DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Gibson ES Les Paul: la regina delle solid body si fa semiacustica
Gibson ES Les Paul: la regina delle solid body si fa semiacustica
di [user #116] - pubblicato il

La solid body per eccellenza passa dall'altro lato della barricata. La Gibson Les Paul si trasforma in una semihollow ed entra a far parte della storica serie Electric Spanish mischiando il proprio DNA con la semiacustica più rock di Memphis: la ES335.
La solid body per eccellenza passa dall'altro lato della barricata. La Gibson Les Paul si trasforma in una semihollow ed entra a far parte della storica serie Electric Spanish mischiando il proprio DNA con la semiacustica più rock di Memphis: la ES335.

La Les Paul è probabilmente una delle chitarre elettriche più riconoscibili di sempre. Tra le prime solid body della storia, ha sempre colpito per le sue forme modellate su quelle di una chitarra archtop tradizionale, adattate alle nuove necessità dei chitarristi e ai gusti lussuosi a cui Gibson ha abituato da sempre i propri fan. Con una mossa che potrebbe mettere in crisi la natura stessa del modello Les Paul, adesso Gibson compie un passo deciso in una direzione lontana da quella intrapresa dall'evoluzione della chitarra elettrica.
Dagli stabilimenti di Memphis, specializzati nella costruzione nella costruzione dei modelli archtop, arriva la ES Les Paul: la Gibson per eccellenza in formato semiacustico.
La formula, già sperimentata con la singolare Supreme 2014, viene ora spinta su uno step successivo integrando tutte le caratteristiche del modello Les Paul con quelle della serie ES.

Un toccasana per chi non riesce a sopportare il peso notoriamente importante della Les Paul, la ES misura meno di tre chili e coglie a piene mani dal repertorio Electric Spanish, 335 su tutte.

Gibson ES Les Paul: la regina delle solid body si fa semiacustica

Esattamente come una ES335, la ES Les Paul ha una cassa in acero laminato a tre strati. Un binding color crema corre lungo i bordi del top, sul fondo e intorno alla tastiera. Completamente nera ed essenziale è invece la paletta, su cui trovano posto sei meccaniche Kluson Single Ring con palettine Tulip e i soli loghi Les Paul e Gibson, senza indicazioni di sorta per il modello specifico. La dotazione hardware è quanto mai tradizionale, e al centro del body siede un ponte ABR nichelato con stoptail in alluminio.
Classica è anche la configurazione elettronica, con una coppia di humbucker MHS (Memphis Historic Spec) ispirati al sound articolato dei PAF d'epoca. Il pickup al manico è un Custom Bucker AL3, quello al ponte un AL5. I controlli si dividono in toni e volume indipendenti per ognuno dei pickup.
Il battipenna color crema copre in parte una delle due buche a effe, attraverso le quali è possibile intravedere l'etichetta con le caratteristiche del modello e la struttura interna della chitarra. Non si tratta di una comune chambered: il body è completamente cavo e ben risuonante, fatta eccezione per un blocco di mogano che ne incrementa la stabilità e aiuta a ridurre il feedback.
Come da tradizione, il manico è incollato, è in mogano ma aggiunge alla ricetta un inserto in acero. La tastiera è in palissandro selezionato a mano.

Disponibile in Light Burst o in nero, la ES Les Paul è laccata alla nitrocellulosa. In entrambe le finiture, il manico e il retro della cassa sono lasciati a vista sotto uno strato bruno e lucido.

Gibson ES Les Paul: la regina delle solid body si fa semiacustica
chitarre semiacustiche es les paul gibson
Link utili
Gibson ES Les Paul
Nascondi commenti     129
Loggati per commentare

A dire il vero nelle ...
di MrPecosBill utente non più registrato
commento del 14/06/2014 ore 11:21:10
A dire il vero nelle specifiche del sito Gibson, sia per il top che il back, è indicato:
3ply maple / basswood / maple
sono quindi 3 strati incollati
comunque ottima chitarra, era ora !!
Rispondi
Re: A dire il vero nelle ...
di Oliver [user #910]
commento del 14/06/2014 ore 12:03:26
Beh, plywood significa appunto "laminato" (aka "compensato").
ES335, ES175 e molte altre semi Gibson sono fatte così da sempre.
La scelta del compensato, oltre che per questioni di costo, è stata motivata dalla necessità di controllare (e limitare) la risonanza della tavola armonica.
In questo caso, con una cassa così piccola, la chitarra si sarebbe meritata un top e un un fondo solidi... ma chissà poi quanto sarebbe costata.
Rispondi
Re: A dire il vero nelle ...
di MrPecosBill utente non più registrato
commento del 14/06/2014 ore 12:14:47
Ho capito che è laminato, ma nell'articolo della redazione si dice tre strati di acero, in realtà sono due di acero con al centro il tiglio americano, legno di facilissima lavorazione e molto economico.
Solo questo volevo specificare, forse si tenta di ridurre i costi col tiglio.
Rispondi
Re: A dire il vero nelle ...
di Oliver [user #910]
commento del 14/06/2014 ore 14:39:59
Mah, non credo che uno sfogliato di poco più di 1 mm faccia una grande differenza in termini di costi.
Forse dipende proprio dalle caratteristiche di lavorazione: la curvatura di una tavola così piccola (rispetto a una semiacustica tipo 335) potrebbe essere più problematica e il tiglio è più tenero dell'acero. E' solo un'ipotesi.
Rispondi
Re: A dire il vero nelle ...
di mrc.mgg [user #198]
commento del 15/06/2014 ore 12:33:5
...In questo caso, con una cassa così piccola, la chitarra si sarebbe meritata un top e un un fondo solidi... ma chissà poi quanto sarebbe costata.

Come una CS 336 :-)

Marco
Rispondi
Che c' azzecca?
di robogg [user #204]
commento del 14/06/2014 ore 11:25:29
Piu'che una LP semiacustica direi, visti i legni e l'impostazione generale, che si tratta di una 335 a forma di LP. Mi sembra piu' una alternativa alla 335 che alla LP.
Rispondi
Re: Che c' azzecca?
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 03:04:57
Sono d'accordo con te...per essere pignoli fino all'ultimo direi una 339 con la forma della Les Paul.
Rispondi
Re: Che c' azzecca?
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 15/06/2014 ore 11:03:11
e tra l'altro la 339 venne proprio presentata come una variante LP semiacustica, all'epoca!
Rispondi
Re: Che c' azzecca?
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 11:20:3
Esatto...stanno introducendo degli ibridi per acchiappare quanti più utenti possibili....ES Les Paul e 339 sono degli ibridi dei due shape più di punta di mamma Gibson.
Rispondi
Re: Che c' azzecca?
di euke [user #1325]
commento del 15/06/2014 ore 11:24:4
La 335 ha il blocco centrale in acero, non in mogano.
Rispondi
robogg
di superloco [user #24204]
commento del 14/06/2014 ore 11:45:39
concordo con quello che ha scritto robogg
molto bella da vedere inoltre...
Rispondi
A me piace e decisamente ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 14/06/2014 ore 11:52:12
A me piace e decisamente anche tanto. Avendo già una Les Paul prenderei una 335, ma se fossi a secco di Gibson potrebbe essere una bella soluzione per acquistare una soluzione unica. Forse effettivamente si avvicina più ad una 335 che ad una Les Paul, ma magari sono riuscito a creare una chitarra con un proprio carattere ben definito. In ogni caso mi affascina e spero di poterla provare.
Rispondi
comunque la vogliamo definire, credo ...
di Sykk [user #21196]
commento del 14/06/2014 ore 11:56:56
comunque la vogliamo definire, credo sia la cosa più interessante che gibson fa da un bel po' di tempo
Rispondi
Oohhhh.....!!! E adesso? Avevo appena ...
di Oliver [user #910]
commento del 14/06/2014 ore 12:06:22
Oohhhh.....!!!
E adesso? Avevo appena raggiunto un sereno e soddisfatto equilibrio psico-gassoso, e questi se ne escono con questa cosa assolutamente meravigliosa? E che sicuramente non mi potrò permettere... sigh.
Rispondi
in ritardo...
di tres_hombres [user #37968]
commento del 14/06/2014 ore 12:25:43
bella senza dubbio, peccato che siano arrivati tardi: già duesenberg fa chitarre in questo modo da diversi anni, a rapporto qualità/prezzo molto migliore di quanto non offra mamma gibson. sperando che siano di buona qualità (cosa da non dare mai per scontata purtroppo), la vera forza della gibson resta ancora il blasone...
Rispondi
Re: in ritardo...
di Sykk [user #21196]
commento del 14/06/2014 ore 12:49:13
ma su questa c'è scritto Gibson... vuoi mettere?
Rispondi
Re: in ritardo...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 14/06/2014 ore 21:08:2
Ecco dove ste il punto,è il "brand" che vi attira.....se facessero una scopa con le corde,ma con il loghetto Gibson andrebbe bene lo stesso.... :-)
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 11:27:31
se, se, se...dalle mie parti si dice che se il mio nonno avesse avuto 5 palle sarebbe stato un flipper.
La realtà dei fatti però è che Gibson produce ottime chitarre e non manici di scopa con le corde, un altro fatto è che se le vuoi rivendere una Gibson la rivendi in uno zero e con un buon range di prezzo, le chitarre di altre case che fanno comunque prodotti ottimi se vuoi rivenderle prendi due dita negli occhi.
Rispondi
Re: in ritardo...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 15/06/2014 ore 11:44:04
Se..se..se... risposta patetica,due cose emergono la prima è che non hai capito cosa ho scritto,la seconda che avalli quello che ho detto nel post precedente, "un altro fatto è che se le vuoi rivendere una Gibson la rivendi in uno zero e con un buon range di prezzo" come volevasi dimostrare,vedi se io investo tanti soldi in una chitarra di pregio,è perchè voglio suonare uno strumento di pregio,non penso di "rivenderlo",io non sono un commerciante,ti ha "colonizzato" il consumismo,e sei anche poco attendibile dato il nick,ovvero un altro Fanboy :-)
Per tua conoscenza,di Gibson ne ho avute quattro,il riferimento ai "manici di scopa" era pura ironia che andava inserita in un contesto....bye!
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 12:04:38
Mi spiace per te che non hai il minimo senso dell'humor...evidentemente per te l'ironia viaggia a senso unico.
per il resto non sto neanche a sprecare tempo perchè anche il tuo nick mi suggerisce che è meglio lasciar perdere.
A mai più
Rispondi
Re: in ritardo...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 15/06/2014 ore 12:20:2
Vai in pace fratello,nessuno ti ha chiesto niente,ed il senso dell'umorismo manco sai da che parte sta,e resti sempre e comunque un fanboy,lo hai appena dichiarato di nuovo. ;-)
Il tempo non è mai sprecato,solo certe vite sono sprecate.
Rispondi
Re: in ritardo...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 15/06/2014 ore 12:56:47
"Il tempo non è mai sprecato,solo certe vite sono sprecate."

Senza entrare nel merito della discussione, questa onestamente è proprio brutta, soprattutto in rapporto alla leggerezza e, se preferisci, alla stupidità dell'argomento trattato. Al posto tuo mi scuserei per un'uscita del genere.
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 14:26:3
Grazie ma lascia perdere Tyler...non ne vale proprio la pena.
Rispondi
Re: in ritardo...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 15/06/2014 ore 17:23:29
Esatto.... ;-) La penso esattamente così anch'io
Rispondi
Re: in ritardo...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 15/06/2014 ore 17:22:51
:-) Non ho bisogno di censori grazie
Rispondi
Re: in ritardo...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 15/06/2014 ore 17:53:08
Ti dico solo che la musica dovrebbe unire le persone e non dividerle o essere causa di uscite infelici come la tua. Questa non è censura, che non spetta a me, credo rientri più nell'ambito del buon senso e della buona educazione. E con questo chiudo e ti saluto.
Rispondi
Re: in ritardo...
di gambo [user #21511]
commento del 14/06/2014 ore 13:13:01
Non mi sembra che le Duseenberg te la regalino, una starplayer va sui 1500 abbondanti...non che non li valga quei soldi.
Rispondi
Re: in ritardo...
di tres_hombres [user #37968]
commento del 14/06/2014 ore 13:43:51
non ho detto che costano poco, ho parlato di rapporto qualità prezzo...e noto con molta tristezza che quello che paghi è soprattutto il nome, e questo dirscorso vale in generale, non solo per gibson...
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 14/06/2014 ore 15:55:26
"rapporto qualità/prezzo molto migliore di quanto non offra mamma gibson"
L'hai provata? L'hai confrontata? In base a cosa affermi ciò?
Rispondi
Re: in ritardo...
di TheTrooper utente non più registrato
commento del 14/06/2014 ore 17:27:09
Faceva riferimento all'andazzo recente di Gibson sulla qualità dei suoi prodotti.
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 14/06/2014 ore 19:03:41
E qual è l'andazzo? Per favore parla di fatti concreti e non di luoghi comuni....mi sembri un po' criptico
Rispondi
Re: in ritardo...
di TheTrooper utente non più registrato
commento del 14/06/2014 ore 20:48:0
Io non ho detto niente, tu hai chiesto all'utente sopra e io ti ho risposto cosa intendesse (o meglio, cosa mi è sembrato di intendere)
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 14/06/2014 ore 21:31:58
E' vero scusami, non avevo fatto caso al nome.
Rispondi
Re: in ritardo...
di tres_hombres [user #37968]
commento del 14/06/2014 ore 21:15:17
più che alla qualità, che non mi pare sinceramente cambiata, mi riferisco al prezzo, che invece è molto cambiato: la qualità è circa la stessa, ma il prezzo cresce continuamente...
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 14/06/2014 ore 21:34:48
Quello purtroppo credo sia più riferito all'andamento del dollaro rispetto all'euro: qualche mese fa un euro era uguale ad 1,24 dollari mentre ora stiamo a circa 1.35 dollari....non è un aumento da poco, siamo circa al 9%
Rispondi
Re: in ritardo...
di TheTrooper utente non più registrato
commento del 15/06/2014 ore 12:48:00
Si, ma quell'andamento favorisce noi, non il dollaro. I prezzi sono improponibili anche se 1€ dovesse valere 3$
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 14:06:16
azz...hai ragione...ho fatto un ragionamento completamente sballato.
Per quello che riguarda i prezzi francamente vedo che i costruttori con un certo standard qualitativo e produzione occidentale sotto certe cifre non scendono...PRS se vogliamo andare a vedere costa ancora di più nonostante non applichino i binding alle tastiere e quello del body è un finto binding in quanto non è altro che il profilo del top non colorato, per contro hanno mediamente top di maggior valore ma verniciano a poliuretano che è un procedimento meno costoso della nitro...non saprei forse è anche una questione di marketing: sotto una certa cifra una Gibson non "può" costare.
Questa nuova Les Paul costa 150$ in meno di una Standard con le Min-ETune....non lo vedo così improponibile.
Rispondi
Re: in ritardo...
di TheTrooper utente non più registrato
commento del 15/06/2014 ore 14:24:35
No ma infatti alla fine, i prezzi sul sito Gibson sono inventati, nel senso che dicono "Mettiamo un prezzo solo per metterlo". Non rispecchiano mai quelli che poi saranno i prezzi che paghi (hce poi son alti comuqnue). Quello che dici tu del binding PRS è vero solo in parte: meglio il binding natural come il loro che la plasticaccia (la plastica sul legno è un abominio) che applicano molte altre compagnie tipo G. ad esempio. Lo stesso per il binding sulla tastiera: meglio avere come binding la tastiera stessa che la plastica, ma è un gusto personale. Il tipo di verniciatura anche dipende sia da gusti che da altri fattori: anche Fender o Gibson usano il poliuretano, solo in rari casi la Nitro; Suhr usa la nitro, ma per farlo deve spedire i corpi in un altro Stato americano, farli verniciare alla nitro e poi se li fanno rimandare, perchè nel loro Stato la nitro è proibita.
Rispondi
Re: in ritardo...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 15/06/2014 ore 15:06:47
Gibson usa sempre e solo nitrocellulosa.
Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 15:13:27
a parte il discorso estetico che è soggettivo c'è da dire che il binding nasce non solo come ornamento ma anche protezione dello spigolo....la Gibson non ha mai usato altre vernici al di fuori della nitro che io sappia.
Rispondi
Re: in ritardo...
di TheTrooper utente non più registrato
commento del 15/06/2014 ore 16:59:13
Bhè il binding naturale è più apprezzato della solita plastica; sul fatto della vernice hai ragione, usano solo nitro, mi aveva ingannato il fatto che le LP ad esempio sono molto lucide, credevo fosse polyurethane finish ;)









Rispondi
Re: in ritardo...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 17:31:0
il binding naturale tipo PRS per intenderci è indubbiamente splendido, molto più bello di quello in poliestere, c'è anche da dire che se prendi un colpo sullo spigolo tiri bestemmie a non finire mentre un binding in poliestere oltre ad essere meccanicamente più robusto (forse?) protegge il lato del top ed è sostituibile.
Rispondi
Re: in ritardo...
di TheTrooper utente non più registrato
commento del 15/06/2014 ore 20:24:37
Si, possiamo vederla in questo modo anche, ma in ogni caso, binding naturale o no, prendere una bella botta di lato (ma anche ovunque) provocherà una mare di madonne dalla parte del chitarrista di turno :)
Rispondi
Più di un anno fa ...
di giambu [user #4070]
commento del 14/06/2014 ore 12:28:23
Più di un anno fa la Custom Shop aveva tirato fuori una Les Paul Florentine Custom...

Questo è un test da Wildwood Guitars:
vai al link

A 4.800 dollari ce ne sono ancora diverse in vendita da Wildwood.
Per cui questa Es Les Paul non è niente di nuovo!

:-D
Rispondi
Questa ora costa 3.000 €. ...
di giambu [user #4070]
commento del 14/06/2014 ore 13:02:56
Questa ora costa 3.000 €.
Rispondi
Re: Questa ora costa 3.000 €. ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 14/06/2014 ore 14:34:26
2340 da Thomann. Se dal vivo è come in foto, non sono neanche troppi.
Rispondi
Credo che vogliano farci abituare ...
di gipson [user #32466]
commento del 14/06/2014 ore 13:39:49
Credo che vogliano farci abituare pian piano ad un'altra qualità di chitarre mantenendo il richiamo, riproducendo forme di successo. L'avessero chiamata in altro modo nessuno la noterebbe, credo. Di fatto è una les paul solo nella forma e nel prezzo per il resto è una chitarra a parte decisamente non innovativa. Che non me ne voglia nessuno ma personalmente non l'acquisterei peechè se è vero che il mercato decide cosa acquistare è vero che se quest'ultimo è disposto a pagare soldoni per chitarre non sempre all'altezza del blasone, allora dovremmo abituarci a vedere gibson di qualità sempre peggiore.

Non per polemica ma per sfogo.
Rispondi
E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 14/06/2014 ore 14:36:15
E' l'uovo di Colombo: prendi una bistrattatissima LP con camere tonali, piazzaci due buche ad F e subito diventa un capolavoro! ;-DDD
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 14/06/2014 ore 15:52:42
Non è proprio così, questa è costruita come una 335: top, fondo e fasce in acero laminato e massello centrale in mogano....non è come prendere un body ed alleggerirlo eliminando quei volumi di legno che non hanno influenza sulla meccanica dello strumento.
Non sono d'accordo neanche con chi parle di strategia per ridurre il prezzo: credo che costruire un body in questo modo sia più costoso che non farlo per una Les Paul tradizionale, sul sito Gibson il prezzo di partenza è di 150$ inferiore ad una Standard con le Min-ETune.
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di giambu [user #4070]
commento del 14/06/2014 ore 17:17:12
La strategia è stata di farne prima una edizione limitata della Custom Shop e poi farne una "normale"...
Io non sono talebano ma non mi piaceva neanche quella CS, almeno a sentirla. Suona come una LEs Paul con un pizzico di acusticità. Ma se voglio una semiacustica, almeno io, mi compro una semiaustica.
:-D
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 14/06/2014 ore 18:11:38
mah...io la vedo un po' come la 339
Credo che l'esteticità di una chitarra sia importantissima, spesso più della sua funzionalità.
La gamma Les Paul è stata completata per chi vuole una risposta tipo 335 su un body Les Paul.
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 14/06/2014 ore 18:51:48
"Ma se voglio una semiacustica, almeno io, mi compro una semiaustica."

e quindi da oggi in poi avrai anche questa nel ventaglio di possibili scelte, sato che in fin dei conti è una semiacustica a tutti gli effetti, a meno che tu non identifichi le semiacustiche unicamente con le forme della 335 e della L4 o delle Gretsch e similari!?
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di giambu [user #4070]
commento del 14/06/2014 ore 19:18:31
Si, le identifico così...soprattutto per i pickup questa Les Paul.
Amo molto i '57 sulle semiacustiche.
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 14/06/2014 ore 17:38:25
E' vero, se l'avessero fatta mettendo le buche a F ad una normale Standard chambered sarebbe diventata una delle poche semiacustiche in massello della Gibson :-DD

"non è come prendere un body ed alleggerirlo eliminando quei volumi di legno che non hanno influenza sulla meccanica dello strumento."

Beh, nelle versioni estreme (chambered) il body è completamente svuotato al suo interno, dire che non ha influenza sulla meccanica dello strumento è come dire che la Lucille non è una semiacustica, perchè a livello di "vuoto" - e mancanza di buche - siamo lì!
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 14/06/2014 ore 18:06:2
Per "influenze sulla meccanica" intendevo l'equilibrio delle forze in gioco nell'accoppiamento corpo/manico per controbilanciare la tensione delle corde.
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di euke [user #1325]
commento del 15/06/2014 ore 11:28:52
Il blocco centrale della 335 è in acero, non in mogano.
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 12:00:15
Giusto ma io parlavo di questa nuova Les Paul....comunque la filosofia di progetto è la medesima: cassa in laminato con massello centrale per supportare la tensione delle corde sullo stoptail, il tutto è finalizzato anche alla riduzione del feedback, nella 335 il massello centrale è in acero mentre in questa nuova Les Paul è in mogano....mi dici cosa cambia?
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di euke [user #1325]
commento del 15/06/2014 ore 12:45:39
Se dici che non cambia nulla avere il blocco centrale in acero piuttosto che in mogano, allora tutti i discorsi sui legni non valgono nulla!
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 13:54:0
da un punto di vista strutturale non cambia niente....forse avranno voluto mantenere il mogano nel tentativo di farla suonare un po' più ciccia visto che con quella struttura un po' di basse le perderà o magare saranno un po' più definite....non lo so, sto ipotizzando.
Io sono uno di quelli fermamente convinti che la parte del leone la facciano i p.u. anche se la tecnica costruttiva ha la sua importanza....non mi stupirei se a parità di p.u. questa nuova Les Paul suonasse simile ad una 339.
Più che la qualità dei legni sono convinto che sia un ottimo assemblaggio a dare la possibilità ad una corda di vibrare in un certo modo e sviluppare al meglio tutte le sue caratteristiche di armoniche e sustain....mi vien da ridere quando leggo sempre più spesso: "vendo...bla, bla...risuonantissima, vibra che è una bellezza..." se la chitarra vibra le corde vibrano meno: è una legge della fisica non un'opinione.
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di euke [user #1325]
commento del 15/06/2014 ore 14:51:44
Ok ma ad esempio la 339 non suona come la 335, pur avendo la stessa struttura, gli stessi legni e gli stessi pickup (a seconda dei modelli). Sono simili ma non uguali. Quindi tutto influenza, e il blocco centrale in mogano influenza anche il suono di questa LP. Forse si avvicinerà al suono della 336/356, anche se lì i legni son simili ma la costruzione completamente diversa.
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 15:22:53
Sono d'accordo ma c'è anche da considerare che la 339 è più piccola, ha le stesse dimensioni di una Les Paul, una massa più piccola....Non pretendo di avere la conoscenza della verità altrimenti farei un altro mestiere però sono convinto che questa ES Les Paul sia più simile ad una 339 che ad una Les Paul tradizionale: in fondo è costruita esattamente allo stesso modo di una 339, ed a parte l'essenza del massello centrale l'unica differenza è la forma della cassa.
Insomma più che di una Les Paul a cassa acustica parlerei di una 339 con la forma di una Les Paul...non so se sono riuscito a spiegare il mio pensiero
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di Cordarotta [user #21082]
commento del 15/06/2014 ore 19:46:06
Ciao, mi inserisco nel discorso. Concordo con te, io possiedo una es 339 e non suona come una es335, le dimensioni contano. Questa chitarra come dici tu, sembra più una 339 lespaullizzata ed aggiungo che sulla carta (visto il sito gibson), mi piace parecchio. Se quando ebbi la possibilità di prendere la 339 avessi avuto questa alternativa.... sarei andato in crisi sulla scelta. Però, accidenti! continuano a non fare i nibs...per me è un peccato.
Rispondi
Re: E' l'uovo di Colombo: prendi ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 23:49:2
anche per me è un vero peccato.
Rispondi
ogni soluzione che toglie un ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/06/2014 ore 15:55:41
ogni soluzione che toglie un po' di legno alla les paul e' da considerarsi positiva ...
Rispondi
Re: ogni soluzione che toglie un ...
di giambu [user #4070]
commento del 14/06/2014 ore 17:20:13
Per quello basta la mia Las Paul Studio del '93 con cassa leggermente più bassa di un Standard!
Rispondi
Re: ogni soluzione che toglie un ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/06/2014 ore 22:53:45
a me mi piace di piu' le buche a effe.. ecco!!
Rispondi
Re: ogni soluzione che toglie un ...
di Sollazzon [user #10046]
commento del 15/06/2014 ore 17:51:5
che mi sembra anche Al di Meola avesse i tuoi gusti.. già nel lontano..(? tempo fa')
fotina piccola piccola a questo link
vai al link

sarebbe interessante un confronto tra quella in Traslucent Red Wine Sua e una Nuova..
Forse le specifiche Costruttive son le Stesse, (? qualcuno sa le sue??) ma ho idea che Suonata da uno come al di meola Suoni Benone lo Stesso!

Rispondi
bella ...
di berzerk515 utente non più registrato
commento del 14/06/2014 ore 16:04:28
bella
Rispondi
Ma guarda non. Sono d'accordo ...
di gipson [user #32466]
commento del 14/06/2014 ore 16:32:08
Ma guarda non. Sono d'accordo che sia necessario alleggerire la les paul. Se serve una 335 si prende quella no? perché pagare di più ? Poi credo che il risparmio derivi dai legni non tanto dalle ore lavoro
Rispondi
Re: Ma guarda non. Sono d'accordo ...
di Oliver [user #910]
commento del 14/06/2014 ore 18:34:08
In realtà i legni costano meno di quanto siamo portati (o ci abbiano portato...) a credere.
Le ore di lavoro, invece, sono la voce di costo in assoluto più alta e determinante. E, soprattutto per strumenti prodotti in stabilimenti come Gibson, sono davvero molte. Basti pensare alla differenza di prezzo che c'è fra un modello gloss e uno faded: stessi legni, stesso hardware, stessa liuteria ma tempi di verniciatura/lucidatura ridotti drasticamente. Il risparmio non è nella vernice, ma nel... verniciatore :)
Rispondi
Re: Ma guarda non. Sono d'accordo ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 14/06/2014 ore 21:41:44
Concordo: penso che i materiali contino ben poco a livello di costi con la sola eccezione di certi top flamed o quilted ma solo per la lavorazione ..... quello che dici trova conferma anche sulle Custom Shop: la lavorazione per certi top richiede più tempo e più cura per valorizzarli e questo credo che sia il motivo principale per il quale una '58 costi decisamente meno di una '59 o di una '60 per esempio.
Rispondi
Epiphone es?
di Bushi70 [user #38216]
commento del 14/06/2014 ore 16:36:0
Voi dite che ne faranno una versione economica con il marchio Epi?
Rispondi
Re: Epiphone es?
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/06/2014 ore 22:52:37
mi sembra che qualcosa del genere gia' la facciano o l'abbiano gia' fatta
Rispondi
Re: Epiphone es?
di aleck [user #22654]
commento del 15/06/2014 ore 00:09:52
vai al link
les paul florentine
Rispondi
Il contrario di quello che ...
di bluestringer utente non più registrato
commento del 14/06/2014 ore 16:47:42
Il contrario di quello che hanno fatto con la midnight. Che secondo me era più interessante e più rock. Ma aveva la sfiga di non chiamarsi ne LP ne 335.
Rispondi
Dimentichiamo che hanno fatto anche ...
di giambu [user #4070]
commento del 14/06/2014 ore 17:29:31
Dimentichiamo che hanno fatto anche la Supreme semiacustica e che si incomincia solo adesso a veder in vendita in America (con il cambio a 3.900 €) anche se su youtube è ancora assente...si vede che hanno voglia di buttarsi sulle semiacustiche, dopo aver rinnovato le 335 chiamandole Memphis e cambiandogli i pickup.
Rispondi
Bla bla bla bla bla bla bla
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 14/06/2014 ore 17:55:50
Ultimamente la redazione potrebbe fare una cosa: in caso di articoli su chitarre Gibson, può chiudere la possibilità di scrivere agli utenti e fare un bel copia/incolla da quelli precedenti. Bah, io non capisco proprio, si parla della qualità di una chitarra che ancora non sta neanche in giro e della quale non ci sono demo. E non capisco neanche un'altra cosa: finalmente hanno riorganizzato il loro catalogo differenziando, nei limiti di una produzione legata a certi parametri dai quali è anche difficile discostarsi senza che il mondo gridi allo scandolo, le varie fasce di prezzo e tutti lì a lamentarsi che la nuova filosofia va verso il basso!? Bah, e lo ribadisco, bah! Sinceramente mi fa molto più ridere l'offerta della linea Collector Choice, che ripropone copie di modelli che poi per forza di cosa copie esatte non lo sono nemmeno, per il resto sono ben felice delle produzioni attuali, dato che o ho avuto la sfiga di imbattermi unicamente in chitarre fatte bene o alternativamente tutta questa decadenza non c'è. Poi se la gente ama farsi infinocchiare pagando Les Paul Standard degli anni '90 anche 300-400€ in più di una Traditional attuale nuova che, pu a parte, è praticamente uguale allora mi ritiro nel mio silenzio, ripetendo comunque ancora una volta Bah!
Rispondi
Re: Bla bla bla bla bla bla bla
di tres_hombres [user #37968]
commento del 14/06/2014 ore 18:10:50
dici cose vere...però ammetterai che marchi molto blasonati quali gibson e fender in primis fanno pagare i propri prodotti a peso d'oro rispetto agli anni passati, senza che ci siano stati miglioramenti significativi della qualità per giustificarli. non dico siano strumenti peggiori rispetto ad altri, dico che i prezzi sono ridicolmente alti...la cosa è evidente soprattutto con fender (una telecaster cs, che alla fine è ridicola dal punto di vista costruttivo, venduta a 3-4000 euro? saranno legni scelti e tutto quello che si vuole, la alla fine sono due pezzi di legno AVVITATI IL LINEA RETTA, ossia una difficoltà costruttiva nulla!!) ma anche gibson non scherza (citi giustamente la serie CC: ammetto che inizialmente mi ispirava, e non poco, però alla fine sono les paul fatte un poco meglio delle altre forse, ma che non hanno nulla delle originali che vorrebbero copiare. quindi perchè sborsare 6-7000 euro per una chitarra del genere?).
Rispondi
Re: Bla bla bla bla bla bla bla
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 14/06/2014 ore 18:22:14
Su questo concordo con te, anche se a onor del vero da quanto ne so io oggi un'American Standard o una Standard di casa Gibson non costa più di quanto costasse negli anni '90! Sicuramente di più che nelle metà degli anni 2000 allora si, ma credo che su questo incidano gli andamenti dei mercati ed il relativo costo del denaro. Figurati se non mi piacerebbe che una 58 Vos costasse ancora 2040€, documentato su youtube presso un noto dealer intervistato proprio dalla redazione di accordo.it!? Sinceramente oggi, a differenza di due anni fa in cui ebbi la possibilità di scegliere se prendere una Traditional o una Standard molto probabilmente non potrei permettermi nè l'una nè l'altra con lo stesso budget di allora e questo sicuramente non è un bene. Poi io non sono un liutaio ed il mio parere ha peso nullo, ma sinceramente non credo che in valore assoluto le chitarre industriali coicidano con il loro prezzo di mercato, ma ti offrono il vantaggio rispetto ad un prodotto di liuteria di sapere come suona senza dover aspettare il momento della consegna a lavoro ultimato, anche se io non so perchè ma mi sin convinto del fatto che la Strat me la farò fare su misura.
Rispondi
Re: Bla bla bla bla bla bla bla
di Oliver [user #910]
commento del 14/06/2014 ore 18:43:20
***fanno pagare i propri prodotti a peso d'oro rispetto agli anni passati, senza che ci siano stati miglioramenti significativi della qualità per giustificarli***

Non sono molto d'accordo, perlomeno per quanto riguarda Gibson.
Manici con profili asimmetrici, lavorazioni plek, possibilità di scegliere tra legni masselli, alleggeriti o con camere tonali (e adesso anche la LP semiacustica!), nuovi pickups con prestazioni sempre migliori (buoni i '57, ma i Burstbuckers sono a mio avviso fantastici), nuove possibilità di cablaggio e coil split, optional "robotici"... mi pare che qualcosa di buono e di nuovo ci sia.
Rispondi
siamo alle solite
di dale [user #2255]
commento del 14/06/2014 ore 19:31:47
Vabbè ma qui si critica,sempre, a prescindere.
A me piacerebbe provarla, cioè fare una prova A/B con la mia 335; anche se di notte sogno una PRS semihollow......
Rispondi
Re: siamo alle solite
di Oliver [user #910]
commento del 14/06/2014 ore 19:53:17
Anch'io sono curioso.
Probabilmente la massa così ridotta (pesa meno di una strato!) toglierà un po' di ciccia sui bassi e forse sbilancerà un po' il peso verso la paletta, ma il risultato potrebbe essere interessante.
Rispondi
Re: Bla bla bla bla bla bla bla
di tres_hombres [user #37968]
commento del 14/06/2014 ore 21:33:
è vero, gibson introduce qualcosa di nuovo, che però non è farina del suo sacco: i manici asimmetrici sono stati sviluppati molto prima che li mettesse gibson sulle lp, il plek è una procedura utile, ok, ma che non giustifica dei prezzi così elevati, e i pickup...beh, sono buoni, ma nulla di eccezionale, se ne trovano altri migliori a prezzi concorrenziali...i legni è risaputo che sono sempre "peggiori" (da piantagioni, essiccati in maniera forzata e in tempi troppo brevi, più pesanti, meno risonanti), eppure il prezzo sale...sinceramente trovo più onesto pagare un po' di più per prodotti che siano davvero nuovi, come le tante creazioni semi elettroniche gibson (le robot, darkfire, firebirdx ecc.) che non una les paul che di nuovo ha ben poco, che innova molto poco...sono opinioni, tutto qui...le mie, ribadisco, non sono critiche indirizzate a questo singolo strumento che non ho provato e sul quale non mi esprimo, quanto del famoso rapporto qualità/prezzo. come ho già detto, parlo della poca originalità dei progetti, delle piccole innovazioni che vengono portate avanti da tanti grandi marchi e che, sempre a mio avviso, non giustificano i prezzi attuali. qui si sta parlando di una les paul semiacustica?come ho già detto, duesenberg offre chitarre di questo tipo da ANNI, eppure adesso vedo che tutti si stupiscono dell'originalità di questo strumento. duesenberg è un grande marchio, ho avuto la fortuna di provarne più di una e posso garantire che hanno una qualità davvero elevata in proporzione al prezzo di vendita, eppure sono strumenti di cui si parla poco, che pochi conoscono. e questo perchè alcuni marchi, anche se hanno ottimi strumenti a prezzi competitivi, non hanno un grande nome dietro.detto questo chiudo perchè credo di essermi dilungato anche troppo.
Rispondi
Re: Bla bla bla bla bla bla bla
di Oliver [user #910]
commento del 14/06/2014 ore 22:10:58
Quando si parla di chitarre elettriche, parlare di novità è sempre molto relativo.
La prima solidbody è stata una rivoluzione (la Rickenbacker Frying Pan, o forse la creazione del nostrano Airoldi), il primo basso Fender lo è stato. Da lì in poi sono piccole variazioni di dettagli, con poche eccezioni di rilievo (Steinberger, Parker... Gibson con la Firebird X).
Ma la gente non è ancora pronta e vuole Stratocaster, Telecaster e LesPaul. Chiediamo novità, ma senza una vera convinzione, sembrerebbe quasi per... dispetto. Quando qualcosa di nuovo arriva, nella maggior parte dei casi la conclusione è: "Sì, ma quelle fatte come una volta vanno meglio" :)

Non ho avuto ancora l'occasione di provare una Duesemberg, ma ne ho sempre sentito parlare bene e non ho motivi per dubitare della loro qualità. Come prezzi però mi sembrano abbastanza allineate alle Gibson di fascia media (e manca una fascia entry level), considerando anche il fatto che non sono penalizzate, come le Made in USA, da dazi di importazione.
Insomma, la qualità si paga.
Rispondi
Re: Bla bla bla bla bla bla bla
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 11:41:26
Per quanto possano essere fatte bene non è che le Duesenberg siano così originali ed innovative: a catalogo hanno parecchie chitarre che sono copie di altre chitarre....a questo punto preferisco comprare l'originale che si chiama Gibson, Gretsch e Rickenbacker che così schifo non fa.
I modelli originali a mio gusto personale non si possono guardare e questa è una mia opinione ma se le vuoi rivendere ti prendi due dita negli occhi e questo è un fatto
Rispondi
Re: Bla bla bla bla bla bla bla
di ciun [user #15167]
commento del 15/06/2014 ore 12:20:40
Uh, non è che sei di parte?
Ah si, il tuo nick ti tradisce!

E comunque, sante parole!

P.s. voglio una Johnny Depp signature .... anzi no!
Rispondi
Re: Bla bla bla bla bla bla bla
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 12:51:17
a leggere il mio nick lo si potrebbe pensare, qualcuno che ha più ragnatele in testa che capelli già lo pensa. (:-DDD)
A dir la verità sono un appassionato di Gibson ma non ho le fette di salame sugli occhi visto che posseggo e suono anche Fender, Takamine, Greco, Yamaha, Ibanez più un paio di Tele artigianali: una assemblata da me (scarsina, da rivedere) mentre l'altra me l'ha fatta l'amico ed accordiano Mehari di Blackbeard Guitars.
Rispondi
credo
di uallarone [user #36443]
commento del 14/06/2014 ore 20:26:14
credo che possa suonare molto simile alle midtown, un segmento semiacustico cui gibson non ha dato molta fiducia. soprattutto quella con i p90 era molto molto valida
Rispondi
Con queste cifre in ballo,meglio ...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 14/06/2014 ore 21:10:55
Con queste cifre in ballo,meglio andare da un liutaio,imho.
Rispondi
Io ho la Heritage Millennium ...
di puffh7 [user #14109]
commento del 14/06/2014 ore 21:56:44
Io ho la Heritage Millennium Ultra STD... sembra esser molto simile.
Rispondi
Re: Io ho la Heritage Millennium ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 15:52:31
La tua dovrebbe avere fondo e fasce in massello...non so se ha il blocco centrale
Rispondi
Re: Io ho la Heritage Millennium ...
di puffh7 [user #14109]
commento del 15/06/2014 ore 16:56:37
Dovrebbe essere così


vai al link
Rispondi
Re: Io ho la Heritage Millennium ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 17:27:5
Interessante...una filosofia costruttiva tutta sua.
Rispondi
Io credo che una chitarra ...
di gipson [user #32466]
commento del 15/06/2014 ore 00:21:41
Io credo che una chitarra per costare 2000 e più euro e fregiarsi del nome dovrebbe almeno avere una liuteria impeccabile. Tastiere in multi strato o rachilite et similia mi lasciano perplesso. Allora la qualità sta nel nome della paletta. Una les paul dovrebbe essere più simile al l'originale senza costare un patrimonio. I materiali contano perché in larga scala conta anche un risparmio minimo.
Rispondi
Re: Io credo che una chitarra ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 12:17:46
beh, non è questo il caso: la tastiera è in palissandro selezionato a mano
Rispondi
Re: Io credo che una chitarra ...
di ciun [user #15167]
commento del 15/06/2014 ore 12:32:17
Eh si, non poterne avere una è dura!

A parte gli scherzi, tutte le Gibson che ho provato avevano una liuteria impeccabile e costavano, secondo me, il giusto.
Ma poi mi chiedo, perchè se Gibson fa un modello che ha qualcosa che può non piacere tutti lì a criticare, se MusicMan (per dirne una) fa un modello orripilante non se ne accorge nessuno?
Non è che le Gibson sono a tal punto un riferimento che siamo portati a considerarle intoccabili?
Rispondi
Re: Io credo che una chitarra ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 15/06/2014 ore 12:49:17
E' semplice: la Les Paul è la chitarra più bella del mondo! Scherzi a parte la Strat, con tutte le sue derivazioni, la Tele, nella sua semplicità e tutte le altre chitarre hanno tutte una loro importanza, ma quando senti certi suoni sai che solo da lì vengono...Da lì e da un buon Marshall...Eheheheheh io sono decisamente di parte, ma, ragazzi, che parte!
Rispondi
Ultimamente penso che le Gibson ...
di poseidon [user #30697]
commento del 15/06/2014 ore 11:25:28
Ultimamente penso che le Gibson semiacustiche siano decisamente meglio delle solidbody, mi sto letteralmente innamorando della ES 335, ed ora ecco questa nuova versione della Les Pau, sicuramente molto interessante. Comunque la solidbody per eccellenza è la Telecaster ;)
Rispondi
Orribile!!
di psonic [user #9244]
commento del 15/06/2014 ore 11:32:22
Possibile che solo io la trovi veramente brutta?
Per me la lespaul é una sola, e deve essere anche pesante!
Rispondi
Re: Orribile!!
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 15/06/2014 ore 12:14:53
Peccato però che le vere Les Paul pesassero poco più di una Strat di quelle buone, pre-CBS, e che maggior peso significa qualità di mogano meno pregiato...Che poi la cosa influisca sul suono molto meno che non un condensatore del wiring (mio parere personale) è un altro paio di manico, ma in ogni caso in generale le schiene sono più contente se invece che 5Kg per 2-3 ore di concerto devono sostenerne 3.5-4 di kg.
Rispondi
Re: Orribile!!
di psonic [user #9244]
commento del 15/06/2014 ore 12:26:4
Sul peso era una battuta, in realta ben vengano nuovi legni e nuove tecnologie per allegerirla, io ormai la mia LP Deluxe la suono sempre meno proprio per questo motivo... Era principalmente un giudizio estetico, questi ibridi mi piacciono poco, ma é solo un parere molto personale.
Rispondi
Re: Orribile!!
di robogg [user #204]
commento del 15/06/2014 ore 12:18:13
Gia'. Tanta fatica per inventare una solid body Gibson quality per poi farne una semiacustica.
Povero Lester, chissa' com'e incazzato.
Rispondi
Re: Orribile!!
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 14:15:31
Non credo...il suo prototipo The Log (il tronco) era una sorta di bastone con p.u. e due mezzi body di un'acustica attaccati di lato:

vai al link
Rispondi
Evvai....
di ciun [user #15167]
commento del 15/06/2014 ore 12:12:59
Evvai con i soliti commenti.
Gibson niente di nuovo....
Gibson qualcosa di nuovo, ma non l'ha mica inventato lei....
Gibson prezzi tropp alti...
Gibson qualitá sempre peggio......

Digito Gibson nella casella Cerca e prendo il risultato più vecchio :
vai al link
Esce fuori anno 2003, ma giá da allora questi commenti erano onnipresenti.
Toh, prendo questo del 2006
vai al link
La stessa cosa.
Se cercassi un forum con risposte del 1993 o del 1986 leggerei le stesse cose.
Ma allora Gibson ha mai fatto buone chitarre, vendute al prezzo che meritano?
Parrebbe di no.
Eppure, parlo della mia (pare fortunatissima) esperienza ho acquistato tanti anni fa una Les Paul casualmente strabiliante per liuteria e suono, ho da poco una Sg (che preferisco solo per comoditá di manico) perfetta come liuteria e come suono.
Diciamocela tutta.
Oggi si ha una scelta infinita fra modelli diversi per estetica, suono, rapporto q/p per cui ognuno amerá la chitarra che sceglie, ma nonostante tutte queste critiche Gibson rimane (e occorre rassegnarsi, rimarrá) un termine di paragone, un riferimento. Non c'è niente fa fare.
Come ho detto, oggi preferisco un altro modello per comoditá, ma se dovessi tornare indietro di 25 anni e vedessi in negozio questa ES LP la prenderei senza neanche sentirla (si fa per dire).
E' bella come poche...strabella!!
Che ci volete fare, le chitarre sono come le donne, se qualcuno preferisce le brutte, si accomodi.

Rispondi
Re: Evvai....
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 14:09:18
Tonnellate di buon senso.
Complimenti.
Rispondi
Re: Evvai....
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 15/06/2014 ore 15:11:27
Applausi
Rispondi
Re: Evvai....
di Tosky [user #23855]
commento del 17/06/2014 ore 13:49:45
Anche il tuo commento è "old" . Se vedi bene negli hot topic c'è sempre quello che commenta lamentandosi dei commenti degli altri :)
Ma a te che importa se la gente scrive le stesse cose?? Tanto non è con il tuo post che la gente smette di scrivere banalità. E poi ognuno è libero di commentare no?

Comunque hai ragione, la chitarra è davvero molto bella, ma non so se la comprerei (contando di avere i soldi necessari), con la SG ormai mi trovo troppo bene per via della comodità di incastro del manico col body, c'è molto più spazio

con simpatia
Tosky
Rispondi
Ci mancherebbe.
di ciun [user #15167]
commento del 18/06/2014 ore 02:34:54
Lungi da me l'idea di limitare la possibilitá di qualcuno ad esprimere le proprie opinioni, non ne ho il potere ne' la volontá, e non era quello che volevo fare intendere.
Non mi vanto di aver scritto nulla di tanto profondo, dacchè quasi tutta la discussione è abbastanza futile, ma è bello anche chiaccherare di cose poco impegnative. Quello che volevo rimarcare non è la presenza di un certo tipo di commenti (che troviamo anche quando si parla di Fender, di Ibanez, di Marshall...di qualsiasi cosa) quanto il fatto che, secondo la mia esperienza, non mi pare coincida con la realtá quello che si evincerebbe dalle critiche costantemente mosse a Gibson, sopratutto di recente, cioè che fa strumenti mediocri con prezzi troppo alti.
Guarda facciamo così, ti perdòno solo perchè sei anche tu un fan SG!
E poi se suoni una Gibson significa che ne conosci le qualitá e se l'hai acquistata vuol dire che il prezzo era congruo. Alla fine quindi mi dai ragione!
(Scusa, come si dice me l'ho suonata e me l'ho cantata!).

A parte tutto, visti i tempi sto iniziando a pensare se mi piacerebbe una SG con le buche a effe.
Chissá che fra poco non debba rompere il salvadanaio....
Rispondi
Re: Ci mancherebbe.
di Tosky [user #23855]
commento del 18/06/2014 ore 11:41:29
Certo non si può generalizzare, ed in ogni caso i pareri andrebbero motivati. E' troppo facile dire: il marchio X fa schifo, senza darne ulteriori dettagli.
Tornando al caso Gibson, marchio che apprezzo tanto, devo dire effettivamente che su certi prodotti base la qualità è diminuita.
Io acquistai la mia SG Special Faded nel 2005 (chitarra costruita nel 2004). Qualche mese fa ero in un grande negozio di chitarre milanese e ho ripreso in mano il mio stesso modello.. La sensazione dei legni era molto diversa..anche il suono, la chitarra sembrava fatta più di plastica che di legno.. che dire era un caso isolato? Non saprei dirlo
Rispondi
Re: Ci mancherebbe.
di ciun [user #15167]
commento del 18/06/2014 ore 14:27:23
Anch'io non posso certo generalizzare, però ho riscontrato che la mia Sg del 2011 è ben fatta e ben suonante. È ovvio che vedo la differenza con la Les Paul del 1989, diversa come cura, come legni, ecc, ma anche la fascia di prezzo é tutt'altra. È questo il senso del mio discorso, risoetto al prezzo la qualitá Gibson io l'ho riscontrata per intero, in un caso e nell'altro.
Rispondi
Re: Ci mancherebbe.
di Tosky [user #23855]
commento del 18/06/2014 ore 20:44:
Certo, concordo
buona serata :)
Rispondi
Re: Evvai....
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/06/2014 ore 07:52:53
quando le critiche sono ricorrenti, puo' anche voler dire che sono fondate ...
Rispondi
Re: Evvai....
di ciun [user #15167]
commento del 18/06/2014 ore 14:43:52
Beh devo dire che detta in maniera così disarmante può essere un'argomantazione convincente. Io mi sono però posto questa domanda : visto che queste critiche le sento da sempre, esistono prodotti Gibson all'altezza della loro fama, e dal prezzo consono alla qualitá?
Se così non fosse decine di migliaia di persone che ogni anno acquistano Gibson sono dei fessi, ma non credo.
Potrei pensare che molte delle critiche si facciano per partito preso, perchè si ha sempre l'istinto a voler sminuire i potenti, i detentori di un monopolio (in questo caso di immagine), che per questo si creano (in tutti i campi) un certo alone di antipatia.
Non so, forse la veritá come al solito va cercata a metá strada.
Rispondi
Re: Evvai....
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/06/2014 ore 17:33:16
pensare che TUTTI i "critici" critichino per partito preso e' esattamente come pensare che TUTTI i "gibsonisti" sono fessi ... :-)
Rispondi
Re: Evvai....
di ciun [user #15167]
commento del 19/06/2014 ore 02:06:13
Ma infatti penso che la cosa vada divisa a metá.
Anche perchè i chitarristi manifestano spesso due tendenze :
idolatrare un modello o un marchio (e quindi tendono a essere fessi)
criticare senza avere sperimentato a dovere (e quindi criticano per partito preso).
Non che tutto ciò mi disturbi, anzi, come ho detto, è l'occasione per chiaccherare un po' di cose futili, che ogni tanto fa bene.
Rispondi
Re: Evvai....
di yasodanandana [user #699]
commento del 19/06/2014 ore 10:08:
hai ragione.. pero' esiste anche la critica FONDATA .. capisco che tu, da acquirente gibson, voglia non avere dubbi sulla validita' dei tuoi acquisti, ma la gibson non produce piu', da un bel pezzo, strumenti con una qualita' rapportata al prezzo.... Il tutto detto da uno, cioè me, che ne ha avute più di una e che ancora ne apprezza moltissimo l'estetica ...
Uno che va anche periodicamente nei negozi e prova ...
Rispondi
Sembrerebbe da urlo. Io ci ...
di Tanocaster [user #28785]
commento del 15/06/2014 ore 12:51:1
Sembrerebbe da urlo. Io ci avrei pure messo un bel Bigsby!
Rispondi
Re: Sembrerebbe da urlo. Io ci ...
di ciun [user #15167]
commento del 15/06/2014 ore 17:13:50
Spero che alla Gibson leggano il tuo post...
Rispondi
Re: Sembrerebbe da urlo. Io ci ...
di Tanocaster [user #28785]
commento del 15/06/2014 ore 19:08:44
Si può sempre ovviare con un Vibramate...ho anche pensato di metterlo sulla mia onestissima Studio Faded.
Rispondi
Secondo me il punto è ...
di gipson [user #32466]
commento del 15/06/2014 ore 13:01:5
Secondo me il punto è che una les paul dovrebbe essere fedele all'originale, poi se vogliono fare una semi acustica che facciano pure magari creando un nuovo stile e un nome diverso.cosi facendo ti ritrovi una standard cava e che costa 2000 sacchi. In passato costavano così tanto? Sicuri? Praticamente per una chitarra fedele all'originale si deve ricorrere alla vos..boh..solo mi scoccia pagare due stipendi per una chitarra che alla fine è fatta in. Serie..
Rispondi
Re: Secondo me il punto è ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 15/06/2014 ore 15:06:45
Non per polemizzare eh, ma stando a quanto dici te allora la Strat dovrebbe essere fatta ancora solo con tastiere da 7,5", il Floyd Rose non dovrebbe esistere, passando alle auto la 911 della Porshe non dovrebbe montare sistemi di sicurezza moderni, la 500 dovrebbe essere ancora quella meravigliosa scatoletta di tonno con la doppietta, le moto stradali dovrebbero essere solo monocilindriche due tempi, le racchette dovrebbero essere solo di legno e così via...Mi sembra un po' estremo come ragionamento! In ogni caso la Traditional concettualmente si avvicina molto alle mitiche Burst...Che poi a pensarci bene...Ma chi le ha mai provate? Su 60000 utenti di accordo immagino che il numero stia tranquillamente sulle dita di una mano...Dunque chi ti dice che una R9 suoni uguale? E soprattutto, l'uso di certe colle e di certe composizioni di vernici è essenziale affinchè una chitarra suoni bene? Io penso di no e sono pronto a scommettere che nella produzione della divisione USA si possano trovare chitarre con gran sustain, intonazione e attacco, che con la stessa ferraglia e la stessa elettronica suoneranno quasi identiche alle Custom Shop. Poi se avessi avuto i soldi di certo avrei scelto tra le varie versioni di R8,R9 e R0, ma sarebbe potuto tranquillamente capitare che mi venisse voglia di cambiare i pu o o stoptail e non perchè la mia Les Paul ideale debba suonare come un '59, che di base non significa nulla, ma per avvicinare il suono ad un riferimento più reale, come quello di un live o di un disco, ricordando sempre che la voce grossa per davvero, dopo le mani, la fa l'amplificatore. Chiaramente sono solo ed esclusivamente mie opinioni, condivisibili oppure no.
Rispondi
Re: Secondo me il punto è ...
di kaio [user #2024]
commento del 16/06/2014 ore 14:52:0
"....allora la Strat dovrebbe essere fatta ancora solo con tastiere da 7,5", il Floyd Rose non dovrebbe esistere, passando alle auto la 911 della Porshe non dovrebbe montare sistemi di sicurezza moderni, la 500 dovrebbe essere ancora quella meravigliosa scatoletta di tonno con la doppietta, le moto stradali dovrebbero essere solo monocilindriche due tempi, le racchette dovrebbero essere solo di legno e così via..."
...ASSOLUTAMENTE SI!!!!!! ;)

....fatta eccezione per la tastiera della Strato, è mooolto meglio la mia da 12"!...un abbraccione
Rispondi
Re: Secondo me il punto è ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 16/06/2014 ore 15:16:03
E va bene...Allora ritratto anche sui motori due tempi, almeno nelle gare, perchè moto così le portava solo chi sapeva guidare davvero!
Rispondi
Re: Secondo me il punto è ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 15/06/2014 ore 15:47:46
La chitarra è definita ES Les Paul, viene inserita nel catalogo Gibson nella gamma delle ES e non nella gamma Les Paul....lo hanno capito in pochissimi: non è una una Les Paul, è una ES (Electric Spanish).
Come la 339 è la "small" della 335 questa è la "small" della 135 o meglio ancora della 137 visto il tipo di finiture, non è una Les Paul ma l'hanno chiamata così un po' perchè il riferimento estetico è indubbio ed un po' perchè probabilmente se l'avessero chiamato ES 139 non se la sarebbe filata nessuno mentre invece siamo ancora qui a discuterne dopo una giornata....e come noi starà succedendo lo stesso nel resto del mondo chitarristico.
Bene o male l'importante è che se ne parli.
Rispondi
Re: Secondo me il punto è ...
di ciun [user #15167]
commento del 15/06/2014 ore 17:20:15
Ahaha, è vero, e il baccano che piazzano i detrattori forse fa 10 volte la pubblicitá ufficiale.....
Rispondi
Personalmente...
di luvi [user #3191]
commento del 16/06/2014 ore 12:19:59
... a me piace, ma i gusti sono (sempre) soggettivi, così come lo sono la concezione della musica e degli strumenti, per cui è normale che gli atteggiamenti siano perfino antitetici.

Mi sorprendono un po', invece, i tanti commenti stupefatti o indignati per la novità, in quanto di nuovo in questa proposta v'è assai poco: questo modello di Les Paul è sul mercato in versione assai simile a questa ES fin dagli anni '90, nei quali era denominato "Les Paul CS Florentine".
Fate una ricerca sul web e troverete Les Paul con buche ad effe e corpo semiacustico usate in vendita con datazione fin dal lontano 1996...
Il problema (di Gibson) è che le Florentine non hanno avuto mai grande diffusione trattandosi di ibridi tra corpo solido e semiacustico: estetica a parte, la differenza di comportamento rispetto ad una normale Les Paul è meno accentuata rispetto ad una 335 per capirci, per cui sarà facile che la stessa sorte capiti anche a questa versione.
Rispondi
domansa tecnica su 339
di gabbahey [user #23550]
commento del 23/08/2014 ore 01:47:36
Esco un attimo dalla discussione commerciale per un consiglio tecnico
Io ho acquistato da poco la 339 è un mito.
l'unica cosa che riscontro anche se non è un problema è che l'action nonostante sia abbassato al massimo dopo anche l'intervento del liutaio col truss rod , è basso , ma mai quanto quello della sg e les paul e lo dico perché le ho.
probabilmente è una paranoia mia ma vorrei sapere se qualcun'altro può aver notato la stessa cosa o al limite sapere se nelle chitarre hallow cambia qualcosa ( corde 010)
Rispondi
Gibson ES Les Paul
di oTTovonkraun [user #33775]
commento del 03/09/2014 ore 16:43:5
Ciao ragazzi, ho letto quanto avete scritto... fiumi di parole.....!!
Io l'ho semplicemente acquistata e vi dico che è come averle tutte due, Les Paul e 335 :).
A seconda di come vi sentite, suona come una Les Paul o come una 335, per non parlare poi del peso irrisorio. Aggiungiamoci poi una certificazione di originalità e una custodia tipo Custom Shop, un costo molto simile ad una Standard 2014, e ditemi se è poco :).
Rispondi
Bella e possibile
di desimone [user #17622]
commento del 04/11/2014 ore 17:57:27
Leggo molto i vostri interessanti commenti e mi permetto di dire la mia.
Sono un fenderiano convinto e avevo voglia di una chitarra con due humbucker senza spendere grosse cifre.

Prima di comprarla avevo provato alcune gibson senza essere particolarmente impressionato.
L'unica che mi soddisfaceva era quella di un amico, una Les Paul del 2013, credo una standard, che però ha cambiato completamente suono quando i 57 sono stati sostituiti da due p.u. che sono divenuti oggetto di desiderio.

Acquistati i p.u. ho cercato una chitarra che potesse piacermi sia esteticamente che liuteristicamente. Dopo alcune ricerche mi sono fermato ed ho acquistato la Florentine. Impeccabile e lo dico da possessore di alcune chitarre artigianali nonchè di una Prs un pò fuori dai canoni essendo una Brent Mason signature, ma sempre made in usa.

Insomma la Florentine si è rivelata suonabile, comoda, leggera e bella da vedere. Mi direte che ho dovuto cambiare i p.u. ma chi è che non lo fa anche con strumenti ben più cari.

In conclusione con una spesa di circa 730 euro e con un pò si smanettamenti sono riuscito ad ottenere il sound di Larry Carlton che avevo in testa e cioè questo:
vai al link





Rispondi
Altro da leggere
Excel Tour: qualità D’Angelico senza fronzoli con pickup Supro
Gibson ES 339 tra il Satin e il Gloss
Gibson Pickup Shop: P90 e humbucker storici diventano aftermarket
Gibson G-Bird: Hummingbird nel 21esimo secolo
Tornano le Gibson Faded: ora elettriche e acustiche
Bonamassa ritrova la 335 degli esordi: Epiphone ne fa una signature
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Gibson USA Les Paul Joe Perry Signature 19961997
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964