CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Intervista a Guthrie Govan: “Non siate timidi!”
Intervista a Guthrie Govan: “Non siate timidi!”
di [user #17404] - pubblicato il

Parte oggi il breve tour italiano di Clinic di Guthrie Govan. Guthrie non è solo uno dei più sensazionali chitarristi in circolazione ma anche un didatta strepitoso che per anni ha scritto e collaborato con Guitar Techniques e tenuto centinaia di clinics in giro per il mondo. Per questo, abbiamo voluto sfruttare la sua disponibilità e il nostro rapporto di amicizia, per offrire agli Accordiani che seguiranno i suoi appuntamenti una serie di consigli - suggeriti direttamente da lui - su come vivere al meglio questi meeting didattici.

L’appuntamento con la didattica di Guthrie è poi nuovamente qui sulle pagine di Accordo dove, con aprile, ripartiremo con Futuristic Guitar il ciclo di lezioni esclusive redatte sul materiale che Govan, chitarra alla mano, ha suonato e spiegato per noi.

Com’è strutturata e organizzata una tua clinic?
Principalmente ci sono una serie di cose basilari delle quali ho sempre piacere di parlare: come ho iniziato a suonare la chitarra, come ho lavorato nello sviluppare il mio playing attraverso gli anni e soprattutto le cose che ritengo fondamentali per ogni chitarrista: cura del suono, musicalità, sviluppo dell’orecchio e così via.
Poi, siccome sono totalmente autodidatta, cerco di tracciare un quadro, sulla base della mia esperienza, e spiegare come concentrarsi sullo sviluppare una propria attitudine da autodidatti che renda capaci di essere autonomi nell’apprendimento piuttosto che aspettare la pappa pronta.
Secondariamente ci tengo a incoraggiare tutti i partecipanti a fare più domande possibili e mi sforzo di essere il più flessibile possibile nel rispondere circa qualunque argomento interessi chi si è preso la briga di venire alla clinic

Spesso, la difficoltà principale per chi tiene una guitar clinic è gestire un pubblico con un livello di preparazione tecnica e teorica disomogenea. Tu come fai?
La maggior parte delle volte, come ho sottolineato prima, incoraggio gli allievi a essere loro stessi a indirizzare con le domande la direzione della clinic. In questo modo riesco a farmi di cosa specificatamente interessa a quell’audience.
Certo, se poi occasionalmente capita che qualcuno se ne sta in silenzio in fondo all’aula e che poi il giorno dopo si lamenti su internet perchè non ho parlato delle cose che gli interessavano…beh allora davvero non posso farci nulla.
Per questo a ogni mia clinic rivolgo l’invito agli allievi di dirigere oro stessi la clinic verso ciò che desiderano approfondire.

A chi verrà a una tua clinic, cosa consigli per poterla sfruttare al meglio? Intendo per esempio segnarsi per esempio dai tuoi dischi in maniera dettagliata i passaggi che desiderano capire…
No, in realtà tendo a essere più contento di affrontare argomenti e questioni di carattere generale legati al suonare piuttosto che insegnare in maniera strettamente tecnica come suonare i miei “Top ten Licks”! Così semplicemente la cosa migliore che suggerisco è cercare di venire davvero aperti di mente e con un paio di domande pronte.

E adesso svelaci quali sono le tre domande che davvero detesti ti vengano rivolte e alle quali sei stufo marcio di rispondere!
Mmm... probabilmente direi:

1) Domanda: Che scale usi? 
Risposta: L’intera risposta è troppo lunga per essere spiegata tutta qui, ma in due parole, io penso che molti chitarristi oggi abbiano aspettative poco realistiche circa quanto imparare a memoria un sacco di scale possa aiutare la loro musicalità. Poi sono davvero preoccupato quando qualcuno mi chiede “Che scale devo usare per suonare jazz?”. Ma questa è un’altra storia da raccontare un’altra volta…

2) Domanda: “Che cosa ne pensi di (nome di un qualunque chitarrista)
Risposta: Ma che importa che penso? I frequentemente parlo dei chitarristi che ammiro, ma non vedo che cosa di utile potrebbe esserci nel dire delle cose negative su qualcuno. Odio trovarmi nella situazione in cui devo decidere se dire una bugia, non dire niente o parlare male del playing di qualche tizio!

3) Domanda: “Quanto veloce riesci a suonare?” 
Risposta: “Io davvero non lo so, o meglio, non me ne frega niente!

Per me la tecnica è la capacità di ricreare il suono e la musica che ho in testa. E questo è tutto. Personalmente non sono interessato a misurare la mia tecnica come a un evento Olimpionico! Ovviamente sono felice se qualcuno si diverte e concentra sulla velocità sulla Chitarra perchè è una cosa buona, così come coltivare un qualunque altro hobby…ma per quanto mi riguarda sono più interessato alla Musica.

Detto questo, voglio ribadire che comunque in ogni mia clinic per me è un piacere spiegare tutte queste cose, mi auguro di aiutare gli altri chitarristi a costruire un rapporto sano e produttivo con la chitarra e la musica in generale. Per questo voglio rassicurarvi che in una clinic il mio lavoro è spiegare cose non giudicare le vostre domande! Per questo, per chiunque in questi giorni verrà a una mia clinic la raccomandazione è: “Non siate timidi! Ogni domanda se genuina e spontanea non può essere così stupida da non meritare una risposta!” 
Saluti!

Mostra commenti     21
Altro da leggere
Fuzzrocious Grey Stache: variazioni su muff
Gretsch sempre più rivolta al rock?
Studiare Jaco Pastorius
Mark Knopfler spiega perché scelse Sting per "Money For Nothing"
FireBrand: mini-hi-gain da Joyo
30 Vintage Hot per l’anniversario Fralin: già rarità da collezione
Seguici anche su:
News
E' morto Andre Matos, storico vocalist degli Angra
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964