CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Fender Stratocaster 1964 Fiesta Red Replica
Fender Stratocaster 1964 Fiesta Red Replica
di [user #36147] - pubblicato il

Avere tra le mani un gioiello d'epoca come una Strat del '64 fa venire voglia di scoprire se una chitarra moderna con le stesse specifiche potrà suonare in maniera simile. Esperimento interessante, soprattutto quando la replica è il risultato di un lavoro amatoriale costato soli 800 euro.
In una stupenda giornata di fine autunno, mi viene a trovare un amico con il suo ultimo acquisto: una Fender Stratocaster del 1964 Fiesta Red. Amore a prima vista!
L'abbiamo aperta, controllata, ripulita e settata a dovere, oliato la tastiera e montato le corde. Collegata al mio Blues Junior II ltd Tweed, cono Jensen. Semplicemente magica.

Dalla prova ha inizio la sfida e decido di riprodurre quella chitarra il più fedelmente possibile, un po' per togliermi la voglia, un po' per l'estetica eccezionale, un po' per verificare se effettivamente le "chitarre vecchie" valgono quanto costano e, in ultimo, per vedere se uno strumento Fender-style autocostruito può reggere un confronto testa a testa con il suo alter ego originale.

Prima di tutto, è una '64, quindi ci vuole un manico veneer rosewood board su acero, clay dots spaziati stretti al 12esimo tasto, radius 7.25, tasti vintage. Non ho tempo di farlo costruire perché sono impaziente e lo voglio il più simile possibile. Mentre mi interrogo so già la risposta: Tokai.
Questi strumenti magnifici costruiti in Giappone negli anni '80 riproducono in maniera fedele non solo nell'estetica, ma soprattutto nella costruzione le Fender vere. Trovo su eBay una Tokai Fat Strat inguardabile, tutta nera manico compreso, il quale però ha le specifiche che mi servono.

Fender Stratocaster 1964 Fiesta Red Replica

Lo svernicio, e levando la vernice nera scopro che i dot laterali sono doppi, probabilmente perché era stata richiesta una Tokai fat all black e hanno utilizzato un manico standard già costruito. Il problema è che il posizionamento dei dots laterali di un manico standard è molto vicino al bordo tastiera, e in un manico all-black non sta bene, per cui in fabbrica avevano riposizionato i dot laterali dopo aver verniciato il manico completamente di nero, sovrapponendoli quindi di poco rispetto a quelli standard.
Poco male, la mia è una replica, quindi i doppi dot saranno d'aiuto nel distinguerla subito da quella vera.

Mentre lavoro, mi rendo conto che i dots frontali proprio non vanno. Sono pearloid tipo '65 ma molto plasticosi nell'aspetto, così li rimuovo e rifaccio i mitici clay dot.
A questo punto può sorgere la curiosità su come fossero fatti i famigerati clay dot. I clay dot erano fatti... indovina un po'... di stucco! Infatti “clay” in inglese significa “argilla”. Stucco bianco, quindi, che si colorava con gli anni tingendosi con il colore dell'essenza della tastiera in palissandro grazie al sudore e al passaggio delle dita sulla tastiera. Quindi palissandro più scuro, clay dot più scuro, e viceversa.

Fender Stratocaster 1964 Fiesta Red Replica

Verniciatura nitro ambrata, decal del '64 replica, Kluson deluxe single line come da copione, manico finito.
Ora manca solo il body.

Dopo averle provate tutte, liuteria, Warmoth, Musikraft, Allparts e non aver trovato nessuno, ma proprio nessuno che riproducesse il contouring delle Pre CBS - in particolare quelle del '64 e del '65 - scopro la novità del catalogo 2012 di Stewart Mac Donald: i body Golden Age, riproduzioni fedeli di body storici degli anni d’oro Fender, il 1963 per la Stratocaster, e il '52 per la Telecaster.

Fender Stratocaster 1964 Fiesta Red Replica

Incuriosito dalle foto, nelle quali sembravano davvero ben fatti, acquisto un body in alder.
Mi arriva, solo un paio di settimane dopo, un meraviglioso body in ontano in pezzo unico, lasciato grezzo su tutti i bordi ma pronto da rifinire, come se fosse un avanzo di fabbrica del 1963.
Ancora incredulo mi metto al lavoro, rifinisco i bordi e il neck pocket, provo l'incastro manico/body, faccio i fori per il manico, do il fondo giallo a immersione, il bianco e il fiesta, poi il trasparente a finire.

Fender Stratocaster 1964 Fiesta Red Replica

Nel fare ciò, seguo pedestremente lo schema di verniciatura di un grande liutaio che non c'è più, gelosamente custodito dall'amico Paolino Canevari, con cui condivido la passione per questi strumenti affascinanti. Paolino, oltre ad avermi insegnato tutto quello che so, ogni volta mi racconta sempre qualcosa che non so ed è sempre pronto a spronarti nella direzione giusta.

Ci siamo. Manico finito, body finito, per l'hardware mi affido alla Fatboy Guitars, mentre per le parti metalliche uso le sellette pat pend Monster Relic su ponte Kluson, replica di quello Fender vintage. Pickup i Fatboy '65 (ora purtroppo non più in produzione).

Fender Stratocaster 1964 Fiesta Red Replica
In foto l'originale (in basso) e la replica (in alto) a confronto.

La chitarra suona divinamente e sembra proprio "vera". Facendo i conti, ho speso circa 800 euro tra pezzi, legni, vernici etc. Direi un buon budget considerando che cosa stavo realizzando. Ovviamente, essendo un progetto fai-da-te, non conto le ore di lavoro, di fatto la chitarra è stata costruita nei ritagli di tempo nel giro di un mese e mezzo.
Non vedo l'ora del confronto dal vivo con la gemella d'epoca.
chitarre elettriche coverstory fai da te fender golden age strat stratocaster
Mostra commenti     51
Altro da leggere
Scopri in video le Fender Aerodyne Special
Let it (Treble) Bleed
Il lato oscuro della Squier Telecaster Classic Vibe
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Jackson fa ascoltare la American Series Soloist
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster Custom Shop David Gilmour RELIC - THE BLACK STRAT
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964