CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Roberto Gualdi:
Roberto Gualdi: "Diario di bordo dal Messico"
di [user #116] - pubblicato il

Continuiamo il nostro giro per il mondo assieme a Roberto Gualdi e la PFM. Questa volta siamo a Mexicali, una cittadina subito dopo la frontiera del Messico. Aneddoti, curiosità e vita on the road tra l'orgoglio di vantare una una band come la PFM, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, e una colazione con Mike Portnoy.
 
Cari amici Accordiani, Ritmici e Didattici.
Eccoci in Messico. Esattamente siamo a Mexicali, ed e' una cittadina subito dopo la frontiera. Una specie di Chiasso del Messico.
La citta' e' formata dalla strada principale e centri commerciali e case in fila e una sorta di centro con locali, case, chiese a completare... Punto.
Una versione moderna delle città di frontiera del Far West…. Che è esattamente dove siamo..
Il festival di Baja Prog e' un festival molto importante che si tiene da 12 anni e che vede ogni edizioni tantissimi gruppi da tutto il mondo.
Ieri ha suonato Neal Morse, ex cantante degli Spock's Beard con alla batteria Portnoy e stamattina la giornata e' iniziata proprio con due chiacchere a colazione con Morse e Portnoy. La cosa fantastica e' che hanno detto tutti e due di amare molto PFM e Morse ha radcontato di averla vista nel 1975 a Los Angeles quando aveva 15 anni, e a conclusione, mi ha cantato tutto l'intro di River Of Life. Diciamo in questi tempi ci sono veramente poche cose di cui andare fieri in Italia, ma la Premiata e' una di queste.
 
Roberto Gualdi: "Diario di bordo dal Messico"
 
Ed eccoci al Check Per mettere tutto a posto e fare i suoni e le spie avevamo tempo dalle 9.00 alle 12.00...
Ci siamo incartati come al solito con prese, canali, tastiere, ampli di chitarra ecc e adesso sono le 10.45 e sto scrivendo questo articolo e non ho nemmeno dato un colpo di cassa...
Comunque per quanto riguarda la batteria e i piatti dopo aver "spippolato" un po' sono riuscito ad ottenere abbastanza il suono che ci serve..
Francamente la cosa che mi spaventa di piu' sono gli ascolti sul palco...
Con PFM non ci sono click e i pezzi sono costruiti su strumenti diversi e ci sono parti d'improvvisazione open.
In alcuni casi l'arpeggio di chitarra regge il brano, altre volte il piano, o il finale di un solo di violino e' determinato da una frase precisa, quindi se non ci si sente tutti bene diventa come guidare con improvvisi banchi di nebbia..
Il fonico di Palco che regolarmente si sta dimenticando di aprire vari strumenti si chiama "Tequila". Andiamo bene...
Il Festival si sviluppa in due location: il Teatro per gli eventi serali ed un palco all'aperto con prato, stand di birra, cibo messicano e merchandising vario che vede band a rotazione dalle 12.30 alle 19.00.
L' atmosfera e' molto bella e rilassata. Volevo confermarvi che la presenza di donne agli eventi prog e' leggermente inferiore rispetto al concerto dei Robbie Williams, dei Guns dei tempi d’oro o di Biagio Antonacci..
Definiamoli tranquillamente “Pussyfree Events”!
Comunque alla fine e' andato tutto bene, il concerto e' stato bello ed il pubblico, messicano e non dato che questo festival raccoglie fans da tutto il mondo, era entusiasta. Una cosa curiosa e' che sia in Guatemala che in Messico preferiscono che la Premiata canti in italiano e non in Inglese.
 
Roberto Gualdi: "Diario di bordo dal Messico"
 
Per la batteria siamo stati abbastanza fortunati. Abbiamo trovato le pelli abbastanza simile alle nostre, un buon rullante, ed il set piatti incrediilmente identico al set Zildjian richiesto.
Devo dire che in questi casi e' molto importante il fonico che ti portimda casa. Noi abbiamo Marco "La Nonna" Posocco che parla bene spagnolo e inglese e che si butta dall,elicottero nella giungla dei soundcheck come un marine. Tanto per dirne una 10 minuti prima di suonare ha visto che gli infallibili tecnici messicani avevano invertito i microfoni del rullante e il cavo di un tom finiva nel vuoto!
Questa notte partiamo per Chicago... Si... Questa notte...
Il conto e' aereo San Diego / Chicago alle 06.45... Quindi all'aeroporto alle 04.45... Ma da Mexicali a San Diego ci sono almeno due ore di van...
Quindi partenza, la famosa Lobby Call, alle 02.00
Sono molto contento di andare a Chicago e salvo essere stravolto da un nuovo viaggio eterno e nuovi jet lag penso che qualche birretta alla House Of Blues ci starebbe....
Next episode: Sweet Home Chicago. Stay tuned!
 
 
roberto gualdi
Mostra commenti     3
Altro da leggere
Concentrazione o non Distrazione?
Tenere il tempo: facciamoci delle domande
Roberto Gualdi sul palco di Vecchioni
Andare a tempo: predisposizione o formazione?
Roberto Gualdi: "Essere se stessi è l'unica vera ricchezza"
Roberto Gualdi: istinto, personalità & felicità
Seguici anche su:
News
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing
Ha inizio la settimana del Namm 2019




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964