CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Ma come lavorava Jimmy D'Aquisto? Rifuggiva la noia.

di [user #31] - pubblicato il

Questa mattina mi sono svegliato con l'idea balzana di fare un quadro di sintesi dell'attività del grande James L. D'Aquisto. Così ho aperto l'appendice del libro "Acquired of the angels" di Paul W. Schmidt e, carta e lapis alla mano, ho messo giù questo quadro di sintesi:

Attività a proprio nome: trent'anni, dal maggio 1965 ad aprile 1995.

Chitarre realizzate: 341 (+ 3 mandolini), di cui:

256 solid carved acoustic archtop (mag.'65 - nov'94)

3 classical cutaway (feb'83 - gen'85)

32 hollowbody electrics laminate (nov'76 - apr'95)

29 solids & hollow solids (?'76 - giu'91)

5 Centura models (dic'93 - feb'95)

16 flat-tops (giu'73-giu'83)

Ma la cosa forse più simpatica è saltata fuori calendarizzando la produzione di un anno solare, il 1983, che mostra un totale di 12 chitarre iscritte nel registro. Ecco la sequenza:

12 feb hollow electric #106

20 feb classical cw #101

02 mar hollow electric #107

03 mar flat-top "small cw" #115

28 mar solid "special curved back" #E115

29 mar New Yorker Special #1161

17 mag hollow electric #108

?? giu flat-top "Deluxe 16" #116

25 giu New Yorker Special #1163

04 lug New Yorker Special #1162

28 ago solid "new design double cw "Americus" #E116

24 dic New Yorker Special 12-strings #1164

Cosa se ne ricava? Io penso che, diversamente da quanto fanno molti, che portano avanti un certo lotto di chitarre dello stesso tipo, egli lavorasse contemporaneamente su modelli diversi, forse in base alle richieste (ma l'ipotesi contrasta con il fatto che avesse una lunga lista d'attesa) o, ipotesi che io sposo, per variare il lavoro ed evitare la noia.

Dello stesso autore
Fender contemporary mid '80.
Perché le grandi firme montano pickups che vengono poi sostituiti?
Dogal Expressive Jazz: la rinascita della Buscarino Monarch
Uno Stratodilemma.
Fender masterbuilder: mago o affabulatore?
Stratocaster anni '70: un nonsense.
Gibson 175 o non Gibson 175? Ecco il dilemma.
Ammirazione, tristezza ed un po' di paura.
Loggati per commentare

Un modo invidiabile di fuggire alla noia.
di Cukoo [user #17731]
commento del 25/09/2010 ore 17:1
Un modo invidiabile di fuggire dalla noia.
Rispondi
Io credo che creare un chitarra sia come.....
di bernablues [user #16917]
commento del 25/09/2010 ore 17:5
Fare un figlio.......e non credo che avere il clone del figlio precedente, sia molto esaltante. Fare sempre qualche cosa di nuovo è sintomo di curiosità ed intelligenza.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
“Bella Ciao” la versione di Marlene Kuntz e Skin
Framus: Idolmaker più accessibile con la serie D
Raf e Tozzi , il 30 aprile inizia il tour
Eko CS 10: una buona classica per tutte le tasche
Kleisma: piattaforma professionale per musicisti
Trasformare il nervoso in una melodia allo slide
Teoria, musica d'insieme e ascolti guidati per i batteristi
Frontiers Rock Festival VI , il 27 e 28 aprile al Live Music Club
Gli artisti devono essere inguaribili ottimisti
Millencolin due date live in Italia
Bose Professional, innovazione e tradizione a MIR 2019
Rubber Soul: combo british in scatola
Preamplificatori da sogno: Rockett Revolver
Switchblade Pro: somma, commuta, inverti con uno switch
Looperboard: loop station avanzata da HeadRush

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964