CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Sid Vicious, la faccia del punk
Sid Vicious, la faccia del punk

di [user #17404] - pubblicato il
Sid Vicious è uno dei bassisti più conosciuti della storia, un’icona del rock, che il basso però non lo sapeva suonare quasi per niente. Lo ricordiamo nell'anniversario della sua scomparsa.
I Sex Pistols si sono venduti come la grande truffa del Rock’n’Roll.Una band di ragazzacci disadattati, molesti e allucinati che, pestando come forsennati, inventarono il punk e spedirono in soffitta il rock e il progressive più pomposo e barocco degli anni settanta con solo quattro accordi distorti e scordati.
Sid Viciuos era la faccia di questa truffa. Uno dei bassisti più conosciuti della storia, un’icona del rock, che il basso però non lo sapeva proprio suonare. Sid entrò nei Sex Pistols quando questi già avevano una certa notorietà, chiamato dall’amico e cantante della band Johnny Rotten. Ci si aspettava che Sid imparasse a suonare in poco tempo ma quello che in realtà interessava era il suo look perfetto e la sua attitudine da punk marcio e provocatore, capace di mandare in tilt l’opinione pubblica. Altissimo, di una magrezza spettrale, tossico e rissoso Sid diventò immediatamente una rockstar maledetta con tantissima, troppa, attenzione mediatica attorno. Sid ne fu galvanizzato e, complice l’uso sempre più massiccio di eroina, spinse al massimo sulla attitudine nichilista del punk fino a restarne schiacciato. Fece cose disgutose che diventarono leggende e su cui la stampa gongolò. Nel giorno della firma del contratto discografico con la EMI, si presentò strafatto negli uffici della casa discografica e con un piede sanguinante per via di un’infezione dovuta all’aver portato per troppo tempo degli anfibi senza calze. Dopo essersi fatto un pediluvio nella tazza del gabinetto della EMI la band fu allontanata. Sul palco si feriva e suonava ricoperto di sangue, insultando il pubblico e sputando. Sid non partecipò nemmeno alle registrazioni dell’album “Never Mind The Bollocks”. La relazione malata con Nancy Spungen, groupie eroinomane lo spinge a staccarsi dalla band e lo trascinò nel baratro. Tentò con poca fortuna la carriera solista, di cui resta la magnifica testimonianza della sua allucinante versione di “My Way”.
La relazione tra Sid e Nacy, finita in tragedia, diventò anche un film, una fiaba punk squallida e struggente, ottimamente interpretata da Gary Oldman.
Nei bootleg live della band Sid Viciuos appare sempre confuso e dissociato dal resto del gruppo. Le sue performance sono incostanti e nebulose ma, a tratti, il suo bassismo primitivo e violento si amalgama con la batteria di Paul Cook e la chitarra di Steve Jones in maniera satanicamente perfetta. E i Sex Pistols in questi frangenti suonavano come una macchina della morte. Come due treni che si schiantano uno di fronte all’altro sotto metri di fango, tra il fragore dei vetri rotti e le urla della gente.
Ricordiamo Sid con questa performance live. “Belsen Was a Gas” è uno dei pezzi più feroci del repertorio dei Sex Pistols e a quanto pare uno dei preferiti del bassista che ne aveva contribuito attivamente alla scrittura. 



Dello stesso autore
Pentatonica, Arpeggi & Modo Eolio
Max Rosati: sul palco di Fiorella Mannoia
Marco Primavera: la batteria dei Thegiornalisti
Paul Gilbert: live e nuove lezioni su Didattica
"Behold Electric Guitar", il nuovo disco di Paul Gilbert
Maurizio Solieri: ricordi di Massimo Riva
Gretchen Menn: "Abandon All Hope"
Nili Brosh: la tecnica del vibrato
Loggati per commentare

dal punto di vista del ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 02/02/2013 ore 18:02:28
dal punto di vista del vivere, una persona tragicamente sfortunata, ma, per me, un grande musicista...
Rispondi
Re: dal punto di vista del ...
di Pinus [user #2413]
commento del 03/02/2013 ore 00:43:30
Uno che ce l'ha fatta, fa impressione vederlo in questo video scavato dalla droga, sto parlando di john frusciante:

vai al link

Vederlo come è ora è un sollievo
Rispondi
Re: dal punto di vista del ...
di herrdoctor [user #18849]
commento del 03/02/2013 ore 01:25:49
Andiamo offtopic ma ti rispondo..
Non avevo mai visto John Frusciante, anche se sapevo la storia.

Porca t.... è impressionante il cambiamento, per fortuna in meglio!!!
Rispondi
"inventarono il punk"
di tattoo [user #35346]
commento del 02/02/2013 ore 18:13:2
è un affermazione alquanto sbagliata,diciamo che al massimo furono i piu' famosi (forse),non manchiamo di rispetto al grandissimo "iggy"......
Rispondi
Re: "inventarono il punk"
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 02/02/2013 ore 21:19:28
Condivido in pieno.
Rispondi
Re: "inventarono il punk"
di 1cxt [user #23260]
commento del 03/02/2013 ore 10:43:48
"inventarono il punk"
i primi in ordine cronologico sono stati i ramones
Rispondi
Re: "inventarono il punk"
di psonic [user #9244]
commento del 04/02/2013 ore 13:31:28
È i primi a incidere un disco furono i Damned
Rispondi
Ciao Tattoo, il punk con ...
di Gianni Rojatti [user #17404]
commento del 02/02/2013 ore 19:11:25
Ciao Tattoo,
il punk con i Sex Pistols è un po' come il tapping con Van Halen. Senz'altro esistono dei pionieri, dei precursori (più ancora che Iggy,io semmai direi i Ramones) ma di fatto furono loro farlo esplodere e a dargli un suono e, appunto, una faccia. Come del resto fece Eddie col Tapping...
Rispondi
Joe Strummer....
di adriphoenix [user #11414]
commento del 02/02/2013 ore 19:40:56
questa E' la vera ed unica icona del punk britannico....tutto il resto è noia, fuffa e tanto marketing, tutto ampiamente documentato da autorevole bibliografia su nascita e morte del movimento punk (perchè era anche molto più di un semplice genere musicale) e immortalato nel docu-film "Joe Strummer: the future is unwritten". Visione consigliata...
Rispondi
Re: Joe Strummer....
di Chiodo utente non più registrato
commento del 02/02/2013 ore 19:54:16
Quotone!!:)
Rispondi
Re: Joe Strummer....
di aleck [user #22654]
commento del 02/02/2013 ore 20:10:4
Non ti si può dar torto... tanto tanto marketing...
Rispondi
Re: Joe Strummer....
di coldshot [user #15902]
commento del 02/02/2013 ore 20:31:11
Concordo con te, anche se il punk non mi è mai piaciuto apparte qualcosa, ho sempre visto i sex pistols come la parte più "pop" del punk, per restare in gran bretagna secondo me i clash erano molto più veri dei pistols che mi sono sempre sembrati come la prima boy band nata a tavolino da un idea di malcolm mclaren
Rispondi
Re: Joe Strummer....
di feidtublec [user #18093]
commento del 03/02/2013 ore 21:17:48
Non ho mai seguito il punk come genere musicale né come movimento (forse era questa, più che altro la sua essenza, ma lo dico da ignorante): fattostà che qualunque fenomeno muore quando diventa tale.
Nel momento in cui la grande massa associa un certo modo di essere con un modo di vestire, degli atteggiamenti stereotipati e (nel migliore dei casi) con un certo tipo di musica ormai inflazionata e uguale a sé stessa, capisci che una cosa è morta.
Chiaramente, chi fa soldi cavalcando l'onda di un gruppo famoso è più che felice di sfruttarne l'immagine fino alla fine, e anche oltre.
Rispondi
Per me il volto del ...
di aleck [user #22654]
commento del 02/02/2013 ore 19:50:26
Per me il volto del PUNK sono i Ramones anzi sono Joey e DeeDee Ramone, quel malato di DOC che con la sua voce al limite della decenza per i canoni pop e quel bassista eroinomane scrittore dei più grandi testi dell'epopea punk, frenetici, nevrotici, al limite del nosense.

Sid per me è ''semplicemente'' l'emblema di come per essere delle icone rock intramontabili non serva avere particolari capacità musicali... Lui è stato il più grande NONbassista della storia, lui è quello che è riuscito a infinocchiarci tutti con i suoi show, lui è la rockstar. Sfortunato, direi anche stupido per come ha gestito la sua esistenza, ma sicuramente un grande musicista: lui non sapeva suonare il basso eppure è uno dei bassisti più famosi, importanti ed idolatrati della storia.
Rispondi
Re: Per me il volto del ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 04/02/2013 ore 01:34:34
===lui non sapeva suonare il basso eppure è uno dei bassisti più famosi, importanti ed idolatrati della storia. ==

sei molto avanti... concordo con te al 100%
Rispondi
Re: Per me il volto del ...
di zaloral [user #31722]
commento del 06/02/2013 ore 12:27:30
secondo me è uno dei personaggi del punk più famosi, importanti ed idolatrati. essere un bassista importante secondo me è un altra cosa. non sapeva suonare lo strumento, quello che è riuscito ad imparare lo ha fatto sulle partiture di Matlock e spesso nei liive suonava con l'ampli spento.
poi che sia un personaggio memorabile e che abbia decisamente lasciato il segno qui concordo in pieno. però chi ha deciso di suonare il basso dopo averlo visto credo (a mio modestissimo parere) che lo abbia fatto spinto dalla sua carica carismatica e dalla spinta emotiva del genere che i Pistols suonavano.
adesso lapidatemi ;-)
Rispondi
Re: Per me il volto del ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 06/02/2013 ore 13:02:58
piu' che lapidare e' abbastanza agevole risponderti che se il parametro e' la preparazione accademica o la tecnica, praticamente il 99% dei personaggi dei quali chiacchieriamo su accordo, spariscono di fronte ad uno studente dei primi anni di conservatorio..

il "musicista" rock non e' uno bravo... e' uno che in un modo o nell'altro, suonandoci dentro, contribuisce a far esistere una canzone rock che ci piace..
Rispondi
Re: Per me il volto del ...
di zaloral [user #31722]
commento del 06/02/2013 ore 13:16:43
concordo in pieno. infatti non parlavo di preparazione accademica, non è un parametro che uso per giudicare un artista.

è innegabile però che era il suo modo di essere sregolato, il suo carisma ed il suo personaggio (costruito ad hoc da mclaren anche se lui poverino non ne era assolutamente consapevole) a fare breccia nei cuori.
nella storia hanno lasciato il segno i suoi eccessi, la sua sregolatezza e la sua triste fine.
hanno di certo contribuito a scolpire la storia dei pistols e ritagliarla in uno spazio della storia.

ma musicalmente lui non ha contribuito in niente, né al suo gruppo né nella musica in generale.
che siano poche o tante, raffinate o rumorose, sono le note e i suoni che compongono la musica.
sid vicious non ne ha create (spesso neanche suonate) nessuna. era tutta immagine.
Rispondi
E vero....
di Chiodo utente non più registrato
commento del 02/02/2013 ore 19:52:56
..imparo' a suonare il basso quando gia' la band era alla ribalta!Purtroppo il suo destino era gia' segnato dall'infanzia.Abbandonato dal padre, cresciuto con una mamma eroinomane e infine si innamoro' di Nancy Spungen, una groupie della band anch'essa eroinomane che lo indusse all'uso dell'eroina!!
Comunque per me i migliori sono i Clash!Veramente coerenti al pensiero anarchico del movimento Punk anche nei fatti.Addirittura quest'ultimi spesso non facevano pagare i biglietti dei concerti..
Rispondi
Re: E vero....
di aleck [user #22654]
commento del 02/02/2013 ore 20:13:29
Concordo: Clash per il brit-punk e Ramones per l'US-Punk...

I Clash per la loro ''politicizzazione'' e i Ramones per la loro totale anarchia (cioè un repubblicano fascista, un democratico incallito, un anarchico individualista e un menefreghista!! Dimmi tu se non è punk questo! \m/_) ;-)
Rispondi
Quoto Aleck: "Sid per me ...
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 02/02/2013 ore 20:56:55
Quoto Aleck:
"Sid per me è ''semplicemente'' l'emblema di come per essere delle icone rock intramontabili non serva avere particolari capacità musicali... Lui è stato il più grande NONbassista della storia, lui è quello che è riuscito a infinocchiarci tutti con i suoi show, lui è la rockstar. Sfortunato, direi anche stupido per come ha gestito la sua esistenza, ma sicuramente un grande musicista: lui non sapeva suonare il basso eppure è uno dei bassisti più famosi, importanti ed idolatrati della storia."

condivido tutto il tuo pensiero...dalla prima all'ultima parola.
Però mi sento di dover aggiungere una cosa.
Per gli stessi identici motivi da te enunciati Sid è il TRIONFO DELL'IMMAGINE SULLA MUSICA.
Non sono ipocrita, non dico che dell'immagine non me ne frega niente...però di certo mi interessa meno della Musica.
Reputo l'immagine importante in quanto FONDAMENTALE affinché un musicista risulti affascinante.
Però mi chiedo: lo scopo del musicista è creare/suonare musica o risultare affascinante?
Io direi la prima.
Se poi un musicista risulta ANCHE affascinate che ben venga...è un valore sì, ma un valore AGGIUNTO.
Con Sid le case discografiche hanno capito che potevano riuscire a vendere un "prodotto musicale" non migliore...ma "confezionato" e "presentato" meglio di altri.
Hanno capito che della buona Musica potevano farne tranquillamente a meno.
Provate a ricordare cosa c'è stato negli anni '80 (non li demonizzo, c'è del buono...)
Sì, anche Sid ha un po' di responsabilità in questo.

Ho GRANDISSIMO rispetto nei suoi confronti per le sua triste vicenda umana.
Ho visto anni fa il film, mi ha fatto tristezza vedere una persona così schiava della droga e forse anche della distruttiva Nancy.
Grande ICONA del Rock sì, grande musicista NO.
Rispondi
Re: Quoto Aleck: "Sid per me ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 04/02/2013 ore 01:39:23
==Però mi chiedo: lo scopo del musicista è creare/suonare musica o risultare affascinante?==
lo scopo del musicista e' piacermi.. se mi piace, il perche' mi piace e' secondario..
A te non piace .. puoi spiegare, circostanziare, argomentare.. ma il succo e' quello... ;-)
Rispondi
Se potete...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 02/02/2013 ore 21:26:20
....guardatevi "La grande truffa del rock'n'roll".... Malcolm McLaren, manager dei Sex Pistols, racconta in dieci lezioni, corrispondenti ad altrettanti capitoli del film, in che modo sia riuscito a creare dal nulla e poi ad imporre al pubblico ricavandone un mucchio di sterline, quattro giovanotti non molto bravi nè a suonare nè a cantare…

Il punk per me è stato, da un punto di vista artistico, uno dei periodi più bui della storia del rock...peggio degli anni '80.....naturalmente questa è solo la mia opinione personale.
Rispondi
Re: Se potete...
di coldshot [user #15902]
commento del 02/02/2013 ore 21:36:1
è per questo che ho detto che mi hanno sempre dato l'impressione di essere stati forse la prima boy band nata al tavolino della storia
Rispondi
Re: Se potete...
di Chiodo utente non più registrato
commento del 02/02/2013 ore 21:55:47
Pensa che il tutto inizio' davanti un negozietto di abbigliamento e robe trendy della Kings road nel quartiere Chelsea di Londra che il Mc Laren apri' insieme alla sua donna Vivienne Westwood.Malcom e' stato il piu' grande manager avventuriero della storia...un Don King della musica......
Rispondi
Re: Se potete...
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 02/02/2013 ore 22:03:28
secondo me non è il periodo più buio...basti pensare ai Clash...o forse basti pensare a qualunque altra band che non siano i Sex Pistols. ahahaha
Gli anni '80 sono stati nel complesso molto peggio. Lustrini, tanti...e poco altro.
Penso ad Alberto Camerini (grande chitarrista, per anni sessionman per la Cramps) che ha fatto successo quando si è messo a fare l'Arlecchino (l'immagine prima della musica).
Se l'immagine accompagna la musica, bene.
Quando l'immagine viene prima...o la musica addirittura è dichiarabile "non pervenuta", MALE.
Negli anni '80 questo modo di fare si è amplificato...anzi, è stato esasperato.
Mettici pure le playlist delle radio "bloccate"...
Gli anni '80: La morte della Musica LIBERA di farsi ascoltare.

Rispondi
Re: Se potete...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 03/02/2013 ore 06:40:32
Questo è un post decisamente inquietante per un sito come questo... Il punk ha avuto una influensa sulla musica popolare pari a quella dei primi bluesmem, o a quella di Elvis e Chuck Berry, o a quella dei Beatles... Di certo il processo non iniziò con i Sex Pistols... I semi di ciò che accadde erano già presenti... Ogni volta che quattro ragazzi pieni di entusiasmo si sono riuniti in un garage con degli strumenti amplificati ciò che è sempre venuto fuori è punk... È che fino a quel momento nessuno lo aveva mai sbattuto in faccia al grande pubblico... Se si ricorda tutto il movimento di garage rock degli anni '60 reso noto in questi anni dalle mitiche raccolte Nuggets ciò diventa chiaro... Negare l'importanza storica del movimento punk rispetto a tutto ciò che è venuto dopo è da ciechi e sordi... L'influenza avuta sul pop e l'heavy metal è stata fondamentale... Tutto il trash metal ad esempio... Non avremmo mai avuto i Metallica, gli Slayer... E poi tutto il cosiddetto movimento Grunge... A Seattle il punk arrivò un pò in ritardo e fu metabolizzato e interpretato a loro modo qualche anno più tardi... E secondo voi i Police avrebbero suonato con quella attitudine senza il punk? Un chitarrista come Andy Summers tanto capace da suonare in un gruppo come i Soft Machine che poi cambia genere e rende grande un gruppo come i Police... Dire che gli anni '80 sono stati un periodo buio è una dichiarazione azzardata... E non poco... Di sicuro è un periodo influenzato dalle nuove tecnologie elettroniche... Ma chi non le ha usate? Dovremmo condannare per questo tutto The Dark Side Of The Moon per il sintetizzatore usato da Roger Waters... O Jimmy Page che utilizzava il Theremin... O tutti i grandi gruppi degli anni '70 che utilizzarono il Moog o altre diavolerie elettroniche per creare le loro ambientazioni prog-psichedeliche...
Rispondi
Re: Se potete...
di yasodanandana [user #699]
commento del 04/02/2013 ore 01:41:44
grande intervento.. grazie!
Rispondi
Re: Se potete...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 04/02/2013 ore 05:43:43
Ho passato l'adolescenza a dover difendere la musica che amavo dall'incompetenza di chi la giudicava solo rumore senza capirne nulla... Poi vedere sparare a zero su un gruppo seminale come i Sex Pistols fa davvero imbestialire... Potenza, violenza e rock allo stato puro... Grezzo e pieno al punto giusto... Molti dei post che ho letto qui sono scritti da chi ha forse ascoltato mezza Anarchy una volta e non sa null'altro... Non si può fare disinformazione in questo modo... Poi del reale ruolo svolto dal secondo John della banda dei John reclutato a cose fatte, se ne può discutere... Il bassista dei Sex Pistols è e resterà sempre Glen Matlock... Lui c'era quando i pezzi sono stati composti e registrati... Syd Vicious è stata solo la vittima di una spudorata operazione d'immagine che ha poi mandato in fumo tutto il progetto... Erano dei ragazzini meno che ventenni e furono mal gestiti... Sarebbero potuti essere i nuovi Who... Non ricordo così tanti primi album (unico album nel loro caso) che contengano così tante gemme... Forse Kill 'Em All dei Metallica, High Voltage degli AC/DC o The Piper At The Gates Of Dawn dei Pink Floyd reggono il confronto... Io ritengo che se Glen Matlock si fosse lavato un pò meno i piedi forse oggi parleremmo dei Sex Pistols come uno tra i grandi gruppi degli anni '70 (per me lo sono cmq) e avremmo avuto una discografia molto più lunga da spulciare...
Rispondi
Re: Se potete...
di powerfuran utente non più registrato
commento del 04/02/2013 ore 12:37:0
Complimenti per il tuo ottimo contributo! Condivido dalla prima all'ultima parola. Non c'è nulla da fare, possiamo discutere sulla qualità della musica proposta, del messaggio artistico, ma non si può discutere sull'influenza che una band come i SP e il genere punk hanno avuto su praticamente tutto quello che è venuto dopo. Incredibile come portata poi l'associazione con le sottoculture, con la ribellione sociale. Sto approfondendo le origini del genere per questioni di studio e sono tentato di rintuzzare qualunque obiezione sulla sua influenza più o meno rubandoti il tuo post :)

Rispondi
Più che bassista..
di PyramidGold utente non più registrato
commento del 02/02/2013 ore 22:01:03
Più che bassista era solo il "volto" del punk, dato che in studio il basso non lo suonava lui.. tantomeno live..
Rispondi
Re: Più che bassista..
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 03/02/2013 ore 00:14:33
esatto...il volto!
Malcolm McLaren in Sid ha trovato il "volto" perfetto per architettare ad arte il caso mediatico...che infatti iniziò ancora prima che facessero la prima session di registrazione.
In un commento più sotto esplicito ancor meglio il mio pensiero...o meglio, ricordo come effettivamente andarono i fatti.
Rispondi
Il punk nacque a New ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 02/02/2013 ore 23:17:53
Il punk nacque a New York... Ramones uno di questi gruppi... Malcom Mc Laren importò il punk in Inghilterra... Lo trasformò in una moda e trovò quattro ragazzi che lo resero più violento... Joe Strummer aveva un gruppo reggae e fondò i Clash dopo aver visto i Sex Pistols... Quindi cautela... Il punk come lo conosciamo oggi è quello dei Sex Pistols... Che poi i Clash lo abbiano trasformato in un genere capace di sopravvivere alla sua tendenza autodistruttiva arricchendolo di altre influenze è un dato di fatto... Patty Smith, Ramones, Stooges, Suicide... Questi iniziarono... I Sex Pistols lo resero ciò per cui è ricordato... I Clash lo resero rispettabile...
Rispondi
Re: Il punk nacque a New ...
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 03/02/2013 ore 00:17:08
"Patty Smith, Ramones, Stooges, Suicide... Questi iniziarono... I Sex Pistols lo resero ciò per cui è ricordato... I Clash lo resero rispettabile"

questa forse è la frase più vera finora letta in questa discussione!
Rispondi
Revolution
di Mamo1963 [user #15833]
commento del 02/02/2013 ore 23:33:31
Io mi ricordo un'intervista a John Lennon - non quello dei Beatles, quello rivoluzionario - sul punk. Disse "gran cosa, ma il business ormai è alle porte". Non so se avete la minima idea di cosa siano gli inglesi e di cosa fossero alla metà dei '70, coi loro formalismi e con il loro tè delle 16.00. Il Punk non era Musica, era rivoluzione. Forse qualcuno ha giocato con loro, ma loro in quei giorni stavano dando a noi la loro la vita per farci capire come il nostro mondo fosse sbagliato, ce lo urlavano in faccia, ce lo sputavano addosso. Uno di loro la sua vita ce l'ha regalata, sparandocela contro. Non suonava il basso, sparava con un mitra contro di noi. Non l'abbiamo ancora capito.
Rispondi
Re: Revolution
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 03/02/2013 ore 00:03:31
"Forse qualcuno ha giocato con loro, ma loro in quei giorni stavano dando a noi la loro la vita per farci capire come il nostro mondo fosse sbagliato, ce lo urlavano in faccia, ce lo sputavano addosso. Uno di loro la sua vita ce l'ha regalata, sparandocela contro."

Stai parlando di Sid Vicious o di Gesù ? ;-)
penso sinceramente che Sid fosse tutt'altro che consapevole della "rivoluzione" di cui era, suo malgrado, protagonista.
Almeno così sembra da tutti i documentari già sopraccitati dagli altri accordiani.
chi ha "sparato" a Sid è stato Malcom McLaren...invece di aiutarlo ha usato la sua indole distruttiva e autodistruttiva per creare l'enorme fenomeno mediatico attorno alla band.
Malcolm McLaren: una persona assolutamente priva di scrupoli.
...quelli che "il fine giustifica i mezzi" canterebbe Jannacci !
Rispondi
Re: Revolution
di Mamo1963 [user #15833]
commento del 03/02/2013 ore 06:47:14
Parlo di ragazzi che nascono e vivono in certi posti (da noi ad esempio c'è Scampia) mentre il resto del mondo gioca con l'iPad. Qualcuno di loro al posto del mitra imbraccia una chitarra. Per il resto concordo, anche se forse nemmeno lui sapeva cosa stava succedendo. Il punk in fondo qualcosa ha cambiato. Oggi la cresta è quasi di moda.
Rispondi
Re: Revolution
di OneForTheRoad [user #21582]
commento del 03/02/2013 ore 03:57:43
..il tè è quello delle cinque..
..la "rivoluzione" ci ha portati fin qui..
..qui, dove quello che ieri si chiamava punk, oggi sia chiama I-Life...

..solo un'altra cosa da vendere..
Rispondi
Re: Revolution
di Mamo1963 [user #15833]
commento del 03/02/2013 ore 06:50:48
Le quattro o le cinque poco importa. Quello che importa è che loro erano veri nel bene e nel male. Noi siamo arrivati fin qui, lui forse lo sapeva e si è fermato prima.
Rispondi
Il Punk non mi è ...
di MM [user #34535]
commento del 03/02/2013 ore 10:32:3
Il Punk non mi è mai piaciuto, lo ammetto, Clash a parte.
Queste persone (lui come tanti altri), francamente non so se abbia senso chiamarle artisti o musicisti (me lo sto chiedendo, non è una convinzione), mi hanno sempre mosso un forte senso di tristezza.
Ritengo fossero persone da aiutare, invece lo Show Business le ha fatte morire.
Rispondi
I Clash non li fondò ...
di strummer [user #13029]
commento del 03/02/2013 ore 11:04:26
I Clash non li fondò Joe Strummer , Joe e' stato l'ultimo ad essere "ingaggiato" e suonava pub rock , non reggae, scusate ma non erano certo anarchici...anche loro come i Pistols avevano un manager ancora prima di esistere, quel che è successo poi è storia, e la storia gli ha dato ragione...Sid anche a me ha sempre fatto pena...
Rispondi
mah ?! "musicalmente" non c'è ...
di Kata_ts [user #2290]
commento del 03/02/2013 ore 12:39:25
mah ?! "musicalmente" non c'è nulla. distorsione e urle/grida. Frse i testi volevano dire qualcosa PER quei tempi.

Alcuni brani dei RAMONES li conosco, avevo pure due dischi. Mi piaceva più l"aspetto" del gruppo che i brani in sè ;)

Si può dire quel che si vuole ma Sid Vicious è passato all Storia della musica, negativamente !?!? posiivamente ?!?!? non ha alcuna importanza

WiWa!
Rispondi
Re: mah ?! "musicalmente" non c'è ...
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 03/02/2013 ore 14:27:43
"Si può dire quel che si vuole ma Sid Vicious è passato all Storia della musica, negativamente !?!? posiivamente ?!?!? non ha alcuna importanza"

invece secondo me ha importanza.

Sinceramente preferirei che la Storia della Musica la facessero solo musicisti che hanno dato un proprio, anche minuscolo, contributo.
Contributo chiaramente MUSICALE.
Rispondi
Re: mah ?! "musicalmente" non c'è ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 04/02/2013 ore 01:44:3
==musicalmente" non c'è nulla. distorsione e urle/grida.==
distorsione, urle e grida sono un sacco di roba... altro che "nulla"
Rispondi
Re: mah ?! "musicalmente" non c'è ...
di Kata_ts [user #2290]
commento del 07/02/2013 ore 21:41:34
?!?!! non è musica ;))
Rispondi
Re: mah ?! "musicalmente" non c'è ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 07/02/2013 ore 21:55:26
a tua scelta:

1)chi ha deciso che non si tratta di musica?

2)in questo caso viva la "non musica" ..

Rispondi
!!!!!!!!!!........
di pumba [user #158]
commento del 03/02/2013 ore 13:33:08
Per quanto mi riguarda stiamo parlando semplicemente di poveri dementi ! la musica e' una cosa seria e pulita ! Questi ripeto dementi e non aggiungo altro hanno semplicemente contribuito alla rovina di una miriade di giovani influenzandoli negativamente e all ' uso di droghe e alcol mietendo migliaia di vittime in tutto il mondo ! mi fanno semplicemente pena tutto li.
Rispondi
Re: !!!!!!!!!!........
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 03/02/2013 ore 14:20:08
Dementi ?
ti prego di riflettere su quel che dici.
C'è chi si droga per il puro gusto della trasgressione...ma c'è anche chi si droga perché depresso, per evadere dalla propria pesante esistenza.
Non giudico dementi quest'ultimi. Mi fanno pena, hanno imboccato una strada che è tutt'altro una via d'uscita e che invece AMPLIFICA il loro stato mentale e MOLTIPLICA le loro paranoie.

In realtà ho pena anche per i primi, perché esattamente come i secondi diventano schiavi della droga...e per uscirne devono lottare duramente con (e contro) se stessi in egual misura.

I dementi sono i giovani che li prendono ad esempio.
Talmente dementi da non trarre insegnamento dalle innumerevoli tragedie umane di cui è costellata la storia del Rock.

Può sembrare stupido a volte come e perché alcuni iniziano a drogarsi.
Ma la droga non è stupidità. La droga è una tragedia, prima di tutto.


Rispondi
Re: !!!!!!!!!!........
di MM [user #34535]
commento del 03/02/2013 ore 18:45:01
Giusto, la droga (tutte le droghe) è davvero una tragedia. Non c'è altra definizione.
La mia generazione ne ha veramente abusato, e ho forti dubbi che le migliori composizioni siano nate sotto i suoi effetti. Si possono comporre ottime cose anche senza, anzi, la sfida è proprio lì.
Non mi sento nemmeno di definire dementi i ragazzi che li hanno imitati, purtroppo imitare comportamenti negativi viene facile. Mi fanno pena e tristezza.
Spero che i giovani oggi abbiano più capacità di discernimento.
Rispondi
Re: !!!!!!!!!!........
di Guycho [user #2802]
commento del 04/02/2013 ore 10:41:00
Eccone uno che ha capito tutto della vita.
Rispondi
è vero qui si parla ...
di mehari [user #25169]
commento del 03/02/2013 ore 13:38:17
è vero qui si parla di musica
ma se l'UOMO viene distrutto da qualcosa che non sia la MUSICA stessa non può che essere un uomo perdente, non un musicista mitologico.
mi viene in mente Jaco Pastorius, è stato lui stesso ad autodistruggersi, non si è sacrificato per la musica, ha scritto pagine memorabili ma alla fine la sua è comunque una sconfitta umana.
è difficile distinguere i due aspetti ma per me è indispensabile.
denaro
fama
arte
persone
droga
sono cose che non vanno d'accordo messe insieme.

è difficile dire qualcosa di oggettivamente vero
si possono fare solo illazioni.

oltretutto la visione che si ha di tutto questo è molto mutevole nell'arco della vita di una persona... quello che ci sembra fantastico da giovani... lo critichiamo una volta "maturi" o viceversa.

nessuna critica feroce comunque

alla fine si muore tutti, in un modo o nell'altro, è un peccato che il MODO di andarsene possa gettarti nell'oblio o spararti nell'olimpo.

"Cari fratelli dell'altra sponda
cantammo in coro giù sulla terra
amammo in cento l'identica donna
partimmo in mille per la stessa guerra
questo ricordo non vi consoli
quando si muore, si muore soli"
Rispondi
Re: è vero qui si parla ...
di Guycho [user #2802]
commento del 04/02/2013 ore 10:53:58
>quello che ci sembra fantastico da giovani... lo critichiamo una volta "maturi" o viceversa.

Questa cosa viene spesso dimenticata da chi spara giudizi a zero sulle vite degli artisti.

Vorrei vederli tutti questi ventenni maturi e saggi, che non fanno le cazzate che abbiamo fatto tutti a quell'età.
Vorrei vedere quanti sono quelli che, vista la propria faccia su tutte le copertine, inseguiti da orde di fans, restano tranquilli e posati senza montarsi la testa o farsi plagiare da personaggi avidi.

La stragrande maggioranza dei musicisti rock (e non solo) ha avuto una gioventù sregolata e autodistruttiva, tra questi ci sono quelli sfortunati che non ce l'hanno fatta. Non sono peggiori dei sopravvissuti.

Rispondi
Re: è vero qui si parla ...
di mehari [user #25169]
commento del 04/02/2013 ore 11:27:03
giusto...giusto...
intendevo dire che è molto difficile formulare un'opinione "universalmente corretta"
ed è altrettando difficile separare completamente l'aspetto musicale da quello umano.

per me però in fondo quello più importante resta il secondo.
Rispondi
non ci siamo
di Zakk Fuckin' Wylde [user #5690]
commento del 03/02/2013 ore 20:07:55
ramones e sex pistols,per come la penso io,sono il punk grezzo allo stato puro,il resto è un altra roba.
i clash per carità ! ma è un mio pensiero,non condivisibile.
Rispondi
Re: non ci siamo
di angusnoodles [user #13408]
commento del 04/02/2013 ore 06:05:12
Si ma... London Calling è uno dei più grandi album di tutti i tempi... È un dato di fatto innegabile...
Rispondi
Non capisco...se metto un video ...
di Tomrocker91 [user #31826]
commento del 06/02/2013 ore 20:04:56
Non capisco...se metto un video in cui suono tutto a caso vengo linciato...se lo fa Vicious è un grande? Mi spiace ma non sono d'accordo... Sid è stato veramente uno dei musicisti più mediocri nella storia della musica...trovi 20 bassisti al giorno che sono meglio di lui. Non ho mai accettato che certa gente riesca a mettere in ombra altri musicisti 2000 volte superiori.
Rispondi
Loro hanno avuto almeno la ...
di poseidon [user #30697]
commento del 02/03/2013 ore 09:54:20
Loro hanno avuto almeno la decenza di levarsi di mezzo subito, e in questo sono stati veramente punk. Con un genere ripetitivo e monotono come questo, una band ha senso solo se dura poco, e loro, non so con quanta consapevolezza, lo capirono. Al contrario dei Ramones, che con la solita canzoncina da due accordi hanno mangiato per più di 20 anni. Comunque per me il punk, da un punto di vista musicale, resta quello degli stooges, dei kinks e dei primissimi Who "I Hope I Die Before I Get Old" era già 100%punk. Il Punk del 76-77 era più che altro fenomeno sociale-culturale
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Migliora i tuoi accompagnamenti: L’Isola che non c’è
Iggy Pop è tornato con il singolo Free che anticipa il nuovo album
Gretsch: dalle acustiche alle solid body al Summer Namm
ACCORDO ti piace? Da oggi puoi renderlo più utile e interessante
C4 Synth: synth modulari per chitarristi
Chitarre e ampli da EVH per il Summer Namm
Jackson rinnova per il Summer Namm
Moonlander: 18 corde per la chitarra lunare
Tre super-Strat da Charvel per il Summer Namm 2019
Timing, plettro e altre storie
Silverwood: torna “il meglio” del catalogo Supro
Fattoria Mendoza Boogia: l'overdrive distorsore definitivo?
Softube Console 1 SSL SL 4000 E Vs. British Class A Vs. American Class...
Kangra: fuzz e filter da Walrus per Jared Scharff
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964