguaggio non eccessivamente tecnico per rendere fruibile una materia che può sembrare ostica, avvalendomi anche dello strumento per rendere più chiari i concetti espressi. 

Ci dici il difetto di impostazione o postura più ricorrente che incontri nei chitarristi e che, alla lunga, può generare importanti grattacapi?
Suonare con la chitarra "a girocollo" oppure troppo bassa; nel primo caso i gomiti lavorano con un grado di flessione che alla lunga può provocare una sindrome da compressione nervosa mentre nel secondo caso il polso dell'arto che diteggia sulla tastiera è in  posizione di flessione forzata con il rischio di andare incontro allo sviluppo di una cisti articolare o di una tendinite dei muscoli flessori del polso e delle dita. 

Prendersi cura della mano del musicista

Mantenere la colonna flessa stando quindi troppo "chiusi" sullo strumento può provocare fastidiose contratture della muscolatura di tutta la colonna vertebrale in particolare in soggetti che sono già portatori di patologie della colonna, scoliosi e discopatie su tutte. Esercitare una pressione eccessiva sulle corde, tipicamente legato ad una tecnica ancora acerba, può portare alla formazione di flittene (piccole sacche sottocutanee ripiene di liquido) sui polpastrelli o a patologie tendinee se non corretta in tempo utile.​ 

Prendersi cura della mano del musicista

Anche suonare con il manico troppo inclinato verso il basso o verso l'alto pur a fronte di un'altezza complessiva dello strumento corretta può provocare problematiche alla spalla costretta a lavorare troppo anteposta o retro posta rispetto all'impostazione ottimale. Infine spostare la strumentazione, soprattutto se particolarmente pesante, in posizioni scorrette può causare contratture muscolari acute alla colonna e agli arti superiori.

Prendersi cura della mano del musicista

E i Bending? per ogni chitarrista risultano spesso la cosa iù affaticante per la mano...
L'esecuzione scorretta del bending può portare alla lunga allo sviluppo di una tendinite o di patologie articolari delle piccole articolazioni delle dita.

Prendersi cura della mano del musicista

 Il Workshop "Guitarist Hands Care" si svolgerà sabato 19 novembre sul Second Hand Stage (piano terra) alle 13:30
Non perdere l'occasione di risparmiare sul prezzo e saltare la fila all'ingresso acquistando il tuo biglietto in prevendita adesso!


Prendersi cura della mano del musicista
 
donato begotti marco franchini RGA workshop
Link utili
"La Mano del Chitarrista" il libro di Marco Franchini e Donato Begotti
Ottieni il tuo biglietto adesso
Gli espositori di SHG Music Show 2022
Il sito di SHG Music Show
Tutti gli aggiornamenti su SHG 2022
Nascondi commenti     2
Loggati per commentare

di pelgas [user #50313]
commento del 15/11/2022 ore 21:35:29
se si è sani e si studia con criterio e ci si ferma al primo dolore sospetto non succede nulla.
prima di suonare in saletta o dal vivo, un po' di riscaldamento.
ogni mattina un massaggio di un minuto con crema laqualunque. e se c'è dolore, anche con pomata-gel fans forte. passa. passa tutto.
Rispondi
di superloco [user #24204]
commento del 22/11/2022 ore 09:59:52
in effetti prendersi cura delle mani è importante!
Rispondi
Altro da leggere
Il groove interiore: quello che ti fa sorridere mentre suoni
Lavorare con la chitarra
"Fingerstyle Guitar Mastery" ma non solo quello
SCALES! il nuovo libro di Begotti e Fazari
Chords! Tutto quello che devi sapere e anche di più
Chords! è qui: il manuale degli accordi di Begotti-Fazari
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964