VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Arte ed esperienza: Boss fa ascoltare la serie Waza Craft
Arte ed esperienza: Boss fa ascoltare la serie Waza Craft
di [user #116] - pubblicato il

Waza, dal giapponese "arte", "tecnica", è il nome scelto da Boss per rilanciare tre dei suoi pedali di maggior successo in delle versioni annunciate come al limite del boutique, revisionate e ampliate: sono il Super Overdrive SD-1W, il Blues Driver BD-2W e il Delay DM-2W.
Waza, dal giapponese "arte", "tecnica", è il nome scelto da Boss per rilanciare tre dei suoi pedali di maggior successo in delle versioni annunciate come al limite del boutique, revisionate e ampliate: sono il Super Overdrive SD-1W, il Blues Driver BD-2W e il Delay DM-2W.

Gli effetti Boss sono l'emblema del pedale "di fabbrica". Il loro aspetto caratteristico e uniforme, insieme ai prezzi sempre abbordabili e una certa propensione alle personalizzazioni post-vendita, ne ha fatto uno standard nell'ambiente. Con il boutique che avanza inesorabile nonostante la crisi e il fascino dell'elettronica di qualità unita a progetti consolidati negli anni, ora anche Boss si adatta al trend e dà il via alla nuova serie Waza Craft di modelli tradizionali riveduti e corretti, costruiti con componenti selezionati, basati su circuiti interamente analogici ma sempre dotati di tutte le caratteristiche classiche degli effetti Boss, dall'estetica al carattere del suono.

Arte ed esperienza: Boss fa ascoltare la serie Waza Craft

La neonata linea di effetti si apre con tre best seller del catalogo Boss: Super Overdrive SD-1W, Blues Driver BD-2W, Delay DM-2W.
Tutti gli effetti sono caratterizzati da circuiti revisionati, componenti analogici di qualità e l'aggiunta di uno switch che permette di selezionare tra le modalità Standard e Custom. La prima offre il timbro del pedale originale, mentre la seconda introduce impronte differenti o nuove funzionalità.


L'SD-1 e il BD-2 sono due tra gli overdrive più noti in circolazione. Nelle loro versioni Waza Craft, vengono dotati di sonorità alternative in modalità Custom.
L'elettronica è interamente a componenti discreti.

Il DM-2 originale è un delay analogico basato su un circuito BBD (Bucket Brigade Device) uscito di produzione nel 1984. Ora Boss lo reinterpreta per la serie Waza Craft con il DM-2W. Ancora una volta la componentistica è tutta analogica e le modalità operative sono due. Usando quella standard, il range dei ritardi ottenibili va da 20 a 300 millisecondi. Con la modalità alternativa, il suono si modifica per risultare più chiaro e trasparente e il tempo del delay diventa più del doppio.
Il pedale è dotato inoltre di un jack per un pedale d'espressione esterno con cui regolare il tempo del delay e di una seconda uscita per ottenere il suono diretto dry in uscita, oltre l'uscita standard per il suono effettato.


I brevi video offerti da Boss sono dei semplici assaggi, tanto più che i progettisti spiegano: "i pedali originali erano già progettati piuttosto bene e non volevamo stravolgerli. Alcune differenze consistono in sfumature che solo il musicista può avvertire sotto le dita".

Arte ed esperienza: Boss fa ascoltare la serie Waza Craft
bd2w boss dm2w effetti e processori sd1w
Nascondi commenti     23
Loggati per commentare

Quando saranno messi in commercio?
di Samuele Marostegan [user #34908]
commento del 16/07/2014 ore 18:22:5
O quando arriveranno in Italia? O lo sono già?
Rispondi
Re: Quando saranno messi in commercio?
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 16/07/2014 ore 18:48:05
Non se ne parla ancora in Italia: i pedali sono stati appena presentati al Summer Namm, ma credo potremmo cominciare a vederli in giro per la fine dell'estate.
Rispondi
Ahahahahahahahhahaha. Inguardabile lui. ...
di aghiasophia utente non più registrato
commento del 16/07/2014 ore 19:38:38
Ahahahahahahahhahaha.
Inguardabile lui.
Rispondi
niente male! .... speriamo bene ...
di dantrooper [user #24557]
commento del 16/07/2014 ore 21:31:52
niente male! .... speriamo bene per il prezzo!
Rispondi
Suonano bene...ma il tipo delle ...
di SuperAdrian76 utente non più registrato
commento del 16/07/2014 ore 21:34:19
Suonano bene...ma il tipo delle demo in quanto a facce è un dilettante, mandiamolo subito da Quaini! :D
Rispondi
Il mio sd1 Marshall mod ...
di George S.L.A [user #10210]
commento del 16/07/2014 ore 21:51:15
Il mio sd1 Marshall mod è il pedale da cui non mi separero' mai!!!
Rispondi
Re: Il mio sd1 Marshall mod ...
di swing [user #1906]
commento del 17/07/2014 ore 10:50:49
Sto cercando di apportare qualche buona modifica al mio SD-1 Made in Taiwan, ma sono indeciso su quale delle tante scegliere.
Non ho trovato informazioni sulla "marshall mod" che dici di avere, mi puoi mandare della documentazione o qualche schema o qualche info tecnica?
Grazie.
Rispondi
Suonano bene, molto bene
di distorto [user #28299]
commento del 16/07/2014 ore 21:56:40
ma le versioni standard allora sono ciofeche? Ogni azienda ormai ci propina produzioni standard di serie, per gli sfigati e le versioni normali (prodotti fatti bene e ben suonanti) per i meno sfigati Si crea solo confusione così, se un prodotto è normalmente di qualità ormai, ce lo fanno passare come super boutique e menate varie. Raramente quello che si paga in tali casi è proporzionale alla qualità effettiva del prodotto. Secondo me un conto è proporre un pedale completamente rinnovato e innovativo, un altro è proporre lo stesso prodotto con il messaggio pubblicitario che ti dice, ecco gente! ... ora abbiamo imparato a farlo bene. Da consumatore mi sento un pò preso in giro.
Rispondi
Re: Suonano bene, molto bene
di Samuele Marostegan [user #34908]
commento del 17/07/2014 ore 11:07:59
Non so se ho capito bene il tuo commento e chiedo scusa in caso contrario. Qui penso che Boss abbia semplicemente riportato in commercio questi famosi pedali utilizzando come schema quello del pedale che ha fatto storia... schema che magari nel SD1 odierno è stato modificato per questione di diversa componentistica, diversa costruzione ecc... non penso che siano stati creati pedali che suonano meglio di altri... ma dei pedali che suonano in maniera diversa o meglio che richiamano suoni di due periodi diversi....
Rispondi
Re: Suonano bene, molto bene
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 18/07/2014 ore 10:09:
Ciao paesà, todo bien? Io la vedo in maniera più semplice: l'SD-1 è uno dei pedali più venduti al mondo e, a parte le fissazioni sul vintage, non mi sembra di aver letto diatribe sulle differenze tra la produzione standard attuale (Taiwan) e le versioni made in Japan...Forse, essendo a conoscenza della quantità di modifiche cui il pedale è soggetto, avranno pensato di implementarne qualcuna già di fabbrica, rimarcando la cosa con una nuova linea. Ma io credo che la versione base da 40-50€ continuerà a collezionare numeri enormi di vendite, perchè di fatto va già benissimo così com'è! Gli altri non li conosco se non per sentito dire quindi non mi espongo, ma immagino che valga più o meno lo stesso discorso.
Rispondi
L'SD 1 ...un bel pedale davvero
di musicmaster [user #30940]
commento del 16/07/2014 ore 23:00:24
... lo avevo negli anni '80 , poi purtroppo preso dalla fregola dei DSP digitali dato via insieme a un meraviglioso Flanger di colore Blu marcato DOD, ... all'epoca uscivano i primi Zoom e le prime pedalieremonoblocco...
Bei suoni e bei tempi ...

Quanto alla moda del Vintage lo sanno anche i muri che i vecchi componenti discreti sono piu semplici da assemblare sui DIE , non stiamo parlando di saldature fatte a mano ma di COMPONENTI DISCRETI ....se ci vogliono far credere che per i produttori sia un costo in piu rifare i vecchi prodotti siamo proprio dei polli, altro che componenti NOS, sono componenti che si possono trovare in qualsiasi negozio di elettronica (parliamo di tecnologia anni 70/80 , non dell'epoca delle chevrolet con le pinne!) perdipiu' costruiti con tolleranze migliori rispetto a quelle di 20/30 anni fa ; forse è un po diverso per la liuteria d'antan, ma spesso anche le varie Reissue sono specchietti per allodole.

Non facciamoci prendere dalla GAS...
Rispondi
Re: L'SD 1 ...un bel pedale davvero
di Blackmama [user #27591]
commento del 17/07/2014 ore 08:44:0
Straquoto! Non facciamoci infinocchiare
Rispondi
E questi sarebbero demo? ...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 16/07/2014 ore 23:49:21
E questi sarebbero demo? :-O
Rispondi
il delay mi piace! ...
di SteveZappa93 [user #38837]
commento del 17/07/2014 ore 07:38:37
il delay mi piace!
Rispondi
L'articolo spiega tutto
di uzik [user #25323]
commento del 17/07/2014 ore 09:01:55
Ovviamente dall'articolo si capisce che è "solo" un operazione di marketing per rilanciare alcuni dei prodotti Boss in un mercato pieno di boutique, hand-wired e tartufo di Alba.
Tra l'altro che senso avrebbe mettere uno switch per scegliere tra modalità classica e custom?
E' giusto per rilanciare il nome e mettere sul mercato dei "nuovi" prodotti pur non stravolgendo la linea produttiva, tant'è vero che il case è assolutamente identico.
Ma io apprezzo Boss per la sua storia. Ho un SD-1 comprato nel '90. Fantastico!
Rispondi
Belli!
di esseneto [user #12492]
commento del 17/07/2014 ore 10:21:59
Alla Boss hanno semplicemente capito che basta aggiungere un piccolo switch e "custom" alle caratteristiche sonore di un pedale e si vende di più così come fanno da anni Keeley,analog man,monte allums ecc.ecc.Con la differenza che Boss ha letteralmente "inventato" l'effettistica a portata di piede rivoluzionando il modo di costruire il suono della chitarra e del basso elettrici con prezzi abbordabili.Niente a che vedere con la moda del "boutique ad ogni costo" che dilaga da qualche hanno imponendo prezzi altissimi per pedali che a volte sono costruiti con componenti super economici.
Rispondi
mmmm
di Samuele Marostegan [user #34908]
commento del 17/07/2014 ore 11:14:01
Comunque moda o non moda... strategia commerciale o no... a me sembrano suonare bene e non è questo ciò che conta? Ascoltando un disco si sente il suono... non si vede la pedalboard...
Rispondi
Re: mmmm
di blue stoner sound [user #8271]
commento del 20/07/2014 ore 13:59:54
Sante parole e santa verità . Negli ultimi anni ci siamo fatti infinocchiare(io compreso) con la storia del boutique, dimenticando che la cosa che conta e' il "suono" (che può uscire anche da un vecchio boss) ma sopratutto dalle dita.
Rispondi
Avete dimenticato di specificare se
di distorto [user #28299]
commento del 17/07/2014 ore 12:30:19
sono true bypass? Grazie
Rispondi
Re: Avete dimenticato di specificare se
di Mawo [user #4839]
commento del 17/07/2014 ore 17:29:3
non credo proprio
Rispondi
Re: Avete dimenticato di specificare se
di marcomo utente non più registrato
commento del 18/07/2014 ore 15:19:59
I boss credo siano tutti bufferizzati... il che in lunghe catene è un bene....
Il true bypass in lunghe catene non è un bene e hai comunque necessità di introdurre buffer esterni :-)
Rispondi
Spero in un DS-1w... ...
di alessio326 [user #28175]
commento del 17/07/2014 ore 16:30:2
Spero in un DS-1w...
Rispondi
di marcos7611 [user #45247]
commento del 01/07/2016 ore 10:10:22
mi spiace dirlo ma il blues driver waza....che ho avuto modo di testare.....al di la' della mediocre qualita' del suono (o meglio sembra un normalissimo overdrive)...rimanda un fastidioso ronzio.....e parlo del prodotto nuovo......
Rispondi
Altro da leggere
VE-22 è il multieffetto BOSS per il canto più creativo
Ho comprato il TS9 a causa dei multieffetto, e l’ho odiato
IR-2: BOSS sfida gli amp-sim compatti con audio via USB
Ampli, effetti e un nuovo sistema cabinet negli ultimi firmware per Helix e POD Go
Cinque pedali che non hai capito
BOSS BP-1W: booster/preamp nato per il gain-stack
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964