CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Segnale loop effetti distorto
Segnale loop effetti distorto
di [user #38777] - pubblicato il

Il loop effetti è utile a gestire meglio i propri effetti quando si intende sfruttare la saturazione dell’amplificatore, ma può diventare un'arma a doppio taglio. Livelli sballati e distorsioni indesiderate sono dietro l'angolo, ma a tutto c’è una soluzione.
Il loop effetti è utile a gestire meglio i propri effetti quando si intende sfruttare la saturazione dell’amplificatore, ma può diventare un'arma a doppio taglio. Livelli sballati e distorsioni indesiderate sono dietro l'angolo, ma a tutto c’è una soluzione.

Ciao a tutti, sono un nuovissimo utente su accordo.it e sto leggendo tantissimi post interessanti e utilissimi, ma ho un problema a cui non riesco ancora a dar risposta.
Vi descrivo la mia strumentazione in modo da farvi capire al meglio il problema: dispongo di una testata Randall RM100 modulare e di una pedaliera formata dalla ormai famosa Musicomlab MKIII che pilota una serie di pedali (delay, chorus, fuzz, distorsore, compressore, boost, phaser).
I collegamenti che ho effettuato finora sono stati semplicemente chitarra-->musicomlab (con distorsione a pedale)-->ingresso testata.
In questo momento però, necessitando delle distorsioni dei moduli dell'amplificatore e non più di quella a pedale, sto cercando di splittare la Musicomlab in due catene di effetti in modo che la prima vada direttamente nell'input della testata (sostanzialmente il compressore e il wah) e la seconda in send e return (con tutti gli effetti di modulazione).
Preciso che la testata presenta sia il loop in serie sia in parallelo, quest'ultimo pilotabile con un volume per la miscelazione dry/effect.
Il problema si pone nel momento in cui, una volta effettuati i dovuti collegamenti della Musicomlab con la testata, utilizzo i preset con i pedali collegati nel loop effetti: il segnale loopato va in distorsione.
Ho provato anche collegare pedale per pedale (sempre di modulazione) nel loop effetti escludendo la pedaliera ma la storia non cambia.
A questo punto la mia domanda è: c'è la possibilità di inserire, all'inizio della catena che entra nel loop effetti, un "riduttore" di volume in modo da eliminare la saturazione dei pedali?
Perché non credo abbia senso solamente "pulire" il segnale attraverso un buffer in ingresso, tra l'altro già presente nella Musicomlab tra l'atro.

Segnale loop effetti distorto

Risponde Guido Michetti di Vinteck: il tuo problema è semplicemente, come avrai intuito, il livello del segnale.
Premettendo con con un sistema switching puoi utilizare il solo loop seriale e che comunque in un loop parallelo puoi inserire un solo effetto, è evidente che il livello di send è troppo alto rispetto a quello in grado di essere gestito dai pedalini.
Generalmente molti ampli hanno nei loop il selettore -10dB (livello pedalini) +4dB (livello linea) o di un potenziometro che ne permetta la gestione in forma lineare.
Visto che il tuo ampli evidentemente ne è sprovvisto, in effetti l'unica soluzione è quella di inserire un riduttore di livello.
Generalmente basta realizzare un piccolo volume con un potenziometro da 25Kohm ed il problema è risolto.
Chiaramente questa scelta la si paga con un ridotto volume generale di uscita, che dovrai compensare con il master generale dell'ampli.
In alternativa dovresi inserire un boost che rialzi il segnale al livello originale, ma potresti pagare la cosa con un aumento di fruscio.
Come ultima nota io ti cosiglierei di inserire nel loop solo i pedali di ritardo (delay e reverb) e non le modulazioni, il cui tempo di ritardo è talmente limitato (chorus e flanger) da non creare problemi di "impastamento sonoro" utilizzato in fronte, anche in distorsione. Sul pulito non cambia nulla, e in distorsione l'effetto risulta molto più morbido e meno invadente, mantenendo maggiore dinamica rispetto alla soluzione s/r.
Ricordo che la soluzione delle modulazioni in s/r è di fatto una necessità "ereditata" dai rack, dove avendo tutto nello stesso effetto (ritardi e modulazioni) non consentiva alternative se non tutto nel loop effetti.
Poi, naturalmente, è il gusto personale a dettare la scelta tra modulazioni in fronte o modulazioni nel loop effetti.

Segnale loop effetti distorto
amplificatori effetti e processori
Link utili
Vinteck
Nascondi commenti     10
Loggati per commentare

Ciao, Guido ti ha già ...
di guitarlory [user #1166]
commento del 27/10/2013 ore 11:30:19
Ciao, Guido ti ha già spiegato alla perfezione il tuo problema.
Aggiungo solo che, per evitare spiacevoli problemi di ground-loop, nell'utilizzare i pedali in front e quelli nel loop dovresti usare due catene di alimentazione separate... altrimenti il rischio di ronze e rumori fastidiosi è piuttosto comune ;-)
Rispondi
Trovo che attenuare il livello ...
di TidalRace [user #16055]
commento del 27/10/2013 ore 19:58:23
Trovo che attenuare il livello del segnale dal valore di linea (+4 dB) al valore dei pedalini (-10 db) sia un brutto compromesso perchè riduce l'ampiezza del segnale di cinque volte e aumenta il rumore. Dopo il lavoro fatto dal preamplificatore per innalzarne il livello a quello ottimale, vanifichiamo il tutto per collegare dei pedalini alimentati a nove volts. Molto meglio utilizzare effetti adatti a lavorare con segnali maggiori.
Rispondi
In effetti visto che il ...
di muffy [user #1923]
commento del 27/10/2013 ore 22:04:2
In effetti visto che il tuo loop a quanto pare è progettato per lavorare con una unità rack ( che è in grado di accettare segnali più potenti in ingresso senza distorcere), forse piuttosto che modificare il loop ti conviene prendere una unità rack per gli effetti di ambiente come i vari g-major, intellifex , replifex che hanno un costo sull'usato veramente basso ( li trovi tra i 120- 150 euro) e metterli nel loop parallelo. Oltretutto se la tua pedaliera con cui gestisci i vari pedali ha anche il midi comanderesti il tutto con quella ( scusa non la conosco bene per cui non so se ha quella connessione). Ciao!
Rispondi
Re: In effetti visto che il ...
di jakkosbox [user #38777]
commento del 15/11/2013 ore 20:57:12
Grazie...
Ho valutato anche questa soluzione anche se devo dire... il g major mi ha sempre garbato però non mi piace che tutto vada o in send e return o diretto all'amplificatore... è vero che puoi cambiarti il loop virtuale degli effetti del tc electronic ma comuqnue rimane sempre troppo "finto" secondo me..

Sono innamorato dei pedali... ^^
Rispondi
Re: In effetti visto che il ...
di muffy [user #1923]
commento del 15/11/2013 ore 23:29:39
Ci mancherebbe i gusti sono assolutamente personali, ma credimi che se metti il g-major nel loop parallelo, lo setti su un suono senza alcun effetto e metti l'uscita di quel suono a 0 ( cioè nessun suono), quello che sentirai è solo il suono del tuo ampli non processato....fai anche la prova e mentre suoni spegni il g-major e ti rendi conto che non cambia nulla.
Programmi i suoni del g-major per darti solo l'effetto, metti il kill dry e sei a posto e di finto non c'è proprio niente. Diverso il discorso se metti il g-major sul loop seriale....a tanti piace comunque, lo puoi sfruttare certamente di più, ma è vero che in quel caso un minimo di segnale se lo mangia....
Ciao!!
Rispondi
Re: In effetti visto che il ...
di jakkosbox [user #38777]
commento del 18/11/2013 ore 02:21:02
Effettivamente non ho mai pensato al collegamento del G Major nel loop parallelo...
Ma effetti come il compressore che andrebbero messi in diretta anziche nel loop dici che suonano altrettanto bene?
Rispondi
Re: In effetti visto che il ...
di muffy [user #1923]
commento del 18/11/2013 ore 23:54:42
no, il compressore andrebbe messo prima dell'ampli e soprattutto se usi il loop parallelo non ha senso usare il compressore perchè andrebbe ad agire solo su una parte del segnale, mentre l'altra parte va diretta al finale senza passare per il multieffetto.
Usando in parallelo alcuni effetti non rendono, come ad esempio equalizzatori, comp, noise gate, tremolo e altri perchè questi devono poter lavorare su tutto il segnale e non solo su una parte.
Rendono bene invece i vari chorus, reverb, delay , pitch shift ecc. che sono effetti che poi si possono sommare al segnale diretto.
Per esperienza, se vuoi avere un po di effetti, devi per forza metterne un po tra chitarra e ampli e un po nel loop, perchè appunto alcuni funzionano meglio in un punto piuttosto che in un altro.
Ciao!
Rispondi
Ho la stessa identica testata ...
di Keldar [user #30052]
commento del 27/10/2013 ore 22:18:05
Ho la stessa identica testata da ormai 4 anni e non mi ha mai dato problemi di questo tipo sia con pedali nel s/r che con unità rack ma la miglior resa sonora l'ho percepita con l'uso del parallelo e un g major!
Rispondi
Re: Ho la stessa identica testata ...
di jakkosbox [user #38777]
commento del 15/11/2013 ore 20:58:23
Quindi può dipendere dal pedale stesso il mio problema?
Rispondi
Ottimi consigli
di jakkosbox [user #38777]
commento del 15/11/2013 ore 20:55:10
Grazie per i consigli...
ma a questo punto non è più conveniente ridurre tramite resistenza direttamente il circuito del send-return anzichè creare il pot?

Proverò la soluzione del pot.. in alternativa vendo tutto e rifaccio da zero.. :D :D :D
Rispondi
Altro da leggere
Amped 1 è l’amplificatore universale da pedaliera di Blackstar
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
Blackstar St. James: 50w non sono mai stati così leggeri
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964