CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Bellissima o bruttissima?
di [user #116] - pubblicato il

La Zoot Suit ha un nuovo tipo di corpo, costruito in diversi strati di betulla di circa 2 mm di spessore tinti con diversi colori, quindi pressati e incollati con una colla speciale a vita lunghissima, a formare un blocco solido di legno. Non c'è vernice se non un sottile strato satinato di trasparente alla nitro.
chitarre elettriche
Link utili
Il sondaggio
La Gibson Zoot Suit

Nascondi commenti     105
Loggati per commentare

Pollice verso
di jebstuart [user #19455]
commento del 03/08/2009 ore 14:3
Per la verità è di una bruttezza cosmica ...
Rispondi
Re: Pollice verso
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 13:2
Mi dà la sensazione di un prodotto realizzato a traforo :-)
Rispondi
Re: Pollice verso
di lorenzof [user #17952]
commento del 20/10/2009 ore 15:1
:-) Pare un lecalecca di quelli che fanno venire la nausea solo a guardarli. Chissà quando cominciano a scollarsi gli strati che simpatia che è! Sembrerà d'avere in mano una Gabriella al primo morso.
Rispondi
interessante
di raw utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 14:4
Per me, innanzitutto, è sempre benvenuta ogni novità, anche se poi ogni novità musicale stessa va sempre esaminata nel suo cuore e cioè il Suono. Leggo nel sito che costa 2000 Dollari. Scusate l'antipatico sospetto ma non sono tanti pezzi di legno incollati fino a formare il disegno del corpo di una SG ? La quantità di colla presente su questo strumento, a quanto pare, dovrebbe essere abbastanza vicina a quella di legno usato, o no ? Comunque, se è vero che uno strumento come la chitarra elettrica, piu' rigido è nella sua costruzione e piu' le corde vibrano liberamente, allora in questa chitarra ci dovrebbe essere il trionfo del sustain. Mi piacerebbe molto provarla e non mi sorprenderei affatto se suonasse bene. La cosa che però trovo abbastanza come una presa in giro è la finitura alla nitrocellulosa che la Factory descrive. Ma per cosa, per consentire al legno di vibrare meglio e non creare l'effetto guanto delle vernici al poliestere ?
Rispondi
Re: interessante
di PierluigiMaisto utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 14:5
La nitro che traspira serve per far seccare meglio la colla :D
Rispondi
Re: interessante
di Cecce utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 15:0
Il prezzo è eccessivo secondo me, è sicuramente da provare, fa piacere sapere che ogni tanto cercano di fare qualcosa di nuovo oltre al mettere i corpi sotto sopra :P (vedi la ReverseFlyingV).
Rispondi
una bella chitarra,
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 03/08/2009 ore 15:1
una bella chitarra, ma niente di miracoloso o incredibile, semplicemente una di quelle chitarre curiose che si vedono di tanto in tanto
Rispondi
Se devo dire la verità...
di Flood_92 [user #18584]
commento del 03/08/2009 ore 15:1
fa proprio schifo, sarà una cosa passeggiera. (parere personale)
Rispondi
mi sa che il costrut
di Lisso92 utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 15:2
mi sa che il costruttore si è fatto un bel "viaggetto" con qulache sostanza strana, mi fa tanto psichedelia...XD comunque è interessante ma non così tanto per giustificare 2000 euri!!
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di Zangolaccio utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 16:2
La chitarra non costa 2000€ ma 2000$ (cioè 1400€ circa) ed è un prezzo di listino. Una LP standard di listino costa 3450$ cioè 2400€ circa, ma sappiamo bene che nei negoi in italia si trova a 1500/1700€. Se i rapporti vengono mantenuti (ma non è detto) questa SG dovrebbe costare circa 930€ che non sono pochi ma sono (credo) accettabili.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di Lisso92 utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 17:0
cavolo,ho letto 2000 e subito il mio cervello ha aggiunto euro, così a caso!!! grazie per la correzione. ciao
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di SteveRV [user #14271]
commento del 03/08/2009 ore 19:1
nella distribuzione europea difficilemente i rapporti vengono mantenuti, per esempio una fender USA std costa 1000$ in america e 1000euro in italia ;-)
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di Zangolaccio utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 08:0
Si ma in questo caso stai confrontando 2 marche diverse che hanno distribuzioni diverse. Se ho capito bene Fender è "importata" in europa (da Mogar) mentre Gibson è "distribuita" (direttamente da Gibson). La cosa può fare una grandissima differenza sul prezzo! E comunque dubito che vedremo tale chitarra a 2000€ in italia in quanto ormai si sa che i prezzi di listino del sito Gibson (anche se non capisco perchè) sono parecchio gonfiati.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di alberto biraghi [user #3]
commento del 04/08/2009 ore 08:5
Fender non è distribuita in Italia da Mogar, ma da Casale Bauer. La conversione del prezzo dollari=euro purtroppo è una piaga dell'importazione in Italia (dove peraltro le tasse massacrano queste iniziative). Non voglio giustificare i costi dei prodotti distribuiti da Bauer, che certo non spicca per margini contenuti, ma per onestà intellettuale bisogna dire che accade lo stesso in un sacco di altri ambiti. Per esempio i computer: gli Apple costano esattamente la stessa cifra: in USA in dolalri, qui in Euro (si verifica facilmente sul sito), ovvero il 25% in più. D'altra parte le tasse fanno un bel danno, in USA se vendi per corrispondenza fuori dallo stato non paghi l'imposta di valore aggiunto, peraltro variabile da stato a stato, ma sempre inferiore all'IVA, che da noi ti colpisce puntuale come la morte, comprese appunto le sepolture.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di Zangolaccio utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 10:0
Ma si, Casale Bauer!!! "Piccolo" lapsus, chiedo scusa ;-) Concordo con te, il motivo di tale rapporto tra i prezzi americani e quelli italiani è sicuramente da cercare nell'intricato (almeno per me) sistema di tassazione delle merci importate. Però Gibson riesce comunque a vendere con uno scarto minore tra prezzo americano e prezzo italiano, e questo , visti i commenti di tantissimi utenti riguardo il prezzo di un LP standard a 1600€, credo gli faccai solo onore.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di alberto biraghi [user #3]
commento del 04/08/2009 ore 11:4
Gibson è un'azienda con un signore e padrone (illuminato), Henry Juszkiewicz, il che comporta vantaggi e svantaggi. Uno dei vantaggi è che decide lui e - se il mercato lo richiede - ribalta il sistema di distribuzione per trasformarlo in un meccanismo moderno ed efficiente. Fender Musical Instruments è un'idra con molte teste, costantemente in conflitto tra loro. A un marketing poderoso e innovativo si contappone un meccanismo distributivo faraginoso. A questo unisci la tradizionale inaffidabilità italiana nei pagamenti, che induce molte aziende americane - tra cui Fender - a preferire partner un po' polverosi ma economicamente affidabili.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di Zangolaccio utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 12:1
Spiegazione da 10 e lode Alberto! Non ho assolutamente niente da aggiungere. Non resta che stare a vedere a quanto il signore e padrone illuminato intende vendere questa SG in italia ;-)
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 13:3
Hai pienamente ragione, ma il dubbio che nutro seriamente è che mi pare che questa farraginosità sia piuttosto a proprio agio qui in Italia. Magari mi sbaglio....
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 13:3
Io ho anche l'impressione che il mercato italiano sia piuttosto speculatorio, con evidente riferimento alla distribuzione.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di alberto biraghi [user #3]
commento del 04/08/2009 ore 14:1
Non credo di poter essere accusato di eccessiva tenerezza nei confronti dei distributori, ma non si può non considerare che in Italia la pressione fiscale è di gran lunga la più alta nel mondo occidentale, per non parlare delle complicazioni burocratiche che impongono costi aggiuntivi esorbitanti. Trascuriamo Fender, che è in mano a un distributore economicamente serio e affidabile, ma casereccio e abituato a vivere di rendita, pensiamo a uno dei più importanti e seri distributori nel nostro Paese, Apple Italia. Loro avrebbero tutto l'interesse a vendere a cifre più basse, hanno bisogno di fare numeri e conquistare quote di mercato. Tanta gente avrebbe già comprato un Air a prezzo americano, ma a prezzo italiano lo lascia lì e questo per Apple è un danno. Se non abbassano è perché non hanno spazio di manovra. Credo che con gli strumenti sia un po' lo stesso e usare termini aggressivi come "speculazione" senza conoscere le dinamiche non è un buon modo per migliorare la situazione. Che negli anni pre-Internet qualcuno ci marciasse è un dato di fatto, chi ricorda Nashville con l'articolo sulla Carvin da sette milioni in Italia e 900 dollari in USA? E le prime Fender Reissue a 2,7 milioni in italia e 600 dollari in USA? Oggi questo non è più possibile, basta un giro sueBay e la speculazione crolla.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 14:5
Può darsi, ma mi permetto di nutrire dubbi sulla serietà di molti distributori (non tutti,per carità). Che la pressione fiscale in Italia sia "pressante", sono d'accordo, ma che il popolo italiano (od italiota, se si preferisce) sia "troppo furbo" è vero. Senza polemica alcuna,ovviamente :-)
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di alberto biraghi [user #3]
commento del 04/08/2009 ore 15:1
Scusa se insisto, ma io trovo questo modo di partecipare poco costruttivo. Dunque tu dici di "nutrire dubbi" sulla serietà di alcuni distributori. Innanzitutto sei passato da "speculazione" a "poca serietà", che sono temi molto diversi. Poi, dopo aver definito "poco seri" alcuni, senza citarli e senza dire in base a cosa tu lo dici, avverti di non voler "fare polemica". Le parole hanno ancora un significato? Allora devono essere usate con giudizio, per difendersi o per contrattaccare, se caso, ma non per sparare a caso nel mucchio, senza neanche dire a chi, né perché. Che senso ha un'accusa come la tua? A chi giova?
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di ericplace [user #10761]
commento del 06/08/2009 ore 11:5
mi trovi completamente d'accordo. hai illustrato la situazione in maniera ineccepibile, anzi alcuni distributori sono parecchio in crisi, credo che il sistema di importazione e vendita all'ingrosso come lo conosciamo non durerà ancora per tanto, ma evolverà verso qualcosa di diverso. non so ancora cosa però ;) certo è che molti marchi (electro harmonix per citarne uno) consentono a chiunque abbia un po' di budget di importare per conto proprio i pedali, e questo è il motivo per cui in giro si trovano prezzi tanto diverso per lo stesso pedale. altri (tipo warmoth) vendono direttamente online e non fanno sconti quantità, a meno di quantita smodate, il che, di fatto, fa diventare improponibile importare il marchio, il privato se lo compra direttamente da warmoth. questo, se da un lato abbatte i costi, perchè diminuisce i passaggi (nel primo caso, io negozio mi faccio la scorta una volta ogni sei mesi e ottengo un prezzo per forza di cose minore che dal grossista che importa - nel secondo caso, io privato, elimino distributore e negoziante nella catena) dall'altro lato crea, almeno in questa fase, un po' di problemi, ad esempio: il fal valere le garanzie dei prodotti; la possibilità di provare e scegliere e "toccare con mano" prima dell'acquisto; la possibilità per i negozi di avere l'importatore che lo tiene aggiornato delle novità si sobbarca le assistenze, si occupa di impegnare il capitale per fare i numeri necessari ad avere il prezzo; la possibilità per il produttore di avere il distributore che si becca gli insoluti al posto suo; tutte cose che però hanno un costo.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di maxguitarmurphy [user #20111]
commento del 04/08/2009 ore 15:1
Capisco il punto, ma per essere precisi i computer della apple non costano la stessa cifra sui due siti, il prezzo in dollari è comunque sempre un po' più alto (ma facendo la conversione viene comunque più conveniente comprarli in Usa piuttosto che qui in Italia). C'è da dire poi che comprare Gibson in Italia o in Usa ormai è quasi lo stesso mentre comprare Fender in Italia costa molto di più: quali siano i motivi non mi interessa particolarmente, il risultato però è piuttosto chiaro.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 13:3
Comunque il "viaggetto" citato da Lisso mi sa che il produttore se l'è fatto davvero, soprattutto per la cifra da spendere per questo strumento "plywood". E' vero che sicuramente la manodopera ci sta, ma 1400 eurozzi per 'sta roba qua mi paiono davvero troppi...con rispetto parlando,ovviamente. Il paragone probabilmente è improprio, ma una Danelectro, realizzata in masonite non arriva a questi prezzi esagerati, pur trattandosi di strumenti relizzati sì in Oriente, ma che si fregiano di un marchio prestigioso, bene o male.
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di Zangolaccio utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 13:5
Beh io non so se costa 1400€, ho solo fatto il cambio $/€. Resta il fatto che come sempre sarà il mercato a decidere se vale il prezzo che costa, non una discussione tra noi 2. Danelectro ha un fantastico rapporto qualità prezzo e un suono molto riconoscibile dalla sua parte. Questa SG ha un look particolare e (probabilmente) una tiratura limitata. Entrambe hanno una "bella" scritta sulla paletta e un metodo/materiali di costruzione non proprio eccelso. Alla fine hanno entrambe pregi e difetti. PS: se proprio vuoi saperlo credo che questa chitarra finirà nel dimenticatoio, ma credo anche che sia bella (IMHO) e che se non avessi alcun problema finiziario un pensiero ce lo farei perchè, dimenticatoio a meno, se mi piace... mi piace! ;-)
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 14:4
Sinceramente piace anche a me, esteticamente parlando, ed anch'io come te penso che questa chitarra cadrà nell'oblio. Poi, si sa, la vita è strana...magari provo questo strumento e me ne innamoro :-) .....e magari me lo porto pure a casa :-)))
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di Zangolaccio utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 16:1
"e magari me lo porto pure a casa" Io te lo auguro di tutto cuore! Anche perchè avere chitarre "famose" è bello (o almeno a me piace) ma avere chitarre dimenticate che ci fanno impazzire è meglio ;-)
Rispondi
Re: mi sa che il costrut
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 16:2
Il problema è che non ho la grana per portarmi a casa questa chitarra :-) Sarà per la prossima volta :-)))
Rispondi
che tristezza!!!
di angelo2 [user #15350]
commento del 03/08/2009 ore 15:2
Come si dice, non le fanno più come una volta! E' chiaramente un sintomo di mancanza di idee (e probabilmente di vendite). Ma a chi sarà mai rivolto un attrezzo del genere? Io ho una SG ma del 68 e mai e poi mai la cambierei con nessun'altra simil-SG come questa. Commento? Inutile tammarrata!!!
Rispondi
Secondo me
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 03/08/2009 ore 15:3
sembra un enorme lecca lecca... mi fa venire in mente mr. Chuck!
Rispondi
Re: Secondo me
di Cukoo [user #17731]
commento del 03/08/2009 ore 15:4
Giudizio definitivo.
Rispondi
che schifezz!
di Nevskji utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 16:1
però la versione rossonera mi intriga un bel po', devo ammettere....
Rispondi
se...
di Flood_92 [user #18584]
commento del 03/08/2009 ore 16:1
la facevano viola con fiorellini gialli e azzurri forse ci avrei fatto un pensierino...peccato.
Rispondi
Magari sbaglio che l
di Zangolaccio utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 16:1
Magari sbaglio che lui avrebbe apprezzato vai al link Io intanto apprezzo! ;-)
Rispondi
Re: Magari sbaglio che l
di lorenzof [user #17952]
commento del 20/10/2009 ore 15:2
Visto com'è vestito, la chitarra è la parte migliore, e serve peraltro a non schifarsi troppo della camicia. Come dire, effetto contesto ;-)
Rispondi
Re: Magari sbaglio che l
di Zangolaccio utente non più registrato
commento del 20/10/2009 ore 15:4
Oh, ho visto la notifica di "risposta ad un tuo commento" ho cliccato e ho visto questo e mi son detto "ma sta roba qui quando c***o l'ho scritta???" Mi ero già dimenticato di quest'articolo... ;-))) Diciamo che la chitarra era perfettamente abbinata al vestiario, quindi li definirei a dir poco stravaganti entrambi, però non mi dilungherei troppo in commenti: i miei futuri figli potrebbero dire la stessa cosa di me vedendo le mie foto dei '90 :-))))))
Rispondi
l'originalità da fi
di max64max [user #20205]
commento del 03/08/2009 ore 16:2
l'originalità da figlio dei fiori è indiscutibile, suppongo che ne confezioneranno poche, considerando anche il prezzo... se avessero verniciato una tavola decente probabilmente sarebbe costata più di 2000 dollari, probabilmente avrebbe suonato...per chi la comprerà la speculazione nel tempo è quasi assicurata, che suoni bene... non so, mi grondano dubbi da tutte le orecchie, per la legge che...: i pickup suonano quello che il legno lascia passare, il tal legno toglie la tal frequenza di conseguenza avremo il tal suono... quà mi sembra che col togliere frequenze abbiano "forse" esagerato. ma "forse" la colla è speciale, molto speciale, nell'era che siamo... saluti a tutti
Rispondi
innovazione estetica!
di Joey K. [user #11987]
commento del 03/08/2009 ore 16:3
Per me, dal punto di vista estetico, è geniale!!! A prescindere dal fatto che possa essere ritenuta pacchiana o stupenda, oggettivamente (ribadisco, dal punto di vista estetico) è un'innovazione geniale punto e basta!!
Rispondi
Avessi i soldi...
di Tittadigirolamo [user #19996]
commento del 03/08/2009 ore 16:5
...me la comprerei subito. Certo, bisogna vedere come suona. Però (de gustibus) il look per me è da paura.
Rispondi
UN LECCALECCA!!!
di dirtyblackhole [user #16737]
commento del 03/08/2009 ore 16:5
a guardarla in foto sembra un leccalecca! fantastica questa multicolor!!!
Rispondi
BRUTTA BRUTTA BRUTTA !!!!
di sundayplayer [user #13160]
commento del 03/08/2009 ore 16:5
Per me è totalmente inguardabile... la proverei per vedere (cioè, per sentire) se esiste qualche giustificazione sonora a un'aspetto del genere (nel qual caso ben venga, basta riverniciarla.. ;oP ). Però ha un'aria da brutto film dell'orrore.
Rispondi
...
di PietroMust [user #3859]
commento del 03/08/2009 ore 17:0
la imbraccerei solo se avesse il suono dei miei sogni!!!!
Rispondi
E' uno scherzo.
di Audiofilox [user #11909]
commento del 03/08/2009 ore 17:0
Non esiste
Rispondi
Quando lavoravo in f
di ilcecca [user #12674]
commento del 03/08/2009 ore 17:1
Quando lavoravo in falegnameria, di multistrato di betulla ne verniciavo dalla mattina alla sera, e non mi sembra proprio che costasse 2000 dollari. Ad essere sinceri, mi sembra un pò una presa in giro. Saluti.
Rispondi
io con una cosa cos
di feloi [user #14193]
commento del 03/08/2009 ore 17:2
io con una cosa così ci suonerei... del resto ora vado in giro con il relitto di una ibanez completamente scartavetrato e modato e chi la prova dice che è molto confortevole da suonare
Rispondi
Come ho già avuto m
di Oliver [user #910]
commento del 03/08/2009 ore 17:3
Come ho già avuto modo di dire al proposito, il fatto notevole è che in questo caso assistiamo al trionfo del marketing: sono state usate 26 parole per non dire "multistrato colorato". Tanto di cappello al copywriter :) Il giudizio estetico è soggettivo, personalmente non la comprerei, ma chi ama la psichedelia potrebbe morirci dietro, quindi lascio il verdetto al mercato (anche se penso che non diventerà proprio un classico...)
Rispondi
mmmm......
di cortomaltese utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 17:4
....mmmm....a prima vista mi sembrava uno zerbino...no.... un cuscino della nonna fatto a maglia che stava sopra quei vecchi divani....poi.... mi sono accorto che era una chitarra. Sicuramente devo cambiarmi gli occhiali.
Rispondi
...la black&natural
di ElMes [user #12892]
commento del 03/08/2009 ore 18:0
...la black&natural è stupenda. per me!! ma 2000$ noooooo.... mi prenderò la copia epiphone quando uscirà..tanto a legni non credo ci sarà stà gran differenza:)
Rispondi
adoro la psichedelia
di Dirty_Rocker [user #18531]
commento del 03/08/2009 ore 18:0
adoro la psichedelia e la comprerei subito se potessi... certo costa davvero troppo per del multistrato colorato. chissà come suona,però
Rispondi
troppa colla = poco suono
di bernablues [user #16917]
commento del 03/08/2009 ore 18:2
La colla non ha le stesse caratteristiche acustiche del legno....ed in genere serve a giuntare le parti di una chitarra, e non a fare parte integrante di un body, in cui il suono deve essere enfatizzato.......per cui fate voi!
Rispondi
Re: troppa colla = poco suono
di Joey K. [user #11987]
commento del 03/08/2009 ore 21:2
beh magari la colla risuona in maniera diversa e questa chitarra ha un suono unico... chissà come suonerebbe una chitarra interamente in colla! :) (ok, è esclusivamente una provocazione :P)
Rispondi
Mah !
di Steve66 utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 19:3
Non so come stia la Gibson a vendite, certo che arrivare a una fetecchia simile...
Rispondi
Meglio il Ripper II
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 03/08/2009 ore 19:3
vai al link
Rispondi
Non ha senso
di kfd [user #1076]
commento del 03/08/2009 ore 20:1
Questo strumento non ha senso... al di là dell'estetica, che può piacere o meno, che senso ha uno strumento in multistrato che costa 1.999 dollari?
Rispondi
Re: Non ha senso
di Tark utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 22:5
Straquoto... questa cosa mi riporta alla mente "merda d'artista" di piero manzoni
Rispondi
Re: Non ha senso
di Joey K. [user #11987]
commento del 04/08/2009 ore 13:1
[OT] Beh la "merda d'artista" è geniale! Così come la "fontana" di Duchamp! Sono opere d'arte, non erano certo destinate al commercio! Il loro valore risiede esclusivamente nel concetto preposto alla loro creazione [fine OT]
Rispondi
:D
di slowfingers utente non più registrato
commento del 03/08/2009 ore 20:2
Mi sembra un leccalecca...tuttifrutti. :D
Rispondi
secondo me è un lecca lecca
di jeffbuckley [user #8605]
commento del 03/08/2009 ore 22:4
il bello , dato che è un lecca lecca , che rimane attaccata al proprio corpo senza l'uso della tracolla!!a fine concerto ti rimane il manico in liquirizia da rosicchiare con la band!!!
Rispondi
Orribilmente bella.
di CHARLIE [user #1047]
commento del 03/08/2009 ore 22:5
Il fascino che solo l'orrido ha. Ne prenderei 3.
Rispondi
La versione rossoner
di Girex [user #19669]
commento del 03/08/2009 ore 22:5
La versione rossonera è semplicemente stupenda. Quando domani farò sei al superenalotto sarà mia! :D
Rispondi
Che ve devo dì...a
di sepp [user #10489]
commento del 03/08/2009 ore 23:2
Che ve devo dì...a me non dispiace affatto, soprattutto le 3 black &. Domanda: ma sono commestibili !!!
Rispondi
Allegra!
di Maieutica [user #3754]
commento del 04/08/2009 ore 00:0
Mi piace, sia come fantasia psichedelica che come è stata ottenuta. Una sperimentazione curiosa, chissà come suona! Mille volte più originale di una reverse flying V.
Rispondi
La fantasia dei colo
di davide_mosca [user #17647]
commento del 04/08/2009 ore 00:4
La fantasia dei colori un pò psichedelica la rende originale e particolare, ma secondo me è una delle tante chitarre che propio per questo durano si e no un anno.Per gli amanti di questi vestiti particolari è un capolavoro, per parte del resto legna da ardere.
Rispondi
Rivendico il copyright!
di Ozkar [user #777]
commento del 04/08/2009 ore 01:5
La discussione su questa chitarra è partita sul mio diario! Controllare per credere... e sul mio diario si sono concentrati tutti gli estimatori (me compreso!)... Oh, dite quello che vi pare, ma per me è una chitarra fighissima, soprattutto la Rainbow, per chi ha nel cuore l'estetica anni '60 e la Woodstock culture, ma anche i Cream, per dire. L'idea del multistrato sagomato è ottima, se influisce sul suono secondo me è un problema relativo perché non è certo una chitarra che uno si compra per il suono, ma per il look. E da quel punto di vista vince e stravince. Duemila dollari di listino sono tantini, però se a conti fatti arrivi a uno street price di 1000 euro, lo sfizio può anche valerlo. In fondo ti porti comunque a casa una Sg (con ottimi pick-up). E' il principio per cui mi comprerei una Flying V: che ce fai? Niente di particolare, ma è tanto figa...
Rispondi
bella.. ma era megl
di yasodanandana [user #699]
commento del 04/08/2009 ore 08:2
bella.. ma era meglio una paletta tradizionale tutta nera.. da estimatore delle danelectro non concordo con chi ha deciso che suona male perche' il corpo e' realizzato in modo non convenzionale.. io aspetterei a sentirla.. prezzo per me esagerato.. visto che tutto sommato la fanno a forza di scarti.. o no??
Rispondi
Re: bella.. ma era megl
di PierluigiMaisto utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 11:2
In effetti tra la masonite e la betulla siamo lì..solo che danelectro propone uno strumento nato così,da sempre,ad un prezzo mooolto più accessibile,mentre gibson si scontra con la sua clientela abituale avvezza a binding,controbinding,nitro,legni strapregiati e così via..è una gibson per non gibsoniani,poco ma sicuro :)
Rispondi
Re: bella.. ma era megl
di yasodanandana [user #699]
commento del 04/08/2009 ore 11:2
concordo con te sul prezzo... nel senso che anche se questa soluzione offrisse un suono uguale o meglio di quello dei legni "fighetti", in ogni caso un prezzo economico sarebbe piu' appropriato.....
Rispondi
Re: bella.. ma era megl
di PierluigiMaisto utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 11:3
A trecento euro come una danelectro la prenderei sicuro,anche solo per piazzarla in camera come oggetto di arredamento,se suonasse sarebbe davvero un piacevole surplus..ma anche considerando il prezzo di listino,che non è mai veritiero,questa SG dovrebbe costare un migliaio di euro..e per una costruzione simil-Ikea chiunque,anche se attratto dal look,aggiungerebbe qualche altro spicciolo e prenderebbe una standard,che è sinonimo di affidabilità (e rivendibilità) sul lungo periodo.
Rispondi
Re: bella.. ma era megl
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 14:5
concordo pienamente
Rispondi
Pittoresca...
di Strato2006 [user #13781]
commento del 04/08/2009 ore 09:3
...lo è di sicuro. Però tutti quei pezzi di legno incollati... mah, l'unica sarebbe provarla, per sentire come suona. Comunque troppi colori, fa un po' troppo carnevale per i miei gusti, a me non piace. ;)
Rispondi
Eric Fool Guitar
di bluesmanpie [user #9398]
commento del 04/08/2009 ore 10:1
Ricorda proprio la Fool Guitar di Clapton. Il look è bello, ma solo per la versione rainbow e red&blue. Poi, di chitarre belle ce ne sono tante, che suonano bene un po' meno... PIE www.provaciancorasam.ilcannocchiale.it
Rispondi
Betulla
di Cukoo [user #17731]
commento del 04/08/2009 ore 11:1
Amo la betulla. Penso che per questa chitarra Gibson avrebbe dovuto optare per la rete di distribuzione Ikea e proporre il prodotto in scatola di montaggio (con 2 viti e un PU in eccesso, secondo la policy Ikea, e in omaggio un poster con un quadro a piacere di Andy Warhol).
Rispondi
a sto punto un commento lo devo lasciare anch'io!!!
di lollofunky [user #15563]
commento del 04/08/2009 ore 12:4
e io dico che alcuni mix di colori non son male, esteticamente parlando, la rainbow e' un po troppo....chissa quando prima che le vedremo in qualche video musicale....o telefilm.....
Rispondi
Magari sto bestemmiando :-)
di goldenstrato utente non più registrato
commento del 04/08/2009 ore 13:2
E' probabile che stia dicendo un'asinata con la "a" maiuscola, ma è possibile che i pickup possano essere stati ottimizzati (progettazione e costruzione) per essere implementati in questa chitarra modello "wood & glue"? Accetto bastonate :-) (mi levo gli occhiali,prima)
Rispondi
Mi piace
di docstrange [user #19926]
commento del 04/08/2009 ore 14:1
Sinceramente mi piace molto! Anni 70 e psichedelia.... Sicuramente suona anche bene...per farsi notare è perfetta.
Rispondi
Boh...?
di micheled [user #18687]
commento del 04/08/2009 ore 14:4
Non mi intendo molto di elettriche, ma la comprerei solo come 4 o 5 chitarra. Quindi praticamente mai
Rispondi
Almeno Gibson cerca di cavalcare la via dell'innovazione
di odontoyug [user #1201]
commento del 04/08/2009 ore 17:4
Personalmente non riesco ad apprezzarla ma bisogna dare atto alla Gibson di essere l'unica industria che spende soldi in ricerca pur non dimenticando la tradizione. In casa Gibson infatti convivono prodotti per tutti i gusti, dalla ultratecnologica Darkfire alle pesantissime Traditional.... In ogni caso lo stregone che è in me mi suggerisce che queste chitarre non avranno un futuro molto roseo sia perchè la fetta dei tradizionalisti è predominante che perchè i non tradizionalisti cercano la novità ma poi sbavano dietro ad una Vintage!. A proposito di innovazioni che dovevano cambiare il mondo della liuteria... ma chi di voi si ricorda delle ANDREAS guitar con ila tastiera i alluminio?!?
Rispondi
:)
di Mawo [user #4839]
commento del 04/08/2009 ore 18:2
Mi piace molto
Rispondi
vorrei
di ZZRicky [user #15733]
commento del 04/08/2009 ore 22:3
vorrei vedere chi di voi avrebbe il coraggio di usare la rainbow in un live davanti a molte persone :D a me non piace, alcune colorazioni sono carine e sono curioso di sapere come suonano tutte quelle betulline affettate e incollate insieme *.* però mi sembra un'altra trovata commerciale (i PU (s)coperti sono inguardabili)
Rispondi
Re: vorrei
di yasodanandana [user #699]
commento del 05/08/2009 ore 03:3
==vorrei vedere chi di voi avrebbe il coraggio di usare la rainbow in un live davanti a molte persone :D== io
Rispondi
Re: vorrei
di ericplace [user #10761]
commento del 06/08/2009 ore 11:3
io pure :)
Rispondi
la trovo poco gibson
di T610 [user #6089]
commento del 05/08/2009 ore 14:2
la trovo poco gibson e molto charles manson, l'ha disegnata lui, è uscito di galera e l'hanno assunto alla gibson per caso? est horribilis...
Rispondi
mah
di ilcapo1 [user #18808]
commento del 05/08/2009 ore 16:3
sembra un chupa chupa.
Rispondi
A me piace.
di bill1975 utente non più registrato
commento del 06/08/2009 ore 04:5
Esteticamente mi sembrano molto carine queste SG, non ne ho mai posseduta una e forse non ho neanche mai provato una diavoletto...però non è detto che in futuro possa prenderne una!!!!!!!! COME SUONA??? Io credo che il suono sia tutto nelle nostre mani e ancor prima nella nostra testa, per me lo strumento resta soltanto un attrezzo da lavoro, se è ben regolato servirà al nostro scopo.
Rispondi
Re: A me piace.
di yasodanandana [user #699]
commento del 06/08/2009 ore 11:0
==Io credo che il suono sia tutto nelle nostre mani == no, sta anche nella chitarra, prova a suonare "smocondeuater" o "lauranonce''" muovendo le mani in aria... :-) per dire che si possono dire tante cose, ma non si puo' sminuire completamente la necessita', per suonare bene, di uno strumento che suoni bene
Rispondi
Re: A me piace.
di bill1975 utente non più registrato
commento del 06/08/2009 ore 15:1
==Io credo che il suono sia tutto nelle nostre mani == Credo fermamente in quanto ho precedentemente affermato. HO SPESO UNA FORTUNA in chitarre di vario tipo, in 20 anni di teoria e pratica...alcune le ho rivendute, molte le possiedo ancora...la differenza tra una chitarra buona e una cinese da quattro soldi la sento...devo faticare di più con la cinese x tirare fuori i suoni che voglio magari regolando diversamente i toni e i level di qualche pedale o gliu stessi pots sullo strumento...ma alla fine il "mestiere" a mio avviso sta pure in saper fare queste cose e ti assicuro questo l'ho imparato da chi suona per davvero...ho visto persone fare musica con una epiphone les paul e un laney lc 30 cose che a momenti neanche Gary Moore con la Gibson del '59 e un muro Marshall...bè da quel giorno ho smesso di sognare chitarre impossibili e mi sono rimboccato le maniche!!!!
Rispondi
Re: A me piace.
di yasodanandana [user #699]
commento del 06/08/2009 ore 16:0
si.. se uno non sa suonare, ovvero non sa sfruttare il suo strumento in modo creativo e artistico (per quanto cio' stia nel regno dell'opinabile), non si esprime nemmeno se ha una strumentazione da mille e una notte.. ma il vero artista che magari lo batte anche se imbraccia un manico di scopa, in presenza di una strumentazione bella, espressiva, evoluta, congeniale... si esprime ancora meglio.... semmai si puo' dire che e' tutto soggettivo.. io mi sento a casa con una danelectro da 300 euro e non con un les paul stracostoso, ma ci sono di fatto strumenti che mi fanno esprimere meglio.. e altri che mi ostacolano leggermente... ed e' cosi' anche per i grandi....
Rispondi
Re: A me piace.
di bill1975 utente non più registrato
commento del 06/08/2009 ore 17:5
Bè si', adesso concordo...del resto è normale desiderare uno strumento di buona fattura una volta affinate le proprie qualità... Io stesso appena ho potuto permettermi qualcosa di più costoso...ho fatto i miei investimenti e al contrario mi tocca vedere il mio ex maestro (che vive SOLO con la musica) armeggiare con grazia e incredibile padronanza quella vecchia strato made in Japan che sembrava un relitto già vent'anni fà...in mano a lui però suona eccome!!!!!
Rispondi
Re: A me piace.
di riot75 [user #14040]
commento del 07/08/2009 ore 10:4
Secondo me non è una questione solo di costoso o meno, è una questione di compatibilità fra strumento e musicista, una strato giapponese non è necessariamente "peggio", magari è solo "diversa" e quindi più adatta ad uno e meno ad un altro. Io direi che oltre la soglia della decenza (strumenti che restano accordati, che non hanno il manico che si deforma, che non hanno problemi elettrici ecc...) una chitarra è diversa da un'altra, non è migliore o peggiore. Però come è vero che "il suono è nelle mani" è anche vero che le mani hanno bisogno di uno strumento adatto, o l'orecchio ha bisogno di sentire certi suoni e certe reazioni, per cui io ad esempio trovo comodissimi e velocissimi gli strumenti a scala corta e/o con corde sottili e/o tasti jumbo, ma in mano mia sono abbastanza inespressivi, perchè sono abituato a scala lunga, corde medie e tastini sottili e bassissimi, che al contrario mi soddisfano come suono ma trovo faticosi; questo discorso incasinato per dire che a parità di mani io dovessi registrare o suonare per un paio d'ore musica mia userei la mia squierfrankenstain, ma se dovessi per lavoro o diletto accompagnare a lungo e con una certa versatilità mi procurerei una "gibsonoide" o una superstrat con le corde sottili e i tastoni, ossia il suono è nella mani (o meglio nella testa) ma per tirarlo fuori servono strumenti adatti.
Rispondi
Re: A me piace.
di bill1975 utente non più registrato
commento del 07/08/2009 ore 15:2
"Secondo me non è una questione solo di costoso o meno" Hai ragione...la qualità di uno strumento non la stabilisce solo il prezzo...tuttavia se si scelgono marchi noti...i prezzi sono quelli che sono!!!
Rispondi
Mi piace
di Giuseppe Mazzola [user #90]
commento del 06/08/2009 ore 11:3
Non fosse altro perché - "a pelle" - mi ricorda sia la stratocaster "Rocky" di Gerge Harrison che la SG "The Fool" di Eric Clapton. Poi, certamente, bisogna "sentirla" e suonarla. Giuseppe Mazzola
Rispondi
Esteticamente è bel
di Ji_ji [user #17545]
commento del 06/08/2009 ore 11:4
Esteticamente è bellissima ed originale. Sul prezzo, a parte il brand: ha comunque una lavorazione complessa, che compensa in parte il risparmio sul materiale. Questi sono i prezzi Gibson, chi non apprezza può rivolgersi a chitarre di analogo valore ma prezzo inferiore, come al solito. Sul suono: i manici vengono incollati, le neck through sono fatte di sandwich di legni diversi, le casse degli altoparlanti sono fatte di multistrato. Se il lavoro è fatto a regola d'arte, perché dovrebbe suonare male?
Rispondi
a me, me piace! ovv
di ericplace [user #10761]
commento del 06/08/2009 ore 11:5
a me, me piace! ovvio bisogna sentirla e vedere il prezzo ecc ecc ecc. ma trovo che i chitarristi siano una razza strana, ci lamentiamo che in 50 anni non ci sono state mai innovazioni e bla bla bla, e poi ogni volta che un brand esce con una novità vai di mazzate ( in questo caso la novità è estetica ma anche concettuale, nel senso che non è il solito multistrato delle chitarrine economiche, in piu' secondo me il manico realizzato così ha una rigidità pazzesca che fa suonare la chitarra parecchio, però è un'opinione)
Rispondi
intrigante
di biggilmo [user #4287]
commento del 07/08/2009 ore 13:5
E' così tamarra da renderla intrigante; io francamente la vorrei tastare e suonare non appena possibile. E se suonasse bene?
Rispondi
Prezzo
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 07/08/2009 ore 21:2
Oltretutto, il prezzo di vendita non e' affatto quello indicato sul sito. Faccio un esempio del RIpper II: US$ 3.600 sul sito Gibson, meno di 2.000 da un famoso rivenditore online.
Rispondi
Io la trovo... psich
di NeXTWay [user #18967]
commento del 09/08/2009 ore 20:5
Io la trovo... psichedelica: mi piace molto (=
Rispondi
orrenda
di KAGYPSO [user #16853]
commento del 11/08/2009 ore 16:4
Anzi alla bolognese : orenda
Rispondi
Beh!Io ne possiedo u
di davidederosa64 [user #20297]
commento del 17/08/2009 ore 00:0
Beh!Io ne possiedo una del 63,e devo dire che è uno degli strumenti più belli che ho.E' una grande chitarra non solo per il Rock come molti sono portati a pensare.Io l'ho adoperata anche in orchestra, in stile Big Band,in situazioni Jazz e anche nel Rock Blues dove appunto si conosce abbastanza le sue possibilità.Onestamente io non sono molto portato(forse sarà l'età)per strumenti con dei fregi così sfarzosi,anche se mi ricorda un pò lo stile Psichedelico.Ho visto i Pick up e non sono certo come quelli della mia.Io non faccio molta attenzione alle schede tecniche:Che legno è e cose di questo tipo.Insomma non lo so.Bisognerebbe provarla con attenzione e trarne le conclusioni.Io penso che uno strumento e un musicista si incontrino.Nel senso che alle volte può nascere un amore anche con una tipa così.Ma in linea di massima io preferisco uscire con quelle della mia età.In linea di massima!
Rispondi
gibson=Mamma
di gilm [user #20371]
commento del 18/08/2009 ore 09:3
Care ragazze e cari ragazzi,x me,artigiano da 30 anni, non posso condividere il fatto che un qualcosa costruito x lo piu' manualmente,sia definibile "brutto", oh intendiamoci,è un po' troppo futuristica,ma allora cosa dicevano quando guardavano un dipinto di Picasso?: ,non mi chiedete ki ma qualcuno la detto.E comunque è stata ed'è la mamma di tutte le chitarre elettriche?E allora,son tutte belle le mamme del mondo, citava una canzone.W tutte le GIBSON,le MAMME, le D O N N E dle mondo sopratutto quelle BOOOne.
Rispondi
Per carnevale...
di ciun [user #15167]
commento del 26/08/2009 ore 17:0
va bene usata per suonare sui carri di carnevale! Avrà sicuramente la qualità Gibson (detto da uno che ogni volta che prende in mano la propria Les Paul dal 1990 in quà ritiene che sia un capolavoro di liuteria....), ma quando penso alla SG penso ad Angus Young indiavolato sul palco, pensate voi cosa sarebbe con quell' arnese in mano.... Può anche piacere, ma secondo me farà la fine della Jem floreale lanciata da S. Vai, passata la moda del momento poi stanca. Io sono del parere che rimanendo sul tradizionale si fa un investimento più sicuro. Quando (fra una quarantina d' anni) io ottantenne lascerò la mia LP Custom a mio figlio per suonare col suo gruppo ritengo che sarà comunque invidiato da molti e proprietario di un oggetto che non ha timore di passare di moda, neanche dal punto di vista estetico!
Rispondi
si mangia?
di alex_kidd [user #19205]
commento del 26/08/2009 ore 18:4
sembra una caramella
Rispondi
Da circo.
di killing_hand utente non più registrato
commento del 27/08/2009 ore 09:4
Sembra la chitarra di Sbirulino!
Rispondi
oddio
di ILGaLLo [user #21112]
commento del 26/10/2009 ore 16:4
esteticamente è come rosi bindi XD ma magari suona bene, la proverei volentieri, mi incuriosisce
Rispondi
io ne ho una nera e rossa e quando l'ho presa ...
di ilovegibsonsg [user #28964]
commento del 06/04/2012 ore 10:2
io ne ho una nera e rossa e quando l'ho presa ho provato anche la standard ma secondo me questa è molto meglio ( infatti l'ho comprata ) sinceramente però se ci fosse stata qulla tutta coloarata per quanto bene poteva suonare l'avrei lasciata la. perchè è orrenda....comunque quella rossa e nera è BELLISSIMA e da provare denise
Rispondi
Altro da leggere
Dave Rude ed Epiphone per una Flying V total white
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Nuovo shape single-cut da Solar Guitars
David Gilmour racconta la Black Strat
Phil Demmel mostra le sue due Fury
Cool Gear Monday: la SG Custom 1967 di Jimi Hendrix
Seguici anche su:
News
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964