CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Mike Mangini - Rhythm Knowledge - Ritmi giugno 2011
di [user #24212] - pubblicato il

Il metodo didattico in due volumi firmato dal nuovo batterista dei Dream Theater è stato realizzato da Mangini grazie all'aiuto del suo allievo e amico Frank Dolan. Nell'intervista che segue Mike ci spiega nel dettaglio di cosa trattano i due volumi della sua "consapevolezza ritmica".
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 

Qual è la logica che sta dietro Il tuo metodo Rhythm Knowledge?
Il mio sistema è basato su ciò che Platone chiamava la forma e l’apparenza, l’essenza stessa di ogni cosa nell’universo. Io ho usato la forma di una piramide per rappresentare il corpo umano e la mente. Non è la forma migliore, ma funziona per vedere come può essere organizzato in forma gerarchica tutto ciò che un essere umano può suonare. A un livello differente, è un sistema di cambiamento comportamentale. Una volta imparato come funziona l’essere umano a livello scientifico, allora possiamo riuscire a controllare ogni nostro aspetto. Possiamo capire come il nostro cervello manda segnali ai nostri arti, trattenendo o richiamando informazioni, come impara nuove cose e tiene traccia di tutto. Il secondo volume divide tutto ciò che può essere suonato sulla batteria in cinque sistemi di base. Per ottenere il massimo è necessario combinare i diversi aspetti di ogni sistema, una strada che conduce verso infinite possibilità. Ogni lettore può inoltre costruire i propri esercizi personali combinando tutti gli elementi presentati. Come nella chimica, ci sono gli elementi: combinadoli si ottengono creazioni più grandi e più numerose. La sfida più difficile è avere a che fare con le emozioni, proprio perchè rendono molto difficile ragionare. Vedere una prospettiva di soluzione a un particolare problema aiuta a disinnescare il caos emozionale.



Cosa puoi dirmi del sistema di conteggio contenuto nel metodo?
Che funziona su due livelli. C’è una prospettiva matematica, secondo la quale tutto è basato sul linguaggio binario: on, off e a metà tra i due. Per esempio, dodici viene contato come 1+2+3+4+5+6+ e quindi ancora 1. Il + rappresenta la parola “and”. L’undici viene contato come 1+2+3+4+5+6 e poi ancora 1. La sesta nota non è raddoppiata. C’è poi una prospettiva umana, per cui si possono contare più cose alla volta ponendole su più livelli. La voce parla o sussurra, mentre la mente parla all’interno della nostra testa. Vuol dire che possiamo sentire noi stessi parlare all’interno della nostra mente, e possiamo mettere su più di una traccia quella nostra voce più interna, quella spirituale. Possiamo anche usare quella voce per contare un’altra cosa, o pensare frasi come: “Qui arriva il terzo chorus”, mentre un’altra parte può pensare per due gruppi di cinque note.

Quanto tempo ci hai messo a mettere insieme il materiale e scrivere il libro?
Mi ci sono voluti quattro anni. Non dimenticherò mai gli scambi di e-mail con il mio co-writer Frank Dolan. Gli ho chiesto se poteva prendersi un paio di settimane per controllare tutti i miei appunti e dare loro la forma di un libro. Ed è buffo pensare che solo dopo tre anni abbiamo finalmente avuto una copia da leggere. Un anno dopo eravamo quindi in grado di pubblicare autonomamente i due volumi.

Ti esercitavi in maniera specifica per testare ciò che avevi scritto?
C’erano alcune idee non pianificate in precedenza che sono state poi incluse nel libro?
Le sessioni di pratica erano il risultato di un metodo interiore. Un certo tipo di conoscenza. Da qui è venuto fuori Rhythm Knowledge. Ho cercato di capire il modo in cui sono riuscito a imparare qualcosa che prima non riuscivo a suonare. Di conseguenza, il libro inizia con alcuni esempi da suonare, delle abitudini che sono diventati i sistemi che avevo già in mente. Alla fine ho realizzato un primo libro per mettere in evidenza il modo in cui una persona può cambiare qualsiasi comportamento. Il secondo tratta invece di quello che una persona deve sapere per riuscire a suonare sulla batteria qualsiasi cosa. Parla del potere del corpo e della volontà.

Quali pensi che siano i vantaggi dell’uso del tuo metodo?
Con questo libro puoi fare progressi anche nel baseball, nel poker, e puoi imparare a non dire cose sbagliate a un’altra persona, perchè il sistema si basa sul modo di strutturare le informazioni. In ogni caso, può anche succedere che non si riesca a ricavare nulla da questo libro solamente leggendolo. Chi lo legge deve pensare in modo profondo, e quindi realizzare che può sperimentare un miglioramento della coordinazione a qualsiasi impegno fisico. Può anche utilizzarlo per organizzare gli impegni della propria vita. Rispetto al drumming, una persona può imparare a sviluppare una pulsazione interna, gestire i propri arti, creare e processare i pattern che ne risultano. Ultimamente ho elaborato alcune estensioni dei sistemi precedenti, con le quali le ho combinate e chiamate Ultimate Exercises. Ancora non sono pronto a condividerli; peraltro è necessario imparare prima i sistemi presenti nel secondo volume.

interviste mike mangini
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Corrado Rustici e Peppino D'Agostino assieme per un disco sensazionale
Marco Rissa, la sei corde dei Thegiornalisti
Piano City: la parola ai tecnici
Vince Pastano: "il suono è la chiave di tutto"
Daniele Gottardo: il controfagotto è la mia otto corde
Max Cottafavi: così provo una chitarra
Seguici anche su:
News
E' morto Andre Matos, storico vocalist degli Angra
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964