DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Seymour Duncan suona hard rock con il Dirty Deed
Seymour Duncan suona hard rock con il Dirty Deed
di [user #116] - pubblicato il

Seymour Duncan racchiude il sound hard rock in una scatoletta con dentro una coppia di MOSFET e confeziona il tutto con un equalizzatore a due bande. Il Dirty Deed è l'ultimo arrivo del guru dei pickup nel panorama dei pedali analogici.
Seymour Duncan racchiude il sound hard rock in una scatoletta con dentro una coppia di MOSFET e confeziona il tutto con un equalizzatore a due bande. Il Dirty Deed è l'ultimo arrivo del guru dei pickup nel panorama dei pedali analogici.

Universalmente conosciuto per i suoi pickup, Seymour Duncan sa il fatto suo anche quando si parla di stompbox. Il Dirty Deed è l'ultimo parto dell'azienda e mira a offrire una saturazione classica da hard rock ai chitarristi innamorati delle valvole tirate per il collo.

Il pedale, intuitivo nei controlli e contenuto nelle dimensioni, basa il suo funzionamento su un circuito a MOSFET con componenti discreti, privo di integrati. I due transistor che generano la saturazione del Dirty Deed sono noti per offrire una risposta simile a quella delle valvole. L'escursione del gain si rivela quindi organica, rispettosa del tocco del musicista e adatta ai suoni caldi con crunch consistenti ma moderati come alle distorsioni più spinte per i generi più moderni e aggressivi.
Il pedale Seymour Duncan è studiato per dare il meglio di sé sia con amplificatori clean stile vintage, dove rincorre un sound tipicamente hard rock, sia sui canali distorti, per aggiungere un ulteriore stadio di gain, pastosità e sustain tenendo sempre sotto controllo il rumore di fondo.

Seymour Duncan suona hard rock con il Dirty Deed

Progettato con un sound ben preciso in testa, ma senza disdegnare una buona dose di versatilità per adattarsi ai vari contesti e gusti, il Dirty Deed è dotato di un equalizzatore attivo in grado di incrementare o ridurre le frequenze entro un range di 12dB.
La presenza di manopole separate per alti e bassi amplia la risposta sonora del pedale rispetto alla tradizionale configurazione con singolo potenziometro dei toni. Il Seymour Duncan può passare dalle aggressive equalizzazioni a V aumentando i due valori fino a suoni solisti con medie in evidenza facendo indietreggiare le altre bande di frequenza.
Una volta trovato il sound preferito, non c'è timore di perdere il settaggio grazie alle piccole dimensioni delle manopole Treble e Bass, difficili da colpire per errore. Sono di grandezza tradizionale, invece, i controlli Drive e Level, per avere sempre sotto controllo la quantità di distorsione e il volume d'uscita del pedale, e correggere in un batter d'occhio il mix anche dal vivo.


Il Dirty Deed può essere alimentato a 9 volt con batteria oppure tra i 9 e i 18 volt con alimentatore esterno. Le due configurazioni generano risposte differenti, per personalizzare ancora di più il suono e adattarlo alle proprie esigenze in fatto di gain, compressione o dinamica.

Seymour Duncan suona hard rock con il Dirty Deed
dirty deed effetti e processori seymour duncan
Link utili
Seymour Duncan
Nascondi commenti     3
Loggati per commentare

Bello, ma...
di ciun [user #15167]
commento del 13/11/2013 ore 13:52:17
...non é per me.
Un paio di mesi fa un oggetto del genere sarebbe stato nella mia lista dei desideri perché sembra proprio avere le caratteristiche che mi interessano (io suono con distorsione da stompbox sul clean del valvolare). Ora ho trovato la pace dei sensi cin il Carella Overdistover. Qualitá pazzesca con una versatilitá che è difficile indagare interamente in pochi mesi. Ovviamente occorre vedere ilprezzo, ma oggi io sono convinto che per le distorsioni da pedalino gli stomp box multipli (tipo anche il Kor Trilogy, ad esempio) siano la soluzione definitiva.
Comunque questo pare un bell'oggetto, per chi vuole provarlo.
Rispondi
Alimentiamo ulteriormente la gas pre-18... ...
di alessio326 [user #28175]
commento del 13/11/2013 ore 14:52:02
Alimentiamo ulteriormente la gas pre-18... ç-ç
Rispondi
Non mi pare niente di ...
di Blackmama [user #27591]
commento del 16/11/2013 ore 11:06:17
Non mi pare niente di speciale....
Rispondi
Altro da leggere
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
NUX Mighty Plug Pro: uno studio in tasca
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964