CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
DiMarzio Gravity Storm
DiMarzio Gravity Storm
di [user #12445] - pubblicato il

Dopo gli Evolution, i Breed e i Blaze, i pickup preferiti da Steve Vai arrivano con una nuova veste e un nuovo nome ispirato al più noto brano del suo ultimo disco. I Gravity Storm racchiudono definizione e calore con un output moderato.
Arrivano sul mercato i nuovi pickup signature di Vai, in concomitanza con l'uscita di The story of light.
Prendono il nome da uno dei brani del recente disco - appunto "Gravity Storm" - e sulla carta appaiono un tuffo nel passato a livello di sonorità, accostandosi in qualche modo ai paf pro delle prime Jem, pur apportando un tocco di innovazione.

Dopo i pickup Evolution del 1993, di cui si spiega la nascita in questo articolo, DiMarzio propose i Breed nel 2007, accostandoli ai Blaze per la Universe sette corde fino al 2007, anno di avvento dell'Evo2, un pickup per ponte potente, ma meno brillante del suo predecessore.
L'evoluzione del suono di Steve negli anni, verso timbri sempre più grossi e rotondi, fa ben sperare per questi pickup, in modo da avere un prodotto adatto a ogni tipo di genere.
Ebbene, questi pickup sono davvero molto belli.

La richiesta di Steve a DiMarzio è stata alquanto bizzarra: "make it as a thundering cloud of ice cream", ma la frase racchiude in sé un accostamento di attacco e rotondità al tempo stesso.
Il pickup al ponte prevede un magnete in Alnico 5 e un'uscita in mV di 340, inferiore quindi all'Evolution e di poco superiore al PAF Pro, ma con una elevata resistenza DC: 15.19k, per un suono morbido e avvolgente, timbricamente centrato sulla gamma media.
L'equalizzazione è infatti B7,5 M9 A4,5 e agendo sui controlli dell'amplificatore si possono ottenere timbri caldi e taglienti, senza mai perdere definizione.
Il pickup al manico è invece ceramico, ma di stampo vintage, caldo e avvolgente pur mantenendo una punta di definizione vicina a un single coil: davvero bello.
È equalizzato come un PAF Pro: B6, M6, A5, l'uscita è di 290mV e prevede una resistenza di 12,56 Kohm.
Entrambi prevedono quattro conduttori per lo splittaggio.


Nel test ho cercato di catturare queste caratteristiche, suonando dapprima il riff portante di "Gravity Storm" (ho in effetti cercato di adattare la parte all'accordatura standard, mentre il brano originale è suonato su di una chitarra baritona).
Ho poi suonato un rapido arpeggio clean usando i due humbucker e un brano (sul tema di "Gentle ways") focalizzando sulla dinamica e precisione dei pickup: suonando più forte si tende alla saturazione, mentre con delicatezza si possono ottenere moltissime sfumature.
Allo stesso modo ho suonato una linea solista in stile Vai su di un mio brano ("Speak"), notando che il GS neck risulta decisamente meno intubato dell'Evolution, anche aprendo molto le frequenze medio basse.
Il brano finale è "Still my bleeding heart" in cui, partendo con volume abbassato, ricreo un clean tagliente sul canale distorto fino ad arrivare a una forte saturazione: nonostante questo, il pickup al ponte è incredibilmente definito e permette di suonare facilmente accordi arpeggiati e note singole in distorsione.
Decisamente una coppia di pickup che racchiudono molte delle caratteristiche cercate dai chitarristi moderni che guardano però sempre con un occhio al passato e ai bei suoni.

Un doveroso ringraziamento ad Andrea "IlPatta" Pattacini, per aver messo a disposizione lo strumento (Ibanez RG550 XX).
dimarzio gravity storm pickup steve vai
Link utili
La storia della Jem
Nascondi commenti     16
Loggati per commentare

un bel suono, hanno un ...
di stono [user #11272]
commento del 19/10/2012 ore 12:52:20
un bel suono, hanno un bel suono, bello grosso, non bello al primo colpo come quello di un Zakk Wilde nell'album 'No More Tears' che è l'emblema del suono distorto grosso, pieno ed elegante.

un gran disco questo del Vai, niente da dire, un gran disco dove si evidenziano tutte le sue influenze zappiane, ma senza essere 'spudorate' e soprattutto dove si vede netta la sua capacità di essere un gran compositore a differenza di qualunque altro eroe della chitarra elettrica.
un disco da ascoltare in modo diverso, come fosse musica 'classica contemporanea'

certo che aless'... cazzo la fai da Dio sta versione di gravity storm, con tutti gli armonici perfettamente nelle tue mani... stracomplimenti!!! ecchissei? Van Halen? :-) complimenti ancora!
Rispondi
Re: un bel suono, hanno un ...
di alessioshy [user #12445]
commento del 19/10/2012 ore 13:25:51
Grazie, magari! troppo buono:-) è un brano insidioso, bisognerebbe studiarlo bene e lavorarci molto, usando una chitarra con la giusta accordatura (e le corde ben più "molli"), ma certo è perfetto per la sonorità!

Li ho trovati davvero oggettivamente molto belli, le caratteristiche ci sono tutte.

Rispondi
Errore sulla data dei Breed
di Alex DG [user #35120]
commento del 19/10/2012 ore 18:34:55
Molto ben fatta la demo, complimenti!

Nella parte descrittiva c'è un errore:
I Breed sono stati introdotti nel 1997, in concomitanza con l'album The Ultra Zone mi sembra, e non nel 2007.
Rispondi
Typo
di alessioshy [user #12445]
commento del 21/10/2012 ore 13:28:49
Esatto 97, una svista con la data successiva!
Grazie Alex
Rispondi
Gran bel suono!
di memecaster [user #27954]
commento del 19/10/2012 ore 19:24:59
Soprattutto il pickup al manico è sorprendente: ricco di sfumature, caldo e tagliente al tempo stesso e sempre ben definito.
Demo coi fiocchi! E bravo Alessio, anche perchè mi pare di non aver ancora letto nulla da nessuna parte a proposito dei Gravity :-)
Rispondi
Re: Gran bel suono!
di alessioshy [user #12445]
commento del 21/10/2012 ore 13:33:19
Grazie Meme! Esatto, in anteprima!
Solo su Accordo ;-)
Rispondi
cazzo! hai riprodotto tutti quegli ...
di stono [user #11272]
commento del 19/10/2012 ore 20:43:09
cazzo! hai riprodotto tutti quegli armonici perfettamente e con quella qualità, usando una scalatura più grossa? Ma cazzo! Ma sei un fenomeno! Poche balle dai... adesso dimmi che l'hai studiato solo mezz'ora e ti facciamo fare un monumento virtuale qui su accordo in marmo bianco :-)
cioè, un conto è fare degli armonici per i cazzi propri e un conto è fare identici quelli di un altro (che si chiama Vai, poi fra l'altro)
...che invidia che mi fai...
Rispondi
non mi piacciono nemmeno un ...
di JackDynamite [user #14761]
commento del 20/10/2012 ore 04:03:2
non mi piacciono nemmeno un po, spero sia colpa della registrazione. la chitarra non è viva, sembra in letargo, sarà anche colpa dello strumento se non salta fuori gran che.
c'è di positvo che dimarzio stia tornando a sonorità più raffinate, anche se solo su carta...
Rispondi
Re: non mi piacciono nemmeno un ...
di lapo87 [user #30476]
commento del 21/10/2012 ore 13:52:10
spiegami che vuol dire che la chitarra non è viva... sti pu sono eccezionali!!! merito anche delle mani di alessio ovviamente...
Rispondi
Re: non mi piacciono nemmeno un ...
di GiuseppeMinardi [user #31686]
commento del 21/10/2012 ore 14:01:57
ecco lo snob di turno...
Rispondi
Sbrocchetto di goduria
di alberto biraghi [user #3]
commento del 21/10/2012 ore 16:13:50
Passatemi lo sbrocco, non posso rinunciare a condividere con tutti il piacere e la soddisfazione di avere a bordo con noi Alessio Berlaff, le sue manine d'oro e il suo grande feeling. Grazie ad Alessio - e all'altra new entry Paolo Anessi fa un lavoro straordinario - abbiamo portato le prove di Accordo a non soffrire di complessi d'inferiorità con la più celebrata editoria chitarristica d'oltreoceano. Coordinata magistralmente da Pietro Paolo "RozzoAristocratico" Falco e completata da Denis "Burats" Buratto, la redazione di Chitarra è diventata una macchina efficientissima, affiatata, produttiva.
In più nei prossimi giorni potremo finalmente alzare il velo su un paio di nomi straordinari che andranno a collaborare con Gianni Rojatti per Didattica. Mettici LaPudva come ciliegina e il gioco è fatto.
Ciò detto, io che pure di questa roba capisco poco (per me i pickup sono stati prodotti a Fullerton prima del 1965 se single coil, a Kalamazoo prima del 1961 se humbucker, il resto non conta) ritengo che questi oggetti abbiano una voce straordinaria. Merito del Berlaffa? In parte sì, ma perfino Berlaffa con dei pickup scadenti non saprebbe tirare fuori suoni così.
PS: sarà anche piacevole poter finalmente svelare il segreto: a SHG viene Steve Lukather e a RitmiShow Christian Meyer. Ma non lo dite in giro...
Rispondi
sonorità
di pablo1340 [user #21858]
commento del 22/10/2012 ore 09:43:40
sonorità magistrali!!

merito in primis del chitarrista!!!

avendo visto altri video tuoi devo ammettere che inizio a percepire
la diversità dei vari strumenti che collaudi... quindi continua così!!

ps: il colore della chitarra è spettacolare e
l'autografo di PG la fa suonare meglio ;-)


P
Rispondi
hei grande Alessio! presentissimo ...
di dawa [user #28122]
commento del 25/10/2012 ore 16:37:10
hei grande Alessio!
presentissimo al Land Of Live per la data di Aristocrats e Dolcetti eh!? :-)
Rispondi
Re: hei grande Alessio! presentissimo ...
di alessioshy [user #12445]
commento del 26/10/2012 ore 11:28:1
Assolutamente! :-)
Rispondi
Come sarebbe il suono su un'altra chitarra e follie varie
di Claes [user #29011]
commento del 28/10/2012 ore 11:47:38
Dope l'aver acquistato una LP Standard Custom Shop mi sembrava troppo "normale". Quindi due DiMarzio "double sound" splittabili. Per l'aver qualcosa stile Peter Green, li ho volutamente connessi nel modo pù sbagliato. Per Peter Green, erano due PAF normalissimi. Tanto per lo sballo, ci vuole solo un saldatore... Provate questo!
Rispondi
di riccardoreaper [user #12580]
commento del 31/10/2015 ore 08:58:55
Bravo Alessio!
Corde 0.9?
Sarei interessato ad un paragone con il classico Tone Zone.

Gravity Storm
Wiring: 4 Conductor
Magnet: Alnico 5
Output mV: 340
DC Resistance: 15.19 Kohm
Year of Introduction: 2012
Patent: 5908998
EQ 4.5/9/7.5

Tone Zone
Wiring: 4 Conductor
Magnet: Alnico 5
Output mV: 375
DC Resistance: 17.31 Kohm
Year of Introduction: 1991
Patent: 4501185
EQ: 5/8.5/8.5

Sembrano abbastanza simili, in realtà il tone zone dovrebbe essere un pelo più aggressivo, non credo che quella minima differenza di medi possa compensare la differenza di output e dc resistance. Pinch harmonics?
Un saluto a tutti!
Rispondi
Altro da leggere
DANG!: un'estate di fuoco
"Teeth of the Hydra", Steve Vai doma un mostro a tre teste
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Steve Vai, la nemesi del chitarrista da cameretta
Su Radiofreccia, a "Note di Stile" ospite Steve Vai
Fruscio di fondo con potenziometro del volume chiuso
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones
Ikea pensa ai musicisti: arriva Obegränsad
Usato: abbiamo perso la ragione?
PRS è al lavoro su una Tele-style con Myles Kennedy?
Bob Taylor si ritira: annunciato il nuovo CEO e Presidente
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964