CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Questa è la disgregazione della celluloide.

di [user #31] - pubblicato il

Avvertenza: la visione dell'immagine è sconsigliata ai deboli di cuore. Chi lo fa è consapevole dei rischi ai quali va incontro.

Nel mio precedente post ho buttato sul tavolo il problema della degenerazione della celluloide. Visto l'interesse destato presento una foto (ne ho delle altre altre ma non ho idea di come inserirle nei post, né so come renderle di miglior dimensione). 

Per consolazione: da anni usano pvc e simili, quindi non è detto che succeda.

Dello stesso autore
Fender contemporary mid '80.
Perché le grandi firme montano pickups che vengono poi sostituiti?
Dogal Expressive Jazz: la rinascita della Buscarino Monarch
Uno Stratodilemma.
Fender masterbuilder: mago o affabulatore?
Stratocaster anni '70: un nonsense.
Gibson 175 o non Gibson 175? Ecco il dilemma.
Ammirazione, tristezza ed un po' di paura.
Loggati per commentare

:-((((((
di jebstuart [user #19455]
commento del 06/01/2012 ore 17:4
Aaaagggghhhh ...!!!!!! Il mostro può annidarsi in ogni custodia, temo ...
Rispondi
da piangere! :(
di Ellebuono_93 [user #30324]
commento del 06/01/2012 ore 17:4
da piangere! :(
Rispondi
Aaargh... terribile! Un buon liutaio dovrà ...
di perrynason [user #17170]
commento del 06/01/2012 ore 17:5
Aaargh... terribile! Un buon liutaio dovrà scollare tutto il binding e sostituirlo con uno nuovo :-/
Rispondi
e dove lo trovi....
di antheus [user #9492]
commento del 06/01/2012 ore 18:1
se fosse una epiphone di oggi, potresti farlo sostituire.... ma quello non è un binding qualunque. Quello è blasonato. Il problema è di ordine "morale". Te la sentiresti di metterne uno nuovo in plastica? NO! e se lo mettessi in legno, magari di un bellissimo Koa... la chitarra sarebbe la stessa? L'unica Giovanni è tenerla così.... con le rughe dei suoi anni....
Rispondi
Ho sentito che in farmacia vendono creme di ...
di Oliver [user #910]
commento del 06/01/2012 ore 18:2
Ho sentito che in farmacia vendono creme di bellezza (ovviamente costose almeno quanto inutili) per... ultra-settantenni. Che rimangono ultra-settantenni, ma in compenso si rendono un po' ridicole. I segni del tempo, quando sono naturali e "sani", sono la storia. Anna Magnani docet ;)
Rispondi
Mamma mia....
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 06/01/2012 ore 19:3
....che peccato! La prima domanda che mi viene in mente è: il danno è localizzato nella zona che hai mostrato in foto oppure è diffuso in altri punti? e poi: hai avuto modo di conservare i frammenti oppure la disgregazione li ha ridotti in parti talmente piccole da rendere impossibile un reincollaggio? Penso che la prima cosa da fare sia quella di un intervento conservativo del binding rimasto integro, credo che esistano dei trattamenti che possano preservare il binding rendendolo meno friabile..... la seconda potrebbe essere quella di sostituire il binding solo nei punti danneggiati con del binding in poliestere...legno o poliestere cambia poco a mio avviso, non è che il legno abbia una nobiltà differente visto che comunque non sarebbe originale....teniamo conto che il binding ha anche la funzione di preservare gli spigoli da danni derivati da bottarelle e quindi credo che il poliestere sia da preferirsi....un bel dilemma comunque anche se è un problema che vorrei avere anch'io vista la bellezza dello strumento....tienici aggiornati, ciao.
Rispondi
Il checking, il binding crepato e il fading ...
di PierluigiMaisto utente non più registrato
commento del 06/01/2012 ore 21:3
Il checking, il binding crepato e il fading della vernice sono dei veri e propri certificati di autenticità per il tuo strumento.Non farci mettere le mani su da NESSUNO! E' stupenda così com'è! ;)
Rispondi
Re: Il checking, il binding crepato e il fading ...
di bernablues [user #16917]
commento del 07/01/2012 ore 18:2
Io mi accodo a Pierluigi......se proprio vuoi fare un restauro poco invasivo, fai ripristinare per parti di binding mancante, con uno molto simile nel colore, ma solo per evitare danni alla struttura dello strumento, un po' come si fa quando si reintegrano pezzi mancanti di affreschi :-))
Rispondi
terribile, io cercherei di integrare le parti ...
di accademico [user #19611]
commento del 06/01/2012 ore 22:3
terribile, io cercherei di integrare le parti mancanti con pezzettini simili, e con una colla reversibile. lasciare le lacune sugnufica indebolire i bordi ed esporli a maggiori pericoli. se hai i pezzi mancanti cercherei con molta pazienza di farli reincollare. ah dimenticavo... non penserai di farcela vedere a foto di 1 centimetro vero?
Rispondi
Re: terribile, io cercherei di integrare le parti ...
di Giovanni Ghiazza [user #31]
commento del 07/01/2012 ore 11:4
Per ora ho fissato con il cianoacrilato un paio di pezzetti di confine, ovvero dove c'è lo scalino con la parte mancante, nella speranza che facciano da barriera ad altri sollevamenti. Nel futuro vedremo, anche perché da quel che mi ha raccontato Mari (liutaio di Torino) la celluloide è divenuta introvabile, oltre che particolarmente pericolosa da lavorare stante l'elevata infiammabilità. Sul fatto che sia introvabile nutro però qualche riserva, dato che la archtop di Frans Elferink che ho in casa ha binding in celluloide apparentemente dello stesso tipo ed è "solo" del 1996. "Farcela vedere a foto di un centimetro" mi porta alla mente i primi strip-tease che si vedevano in tv, ovviamente in bianco e nero, quando ero un quattordicenne con gli ormoni a mille. ;-) Magari a un SHG o a Sarzana potrebbe essere ugualmente sexy come idea?
Rispondi
Re: terribile, io cercherei di integrare le parti ...
di accademico [user #19611]
commento del 07/01/2012 ore 15:0
beh è un motivo in più per venire a Sarzana, anche se io ne avrei già molti. ciao
Rispondi
non piu di un paio di anni fa vidi in un ...
di Cordarotta [user #21082]
commento del 06/01/2012 ore 23:5
non piu di un paio di anni fa vidi in un negozio una vecchia acustica gibson, cassa dread, non feci caso sul modello, le cose che mi colpirono, furono un action "rasoterra" da quanto era bassa ed un aspetto talmente relic... con un binding ormai quasi inesistente ed a tratti ricostruito con un materiale dall'aspetto tipo ambra molto differente dall'originale. Beh non era bella, era fighissima! Secondo me è meglio se riesci a consolidare il binding restante ed a ricostituire le parti mancanti con adeguato materiale senza camuffarle, come una sorta di restauro conservativo.
Rispondi
Quella chitarra deve suonare per altri ...
di Cukoo [user #17731]
commento del 07/01/2012 ore 00:1
Quella chitarra deve suonare per altri cinquant'anni almeno. Se la celluloide ha vita breve, è inevitabile la sostituzione. Magari con lo stesso materiale. Poi, tra cinquant'anni, ne riparliamo.
Rispondi
ho visto che oltre al bordo hai anche delle ...
di jrizz [user #23356]
commento del 07/01/2012 ore 12:1
ho visto che oltre al bordo hai anche delle crepe sulla vernice del top, potrebbe trattarsi di uno shock termico. E nelle crepe del binding si è infilata umidità che ha portato a quel che vediamo. Questa è una mia ipotesi, considerando che la maggior parte delle chitarre acustiche che hanno questi segni sulla vernice hanno avuto questo problema.
Rispondi
Re: ho visto che oltre al bordo hai anche delle ...
di Giovanni Ghiazza [user #31]
commento del 07/01/2012 ore 20:3
Mi sento di escluderlo. La chitarra è del '53 e di quell'età non ne ho ancora vista una senza le microcrepe di vernice, pur avendo i binding a posto o già sostituiti, se non addirittura riverniciate.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"
Ronzio dagli amplificatori solo in appartamento
Max Cottafavi: non esistono assi nella manica
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg
Daniel Kelly II è il vincitore del “Shure Drum Mastery 2019”
Brexit Guitar: dreadnought satirica da Martin
Quadriadi: sviluppi tecnici su coppie di due corde
Igor Nembrini, il guru dei Virtual Amp
Cool Gear Monday: la demo originale del primo Maestro Fuzz-Tone
Philosopher's Rock: Fuzz - Sustainer di Pigtronix
Eco a nastro: sono davvero un capitolo chiuso?
Boss RC-10R: loop station stereo con drum machine
Spazio a chi vale. Non a chi ha amicizie importanti
Il palco degli Skunk Anansie all’Arena Flegrea

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964