VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Squier Stratocaster Classic Vibe '50
Squier Stratocaster Classic Vibe '50
di [user #36973] - pubblicato il

La controparte cinese di Fender si riscatta con modelli sempre più sofisticati e capaci di concorrere senza complessi di inferiorità con strumenti di indiscussa qualità. Restando nelle fasce più economiche di mercato, la Squier Classic Vibe '50 promette un sound vintage che potrebbe trovare dei fan anche tra i possessori di articoli ben più costosi.
La controparte cinese di Fender si riscatta con modelli sempre più sofisticati e capaci di concorrere senza complessi di inferiorità con strumenti di indiscussa qualità. Restando nelle fasce più economiche di mercato, la Squier Classic Vibe '50 promette un sound vintage che potrebbe trovare dei fan anche tra i possessori di articoli ben più costosi.

In un mercato così vasto come quello delle chitarre, con cui si impazzisce al solo pensiero di capire la differenza tra l'una e l'altra, per le quali come il vino ci sono annate speciali e luoghi speciali dove una chitarra può essere prodotta, dove persino due chitarre uscite dalla fabbrica sottobraccio suonano diversamente, ecco che l’invasione delle produzioni cinesi può riservare interessanti e positive sorprese o può fare pentire anche l’acquirente più avventato.
La chitarra di cui mi piacerebbe parlare è la Squier Classic Vibe '50, cinesina DOC.

Premetto di essere un fortunato possessore di una Fender Stratocaster Deluxe HSS del 2008 che ha sempre fatto il suo dovere egregiamente, però non mi soddisfa a pieno sui suoni tipici Stratocaster clean, soprattutto in seconda posizione (ponte e centrale).
Decido, dopo numerose ricerche, di provare la cinesina e magari trovarne una per un prezzo anticrisi. Detto fatto.

La chitarra vista da vicino non è il massimo nelle finiture, mi riferisco al battipenna plasticone monostrato e al ponte che, seppur a sei viti, sembra di un materiale più scadente, per non parlare della verniciatura completamente coprente (il modello che ho preso è un fiesta red) che farebbe impallidire gli sverniciatori che suonano solo con body natural. Il manico monoblocco in acero (la Classic Vibe 60 è con la tastiera in palissandro), a vederlo, invece fa un gran bell’effetto, fatta eccezione per il capotasto un po' cheap.

Squier Stratocaster Classic Vibe '50

Trattata la dotazione tecnica, si può passare direttamente al suono. Sia chiaro che non voglio sembrare quello che ha fatto l’affarone del secolo, però rimango veramente sorpreso.
I pickup Alnico III (di basso gain ma ottimi puliti) mi regalano una grande sorpresa. Il suono è clamoroso per quel prezzo (usata l'ho pagata 220 euro), un twang che non ti aspetti, un suono tipico Strat e lontano dal suono dei Noiseless di serie sulla Deluxe, soprtautto nelle posizioni intermedie. La tastiera non frusta, si lascia suonare benissimo e il ponte sembra non soffrire più di tanto, l’accordatura tiene i bending anche se ovviamente non a livello di Custom Shop.

Probabilmente questa chitarra non mi durerà trent'anni, a meno di interventi sulle meccaniche e ponte che in futuro mi potrò anche divertire a fare, però sono più che soddisfatto dell’acquisto.
Credo che quando si acquista una chitarra, oltre a tenere a mente quello di cui veramente si ha bisogno, ci si deve liberare dai pregiudizi e innamorarsi del suono. Anche perché temo che in questo periodo storico, dove il costo della manodopera è cresciuto moltissimo nei Paesi Occidentali rimanendo sempre più basso in quelli asiatici, le varie aziende facciano una politica sui materiali non proprio limpida.

Una American Standard che costa circa mille euro ha un costo di produzione molto più alto rispetto ad una produzione asiatica dove la maggior parte del costo è rappresentato invece dai materiali.

Ovviamente questo è un discorso anche un po' provocatorio, fatto per avere vostri pareri sia sulla chitarra in questione sia sul pericolo che rischia il mercato USA nei prossimi anni.

In ogni caso invito coloro che cerchino un suono Strat senza spedere un capitale ad approcciare a questa chitarra, onestissima, da battaglia ma dal gran bel suono.

Nota della Redazione: Accordo è un luogo che dà spazio alle idee di tutti, ma questo non implica la condivisione di ciò che viene scritto. Mettere a disposizione dei musicisti lo spazio per esprimersi può generare un confronto virtuoso di idee ed esperienza diverse, dando a tutti l'occasione per valutare meglio i temi trattati e costruirsi un'opinione autonoma.
chitarre elettriche classic vibe 50 squier stratocaster
Nascondi commenti     57
Loggati per commentare

io sto avendo grossi problemi ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 10/04/2013 ore 13:48:02
io sto avendo grossi problemi con la mia Vintage Modified made in Indonesia. Il capotasto è pessimo e non tiene l'accordatura manco a toccarla con una piuma. E' una Jaguar. Si sa... l'accordatura della jaguar non è granchè stabile. Ma così si esagera. L'altroieri sera alle prove mi ha fatto dannare.
Rispondi
Re: io sto avendo grossi problemi ...
di sonicnoize [user #36973]
commento del 10/04/2013 ore 14:04:30
Ti dirò sulla Classic Vibe l'accordatura tiene abbastanza, anche bending moderati, mi piacerebbe in un secondo momento cambiare ponte e capotasto. Il problema vero è: quanto vale la pena investire in un upgrade e fino a che punto?
Rispondi
Re: io sto avendo grossi problemi ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 10/04/2013 ore 14:21:27
un kit capotasto+sellette graphtech non costa tantissimo... si può pure fare. Io sono dell'opinione che se una chitarra "te lo da" è sempre buono investirci. Purtroppo si fa l'errore enorme di ragionare sempre in soldi. Personalmente la mia Jag mi piace tantissimo e ho un feeling veramente buono con lei. Ottimizzarne le prestazioni mi conviene a prescindere.
Rispondi
non ho più molta voglia ...
di sound floyd [user #5767]
commento del 10/04/2013 ore 14:00:50
non ho più molta voglia di dannarmi con chitarre di bassa qualità...l' ho fatto troppe volte quando ero ragazzino ;), ciò non toglie che le classic vibe siano dei prodotti ben studiati, sopratutto per il rapporto qualità prezzo.
Rispondi
Re: non ho più molta voglia ...
di sonicnoize [user #36973]
commento del 10/04/2013 ore 14:09:29
Sicuramente non è un prodotto iperdurevole, e che darebbe dei problemi ad essere usato dal vivo. in quanto rischi di perdere l'accordatura rispetto ad una chitarra diversamente costruite. Invece potrebbe essere valida per un progetto di home recording e per ampliare eventualmente la gamma di suoni disponibili. un muletto insomma :)
Rispondi
Sembra che l'abbia scritto io l'articolo!
di Salomone [user #34653]
commento del 10/04/2013 ore 14:08:30
Leggendo ho avuto qualche perplessità... ma l'ho scritto io l'articolo?
E no... perché anche io ho una strato Deluxe HSS e ho una Squire Fiesta Red... come sopra! Ma io l'ho presa nuova al prezzo udite udite di 280 €!
Debbo aggiungere che il passato ho avuto una Fender Stratocaster Vintage del '57 e credo di non esagerare dicendo che la Squire è sostanzialmente alla pari... sia come meccaniche che come suono! D'accordo il battipenna bianco non è come quello sottile... ma non è per nulla brutto... si può sempre sostituire volendo! Non sono d'accordo circa le meccaniche... non sono meglio della Vintage anni '80 e nemmeno i pick up sfigurano... anzi! La verniciatura... ricordo che sulla Vintage che all'epoca costava se non erro più di 3.000.000 di £ dopo un mese c'era una crepa sulla vernice e l'ho dovuta portare in assistenza per farla riverniciare da Tomassone... fortuna che era in garanzia!
Aggiungo che il manico è dritto come un fuso e per altro ha quel taglio tanto decantato da Custom Shop detto quartersawn, che per altro mi ritrovo anche su una Squire Telecaster Vibe! Insomma... queste sono chitarre fantastiche... sono vere Fender e il prezzo non deve trarre in inganno! Sarò stato fortunato? Ma leggendo le opinioni sembra non essere il solo! Ma quasti cinesi si snon messi a fare le cose per bene... bravi!
Rispondi
Re: Sembra che l'abbia scritto io l'articolo!
di sonicnoize [user #36973]
commento del 10/04/2013 ore 14:14:22
Salomone allora il nostro è proprio un destino comune perchè per un periodo ho avuto una riedizione del '57 grande chitarra! di cui non ho mai dimenticato il timbro stupendo!
Hai colto il senso di quello che volevo dire, se suoni ad occhi chiusi hai in mano una fender reissue '57! e il c-shape è comodissimo!

Una domanda? come ti trovi con la deluxe HSS, a me era balenata l'idea di rifare il set up con texas special + JB al ponte eliminando il sistema s1 e splittando il jb in 2° posizione.

Certo ora che ho aggiunto la cinesina ne sento meno la necessità!
Rispondi
Re: Sembra che l'abbia scritto io l'articolo!
di Salomone [user #34653]
commento del 10/04/2013 ore 14:22:42
Sulla Deluxe mi trovo benissimo... è una chitarra molto versatile che non ti fa mancare la potenza dell'humbucker quando serve! Per altro la mia Deluxe è con il tastino che splitta l'humbucker e quindi si ottiene molta versatilità! Circa la tua domanda non saprei risponderti... dovresti chiedere a un liutaio con esperienza se vale la pena sostituire i pick up... io non lo farei!
Rispondi
È normale che una american ...
di chiatarrox [user #36263]
commento del 11/04/2013 ore 08:28:55
È normale che una american vintage possa creparsi visto che é verniciata a nitro...una squier é sigillata in un sarcofago plasticoso di poliuretanica non si crepa neanche se la metti vicino al caminetto e subito dopo la usi come slittino sulla neve...
Rispondi
Cit.: "Credo che quando si ...
di Strato2006 [user #13781]
commento del 10/04/2013 ore 14:27:08
Cit.: "Credo che quando si acquista una chitarra, oltre a tenere a mente quello di cui veramente si ha bisogno, ci si deve liberare dai pregiudizi e innamorarsi del suono."

E' esattamente il mio parametro finale di giudizio: se dopo un pezzo che la provo non mi viene ancora voglia di metterla giù, ho ancora voglia di sentirla cantare... è quella giusta!

Io ho una Squier Strat Affinity, quindi di fascia ancora più economica, ma comunque concordo sull'ottimo rapporto qualità-prezzo di questi strumenti: è evidente che non possono reggere il paragone con uno strumento di fascia alta, ma fanno dannatamente bene il loro dovere, suonano e si lasciano suonare alla grande, ad un prezzo decisamente molto contenuto.
Rispondi
Re: Cit.: "Credo che quando si ...
di sonicnoize [user #36973]
commento del 10/04/2013 ore 14:39:53
Esatto, molto spesso ci si lascia affascinare dal feticcio, dall'avere per forza una custom shop a costo di sborsare somme enormi senza non prestare attenzione al suono. Il chitarrista spesso è un gran feticista (in fondo lo sono anche io) e se potesse le chitarre le comprerebbe tutte.

Putroppo in questo momento di crisi una chitarra come questa squier è una soluzione che bilancia la qualità alla spesa sostenuta.
Rispondi
Ho la squier classic vibe ...
di kirschak [user #32705]
commento del 10/04/2013 ore 14:42:49
Ho la squier classic vibe '50 che vedi nel mio avatar ed in un'attacco di gas circa un paio di mesi fa mi sono tolto uno sfizio che covavo da una decina d'anni..mi sono comprato una fender custom shop deluxe del 2012.
Ora, è ovvio dire che il paragone tra le due chitarre non c'è ma la differenza di suono e prestazioni non è minimamente proporzionale alla differenza di prezzo.

La squier è una chitarra più che onesta! e ti dirò di più: pur avendo lubrificato per bene tutti i punti di contatto tra body/manico e corde, ti posso dire che la squier tiene l'accordatura molto meglio della custom shop!
Ciò avviene perchè l'abbassacorde della CS (che sostituirò a breve) non ha una sorta di "distanziatore" dalla palletta e quindi la corda fa una curva troppo stretta tendendo ad impuntrsi, con ogni conseguenza del caso sul piano della tenuta dell'accordatura e del mi cantino in particolare.
Quanto al ponte, se lo tieni ben attaccato al body, va più che bene.
Ciao
Rispondi
Re: Ho la squier classic vibe ...
di Willard [user #36977]
commento del 10/04/2013 ore 18:39:09
Uh... Sulle Custom shop, come sulle american standard, dovrebbero esserci le meccaniche ad altezza variabile, ovvero quelle del miccantino e del SI dovrebbero essere più alte di quelle di SOL e RE che sono più alte di LA e MI greve... Questo appunto per mantenere l'angolo ottimale fra corda e capotasto.
Gli "string tree", ovvero quegli affarini che abbassano la corda sulla paletta sono presenti solo su stratocaster (come la american special), che hanno le meccaniche tutte alte uguali.
Rispondi
Re: Ho la squier classic vibe ...
di kirschak [user #32705]
commento del 10/04/2013 ore 20:29:18
No, ci sono duemila tipi di custom shop.
La mia é la deluxe 2012, corpo in frassino ed acero quilted, manico (large c) in acero e palissandro a 22 tasti, pickup abby handwound e meccaniche di non ricordo quale marca ed abbassa corde.
A parte la tenuta dell'accordatura la chitarra suona davvero da paura...
Rispondi
Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 10/04/2013 ore 14:43:04
Non c'è dubbio, queste chitarre hanno spesso dei prezzi invitanti ma vorrei soffermarmi su un paio di punti: io suono da circa 15 anni e come tanti di noi ho acquistato anche io una chitarra entry level quando cominciai a suonare ma rispetto ad oggi la loro qualità è scesa moltissimo! E' vero, in certe situazioni da una classic vibe si possono tirar fuori suoni molto carini ma passata la GAS iniziale i problemi strutturali di questi strumenti diventano abbastanza pesanti da sopportare.
La mia prima chitarra elettrica fu una Yamaha 121 dm come questa : vai al link
Ebbene, la pagai nuova 400.000 £ e vi assicuro che non mi ha mai creato problemi ne di scordatura, ne di intonazione ne di wireing ( spero si scriva così ... ).
Oggi una Classic Vibe nuova costa sui 350/380 € ma salvo casi sporadici crea sempre problemi molto fastidiosi; certo per chi suona solo in camera da letto magari può essere accettabile ma chi prova a mettere il naso fuori di casa ha subito delle difficoltà non da poco quindi la mia domanda è: ne vale davvero la pena? o peggio ancora, vale la pena acquistarla e poi spendere altri 200 o più euro per modificarla?
A mio avviso oggi l'unico marchio che propone a prezzi simili degli strumenti tutto sommato
"utilizzabili" è Ibanez.
Benchè io non sia un patito di questo marchio devo dire che rispetto a tantissimi altri modelli di pari prezzo la cara vecchia Ibba sta un passo avanti a tutte.
Non dico che siano liuteristicamente perfette, per carità si tratta pur sempre di strumenti molto economici ma si difendono davvero bene.
Certo poi sorge il problema del sound, capisco perfettamente che chi desidera un suono Strat non guarda Ibanez o Hamer o Jackson ma per coloro che come l'autore dell'articolo hanno già uno strumento qualitativamente buono e cercano qualcosa di economico ma accetabile consiglierei di non partire in quarta ma di girare qualche negozio di strumenti, provare un bel po' di chitarre e poi decidere cosa davvero conviene acquistare con quelle poche centinaia di euro che si desidera spendere.
E per ultima cosa vorrei solo dire: vi prego smettetela di paragonare modelli custom shop o comunque di alto livello con queste economiche, non mi pare davvero il caso ... salite su un bel palco con una strumentazione buona, fatevi un concerto e poi mi dite ( a quei volumi!) se c'è differenza tra un economica ed una professionale!
Questa è la mia opinabile impressione, poi per carità, ognuno gestisce i propri soldi come meglio crede ;P

ciao!
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di kirschak [user #32705]
commento del 10/04/2013 ore 15:28:48
Ma tu ne hai mai avuta una?...no perchè io di difetti strutturali non ne vedo proprio sulla mia Classic vibe.
E' chiaro che differenze con la mia custom shop ce ne sono tantissime (mi incacchierei di brutto se non fosse così!) ma da qui a dire che la squier è strutturalmente inaffidabile ce ne corre e pure tanto!
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 10/04/2013 ore 15:40:22
Ne ho avuta una tra le mani per qualche mese e consosco diverse persone possessori di Squier che mi hanno raccontato gli stessi problemi.
Secondo me nel numero qualcuna esce " bene " ma in percentuale sembra che la maggior parte crei problemi o nell 'immediato o dopo non molto che la si possiede.
Non voglio fare di tutta l'erba un fascio però di lamentele ne ho sentite davvero davvero tante, comunque se tu sei stato più fortunato e se ne sei soddisfatto buone per te!

ciao ;)
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di kirschak [user #32705]
commento del 10/04/2013 ore 20:40:34
Ci sono squier e squier...la classic vibe é un altro mondo rispetto alle chitarre tipo start pack, per intenderci.
Certo, se la tieni col ponte flottante l'accordatura non tiene molto ed il sustain é quello che é per via del blocco inerziale molto sottile...del resto, non si puó pretendere le prestazioni di una ferrari da una punto! ;-)

detto questo, non so a te ma spesso quando sento criticare certe chitarre, grattando un po' si vede che le magagne sono legate piú ad uno scorretto setup (lubrificazione pari a zero, pickup troppo alti, ecc) piuttosto che a problemi strutturali dello strumento.
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 10/04/2013 ore 22:55:07
Sono d'accordo sul fattore set up, molti nel dare un giudizio possono farsi forviare da un errata impostazione dello strumento.
Oltre alla Les Paul possiedo una Startocaster americana dal 2004 che ho imparato bene a conoscere anche dal punto di vista del setting, credo di poter dire che parlo con cognizione di causa su questo.
Hai scritto che non si possono pretendere le prestazioni di una Ferrari da una Punto, ecco hai centrato il discorso perché francamente non comprendo questa ostinazione nel voler paragonare due cose tanto differenti.
Non mi fraintendere, io non sto dicendo che nessuno deve comprare una Classic Vibe e neanche che tutte siano "difettose", semplicemente ho voluto mettere in guardia i lettori un po' meno esperti che non c'è nessun miracolo e che come in tutte le cose la qualità si paga, magari troppo, ma si paga.

P.S. tu hai detto che un setting scorretto influenza il giudizio, io aggiungo che se la comparazione tra uno strumento entry level e qualcosa di più professionale la si fa in un appartamento, con un ampli scadente a volume 0,1 è ovvio che non si posso apprezzare le caratteristiche e le potenzialità di una chitarra.

ciao ;)
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di diaul [user #33456]
commento del 10/04/2013 ore 17:14:31
------salite su un bel palco con una strumentazione buona, fatevi un concerto e poi mi dite ( a quei volumi!) se c'è differenza tra un economica ed una professionale!-----
Non serve salire su un palco, basta aver un buon ampli tirato per il collo e suonare in una stanza diversa (da quella dove c'è l'ampli).
Già così emergono differenze apprezzabili.
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di sonicnoize [user #36973]
commento del 10/04/2013 ore 17:27:32
Assolutamente però rischi di perdere l'accordatura........magari il suono e l'intonazione c'è ma le meccaniche sono affidabili per un live?
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 10/04/2013 ore 17:48:39
beh certo ma onde evitare che i vicini di casa chiamino i carabinieri meglio provare in altri luoghi ;)
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di sanmamete [user #4284]
commento del 10/04/2013 ore 19:16:14
Ti do' perfettamente ragione io ho tre chitarre una magnifica strato del 63 originale, una sg diavoletto riedizione 61 e, durante un attacco di follia mi sono preso come muletto una classic
vibe 60. Non dico che sia male, nei puliti infatti il suono é fender ma nei distorti a un certo volume é una ciofeca. Da notare che suono con un orange rocherverb 50 watt valvolare con cassa engl 4 coni.Risultato? La tengo in custodia e quando mi prende la nostalgia di fare apache degli schadows la tiro fuori x poi rimetterla a nanna.Non riesco proprio a capire come si possa certe volte paragonare chitarre del genere ad altre (non faccio nomi) come se si fosse fatto l'affare del secolo......
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 10/04/2013 ore 22:58:52
Ti ringrazio, con il tuo esempio hai spiegato tutto alla perfezione.


P.S. complimenti per il tuo rig, davvero notevole!


Ciao :)
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di black poodle [user #1259]
commento del 12/04/2013 ore 19:58:41
se prendevi la classic vibe 50s come quella dell'articolo Apache ci veniva meglio... quei pickup sembrano nati per suonare gli Shadows (dei poveri, certo, ma la suggestione c'è)
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di sanmamete [user #4284]
commento del 13/04/2013 ore 19:02:51

Ti ringrazio x la precisazione ma la classic 60 non l'ho presa certo x fare apache ma come muletto. Poi visto che l'unica cosa buona come suono tirava un po' gli Shadows allora ho provato a fare qualche pezzo dei miei ricordi.Attualmente suono hard rock e la classic dorme nella sua custodia.
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di kelino [user #5]
commento del 28/07/2013 ore 09:40:09
Ho una classic vibe 50 e la affianco sui palchi a chitarre ben più blasonate (PRS, Gibson, ecc...)
Non impallidisce mai, fa il suo sporco lavoro e non mi ha mai dato un problema.
Unico neo: IL PONTE. Fa veramente cag@re.
Rispondi
Re: Non c'è dubbio, queste chitarre ...
di sonicnoize [user #36973]
commento del 28/07/2013 ore 22:52:06
Mi piacerebbe cambiare il ponte, il resto lo terrei così anche i pick up.
Cmq per quanto faccia cag@re sai che l'accordatura un minimo la tiene....poi se parti con bending selvaggio certo.... :)
Rispondi
Strato classic player mexico
di my_prince [user #16856]
commento del 10/04/2013 ore 14:53:34
Io ho una Statocaster Classic Player del 2010 bella e massiccia; la chitarra costa di listino intorno ai 700 euri ed ha lo stesso battipenna monostrato bianco che addirittura in alcuni punti non aderisce bene al corpo... ma fa parte di questo stile di chitarre (Classic appunto), ovvero un battipenna che è un pezzo di plasticaccia attaccato su un buon legno (invece oggi ci sono bei pezzi di plastica, colorati e tartarugati su pezzi di legno scadenti! non che la classic player abbia dei legni eccelsi, ma l'intento è quello di riprodurre quello stile).
anche i pickup sono antichizzati e sono "mosci" e microfonici come quelli degli anni '50; sono riproduzioni e per questo hanno questo tipo di componenti.

Dopo anni che suonavo solo chitarre con humb (nella classica configurazione HSH) mi sono reso conto che il suono che volevo doveva uscire da un single coil al ponte! ed è questa la differenza che c'è tra le tue due stratocaster secondo me... la differenza la fa il pickup singolo al ponte e, su questo ne sono sicuro, ha un altro sapore...

Preso dalla solita mania e dalla GAS di cui sono malato cronico ormai, vorrei prendere una telecaster senza spendere troppo ed ho visto in queste Classic Vibe degli ottimi strumenti (ne ho vista una in pino con verniciatura trasparente che sembrava un pezzo unico di legno per come era incollato bene il corpo e, comunque, non erano più di due pezzi! inoltre la tele sunburst ha un binding panna che adoro)... insomma, sembrano veramente degli ottimi strumenti e non ho mai sentito nessuno lamentarsi delle meccaniche; addirittura qualcuno dice che anche l'elettronica è molto buona, ma forse la verniciatura copre un po' troppo il suono (sembra sia l'unico difetto).
Nella telecaster, però, ho trovato una valida concorrente (almeno sulla carta) che vorrei provare; la ESP LTD te-202.
Rispondi
;)
di herrdoctor [user #18849]
commento del 10/04/2013 ore 15:09:13
Per molti non è facile accettare
che la Cinesina suona molto ma molto bene....
Rispondi
Le ho provate
di tonio90 [user #36226]
commento del 10/04/2013 ore 16:17:34
Le strato classic vibe le ho provate in negozio, non mi hanno sorpreso più di tanto,tutt'altra storia per le telecaster della stessa serie che hanno un buon suono,il classico suono che chi ama la telecaster cerca, liuteristicamente sono fatte egregiamente e le meccaniche e i componenti fanno bene il loro lavoro, sa strato non regge in confronto,c'è da dire che la telecaster è più "ignorante"e di più facile realizzazione ,comunque la strato CV non è male come chitarra, anzi può essere un buon muletto o un buon punto di partenza ma a parità di prezzo si può trovare una strato migliore....
Rispondi
usiamo le orecchie e non ...
di DiavoloBianco [user #36907]
commento del 10/04/2013 ore 16:30:28
usiamo le orecchie e non gli occhi e i pregiudizi
io ho ottenuto i suoni dei miei sogni con una ibanez economica, e quando sento i sample delle chitarre costose mi viene da ridere
Rispondi
Secondo me sono valide chitarre, ...
di Oskar77 [user #17983]
commento del 10/04/2013 ore 16:50:50
Secondo me sono valide chitarre, ma l'affare e' comprarle usate.. a mio parere se si deve spedere 350/380 per una CV nuova, meglio aggiungere 100 euro e comprare una serie Classic usata, che e' un'altra storia.. ho una Classic 60 comprata nuova e posso dirlo..
Rispondi
Re: Secondo me sono valide chitarre, ...
di tonio90 [user #36226]
commento del 10/04/2013 ore 17:03:11
sono d'accordo con te, ho notato che comunque le stratocaster svalutano di più, le telecaster usate a meno di 250€ non le trovi, su MM nella mia città c'è una strato in vendita a 200€ e sicuramente si può ancora togliere qualcosa, sicuramente il miglior modo di acquistare è l'usato, sia per il periodo economico e sia per rapporto qualità prezzo....
Rispondi
Re: Secondo me sono valide chitarre, ...
di sonicnoize [user #36973]
commento del 10/04/2013 ore 17:40:48
Guarda la mia è in perfette condizioni 220 euro mi sembra un prezzo decente!

solo un graffietto sotto al ponte!
Rispondi
Re: Secondo me sono valide chitarre, ...
di black poodle [user #1259]
commento del 11/04/2013 ore 22:02:08
Uhm... fiesta red... graffietto sotto al ponte... 220 euro... magari acquistata nei pressi di Zagarolo? se fosse così sei stato FORTUNATO perché quella chitarra fino a due settimane fa era mia e l'ho SELEZIONATA personalmente in negozio con il mio super orecchio ed esperienza di acquisto di almeno altre trenta chitarre :))) ovviamente scherzo sulle mie doti di selezionatore e magari la chitarra non è nemmeno quella... però le coincidenze ci sono ;)
Rispondi
Anche io ho la stessa chitarra e dello stesso colore!!
di F1_PICK utente non più registrato
commento del 10/04/2013 ore 17:25:13
Che dire sono sempre stato scettico, fino a che l'anno scorso, capitando per puro caso da Lukymusic ne ho provata una...
La prima impressione è stata.."WOW, ma è una made in USA?, splendida!!"
Poi vedo il prezzo, 230 euro usata e capisco che c'è qualcosa che non va...Leggo sulla paletta:"SQUIER" e chiedendo al commesso, mi da conferma che è una squier classic vibe...
Subito dopo, provo altre 3 strato, 2 americane e una messicana, la messicana, appena l'ho presa in mano, l'ho rimessa a posto...un orrore, le due americane, buonine, ma giuro, preferivo la squier.
Così l'ho comprata ed immediatamente portata dal mio liutaio di fiducia per un set-up.
Dopo 3 giorni, mi richiama il mio liutaio dicendomi che la chitarra è pronta, la vado a ritirare e...
Magia, la chitarra era ancora meglio!!!!
Il liutaio stesso, mi ha fatto i complimenti, dicendomi che non si spiegava come un oggetto made in china potesse essere così di qualità!!
Per la tenuta dell'accordatura, vi giuro su mia madre, che tiene di più la mia Squier che la mia SUHR con le meccaniche autobloccanti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ragazzi le corde vanno stirate, strecciate e vanno lubrificati tutti i punti di contatto!
Insomma io grido al miracolo e a detta del mio liutaio non è questione di fortuna, ma di ottima fattura, ad esempio l'accoppiamento corpo-manico era PERFETTO!
Rispondi
Fiesta red, quella della foto ...
di poseidon [user #30697]
commento del 10/04/2013 ore 18:35:06
Fiesta red, quella della foto è praticamente come la mia squier koreana del 95, che a parte i tasti molto consumati, è ancora perfettamente funzionante e suonabile; il pot volume ogni tanto fa un po' di rumore, ma niente di che. Quindi, boh, forse 30 anni son troppi, però chissà, mai dire mai, magari fra molti anni te la trovi ancora per le mani e penserai "ma vedi un po' sta cinesina, fa ancora il suo dovere, chi l'avrebbe mai detto".
Poi sinceramente la problematica del suonare live spesso e volentieri riguarda di più l'amplificazione, l'equilibrio ed equalizzazione dei diversi strumenti, il mixer, e non per ultimo l'acustica del locale, che la chitarra in se. Ho suonato in dei posti e con delle casse che se ci mettevi gibson Les Paul o ci mettevi eko s300 nessuno si sarebbe accorto della differenza.
Quindi, che dire, goditela. Anche perchè il bello delle chitarre economiche è che ci puoi dare dentro di brutto senza starti a preoccupare di consumarle. In fondo it's only rock'n'roll
Rispondi
Leggere tutte le opnioni per ...
di DrigoPulp [user #17909]
commento del 10/04/2013 ore 20:29:05
Leggere tutte le opnioni per un appassionato è sempre una bella cosa, ma al centesimo giro di Cina Vs resto del mondo, una cosa scappa anche a me.

Dunque all'inizio queste classic vibe erano superiori alle altre cinesi e ad alcune messicane.
Dopo sono diventate migliori di tutte le Messicane.
Al seguente giro hanno battute le standard made in USA, che si sa: sono uno schifo totale di chitarre (sì sono sarcastico).

Ora qualcuno le preferisce alle Custom Shop.

A questo punto le Master Built sono dietro l'angolo.
Rispondi
Re: Leggere tutte le opnioni per ...
di Willard [user #36977]
commento del 10/04/2013 ore 21:01:05
Hahaha, hai decisamente ragione!
Quando ho preso la mia strato (due settimane fa, sono ancora in fase amore profondo e quoricini), ho provato una decina di chitarre Fender e una C&L, fra cinesi, messicane e americane, usate o nuove. La Squier mi ha piacevolmente colpito per quello che offre ad un prezzo contenuto, ma appena ho preso in mano una messicana è sparita, così come la messicana è sparita quando ho preso in mano una american special usata (che ho preso). La differenza c'è e si vede.
Non so se fra modelli più raffinati, superata una certa soglia di prezzo la differenza sia ancora così netta: ho provato un paio di standard, una del '90 e una nuova, ma non mi hanno fatto impazzire, soprattutto per i pickup meno aggressivi e personali (a mio avviso) rispetto ai texas special, ma la differenza di prezzo ancora c'è, sono decisamente meglio rifinite della mia special. Alle custom shop non mi sono nemmeno avvicinato, per paura di innamorarmi!
Rispondi
Re: Leggere tutte le opnioni per ...
di davo [user #31664]
commento del 11/04/2013 ore 10:10:18
Non dimentichiamoci inoltre:

- che TUTTE le Fender prodotte dopo il 1968 fanno assolutamente schifo e che non valgono il loro prezzo

- che in ogni caso la bontà di uno strumento è inversamente proporzionale al nome sulla paletta e direttamente proporzionale alla quantità di anni passati dalla produzione

- che in Fender sono tutti ladri e una volta le chitarre te le regalavano

- che ci sarà sempre una chitarra migliore di quella che hai in mano e sicuramente sconosciuta

;-)

Seriamente: ognuno trova il suo suono dove vuole e con il mezzo più consono, quindi si entra nel campo del soggettivo.
Felice di sapere che un chitarrista è soddisfatto di ciò che suona rimango invece perplesso da alcuni paragoni poco sensati.
Rispondi
L'ho provata e sono rimasto piacevolmente sorpreso!
di Willard [user #36977]
commento del 10/04/2013 ore 20:49:08
Stavo cercando una strato a basso prezzo e ne ho provata una (il modello bianco col battipenna in alluminio anodizzato e palettona anni '70, intorno ai 330€ nuova), esteticamente era molto bella e anche abbastanza curata e il suono è proprio Strato DOC, peccato che i pickup siano un po' mosci... A parte questo la chitarra è veramente ben fatta e suona decisamente bene, soprattutto per il prezzo che ha!
A me personalmente poi non ha fatto impazzire il manico "glossy", con una bellissima estetica, ma non molto scorrevole, ma questi sono solo gusti...
Certo, poi suoni una messicana o un'americana ed è tutta un'altra storia (e un altro prezzo), la differenza la senti soprattutto nei pickup (che hanno un output decisamente più potente) e nell'hardware, migliore anche solo al tatto, ma secondo me, soprattutto fra l'usato, coi prezzi a cui le si trovano, è difficile trovare qualcosa di altrettanto buono.
Bell'acquisto!
Rispondi
Allora, io qualche Fender buona ...
di BillyU [user #14094]
commento del 10/04/2013 ore 21:06:32
Allora, io qualche Fender buona o discreta ce l'ho (strato deluxe SSS S-1, tele deluxe FMT S-1, telesonic, tele highway one) e recentemente ho acquistato usata una squier vintage modified custom II (quella coi P-90).
La faccio breve: chitarra eccellente.
Del resto, l'iphone non è fatto in Cina? Anche in Cina si può produrre bene. Basta volere, e spendere il giusto. Certo, il giusto, perchè quasi 300 Euro (nuova, non la mia) per una tele made in China non è poco. E' un prezzo al quale ti devi aspettare un buon strumento.
Rispondi
Pardon, la mia Squier è ...
di BillyU [user #14094]
commento del 10/04/2013 ore 21:08:53
Pardon, la mia Squier è fatta in Indonesia da Cort. Il senso del discorso non cambia.
Rispondi
Da possessore "anche" di una ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 10/04/2013 ore 23:08:37
Da possessore "anche" di una Stratocaster Squier Classic Vibe '50 confermo le buone impressioni postate dai più. Esteticamente è molto bella e ben rifinita. La qualità dei materiali non può essere giudicata: stiamo parlando di chitarre economiche ed è inutile parlarne perchè è scontato. Ma vi assicuro che imbracciandola non si ha affatto la sensazione di avere tra le mani una chitarra di fascia bassa. Appena tolta dall'imballo va un pò suonata perchè la vernice pesante del manico rende quest'ultimo non tanto scorrevole, sia dietro che sulla tastiera durante i bending. Ma dopo qualche giorno di strimpellate il prolema si risolve da solo. I pickup hanno una uscita bassa. Questa scelta è dettata oviamente dal tentativo di imitare i pickup d'epoca che erano appunto poco potenti. Il punto è che su chitarre non molto risonanti il pickup a bassa potenza non nasconde affatto i difetti ma ad un orecchio attento, li esalta. Il difetto di cui parlo è la dinamica. Il suono è molto strat. Molto di più della standard messicana. Ma la dinamica scarsa si avverte. La buttet strat che monta pickup ceramici ha molta più dinamica della classic vibe. Parlo sempre da possessore quindi sono cose che avverto quotidianamente. Per un principiante è una chitarra ottima, principalmente perchè non da' noia per problemi di accordatura. Ha delle ottime meccaniche. Se la si vuole usare per registrare ben equalizzata e coni giusi suoni di sicuro restituirà il classico suono strat e nessuno riuscirebbe a distinguerla da una stratocaster di fascia alta. Dal vivo invece si noteranno cmq tutti i suoi limiti sempre per il suo più importante difetto: la scarsa dinamica. Probabilmente un cambio pickup potrebbe migliorare il problema ma ne snaturerebbe la vena vintage. Quindi gridare al miracolo è un errore. Ma è una onestissima chitarra nella sua fascia di prezzo. Consigliata ad un principiante o a chi vuole un suono strat originale al prezzo più basso possibile. Di sicuro meglio di tante messicane. Evidentemente gli occhi a mandorla cinesi lavorano meglio dei messicani che fanno troppa siesta.
Rispondi
Esatto, credo che qui nessuno ...
di kirschak [user #32705]
commento del 11/04/2013 ore 00:04:32
Esatto, credo che qui nessuno possa pensare di avere a che fare con un gioiello assoluto...si tratta di una chitarra onesta caratterizzata, a mio avviso, da un rapporto qualità prezzo invidiabile...tutto qui.

Quanto ai difetti, anch'io ho sofferto per la scarsa scorrevolezza del manico, tant'è che l'ho satinato con carta vetrata per carrozzieri sia nella parte di dietro che sulla tastiera (dopo aver protetto per bene i tasti)....facendo così la situazione è di molto migliorata....è però diventata perfetta?..no, perchè ad esempio il bordo del legno della tastiera è molto spigoloso e questo in qualche modo contribuisce a dare una sensazione di "durezza" del manico..idem per quanto riguarda la lavorazione del bordo dei tasti, che è buona ma non può definirsi lo stato dell'arte al 100%
Rispondi
vado un pò of topic
di ivaneffect [user #12070]
commento del 11/04/2013 ore 08:31:32
ormai io non trovo soddisfazione neanche più nelle nuove usa , figuriamoci queste squier, mi dispiace dare l'idea di quello che dice che le produzioni di una volta sono altra storia... ma devo dirlo ... "le produzioni antecedenti i primi 90 erano strumenti veri"... (usa , mex, japan, china... qualunque manifattura) ora è palese, evidente ad occhio e udibile ad orecchio, che con 200 o 300 euro si hanno strumenti davvero entry level... Parlo da profondo incallito Fenderista, vecchio quanto basta per aver posseduto un macello di chitarre , vecchie nuove, usate distrutte , immacolate, edizioni limitate , made in china , in USA mad in MARTE etc... ultima arrivata una Pawn Shop Japan, che obbiettivamente mi ha deluso in quanto materiali e suono.. con 600 euro avrei gradito un pò più di ciccia... invece l'unica ciccia che posso tastare appartiene a strumenti fender anni 80 , oppure a chitarre autocostruite... o a strumenti che richiedono un investimento di oltre 1000 euri...Insomma Generalizzo volutamente perchè credo di non dire scemenze, assolutamente, ... fender, gibson, squier, epiphone, le ditte profondamente invischiate nella commercializzazione a tutti i costi, negli ultimi 20 anni per le fasce di mercato sotto gli 800 euri , hanno prodotto robaccia scadente.
Rispondi
Re: vado un pò of topic
di davo [user #31664]
commento del 11/04/2013 ore 10:36:10
Ciao, trovo interessante il tuo post, paradossalmente perchè non concordo quasi su nulla.

;-)

Che una certa qualità di suono e soprattutto costruttiva si trovi in strumenti sopra i mille euro mi pare naturale ma secondo me le fasce basse di mercato sono migliorate notevolmente negli ultimi anni, soprattutto grazie alla diversificazione di produzione che negli anni 80 praticamente non esisteva o era limitata (per esempio le Japan, che adesso non vengono quasi esportate).

Chiunque venda chitarre lo fa per avere un guadagno e non credo che ci sia differenza tra Fender e un liutaio: ci sono dei rapporti tra costi e ricavi da tenere in considerazione così come un occhio al mercato; sinceramente l'equivalente di una chitarra da 300 euro odierna non esisteva negli anni 70 e il mercato è decisamente più vario.

Molti direbbero che le Fender anni 80 sono orribili, a te piacciono; io ne ho provate alcune e avevano alti e bassi come sempre ma la media non era stratosferica, secondo me.

Le standard attuali, dal 2011 le ritengo buone chitarre, ben costruite e con un appeal "moderno" sotto certi aspetti; non mi piacciono ma sono oggettivamente buoni strumenti.

Come ho scritto sopra trovo fuorviante fare paragoni tra chitarre da 300 euro e master built o altro anche perchè l'impressione è che si trovino sempre delle pepite da 1 Kg quando normalmente le impressioni sono inevitabilmente legate al prezzo e alle impressioni personali.

Rispondi
Re: vado un pò of topic
di ivaneffect [user #12070]
commento del 11/04/2013 ore 11:02:43
Io non voglio fare lo scettico o quello che ha pregiudizzi, ci mancherebbe... scrivo da conoscitore ed Osservatore (nel tempo) di come sia mutata la produzione Fender (e affini sottomarche) . Un esempio da "Osservatore": ...Oggi per un ponte "tipo vintage 6 viti" decente marchiato fender si dovrebbe acquistare una american Vintage... 15 anni fa mettevano gi stessi ponti di buona qualità anche sulle mexico Classic series... oggi su na mexico Cl Series , su una japan, o su una squier anche classic vibe trovi meccaniche e ponti da bijotteria... per i miei gusti, un blocco inerziale di acciaio giusto incide parecchio sul suono di una strato... un pesso di Zama non può mai dare quel suono stratocaster classico che una '50 meriterebbe... non a caso della Serie CV hanno avuto più successo i modelli Tele ... proprio perchè il ponte tele è meno particolare e meno complesso da riprodurre con materiali scadenti... per cui la resa è migliore o quantomeno più verosimile.
Rispondi
Re: vado un pò of topic
di chiatarrox [user #36263]
commento del 11/04/2013 ore 17:59:0
Neanche io concordo per nulla. É noto che le produzioni economiche di oggi (chitarre dai 200 ai 400€) sono sensibilmente migliori rispetto a quelle di 20 anni fa e questo perché l'utilizzo di macchinari a controllo numerico ha livellato la prosuzione verso l'alto. Per questo motivo molte persone comprano una squier e rimangono piacevolmente stupite. Le strato americane anni 80 tra l'altro erano abbastanza scarsine, sensibilmente peggiori rispetto alle odierne e proprio per questo sono nati i miti delle esoteriche squier giappe JV (discrete chitarre ma nulla di più). Oggi la produzione fender é molto buona in tutte le fascie di prezzo, quello che non mi pare sensato é fare un paragone tra le seppur ottime squier e chitarre che costano 3-4 volte tanto (o peggio!). Questo perché non c'é storia semplicemente la gente non deve aspettarsi che costando 3 volte in proporzione suonino tre volte meglio: un po' per via del fatto che processi di lavorazione e materiali molto più costosi portano sovente solo piccoli miglioramenti (che poi sommandosi fanno sentire la differenza) un po' appunto per l'utilizzo macchinari cnc in tutte le produzioni che livellano in parte tutte le produzioni.
Rispondi
Re: vado un pò of topic
di ivaneffect [user #12070]
commento del 11/04/2013 ore 19:26:45
Che devo dirvi, la mia era solo una constatazione di come da acquirente di recenti strumenti fender e squier , nel tempo abbia notato peggioramenti.... È solo un confronto sulla base di un mio parere... Ma posso sbagliarmi... In fondo sono solo 20 anni che imbraccio chitarre
Rispondi
Re: vado un pò of topic
di verdegreg [user #17069]
commento del 16/04/2013 ore 21:04:54
Concordo anch'io sul fatto che le chitarre economiche di oggi sono di qualità molto più alta delle economiche di una volta, a causa dell'evoluzione tecnologica nella liuteria.
Da tenere conto il fatto che a mio parere una elettrica per prima cosa si prova spenta. Già così si vede se ha sustain, il manico è quello che cerchiamo, le meccaniche tengono, ecc. Poi si passa ai pick up, che, volendo, si possono anche cambiare. E si dovrebbe usare un ampli conosciuto e utilizzabile...non a volume 1....
Il problemino è che tutte queste condizioni ben difficilmente si possono realizzare nella maggior parte dei negozi.
La soluzione migliore a mio parere è comperare un bell'usato (senza pregiudizi, che sia cinese o americano non importa) da un chitarrista insoddisfatto (il mondo ne è pieno), che te lo fa provare con calma con un ampli conosciuto. E circa le squier....io ne ho una coreana tra quelle teoricamente più schifose, serie M del 1992, ma che fatti u pò di spaciughi e settaggi il suo sporco lavoro lo fa benissimo.. Per i più curiosi: vai al link

Rispondi
Re: vado un pò of topic
di kelino [user #5]
commento del 01/09/2013 ore 05:18:32
Prima di scrivere quello che hai scritto, io mi sarei informato un pó meglio.
Intanto non c'è collegamento tra macchine a controllo numerico e qualità. Anzi, a dirla tutta, sarebbe il contrario....
Venti o trenta anni fa non esistevano chitarre elettriche da centomilalire
La peggior squier suonava meglio di qualunque chitarra da 500 euro in vendita nei nostri giorni.
Puoi fidarti, suono da 30 anni e ho venduto chitarre per 15 anni...
Rispondi
Se parli di 15 anni ...
di davo [user #31664]
commento del 11/04/2013 ore 11:23:58
Se parli di 15 anni fa (quindi circa metà anni 90) le standard mexico avevano ponti orribili; non mi ricordo delle classic series.
Le classic player odierne sono migliori ma il ponte è a due pivot e leggermente più fine delle standard USA.
Le classi series di oggi non sono male, il blocco è OK ma niente di che, le meccaniche decenti.
Concordo sulle meccaniche pessime delle chitarre economiche da 300 euro.
Rispondi
Mah, la mia squier telecaster ...
di BillyU [user #14094]
commento del 13/04/2013 ore 13:32:01
Mah, la mia squier telecaster custom II tiene benissimo l'accordatura e la regolazione è fluida. L'ho presa di seconda mano, ma non credo che il proprietario abbia cambiato le meccaniche, altrimenti me l'avrebbe detto.
Rispondi
La costante è sempre quella...
di groucho1 [user #40449]
commento del 20/05/2014 ore 16:38:59
Ogni volta che si parla di Squier o Fender (non solo su accordo ma anche da altre parti) salta fuori tra le righe che la Standard Mexico è IN OGNI CASO il peggio del peggio....il mese scorso con l'intenzione di spendere non più di 500 euro sono andato tra negozi a provare e provare chitarre in quella fascia di prezzo (dovevo sostituire la mia yamaha pacifica 112 che per 6 anni mi ha dignitosamente accompagnato nello studio e nelle primissime uscite live e si è così guadagnata la pensione)...Ho provato di tutto sulla fascia di prezzo dei massimo 500 euro e tante cose brutte avevo letto sulle standard mexico che non avevo intenzione neanche di provarle...alla fine però decido di provare e provo tutte e due quelle che c'erano esposte...mi sono spaventato...avevo già provato le squier classic vibe e le fender modern player ma non appena ho iniziato a buttare giù qualche nota sulla standard mexico decido che quella è la mia chitarra e me la porto a casa per 499 euro...scrivo questo per rendere giustizia alla standard mexico troppo spesso oggetto di attacchi gratuiti e disinformazione...poi certo neanche ci provo a paragonarla ad un american standard piuttosto che ad una Road Worn(mi piace da impazzire la 50 e per il suono e per l'estetica) ma resta una buona chitarra e forse non vale 499 euro ma 450 euro li vale tutti...io non me ne intendo di liuteria perché quando ho una chitarra mi interessa suonare però tra la classic vibe e la standard mexico ho avuto l'impressione che la prima fosse un ottima chitarra la seconda una FENDER...la modern player invece per essere fender mi ha deluso e penso che la classic vibe squier sia meglio della fender modern player...
Rispondi
di blues65 utente non più registrato
commento del 01/09/2015 ore 09:54:36
Hai pienamente ragione! Su 10 Fender Mexico come minimo ne trovi 3 che vanno alla grande! E poi la puoi sempre migliorare nei suoni (la Mexico è un pò più piatta negli alti). Per quanto riguarda la Classic Vibe, ne ho provate diverse, ma oltre alla vista vintage, non mi hanno entusiasmato più di tanto. Trove che le squier stratocaster standard suonino meglio e siano più curate nei particolari (anch'esse indonesiane!). E costano pure di meno. Unico difetto: un pò leggerine per me che sono abituato con la mia squier japan. Sembra che da un momento all'altro, al primo bending si debba spezzare il manico, ma è solo un'impressione!
Rispondi
Altro da leggere
Tono TBX e manico custom: Susan Tedeschi racconta la sua Telecaster signature
La AZ del 2024 di Tom Quayle punta su flessibilità e affidabilità
Ronciswall: una visione italiana per la chitarra elettrica del futuro
ST-Modern Plus HSS è la Strat-style ultramoderna di Harley Benton
La mia LadyBird
Vintage Visions from the World - Paolo Lippi e la Stratocaster Sunburst del 1955 #09759 [IT-EN]
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964