CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Due chitarre al costo di una o quasi
Due chitarre al costo di una o quasi
di [user #31277] - pubblicato il

Nella realizzazione di un body, solitamente avanza una sottile cornice che sarebbe un vero peccato buttar via. Con un po' di fantasia, è possibile escogitare un modo per trasformare quegli scarti in una seconda chitarra tutta nuova.
Ovvero, come costruirsi una chitarra minimal e viaggiare felici con il proprio strumento.

Chi tra di voi si è cimentato nella costruzione di una chitarra elettrica si sarà ritrovato un po' di legno in avanzo, spesso destinato al camino o, nella migliore delle ipotesi, impiegato successivamente in qualche lavoretto di poco conto.
Con qualche accorgimento e un po' di fantasia, potreste riuscire a risparmiare abbastanza legno per costruire una chitarra essenziale, comoda se volete viaggiare leggeri senza rinunciare a strimpellare il vostro strumento.

Figlie di uno stesso legno
Qualche tempo fa, ho deciso di costruirmi una chitarra stile Telecaster utilizzando un unico pezzo di pioppo marezzato acquistato da un noto fornitore di legno per strumenti. L'asse in questione era di dimensioni standard 55x37x4,5 cm, più che sufficiente per qualsiasi tipo di strumento elettrico. Generalmente, la tracciatura della sagoma viene effettuata con riferimento al centro dell'asse. Il legno che avanza (in pratica una cornice ondulata) generalmente non offre molte possibilità di reimpiego.
Nel mio caso, per ragioni estetiche legate al posizionamento delle marezzature, ho dovuto tracciare la sagoma della chitarra in posizione notevolmente decentrata.

Due chitarre al costo di una o quasi

Una volta effettuato il taglio del body, ho notato che il legno in avanzo era notevole e ho avuto la folgorazione: perché non farsi una mini chitarra da viaggio? È stato un attimo, una volta completata la chitarra "vera" sono passato al progetto minimal.
Per sfruttare al meglio la rimanenza del legno, ho pensato di considerare la parte con maggiore curvatura nel verso alto, tenendo la parte lineare verso il basso, ovvero l'estremità dell'asse (il disegno che segue non è in scala ed è puramente indicativo).

Due chitarre al costo di una o quasi

In questa maniera avrei avuto la possibilità di incollare altro legno in modo da avere un body un po’ più largo e comodo da suonare. Nella pratica, ho trovato più conveniente ed esteticamente interessante aggiungere un'appendice di legno sagomato che ho avvitato al body ma separandolo tramite dei distanziatori cilindrici in ottone.

Due chitarre al costo di una o quasi

In questo modo la curvatura superiore del body consente l'appoggio del polso destro, mentre l’appendice fissata alla base è stata conformata per l'appoggio della chitarra sulla coscia quando si suona da seduti. Non escludo (ma è una mia impressione) che l’appendice avvitata sia anche di sostegno al suono e al volume generale, che mi sembrano inferiori quando questa parte non è avvitata al corpo.

L'idea originale era di fare una chitarra a costo quasi zero, riciclando la componentistica e altri ritagli di legno che avevo a disposizione. Il manico è stato quindi ricavato da una doga di faggio che avevo conservato smontando un vecchio letto e che avevo già impiegato con successo su un'altra chitarra. In questo caso non ho costruito un manico in un unico pezzo e la paletta ha una larghezza appena sufficiente all'installazione delle meccaniche (scala 25”). La tastiera è in palissandro e non è legno riciclato, quindi è la parte più costosa del progetto (15 Euro circa)

Due chitarre al costo di una o quasi

Essendo una chitarra essenziale, ho pensato a un'elettronica semplice ma efficace, con un solo pickup humbucker da posizionare al manico, connesso al solo controllo del volume. Ho scelto un pickup stile PAF con un ottimo rapporto qualità prezzo che ho trovato su internet (il Bourbon City disponibile sul sito Axesrus) spesso utilizzato come replacement sulle versioni economiche delle Les Paul Epiphone. Ho cablato i quattro conduttori del pickup sul controllo del volume di tipo push and pull. Il cablaggio mi consente di passare dal collegamento in serie a quello parallelo alzando semplicemente il potenziometro del volume, senza l’impiego di ulteriori interruttori. Questo aggiunge un pizzico di versatilità timbrica senza abbandonare lo spirito essenziale della chitarra.
Il suono globale enfatizza i bassi, quindi il controllo del tono sarebbe stato superfluo. Esiste perciò il solo controllo del volume al quale ho connesso un piccolo condensatore tra l’ingresso e l’uscita del segnale che evita il taglio delle frequenze alte abbassando il volume.

Due chitarre al costo di una o quasi

Non sprecate commenti riguardo l’estetica della chitarra. Lo so da me che non è proprio una bellezza! Considerato però che la forma non è studiata ma obbligata, poteva andare anche peggio. Per lo meno non è un banale pezzo di legno dritto con le corde, ma una chitarra di forma originale. Insomma, se non bella, possiamo almeno dire che è un tipo.

Per la finitura ho pensato a qualcosa di veramente economico (parliamo di una decina di euro di materiale) ma sufficientemente protettivo: il “tru oil”. Sono sicuro che già molti di voi sanno di cosa parlo e potete trovare molte informazioni utili sul web. In breve, si tratta di un olio impiegato originariamente come protezione per i calci dei fucili che, seccandosi, indurisce. È molto semplice da usare e non richiede l’impiego di costose attrezzature: solo un po’ carta vetrata molto fine, lana d’acciaio 0000 e una buona dose di pazienza.
L’olio si distribuisce sul corpo con il dito o con uno straccetto che non lasci però pelucchi, passando tra ogni mano la carta vetrata prima, la lana d’acciaio poi, fino a ottenere lo spessore richiesto. Sono necessarie almeno 6/7 mani a distanza di alcune ore per avere buoni risultati (un paio d’ore tra le prime mani, almeno otto ore tra le ultime).
Al termine otterrete un effetto semi-lucido (dipende un po’ dalla vostra abilità) oppure satinato se ripassate con la lana d’acciaio 2/3 giorni dopo l’ultima mano. Si tratta di un olio che viene spesso impiegato in liuteria (MusicMan lo impiega per i manici) ma come tutti gli oli viene assorbito dalle fibre del legno. Io, per evitare che questo sia un problema, prima di passare al tru oil distribuisco alcune mani di gomma lacca che possono anche fungere da turapori (se necessario, con un po' di pomice).

Due chitarre al costo di una o quasi

Nel complesso posso dire che il risultato, considerando il rapporto qualità-prezzo, è più che soddisfacente. Il pickup si è rivelato all’altezza delle recensioni che avevo trovato su internet. La chitarra ha abbastanza sustain e suonabilità per divertirsi senza troppe pretese sul divano di casa o in albergo, magari attaccati al proprio iPhone.
Ho caricato due clip registrati nelle due posizioni del selettore del volume: pickup in serie (full humbucker) e in parallelo (suono leggermente cristallino). In quest’ultimo caso, la caduta di volume è stata compensata da un aumento di volume dell’ampli. Il tutto è stato registrato con Tracktion utilizzando un ampli clean di iRig con aggiunta di riverbero (solo un po’ di gain nei passaggi finali).

È possibile ascoltare i clip a questo indirizzo.

Spero quest’articolo possa dare l’input agli appassionati di liuteria elettrica per la costruzione di chitarre sempre più originali e magari innovative.
Nota della Redazione: Accordo è un luogo che dà spazio alle idee di tutti, ma questo non implica la condivisione di ciò che viene scritto. Mettere a disposizione dei musicisti lo spazio per esprimersi può generare un confronto virtuoso di idee ed esperienza diverse, dando a tutti l'occasione per valutare meglio i temi trattati e costruirsi un'opinione autonoma.

chitarre elettriche fai da te liuteria
Link utili
Ascolta i clip audio
Nascondi commenti     49
Loggati per commentare

a me piace un sacco ...
di lapo87 [user #30476]
commento del 02/03/2013 ore 11:13:01
a me piace un sacco invece! domanda sulla finitura però, hai mischiato il colore al thru oil oppure lo hai applicato in fasi diverse?
Rispondi
Re: a me piace un sacco ...
di electrolute [user #31277]
commento del 02/03/2013 ore 14:19:08
Ho usato tinte ad acqua, poi il tru OIL.Prima ho passato una tinta molto scura che ho poi carta entrato una volta asciugata, lasciando in evidenza solo le marezzature e le venature. Poi sono passato alla tinta blu. Nota: il tru-OIL serve di protezione e scurisce un po' ma l' effetto e' piacevole
Rispondi
Re: a me piace un sacco ...
di lapo87 [user #30476]
commento del 02/03/2013 ore 20:50:42
ok ma per tinte ad acqua intendi roba tipo inchiostri? come fondo cosa hai messo?
Rispondi
Con uno dei soliti marchi ...
di giored [user #27009]
commento del 02/03/2013 ore 11:41:49
Con uno dei soliti marchi sulla paletta la venderesti tranquillamente per migliaia di euro. Questa chitarra non è "arte povera", è arte e basta. Bellissima davvero, per non parlare del suono...
Complimenti!
Rispondi
complimenti davvero un ottima idea ...
di fabiojay [user #20826]
commento del 02/03/2013 ore 11:47:3
complimenti davvero un ottima idea
Rispondi
"Non sprecate commenti riguardo l’estetica ...
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 02/03/2013 ore 12:46:23
"Non sprecate commenti riguardo l’estetica della chitarra"

E invece proprio per quella voglio complimentarmi!
Hai saputo usare gli scarti in maniera davvero intelligente. Tanto che, se non si sapesse che il body è un avanzo della lavorazione di una seconda chitarra, si potrebbe tranquillamente pensare a una travel guitar di design.
Molto bella l'idea di collegare le due parti con gli anelli di ottone i quali, butto lì l'idea, se ci fosse stato più spazio nella parte inferiore del body magari avrebbero potuto fungere da canaline per arrivare ai potenziometri in posizione classica.
E pare suonare pure bene, complimenti anche ad iRig!
Rispondi
Complimenti
di Tubes [user #15838]
commento del 02/03/2013 ore 14:01:24
Bravo, la chitarra è proprio originale, altro che minimal . Inoltre suona veramente bene .
Insomma, standing ovation ( frase che non significa chitarra acustica col fondo in resina che sta in piedi ... ) e al prossimo progetto
Rispondi
Cavolo! suona bene!! ...
di ANTOLO [user #10287]
commento del 02/03/2013 ore 14:22:10
Cavolo! suona bene!!
Rispondi
Che dire...
di invioinvio [user #30752]
commento del 02/03/2013 ore 14:54:12
...complimentissimi! Non solo ne hai realizzata UNA bellissima...ma anche una SECONDA Mitica (credo tu sia l'unico al mondo che ha fatto qualcosa del genere...fico!)! ....sapessi farlo io....ciao ciao
Rispondi
davvero un gran bel suono ...
di kirschak [user #32705]
commento del 02/03/2013 ore 15:11:3
davvero un gran bel suono ed anche la chitarra in sè non mi dispiace per niente. :-)

Lasciami però dire che la simil telecaster è davvero uno spettacolo!!!!!!
Rispondi
bella!
di dfatwork utente non più registrato
commento del 02/03/2013 ore 15:28:57
e di gusto!!
Rispondi
WoW !!!
di shoun [user #18490]
commento del 02/03/2013 ore 15:56:02
Bellissimerrime tutte e due !!! Complimenti per l'abilità costruttiva ed anche e soprattutto di progettazione, per non parlare della ottimizzazione dei costi, concordo con il giudizio di "Giored" se le costuissi in serie ci faresti bei soldi, sia con la prima che con la seconda.Nella prima chitarra, il top è tutto carved oppure è un riflesso di luce? ...il pezzo che hai creato per tenerla da seduto, a me servirebe da crearlo simile per usarlo come reggi avambraccio. Ho una simil steimberger (modello scopetta) e mi sono messo in testa di usarla per imparare a suonare il ragtime in fingerstyle... poggiando solo il polso è dura, i tendini dell'avambraccio lavorano il doppio, perchè il dorso della mano assume una posizione "sbagliata", per quanto possa essere corretto parlare di sbagliato nell'arte di suonare la chitarra (l'avambraccio ha sentenziato che è sbagliato e non oso contraddirlo). Ho provato anche ad imparare ad appoggiare il mignolo, ma l'avambraccio senza sostegno dopo poco si stanca, per non parlare della spalla a stare sospesa, l'unica è suonarla in piedi... pesa quasi 4 kili...venderla? Mai, ha un suono stupendo, e con il plettro mi ci diverto troppo.Mi servirebbe una cosa tipo quello delle traveller...sono stato in segheria e per fare una cosa del genere mi hanno chiesto non poco, avessi abilità in falegnameria liuteristica, non solo per farlo ma per capire bene di che dimensioni farlo e come sagomarlo, dovrei partire forse dal template di una chitarra elettrica completa. Ho chiesto anche ad alcuni liutai a Roma... non vi dico che prezzi mi hanno sparato. Mi sa che mi conviene abbandonare l'idea e ripiegare su di una acustica cheap...
Rispondi
Re: WoW !!!
di electrolute [user #31277]
commento del 03/03/2013 ore 11:46:34
Il top della Telecaster è carved sia nella parte alta che nella parte bassa (sotto il battipenna). Questo per alleggerire un po' il corpo
Rispondi
che dire. . .
di tonio90 [user #36226]
commento del 02/03/2013 ore 16:02:15
semplicemente geniale. . . .
Rispondi
Re: che dire. . .
di Claes [user #29011]
commento del 02/03/2013 ore 16:46:17
Davvero geniale - concordo di brutto. Sarebbe pure da lap slide. Il design è bellissimo e la suonerei dal vivo tanto per sbalordire tutti. 1 pick-up solo? Meglio! Meno menate...
Rispondi
Complimenti, per l'idea e per ...
di Oliver [user #910]
commento del 02/03/2013 ore 16:07:53
Complimenti, per l'idea e per la realizzazione.
La "prolunga" avvitata (e quindi smontabile o addirittura... intercambiabile!) è personalissima e meriterebbe un brevetto.
E suona anche bene.

(bellissima anche la tele)
Rispondi
Da appassionato di do it ...
di Cannibal [user #36124]
commento del 02/03/2013 ore 16:54:
Da appassionato di do it yourself posso solo dire che è splendida, un lavoro magistrale.
Rispondi
woww
di welcometotijuana1 [user #36575]
commento del 02/03/2013 ore 17:25:16
Sono chitarre bellissime e la clip che ho ascoltato ha un suono fantastico, mi complimento con te! :) la foto della chitarra "sunburst" che vedo sulla tua pag soundcloude è un'altra tua creazione ?

Volevo sapere se nella tua esperienza di chitarre faidate ne hai in vendita su qualche sito, perchè una chitarra come la tua telecaster che vedo nella prima foto la comprerei -portafoglio permettendo- preferendola anche a una fender americana!!

risp please
welcometotijuana :D


Rispondi
Re: woww
di electrolute [user #31277]
commento del 03/03/2013 ore 10:57:15
Costruisco chitarre per passione ed ogni tanto ne vendo qualcuna dopo che mi ci sono divertito un po'. Questo mi permette di far spazio a quelle nuove, con grande gioia di mia moglie! Se vuoi, puoi dare un'occhiata al mio sito (www.electrolute.it)
Rispondi
Non capisco perchè sfruttarla per ...
di ThePFGuitar [user #29467]
commento del 02/03/2013 ore 17:26:43
Non capisco perchè sfruttarla per divertirsi senza troppe pretese sul divano di casa o in albergo...... Io con sto capolavoro andrei a suonare ovunque: casa, albergo locale o stadio che sia! E' stupenda, sia in fatto di genialità vera e propria, sia in estetica, sia in suono!!!
Rispondi
geniale !
di xstellamayfairx [user #20604]
commento del 02/03/2013 ore 17:29:57
la chitarra è bellissima dalle foto e il suono per me è davvero davvero bellissimo
spero proprio in un video di questa bellezza minimal!
ti seguo !
complimenti vivi&vibranti
a.
Rispondi
a me piace piu' della ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 02/03/2013 ore 17:34:18
a me piace piu' della tele..
Rispondi
Bel lavoro, veramente ben fatto! ...
di rockit [user #11557]
commento del 02/03/2013 ore 17:49:4
Bel lavoro, veramente ben fatto! Sarà anche merito del colore, ma è veramente una bella chitarra.
Rispondi
molto bella la tele ma ...
di paserot [user #21075]
commento del 02/03/2013 ore 19:35:54
molto bella la tele ma '' l'ondina '' ha in più il dono della genialità
Rispondi
Altro che...
di adagio [user #13118]
commento del 02/03/2013 ore 20:45:29
...esteticamente un tipo! la chitarra è davvero bella mi ricorda una bocca socchiusa!
Complimenti davvero perché oltre alla bellezza e la funzionalità l'idea è tanto semplice quanto geniale e l'hai realizzata con grande gusto ed efficacia.
Bella anche la Tele ma la Tua è un piccolo capolavoro.



Rispondi
Confermo l'idea di tutti!!
di briziofazer [user #21497]
commento del 02/03/2013 ore 22:44:32
E' una chitarra di design neanche da sottovalutare ed in più suona pure bene da farci due Blues in un locale....Quotone per genialità e manualità, sei il chitarrista perfetto, quello che se la costruisce se la canta e se la suona....
Rispondi
Doppio wow!
di Icoiss [user #33881]
commento del 02/03/2013 ore 23:53:51
Wow che bella!! (prima cosa che ho pensato quando la ho vista)
Poi, quando la ho sentita è partito subito un wow che suono!!! Complimenti:-)
Rispondi
Mi associo a tutto quello ...
di LeleOne1957 [user #33434]
commento del 03/03/2013 ore 10:15:42
Mi associo a tutto quello espresso sopra dagli amici accordiani, non trovando altri aggettivi per descrivere le tue opere e congratularmi con te, ma mi rimane la curiosità di come con una doga di un letto sei riuscito a ricavarne un manico. Io ne conservo alcune ma sono troppo fini per ricavarne un manico, forse la tua doga non è proprio quello che penso io ma un pezzo di letto ?
Rispondi
Re: Mi associo a tutto quello ...
di electrolute [user #31277]
commento del 03/03/2013 ore 11:13:46
sono doghe particolari, ovviamente. La larghezza è di circa 6 cm mentre lo spessore è di 2,5 cm (la lunghezza di 1,60 m ti permettete di costruire più manici). Avranno circa 25 anni e quindi sono ben stagionate e robuste. Con una sola doga puoi costruire un paio di manici tele/strato ma bisogna aggiungere delle piccole appendici laterali per poter sagomare la paletta. Le ho già usate anche per costruire manici incollati al corpo, ma in questo caso ho dovuto incollarne 3 sulla larghezza per avere corpo sufficiente per lavorare la sagoma (un manico a 3 sezioni). Nel tuo caso, se la qualità delle doghe è buona, puoi fare lo stesso con più sezioni
Rispondi
Re: Mi associo a tutto quello ...
di LeleOne1957 [user #33434]
commento del 04/03/2013 ore 10:09:42
Grazie mille per le delucidazioni, immaginavo che fossero diverse da quelle in mio possesso. Io dovrei incollarne almeno 6 o 7 per poter ricavarne un manico ed anche se tecnicamente possibile, il risultato estetico non mi piacerebbe, ancora complimenti per le tue "opere" e ci tengo a chiamarle così, perché solo chi ha la conoscenza e la manualità per trasformare la materia che ci circonda può crearle.
Rispondi
Fantastica!
di memecaster [user #27954]
commento del 03/03/2013 ore 15:36:43
Mi permetto di dirti che la preferisco alla Tele! Da appassionato di fai da te non posso che togliermi il cappello
Rispondi
Mai vista una travel guitar
di jotler [user #32545]
commento del 03/03/2013 ore 18:05:01
bella come la tua ! Fossi in te la registrerei come opera dell'ingegno! Se decidi di passare alla produzione in serie considerami nella lista dei pretendenti !
P.S. dici che si potrebbe trovare il posto anche per i reggitracolla ?
Rispondi
Re: Mai vista una travel guitar
di electrolute [user #31277]
commento del 04/03/2013 ore 10:59:
Visto che alla fine sembra che piaccia un pò a tutti, penso che terrò in considerazione l'idea di sviluppare ill progetto e produrne qualche altro modello. Ovviamente c'è l'attacco per la tracolla, che consente di maneggiare meglio la chitarra. Recentemente ho modificato la chitarra in modo che possa ospitare il pick-up esafonico Roland. Non ho dovuto fare modifiche particolari, ma solo un foro per bloccare la staffa con una vite. Questo è sufficiente per installare il GK-2 che il GK-3
Rispondi
trovo molto più bella la ...
di mattconfusion [user #13306]
commento del 03/03/2013 ore 19:36:58
trovo molto più bella la travel che la tele! molto più interessante, dla mio punto di vista. Sarà che amo il classico e quindi accostamenti di colori eforme come la tua tele non mi piacciono, però la travel è proprio stuzzicante. E' bellissima l'idea della giunzione fra le due parti e del metodo di colorazione! Sette più! ; )
Rispondi
complimentissimi! ...
di nawa utente non più registrato
commento del 04/03/2013 ore 11:42:59
complimentissimi!
Rispondi
Dubbio...
di Adimant [user #12733]
commento del 04/03/2013 ore 15:14:59
Mi viene il dubbio che tutti quei tipi che presentano queste chitarre per così dire 'minimal' con questo tipo di look e te le fanno pagare tanti soldini per il design innovativo in realtà vadano da Fender e Gibson e raccolgano gli scarti di produzione!! :)
Complimenti, bell'idea e bellissima realizzazione (la paletta è di ispirazione Parker o mi sbaglio?).
Rispondi
molto bella
di jdm61 [user #20274]
commento del 04/03/2013 ore 17:13:56
mi associo anch'io per esprimere le piu' vive congratulazioni per la genialita'. Una domanda: risulta equilibrata, come peso voglio dire?
Rispondi
Re: molto bella
di electrolute [user #31277]
commento del 04/03/2013 ore 18:07:5
direi di sì visto che il pioppo che ho usato per il body è abbastanza pesante anche se ridotto in dimensione. Gli attacchi della tracolla sono sul retro del corpo ma non sembra diano fastidio
Rispondi
molto molto bella... sia l'idea ...
di mehari [user #25169]
commento del 04/03/2013 ore 19:47:21
molto molto bella... sia l'idea che la chitarra !
anzi...LE chitarre
Rispondi
una sola parola: IMMENSO ;)))))))) ...
di Kata_ts [user #2290]
commento del 04/03/2013 ore 21:49:58
una sola parola: IMMENSO ;))))))))
tra parentesì è bellisisma

Grande

WiWa!
Rispondi
il suono è spettacolare, molto ...
di zaloral [user #31722]
commento del 05/03/2013 ore 13:18:41
il suono è spettacolare, molto caldo e intenso.
la forma è davvero interessante, intrigante.
a mio modesto parere dovresti brevettarla o quantomeno pensare ad una linea di chitarre con quella forma e caratteristiche "fisiche e meccaniche" con qualche variante sull'elettronica.
bravo! hai avuto una grande idea e sei riuscito a realizzarla con molto gusto ed ingegno.
hai tutta la mia ammirazione!
Rispondi
io ribatto sul VOGLIAMO UN ...
di xstellamayfairx [user #20604]
commento del 05/03/2013 ore 15:03:47
io ribatto sul
VOGLIAMO UN VIDEO !
sempre con molta gentilezza e ammirazione !
:))
a.
Rispondi
Re: io ribatto sul VOGLIAMO UN ...
di electrolute [user #31277]
commento del 05/03/2013 ore 15:09:52
Caspita, per il video mi devo organizzare anche perchè la chitarra nel frattempo l'ho ceduta al fratellino. Vedo se sono in grado di fare qualcosa di decente
Rispondi
Seria però, ha decisamente un ...
di Bustio [user #24438]
commento del 05/03/2013 ore 22:15:51
Seria però, ha decisamente un bel suono!
Sarebbe stata l'ideale per l'esibizione di Elio e le storie tese a Sanremo il giorno dei duetti ;-)

Si sente una certa influenza knofpfleriana o sbaglio? ;-)
Rispondi
La FANTASIA marcia in più degli italiani.
di Toby [user #27677]
commento del 06/03/2013 ore 18:37:29
Complimenti una vera chicca.
Come suona?

Ciao.

Toby.
Rispondi
Re: La FANTASIA marcia in più degli italiani.
di electrolute [user #31277]
commento del 07/03/2013 ore 09:26:44
Grazie per i complimenti. Puoi ascoltare dei clips tramite il link che trovi in fondo all'articolo
Rispondi
Re: La FANTASIA marcia in più degli italiani.
di Toby [user #27677]
commento del 07/03/2013 ore 13:43:06
Ciao, ho sentito il test riportato, mi sembra un buon risultato sonoro.

Ciao.

Toby.
Rispondi
se uno la volesse acquistare come travel guitar
di luponedimontepulcian [user #2071]
commento del 07/03/2013 ore 11:34:56
quanto costerebbe ?
Saluti e complimenti
Marco
Rispondi
Grazie per i complimenti. Questa ...
di electrolute [user #31277]
commento del 07/03/2013 ore 11:43:0
Grazie per i complimenti. Questa chitarra l'ho venduta a mio Fratello ma avevo già messo in cantiere di l'idea di farne altre visto che ho già avuto richieste simili. Diciamo che dipende dal legno, dalla componentistica e dalle finiture (anche se il legno era d'avanzo, era comunque legno destinato alla costruzione di strumenti musicali). Essendo un lavoro fatto esclusivamente in maniera artigianale i costi maggiori sono nella manodopera. Se ti interessa puoi contattami tramite il numero che trovi sul mio sito (www.electrolute.it).
Rispondi
Altro da leggere
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 2
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
Ascolta la Sire L7 di Larry Carlton: LP-style super accessibile
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora succedere
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre
La GAS come l’amore? Una storia semiseria




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964