VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Music Man John Petrucci JP12
Music Man John Petrucci JP12
di [user #12445] - pubblicato il

Dopo il successo della XI e della serie BFR, Music Man introduce la nuova JP12. La chitarra è pensata per lo shred, ancor più dei modelli precedenti, date le nuove caratteristiche di body e manico che scopriremo in dettaglio.
Dopo il successo della XI e della serie BFR, Music Man introduce la nuova JP12.
La chitarra è pensata per lo shred, ancor più dei modelli precedenti, date le nuove caratteristiche di body e manico che scopriremo in dettaglio.

Appena aperta la custodia, colpisce l’eleganza che da sempre accompagna tutti modelli Family Reserve dell’azienda americana.
Lo strumento si propone in elegante finitura denominata Cherry Sugar, flaked e cangiante a seconda dell’illuminazione, con finitura lucida in poliestere.
Imbracciando la chitarra, si apprezza un peso contenuto, di poco superiore ai 3kg (3,29 come da sito, variabile) e da subito si nota un differente shape del manico.
Il profilo è extra slim simmetrico a differenza dei vecchi modelli, mentre viene mantenuto il mogano e il radius 20” per una tastiera quasi piatta, costruita in pregiato ebano.
I 24 tasti medium jumbo sono in acciaio e perfettamente rifiniti, conferendo allo strumento un attacco molto evidente.
Acusticamente è proprio l’attacco a stupire: le note risultano nitide e precise e le dita scorrono favolosamente sopra l'ebano.
Le meccaniche sono Schaller autobloccanti con peg perlati, mentre gli inlay a scudo sono in madreperla e presentano il numero 12 in evidenza al primo tasto.

Music Man John Petrucci JP12

Per il body è stato utilizzato il tiglio al posto del classico ontano, conferendo una voce brillante e bilanciata, complice il top in acero e il tone block in mogano, per una chitarra ancor più votata allo shred.
Il selettore a tre posizioni richiama i pickup DiMarzio, Crunch Lab al ponte e LiquiFire al manico, mentre in posizione centrale Petrucci ama sfruttare le bobine interne splittate.
Il ponte custom JP in acciaio alloggia il piezo, attivabile tramite lo switch superiore a tre posizioni, che permette di miscelare piezo e pickup magnetici tramite biamplificazione o scegliendo l’uscita magnetic.
Le corde sono ovviamente Ernie Ball, scalatura 010 e il modello è disponibile in versione sei e sette corde.

Music Man John Petrucci JP12

Nel test ho catturato l’essenza heavy rock della chitarra, suonando l’introduzione di "Damage Control", alternando ritmica a note single e richiamando il tema ad arpeggi.
Un rapido tocco al selettore per ascoltare i pickup con un suono pulito e si passa a miscelare il piezo, combinandolo con le posizioni base.
Le bobine splittate sono risultate interessanti per proporre un funk, mentre la posizione al manico miscelata al piezo si è rivelata interessante per simulare il suono jazzy di una semiacustica.
Ho suonanto un rapido turnanround walkin' bass, abbassando il tono della chitarra e dosando il volume del piezo.
Suonando l’arpeggio di "Space Dye Vest", ho messo in luce la caratteristica brillantezza del piezo Music Man, così come regolato in fabbrica: un rapido tocco di cacciavite e potremo regolare bassi, medi e alti a nostro piacimento.
Nel test crunch ho improvvisato un blues minore usando un suono quasi pulito e il pickup al manico, mentre la mediosità del Crunch Lab è ben in evidenza nel riff di "Hold the Line".


La potenza dei pickup si fa sentire, ma la grande definizione dello strumento conferisce grande precisione ed è molto semplice ottenere dei buoni suoni, ovviamente prediligendo i territori più inclini a Petrucci data l’impostazione della chitarra, ma svelando una certa flessibilità e versatilità.
12 chitarre elettriche john petrucci jp music man
Link utili
Music Man JP12 sul sito ufficiale
Mostra commenti     6
Altro da leggere
SE CE 24 Standard Satin: la PRS più accessibile
Sette corde, Evertune e venature nude per la Cort KX707
La SG diventa Supreme e Gibson la spiega in video
Julietta: la Duesenberg più accessibile
XJ-1 HT: cattivissime offset da LTD
Contour, tastiera compound e push-pull per la LP Studio Modern 2024
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964