CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS BIBLIOTECA
Yamaha AES 620: ascolta con le orecchie
Yamaha AES 620: ascolta con le orecchie
di [user #29147] - pubblicato il

L'aspirazione di una vita può essere messa in discussione quando si trova il suono ideale con una chitarra diversa da quella che è il proprio sogno nel cassetto da sempre. La AES 620 non ha un nome altisonante e non compare tra le braccia dei grandi rocker, ma sa come abbattere le convinzioni più ferme.
L'aspirazione di una vita può essere messa in discussione quando si trova il suono ideale con una chitarra diversa da quella che è il proprio sogno nel cassetto da sempre. La AES 620 non ha un nome altisonante e non compare tra le braccia dei grandi rocker, ma sa come abbattere le convinzioni più ferme.

Ho avuto da sempre un sogno: possedere una Les Paul.
Adoro tutte le sue versioni, Standard piuttosto che Traditional, Custom, tutte le serie Reissue. Dopo aver così avuto qualche Epiphone, acquisto una Gibson Les Paul Studio Faded e poi una Les Paul Studio gloss, e infine arriva il famoso giorno: Les Paul Standard Plus Top. Finalmente è mia!
Premetto, Gibson è al 99% dei casi una sicurezza e io di tutte le mie Les Paul mi ritengo pienamente soddisfatto, che la si guardi dal punto di vista sonoro o dal punto di vista strettamente liuteristico o estetico. A differenza delle solite favole, però, nella vita reale a volte a causa dei problemi economici capita di dover fare a meno anche delle cose a cui più si tiene, e così un giorno la mia adorata les Paul se ne va con un tizio sudamericano in cambio di qualche pezzo di carta al momento per me più necessario.

Passa un po' di tempo e mi arrangio spulciando nell'usato qualcosa che mi possa permettere comunque di continuare a suonare. Trovo una buona occasione, una PRS Santana SE veramente pari al nuovo a 400€. La prendo, la provo: carina, peccato per i magneti economici e secondo me qualche buco proprio dello strumento in frequenze a me care.
Poi un giorno un annuncio: Yamaha AES 620 (modello solid), 200€.

Yamaha AES 620: ascolta con le orecchie

Ho già avuto chitarre Yamaha e mi sono sempre trovato benissimo. Pacifica 812, Pacifica 904, RGX 820, ma anche modelli più economici. Sempre soddisfatto. Però questa 620 AES mai. Vado a provarla.

La chitarra sta benissimo e tra l'altro è bellissima. Il tizio ha un ampli che non va neanche a calci quindi, visto anche il prezzo irrisorio, me la porto via sulla fiducia. Arrivo a casa e controllo il manico.
Dritto, beh, ma forse i frets sporgeranno fuori? No, macché, perfetti! Il top avrà sbavature, il ponte una selletta fragile, le meccaniche che non tengono l'accordatura? Macché, nulla, è perfetta.

Veloce setup, cambio corde 10-46, aggiustatina all'action e alle ottave.
Suono da spenta: il volume è il doppio della Santana, ma più che altro molto più vasta la gamma di frequenze e molto più corpo. Bene! Manico cicciotto, non vuole una manina da fata. Si fa sentire, devi sudartela.
Magneti: al ponte un Seymour Duncan JB, una sicurezza, al manico uno Yamaha in Alnico. Vedrai che questo dovrò sostituirlo con un '59. Accendo... il 59 può rimanere dov'è. Questo pickup è caldo, pieno di basse, corposo. La posizione centrale è equilibratissima. Il ponte è un vero godimento.
Ci suono dal jazz al blues, dal rock più classico all'hard-rock a me caro. Non ricordo di essermi mai divertito tanto né di aver sentito suoni così convincenti da una chitarra nelle mie mani.

Yamaha AES 620: ascolta con le orecchie

Adesso però sono in crisi, non posso pensare una cosa del genere. Alla fine lo ammetto e divento blasfemo: Questa mia Yamaha indonesiana usata da 200€ sembra avere una marcia in più della mia Les Paul standard Plus top da 2000€. Penso fra me e me, non ricordo più. Corro da un mio amico che ha una Les Paul simile alla mia (diversa solo per il colore) e facciamo le prove. Ho ragione, ricordavo bene.
Certo, lui non ci rimane bene granché, ma del resto neanche io. Mi crolla un mito, ma non perché la Les Paul suoni male, tutt'altro, ma perché vacilla il concetto: più soldi, suono migliore. Perché se è ovvio che la qualità costruttiva è del tutto diversa, è altrettanto vero che il suono è veramente un'alchimia che talvolta esula dall'uso dei legni di prima o seconda scelta o dalla qualità costruttiva in generale.
Oggi a 36 anni sono in una nuova fase, meno romantica e più concreta. La Les Paul rimane sempre nel mio cuore, ma non ascolto più con... gli occhi sulla paletta, oggi ascolto con le orecchie, le mie, che possono essere educate o meno e che possono anche avere una sensibilità e un gusto sonoro diverso da tutti gli altri. Ma, se chiudo gli occhi quando suono, penso: "finalmente ho trovato la mia Les Paul".

Yamaha AES 620: ascolta con le orecchie
620 aes chitarre elettriche gli articoli dei lettori yamaha
ABBIAMO BISOGNO DI TE!
Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Per produrli occorrono competenze e lavoro, con costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo di difficoltà per l'economia.
Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere gli standard di qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Nascondi commenti     46
Loggati per commentare

ottimo articolo ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 06/03/2014 ore 10:43:47
ottimo articolo
Rispondi
Anni fa quando uscì nei ...
di esseneto [user #12492]
commento del 06/03/2014 ore 10:56:4
Anni fa quando uscì nei negozi ebbi modi di provarla e ne rimasi piacevolmente sorpreso,gran comfort,leggera, perfettamente rifinita,meccaniche forse grover e pick up Seymour Duncan,ottimo suono non la presi perchè poi optai per la solita fender strato(tutt'altra categoria di strumento ma sono strato-dipendente),hai fatto un ottimo affare!
Rispondi
Yamaha = garanzia
di ADayDrive [user #12502]
commento del 06/03/2014 ore 11:29:28
Io non ho mai usato/sentito nulla della Yahama che non andasse bene, sia che si tratti di mixer, di amplificatori, di casse attive, di mixer, di effetti.
E' un marchio sicuramente poco affascinante ma di sicurissima affidabilità.
Rispondi
Precisazione...
di Staytuned [user #29147]
commento del 06/03/2014 ore 11:51:24
Volevo solo specificare una cosa. Capisco che il confronto con un Les paul Standard puo sembrare irriverente e dire suona meglio significa tutto e niente,ma quando parlo di suono con una marcia in più intendo che oltre ad un gusto timbrico a me più gradevole ho notato sicuramente un sustain ed una definizione maggiori oltre ad una gamma di frequenze più ampia, cosa che non mi sarei mai aspettato da strumenti cosi lontani in classe e fascia di prezzo.
Rispondi
Sono felice di sentire queste ...
di liuto1500b utente non più registrato
commento del 06/03/2014 ore 12:03:0
Sono felice di sentire queste parole, quando una persona con il minimo sforzo, sia mentale che economico trova il suo suono allora non serve piu cercare solo un nome sulla paletta e pagare cifre esagerate... E questo conferma che ogni chitarra è un mondo a se...
Rispondi
E' come quando trovi la ...
di gambo [user #21511]
commento del 06/03/2014 ore 12:12:33
E' come quando trovi la donna giusta: non è la più bella che esista o la migliore, ma a te calza a pennello....complimenti per la scelta e l'onestà intellettuale.
Rispondi
YAMAHA per molto meno del ...
di titania [user #39837]
commento del 06/03/2014 ore 12:26:03
YAMAHA per molto meno del prezzo ti offre molto di più della maggior parte delle marche al mondo!
Rispondi
Sempre bello sentire...
di Fabione72 [user #28527]
commento del 06/03/2014 ore 12:42:19
...che non sempre la volgar pecunia fa la differenza!!!!

sono contento per te, chissà se un giorno anche io... forse...

Ironia della sorte io sento la necessità di completare i miei suoni con due chitarre che dal punto di vista estetico purtroppo IO proprio non riesco neppure a guardare (parere PERSONALISSIMO, non odiatemi vi prego ;) fosse per me sarebbero tutte come la HotBaby Guitar Olivia, se avete presente il genere):

- Les Paul, per un Blues bello SOUTHERN (adoro quel suo bel suono quando Mark Knopler suona Song for Sonny Liston. però quella sembra di quelle... DATATE :D ).

- Telecaster per Country (alla Brad Paisley, per intendersi).

2 = doppia spesa...

Per fortuna una dritta sulla prima me la hai già data, ora non mi resta che attendere come un ragno nella tela per l'altra :P

(certo se poi riuscissi anche ad ovviare al discorso dell'estetica, sarei iperfelice :D ).


GRAZIE e... Happy music !


Rispondi
Re: Sempre bello sentire...
di yasodanandana [user #699]
commento del 06/03/2014 ore 13:43:02
t.yamaha.com/it/products/musical-instruments/guitars-basses/el-guitars/pacifica/pac1611_mike_stern/?mode=model#tab=product_lineup
Rispondi
Re: Sempre bello sentire...
di Fabione72 [user #28527]
commento del 06/03/2014 ore 14:29:3
ah però!!!! il patterm è proprio quello che dico io! :)

Anche se però con prezzo qui la vedo dura (per un usato a spanne saremo su 1K€...)
Rispondi
Re: Sempre bello sentire...
di yasodanandana [user #699]
commento del 06/03/2014 ore 14:52:50
hai ragione.... pero' mi sembra che una serie di simil-tele a prezzi normali l'abbiano sempre avuta
Rispondi
Re: Sempre bello sentire...
di rockit [user #11557]
commento del 06/03/2014 ore 16:12:34
DI mike stern se ne trovano parecchie intorno ai 600 se guardi sul mercatino ;-)

Ottime le yamaha, quella dell'articolo in genere la si trova un po' più cara per cui il nostro amico ha fatto un affarone, ma si trattava comunque di uno strumento intorno ai 700 nuovo se non ricordo male.

Lo dico: Yamaha insieme a Ibanez ha il miglior rapporto qualità prezzo sul mercato ed è imbattibile negli strumenti di fascia media, poi magari non piacciono ma la qualità (tastiera e finiture, quelle che influiscono sulla suonabilità) è sempre assicurata pure su strumenti da quattro soldi, anche le acustiche.

ciao
Lorenzo
Rispondi
Re: Sempre bello sentire...
di Fabione72 [user #28527]
commento del 06/03/2014 ore 16:33:1
Sulle Ibanez:
Si, tranne una, LA MIA: JEM 7vWH ;D

Posseggo un modello originario ('95, manico ancora in ebano), purtroppo l'ho presa solo perchè ero innamorato del suo suono, effettivamente è unico e difficile da ritrovare in altre (o lo odi, o lo ami). e ne ho provate eh! altre JEM, modelli Ibanez da cui è partito il progetto... nulla da fare.

Dico purtroppo perchè quella famosa "firmetta" sulla paletta ha fatto (e fa) levitare il prezzo a livelli assurdi.
OK, è un top di gamma, ma il prezzo è comunque alto, è pur sempre assemblata in catena di montaggio...

A questo punto mi si apre un nuovo orizzonte: Tele Yamaha, stivali/cappellone/cavallo, e via! :D
Rispondi
Re: Sempre bello sentire...
di sdl [user #5004]
commento del 22/03/2014 ore 22:43:41
Concordo...
Rispondi
La yamaha e' semplicemente straordinaria ...
di qualunquemente1967 [user #39296]
commento del 06/03/2014 ore 12:54:17
La yamaha e' semplicemente straordinaria basti pensare a quante tipologie di prodotti e' in grado di offrire sempre ad alto livello ! Dai motori per motoscafi ai pianoforti ai trapani alle motociclette strumenti musicali di ogni tipologia ! Io ho appena acquistato l' ampli combo THR 10 e' semplicemente straordinario per qualita ' audio semplicita' d' uso ! E il costo e' veramente basso per quello che offre ! Sono dei numeri uno da tanti anni nulla e' casuale ! Ciao
Rispondi
Re: La yamaha e' semplicemente straordinaria ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 06/03/2014 ore 18:00:41
hai scaricato e installato il nuovo firmware?...V2 disponibile gratis sul sito yamaha...FENOMENALE!
Rispondi
Re: La yamaha e' semplicemente straordinaria ...
di qualunquemente1967 [user #39296]
commento del 06/03/2014 ore 22:28:32
Azz non sapevo si potessero fare aggiornamenti ! Grazie ! Ciao
Rispondi
"vacilla il concetto: più soldi, ...
di aghiasophia utente non più registrato
commento del 06/03/2014 ore 12:59:09
"vacilla il concetto: più soldi, suono migliore". Sottoscrivo col sangue.
Rispondi
Un bell'articolo "LAICO"
di nicolapax [user #27042]
commento del 06/03/2014 ore 13:40:01
Bravo Staytuned!
Bel pezzo sincero e "laico" nel senso più vero del termine, cioè di chi non giudica in base ai pregiudizi e non si fa scudo delle (buone) convinzioni e non si barrica dietro le proprie (sacrosante) certezze, ma "Vaglia tutto e trattiene ciò che vale" (lo ha detto un certo Paolo di Tarso...).
Chitarra da 200 Euro che suona e ti soddisfa più della LP fino a ieri il tuo Santo Graal? Beato te!! Gridalo al mondo.
Io è da più di trent'anni che suono una meravigliosa Greco LP "lawsuite era" e da ragazzino disprezzavo i coetanei delle "villette del borgo alto" che sulle loro palette potevano far campeggiare i blasonati loghi che tutti abbiamo sognato, avevo (ho) frale mani uno strumento a dir poco eccezionale ma è solo con il tempo e l'esperienza che l'ho scoperto. La mia Greco mi ha insegnato che, come dice il Piccolo Principe, "l'essenziale è invisibile agli occhi".
Nel nostro caso anzi gli occhi possono essere fonte di grandi equivoci o travisamenti: una Gibson DEVE per forza suonare benissimo, generalmente è così, ma perché deve essere per forza l'unica soluzione?
Buon divertimento.
Rispondi
Complimenti...
di fenderpassion61 [user #13902]
commento del 06/03/2014 ore 13:43:09
...per l'acquisto.
Anche io ho preso una PRS SE Custom 24 e sono rimasto deluso dal timbro e dal sustain veramente breve. Avevo provato anche una Yamaha 510 V ed ero rimasto impressionato dal suono, maledetto me che non l'ho presa. Tra l'altro la PRS l'ho pagata 700 euro che sono 1.400.000 delle vecchie lire...mica piazza e fichi. Confermo anch'io dei buchi tremendi su alcune corde, scandaloso.
Rispondi
Re: Complimenti...
di Staytuned [user #29147]
commento del 06/03/2014 ore 13:52:08
Sai che però anche io ho avuto la custom se 24 e anche se concordo sul Sustain la ricordo come un buon strumento, migliore cmq della Santana Se. Ebbi a dire proprio in un commento vecchio che la trovavo un ottimo punto di partenza per una creazione di un proprio suono in quanto molto neutra...e lo dicevo con un accezione del termine per me positiva. Cmq si..a mio parere la mia Aes 620 la ritengo di gran lunga migliore.
Rispondi
Re: Complimenti...
di fenderpassion61 [user #13902]
commento del 06/03/2014 ore 15:12:31
Quando faccio Europa di Santana e me more la nota sto troppo male...non c'è gain che tenga, non innesca nemmeno il feedback.
Rispondi
Tengo a precisare...
di Staytuned [user #29147]
commento del 06/03/2014 ore 13:47:15
..a onor del vero che io l ho pagata 200 euro usata. Ma lo strumento quandi usci nuovo credo si aggirasse intorno ai 600 euro. Prezzo cmq piu che onesto per un buon pezzo di legno risonante e piacevole alla vista con un bel top, meccaniche Grover e degli ottimi magneti. Adesso sono alla ricerca del modello top di gamma, l' Aes 920 perché se tanto mi da tanto.... ;-)
Rispondi
Re: Tengo a precisare...
di Izzy73 [user #12413]
commento del 14/03/2014 ore 12:48:15
Costava 390 euro nuova quando è uscita, usata l'avevo trovata a 220 in un negozio grande di Mirano, per questo prezzo è imbattibile.

Per quanto riguarda la prova mi ritrovo in parte (io ho provato proprio il modello di 6-7 anni fa almeno) ed era una chitarra di costruzione economica (il capotasto di orrendo plasticone) ma fatta bene, pickup JB cattivo ma quello al manico era al livello di una epiphone. Uno strumento non male in ogni caso, confrontato con chitarre da 1000 euro e una vera occasione per 200 euro.

Per la PRS io ho avuto per un breve periodo una PRS SE Tremonti e l'ho trovata superiore a questa e a tutte le epiphone e vicina alla LP Studio Gibson (pickup a parte, ma cmq dignitosi).

Rispondi
il prezzo conta sino a un certo punto...
di mke52 [user #17126]
commento del 06/03/2014 ore 14:07:41
Grazie per aver condiviso con noi, concordo che il prezzo non è determinatnte per il suono; in fondo se dovessimo autocostruire una chitarra, scegliendo il meglio, di solo materiale non spenderemmo piu di 600 euro.
Per una società che costruisce chitarre le economie di scala riducono almeno del 60% la cifra sopraindicata. Il resto è manodopera, distribuzione e marketing.
Le case più note spendono molto sul marketing e sulla distribuzione e le chitarre costose sono prodotte in USA dove la manodopera è molto cara.

Ecco colmato gran parte del gap tra la tua ex Les Paul e la Yamaham, ed ecco perchè le differenze qualitative non sono necessariamente abissali.
Rispondi
Re: il prezzo conta sino a un certo punto...
di Fabione72 [user #28527]
commento del 06/03/2014 ore 14:27:24
eh... Purtroppo la regola base è che non si vende mai a costo, ma a necessità.
La necessità di vedere un certo logo stampigliato spesso "giustifica" un certo prezzo.

Poi a volte vedi una cosa bella, la provi, ti piace-PIACE e mentre ci stai pensando la stai già comprando, senza sapere che magari esiste qualcosa di meglio a un prezzo decente (... ahemmm... ci sono appena ri-caduto con un un TS808. DOOHH!!).

Purtroppo ne so qualcosa anche io... (ho posseduto una Fender Statocaster standard USA per quasi dieci anni, e ho detto tutto... ;) ).

Rispondi
Yamaha vs Gibson => Yamaha
di CriRock [user #6109]
commento del 06/03/2014 ore 15:32:59
Ho suonato per oltre 15 anni una Gibson Les Paul Custom del 1990. Un giorno di circa 5 anni fa ho comprato una yamaha "super basic" (er121) per usarla come chitarra di backup in caso si rompesse qualche corda alla Les Paul durante i live.
Da quel momento la Les Paul è sempre sullo stand pronta in caso sulla yamaha si rompesse una corda....

Pensavo di essere una mosca bianca, uno dei pochi che va in giro a suonare con una chitarra da pochi eurozzi quando ne ha una di valore, e invece sono contento che non sia così!

Forse è la rivincita della musica sul soldo, o almeno, mi piace pensarla così :-)

Rispondi
Mi piacque così tanto che ne presi 2 !!
di betelobo [user #25981]
commento del 06/03/2014 ore 15:42:13
comprate sul Mercatino, la prima blu (200Eu) nel 2011, la seconda rossa (250Eu con custodia rigida) nel 2012.

Soddisfattissimo di entrambe, che però sono diverse; una pesa quasi 1kg in più.

Nel tempo me le sono un pò personalizzate e le ho diversificate:
- manico sverniciato, un pò assottigliato e poi rifinito al naturale
- ultimi tasti scalloped
- via il tono, sostituito da un kill-switch
- cambiati i potenziometri (un pò miseri) da 16mm con due da 24mm push-pull, per avere l'opzione di splitting humbuckers

una l'ho lasciata in accordatura standard, l'altra invece in C-drop.

Consigliatissima a chiunque; rapporto Q/P da usata a dir poco imbattibile.
Rispondi
Mi sembra che le differenze ...
di giambu [user #4070]
commento del 06/03/2014 ore 15:48:10
Mi sembra che le differenze tra chitarre economiche e non si percepiscano meno o siano addirittura assenti sui suoni distorti mentre si evidenzino sul timbri puliti...è solo una mia idea?
Rispondi
Re: Mi sembra che le differenze ...
di ADayDrive [user #12502]
commento del 06/03/2014 ore 16:45:22
Si, secondo me è solo una tua idea. Se suoni con un amplificatore "verità", come può essere una Plexi con cassa 4X12" a volume sostenuto (con conseguente overdrive) le chitarre da poco, che hanno uno spettro sonoro limitato, suonano gracchianti, mentre quelle più buone sono molto più "piene".
Il tuo ragionamento è vero quando usi distorsioni estremamente acide, tipo fuzz supersaturi o distorsoracci cattivissimi come il Boss Metal Zone, che sono in grado di "uccidere" qualsiasi chitarra.
Rispondi
Re: Mi sembra che le differenze ...
di giambu [user #4070]
commento del 06/03/2014 ore 22:30:35
Caisco il tuo ragionamento Ma le chitarre "da poco, che hanno uno spettro sonoro limitato", come dici tu, si evidenziano anche con un bell'amplificatore pulito, che restituisce un suono senza mascheramenti. Ma naturalmente deve essere un buon amplificatore, con una buona dinamica.
Rispondi
Re: Mi sembra che le differenze ...
di ADayDrive [user #12502]
commento del 07/03/2014 ore 10:46:0
Senz'altro, il pulito non mente mai.
Rispondi
Re: Mi sembra che le differenze ...
di Izzy73 [user #12413]
commento del 14/03/2014 ore 13:57:02
beh bisognerebbe mettere gli stessi pickup su ambedue le chitarre, e vedere se poi c'è tutta sta differenza :)
Rispondi
però?
di nozzi [user #9429]
commento del 06/03/2014 ore 18:44:02
Articolo molto stimolante. Ora sei soddisfatto del suono, ti spupazzi la Yamaha, sei giustamente orgoglioso di aver "ragionato" con le orecchie e non con gli occhi. Ma confessa: in fondo al tuo cuore, nella zona inconscia della tua psiche, dove si annidano i desideri, è passata del tutto la voglia di una Gibson Les Paul Standard?
Rispondi
Re: però?
di Staytuned [user #29147]
commento del 06/03/2014 ore 19:07:06
Assolutamente no...ma credo sia normale. La speranza un giorno di ri-incontrare Gibson e riprovarci...è forte. Ma grazie a Dio mancano i soldi...ahahahaha, quindi sono molto tranquillo adesso, e cmq come ho gia detto prima se entrasse qualcosa sarei orientato alla ricerca della prossima sfida :" Yamaha Aes 920"..ovviamente usata, in condizioni da vetrina e a prezzo bassissimo!!!!!! ahahahaha
Rispondi
la mano sul fuoco
di ginakman [user #34956]
commento del 06/03/2014 ore 19:17:30
Yamaha è l'unica marca su cui metto la mano sul fuoco che non è una fregatura.
japan è il top!!!
Rispondi
Re: la mano sul fuoco
di jotler [user #32545]
commento del 06/03/2014 ore 21:30:52
Io ci aggiungo Schecter e Cort, sempre parlando di rapporto qualità/prezzo
Rispondi
Yamaha e Gibson
di vino_buono [user #37654]
commento del 06/03/2014 ore 22:19:48
Ciao Staytuned,

e saluti a tutti, è il mio primo post (anche se vi leggo da molto tempo).

Sono contento che tu abbia trovato quello che cercavi. Ho la AES620 da diversi anni e ne sono soddisfattissimo. La suonabilità è pazzesca per il prezzo, il JB è il JB, la posizione centrale eccellente come dici tu. Non riesco a farmi piacere il suono del pickup al manico, ma a parte quello trovo che per il prezzo sia una chitarra coi fiocchi che suona molto bene. il '59 però quasi quasi ce lo metterei ;-)

A Natale ho coronato il mio sogno chitarristico e ho acquistato una LP Traditional. Che dire... La trovo in tutti gli aspetti migliore della Yamaha, su alcune cose molto, su altre poco. Il sustain sulla mia LP è sensibilmente migliore rispetto alla Yamaha (non che questa comunque ne abbia poco). Ho provato anche la LP standard e in effetti come sustain siamo lì. I suoni sono suoni e vanno a gusti, ma il suono del pickup al manico della LP per me è incomparabilmente migliore. Per me la LP ha in generale un timbro più ricco. Dove la Yahama vince inesorabilmente è invece il peso.

Detto questo, la AES620 per me paga solo il fatto che Yamaha non sia un brand attraente per quanto riguarda le chitarre, perchè un rapporto qualità/prezzo così io non l'ho mai visto. La Yamaha me la sono tenuta e continuo a suonarla con grande piacere, e sono contento che una chitarra per certi versi poco nota abbia diversi estimatori.
Rispondi
Sono un felice possessore di ...
di DaRTaRieLLo [user #19718]
commento del 07/03/2014 ore 01:49:3
Sono un felice possessore di una epiphone Lea paul equipaggiata con pickup della Gibson, pagata la bellezza di seicentomila lire nel 2001...avevo appena 16 anni. L'altro giorno viene un amico mio in sala con la sua bellissima Les Paul gold top da mille chili di euro; per sua stessa ammissione, la mia epi suonava molto, molto meglio. Saranno le mani, l'amore o qualcos'altro ma di uscirò non è il marchio ;)
Rispondi
Il suono che percepiamo è ...
di dale [user #2255]
commento del 07/03/2014 ore 08:01:22
Il suono che percepiamo è davvero soggettivo; molto dipende dall'esperienza, da quanti strumenti abbiamo suonato ecc....Yamaha produce ottimi strumenti su tutte le fasce di prezzo, ricordo con piacere la Stern, la Pacifica top di gamma, la SA2200, la SG tutte ottime chitarre.
Una volta vidi per caso un live di M. Bublè (si scriverà così!??!), fantastica band ovviamente, gente che fa tour mondiali, chitarrista superlativo con stand pieno di chitarre Yamaha, solid e semi.....
Detto questo io di solito non faccio paragoni con chitarre di livelli così differenti, non per una ipotetica (tutta da dimostrare) "lesa maestà", ma perchè non ha molto senso.
Cioè quando si prende in mano una chitarra da 200 e poi un'altra da 2000 e non si nota chissà quale differenza, anzi, bhè....meglio di così??
Anche io, fra le altre chitarre di pregio, utilizzo una economica Eastwood e riconosco che suona davvero bene, anche se come suonabilità non si avvicina a Gibson e secondo me la suonabilità ed il manico fanno realmente la differenza.
Però mi diverto e la porto spesso per live.

Un altro aspetto da considerare che è stato giustamente valutato qui sopra riguarda l'ampli, quando si utilizza un ampli di alto livello su suoni clean o crunch di solito casca l'asino, anche se nel tuo caso hai un ottimo p.u. al ponte da non sottovalutare.
Insomma divertiti e suonala, auguri!
Rispondi
Date di nascita
di Aristide [user #9744]
commento del 07/03/2014 ore 11:05:46
The Gibson Mandolin-Guitar Mfr. Co: Kalamazoo Michigan 1902
Yamaha (Nippon Gakki Company, Limited, fondatore Torosaku Yamaha): Hamamatsu, 12 OTTOBRE 1887 :D
Rispondi
bello strumento
di frankestrat [user #1278]
commento del 07/03/2014 ore 14:45:10
Anni addietro a causa di un cambio di vita ho dovuto ridimensionare il mio parco chitarre. Riunendo il mio gruppo dei tempi d'oro nessuno di loro si accorse che il suono non veniva dalla Prs Custom 24 ten top che si vede nel mio avatar ma da una Yamaha 620....forse perchè dello stesso identico colore?? (già vedo i maligni pensare al mio tocco fetente..)
A mio avviso (avendo avuto tante les paul) il suono della 620 è più vicino al mondo Prs, anche lo spessore del corpo è più allineato con questa, più asciutto e cattivello...se l'avessi tenuta un duncan '59 al manico l'avrei messo, l'originale non è malvagio ma molto scuro a mio gusto!
Rispondi
Possiedo una AES620 red...
di paobad73 [user #13214]
commento del 03/04/2014 ore 14:31:59
ed è veramente bella e fatta bene!
Con i due pickup (in particolare preferisco il suono corposo di quello al manico) si riesce ad ottenere un suono pieno ma anche molto morbido!
Il manico è comodo e tutta la chitarra è ben rifinita!
Da poco ho splittato (con un push/pull sul tono) gli Hb e devo dire che il suono è ancora meglio di come me lo aspettassi!!!
Bella chitarra! La consiglio a chi vuole una LP con un budget decisamente più a portata
Rispondi
Yamaha AES620 HB mi rende tutto piu' semplice
di massimofender [user #40416]
commento del 11/01/2015 ore 00:21:28
Concordo con Steytuned, adoro le finiture, il manico scorrevolissimo, il sustain l'impostazione, mi rendo conto e ne sono sempre piu' convinto che i liutai giapponesi abbiano pensato a tutto per offrire un prodotto perfetto ( anche lo spinotto e' sistemato nel punto e con l'inclinazione migliore sul body di una chitarra). Io possiedo un Fender stratocaster Ultra, un paio di Telecaster auto-costruite e customizzate, una Epiphone Les Paul Standard, Palmer ecc ecc ma devo dire che qualsiasi cosa devo suonare la mia Yamaha AES620 mi facilita sempre tutto e sa essere aggressiva e morbida all'occorrenza adoro la scorrevolezza del manico, secondo me non ha eguali e il sustain e' fantastico. Sono davvero soddisfatto.
Enjoy
Rispondi
di sergiovenezia utente non più registrato
commento del 19/08/2018 ore 09:56:49
ottima chitarra suona alla grande d'avvero ne sto cercando una disperatamente se qualcuno può darmi una dritta, il prezzo è superlativo per la qualità di questa chitarra
Rispondi
di sergiovenezia utente non più registrato
commento del 22/08/2018 ore 17:46:26
ARRIVATA IERI IO NON HO PAROLE !! è UNA CHITARRA DA BRIVIDI QUANTE ARMONICHE E FRASEGGI CHE MI VENGONO NATURALI ..DAVVERO SUPERLATIVA OTTIMO STRUMENTO PAGATO SOLO 250 EURO
Rispondi
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Yamaha THR100H Dual
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Altro da leggere
85 Private Stock per i 35 anni di PRS
Una Stratocaster timida
Da Epiphone e Gibson la LP ’59 per tutte le tasche
La Peavey HP2 torna dopo la morte di Van Halen
Fender mostra la Troublemaker Deluxe in video
Jackson mostra in video le Wildcard Limited Edition
Seguici anche su:
Altro da leggere
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...
The Ranch: pedale eco-friendly da Collision Devices
Musica live e distanziamento in epoca Covid-19
La Gold-Leaf Strat di Prince all’asta
Il Boss DS1 di Kurt Cobain venduto all'asta
Venduta la Martin di Kurt Cobain: è la chitarra più costosa al mondo...
Il mercato boicotta Fulltone
Accordo Box in partenza!
Fender licenzia John Cruz per un post violento [aggiornato]




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964