CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Liutaio estremista.

di [user #31] - pubblicato il

Così lo ha definito un mio amico che mi ha segnalato il link che vi indico qui di seguito:

http://www.teuffel.com/

Poi mi chiedeva "da purista che effetto fa".

Non vi riporto la risposta, anche se chi mi conosce per le cose che ho messo in Accordo lo potrà immaginare. Ho esordito dicendo che "non mi sarei stupito se il creatore fosse stato Guzzini". La stessa domanda la giro a voi. Penso che sia un bell'esercizio di autocoscienza: ho letto più volte che buonanima di Jimmy D'Aquisto da un certo punto in poi aveva il cruccio della clientela che limitava la sua creatività con ordini di chitarre tradizionali, "alla D'Angelico". Attendo con curiosità il vostro pensiero.

Dello stesso autore
Fender contemporary mid '80.
Perché le grandi firme montano pickups che vengono poi sostituiti?
Dogal Expressive Jazz: la rinascita della Buscarino Monarch
Uno Stratodilemma.
Fender masterbuilder: mago o affabulatore?
Stratocaster anni '70: un nonsense.
Gibson 175 o non Gibson 175? Ecco il dilemma.
Ammirazione, tristezza ed un po' di paura.
Loggati per commentare

in effetti...
di modyka [user #18956]
commento del 05/10/2011 ore 08:3
più che chitarre sembrano portafrutta....:D
Rispondi
Al di là del design curatissimo che può ...
di accademico [user #19611]
commento del 05/10/2011 ore 08:5
Al di là del design curatissimo che può piacere o no, (a me piace), ma sicuramentre invecchia in fretta. Sembrano esserci delle novità/stranezza tecniche veramente curiose, ad esempio le Tonebars "The tonebars define the basic sound of the guitar, just as the body wood on a traditional solid body guitar" Incredibile, sarà vero? sono pure intercambiabili! mah...
Rispondi
Loggati per commentare

Sto invecchiando ma ricordavo bene. Una di ...
di Lucanu [user #24570]
commento del 05/10/2011 ore 08:5
Sto invecchiando ma ricordavo bene. Una di queste chitarre elettriche l'avevo vista nel libro di Billy Gibbons, ed effettivamente tra gli artisti che usano le sue chitarre c'è il "Reverendo".
Rispondi
Ma sono le chitarre dei Jetsons! :) Per chi ...
di Oliver [user #910]
commento del 05/10/2011 ore 09:0
Ma sono le chitarre dei Jetsons! :) Per chi se li ricorda, ovviamente. Le conoscevo già, ne ho vista una in braccio a Billy Gibbons che, nonostante conosca bene il valore (non solo monetario) di una LesPaul del '59, ama anche gli strumenti più bizzarri. Devo ammettere che la mia deformazione professionale si fa sentire, e mi fa apprezzare il design coraggioso e spesso razionale e armonioso che questi... oggetti incarnano. E' vero, fanno pensare a dei complementi di arredo, soprattutto per gli abbinamenti dei materiali e dei colori. Però, a prescindere da come suonino, alcune le trovo addirittura belle. Non penso che oserei suonarle in pubblico, tantomeno per farci qualcosa di... tradizionale. Ecco, potrebbe essere il caso in cui è lo strumento che ti spinge a trovare nuove vie. Chissà. Del resto, credo che le prime Telecaster, e ancora di più le Stratocaster, abbiano avuto un impatto estetico piuttosto simile, sessant'anni fa. Rilancio con queste, che a confronto sembrano quasi più tradizionali. Tutto è sempre relativo :) vai al link
Rispondi
Re: Ma sono le chitarre dei Jetsons! :)Per chi ...
di Lucanu [user #24570]
commento del 05/10/2011 ore 09:0
E' verooooo I JETSONS!!!! Grande Oliver
Rispondi
la primissima impressione che ho ...
di FranxAJ [user #18541]
commento del 05/10/2011 ore 09:5
la primissima impressione che ho avuto...quella di un tagliere da cucina con le corde!!! :D
Rispondi
a parte alcune, esagerate!, certe sono molto ...
di Kata_ts [user #2290]
commento del 05/10/2011 ore 10:2
a parte alcune, esagerate!, certe sono molto belle ,))))))))))))) SaluToneS
Rispondi
Ma 'ndo le vendono?!?!!?!
di bernablues [user #16917]
commento del 05/10/2011 ore 12:4
All'IKEA ?!?! capisco la sperimentazione, capisco il voler distinguersi......ma a tutto c'è un limite :-)))
Rispondi
Di primo acchito mi vien da dire che sono ...
di perrynason [user #17170]
commento del 05/10/2011 ore 15:0
Di primo acchito mi vien da dire che sono molto belle, ma come puri oggetti di design. Poi mi chiedo, ma sono belli gli oggetti o le foto? Non di rado, nel campo del design, molti oggetti dal vero si rivelano più banali e "poveri" di come sono stati rappresentati nelle foto pubblicitarie, dove le inquadrature, le luci, i riflessi, le tonalità di colore sono in grado di rappresentare una armonia estetica del tutto virtuale. Poi mi viene un secondo pensiero: queste elaborazioni estreme sulla chitarra elettrica sono sempre più frequenti. Evidentemente si basano sul principio che i materiali e le forme, nel corpo di una chitarra elettrica, sono così poco influenti nella produzione del suono che possono essere piegati a una pura funzionalità estetica. Bisognerebbe suonarle 'ste chitarre, ma non mi stupirei se si rivelassero ottimi strumenti.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Registrare e rimandare il suono dell'ampli con un looper
Nux Solid Studio SS5: microfonare la chitarra... con un pedale
La storia dietro la Gretsch più desiderata del Custom Shop
Marco Primavera: la batteria dei Thegiornalisti
Capotasto: storia e utilizzo e in più la prova del nuovo G7th Perform...
Waves Audio Submarine
Ginevra Costantini Negri: quando i sacrifici non pesano
Nili Brosh: apriamo il suono della Pentatonica
Drone Tone MKIII: generatore di tappeti elettronici in formato stompbo...
Angel Vivaldi spiega la Charvel DK24-7 Nova
Svelate le Bevel Cut: Cort a cassa smussata
B-TWIG 12 Pro: nuovo e ancora più potente
Mic-No-Mo: cab sim Friedman ora stand alone
Piano City Milano, i concerti dei giovani talenti
ACFS580CE: Ibanez da fingerstyle

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964