CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Paul Gilbert e il primo accordo Blues
Paul Gilbert e il primo accordo Blues
di [user #116] - pubblicato il

Nella sua forma base il Blues è formato dai tre accordi maggiori di una tonalità: il primo, il quarto e il quinto. Per ognuno di questi Paul Gilbert ci suggerisce idee e spunti per valorizzarne suono e ruolo armonico. Concentriamoci sul primo.
Paul Gilbert ci spiega il suo approccio all’improvvisazione Blues. L’obbiettivo è quello di andare oltre il semplice basilare utilizzo della pentatonica minore e costruire un fraseggio che enfatizzi l’identità armonica di ogni accordo sopra al quale si sta improvvisando.

Per suonare in questa maniera è  importante avere chiara la struttura di un blues che -  nella sua forma base - è composto dai tre accordi maggiori di una tonalità, il I, IV e V, disposti in dodici misure secondo quest’ordine.
Paul Gilbert e il primo accordo Blues
Pensando in tonalità di A maggiore avremo pertanto:
Paul Gilbert e il primo accordo Blues
Come si vede, ogni grado viene arricchito con la settima minore e diventa un accordo di settima di dominante.
Restando in tonalità di A, Paul Gilbert ci suggerisce per ognuno di questi accordi qualche idea e stratagemma per valorizzarne la sonorità. Sia chiaro che questo non significa abbandonare la consolidata piattaforma di fraseggio pentatonico, che comunque è e resta il miglior strumento per suonare sul blues, ma ampliarne i colori e appunto creare un fraseggio più ancorato alla progressione armonica del blues.
In questa lezione Paul ci insegna alcune idee per enfatizzare il suono del primo accordo, il A7.
La prima nota su cui Paul insite è la terza maggiore, il C#. Questa nota non è presente nella pentatonica minore A, C, D, E, G. Nell’aggiungerla Gilbert evidenzia come si possano sfruttare dei piccoli passaggi cromatici tra terza minore C e terza maggiore C#.
Paul Gilbert suggerisce anche  di considerare il C# come nota d'appoggio e di accennare appena, come nota di passaggio, la terza minore C.
Ecco due fraseggi che ne prevedono un ampio utilizzo.
Nel primo che analizziamo il C#, arriva alzando di un tono con un bending il B, la seconda, altra nota estranea alla pentatonica minore e che ne incrementa la portata melodica. 
La seconda volta che compare la terza maggiore è anticipata dal cromatico con la terza minore, esaminato prima. Abbiamo evidenziato tutte queste note nella partitura. A ben guardare in questa frase fa capolino anche la sesta maggiore F#. A tutti gli effetti siamo molto vicini a una pentatonica maggiore di A (A, B, C#, E, F#).

Il secondo fraseggio non è che una riproposizione del primo lick trascritto un ottava più alta e con qualche variazione.


La terza maggiore permette anche la creazione di una piccola cellula ritmico/melodica funzionale  per  accompagnare il A7. Ecco il piccolo accordo che si forma e che mette in gioca un’altra nota fondamentale, la settima minore.


Attenzione alla tonica che è presa non con un barrè ma con il pollice della mano sinistra.
A volte Paul aggiunge anche la quinta giusta, il E, che abbiamo messo tra parentesi e potremo usare quando cerchiamo una sonorità più piena.


Partendo da questa posizione ecco un passaggio suonato da Paul che accarezza tutte e quattro le note dell’accordo di A7. Delizioso il passaggio cromatico sulla settima maggiore G#.



Da ultimo abbiamo estrapolato un passaggio che riassume bene alcuni degli aspetti visti oggi:
l’aggiunta di una nota extra pentatonica, la sesta F#, e il passaggio cromatico sulla terza minore che poi appoggia sul C#, terza maggiore.




lezioni paul gilbert
Mostra commenti     10
Altro da leggere
Shredding The Blues - Paul Gilbert
Lezioni Vip per Pentatoniche ibride!
Paul Gilbert e la scala Blues definitiva!
Doug Aldrich: come arricchire la scala pentatonica
Stef Burns - Pentatoniche maggiori e frasi da Cowboy!
Seguici anche su:
News
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing
Ha inizio la settimana del Namm 2019




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964