DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Le Fender alternative dell'era pre-CBS
Le Fender alternative dell'era pre-CBS
di [user #22255] - pubblicato il

L'universo Fender non è solo Stratocaster e Telecaster. Una serie di modelli meno noti si sono succeduti nei primi anni, talvolta con scarso successo salvo poi tornare di gran carriera a conquistare le fantasie dei moderni appassionati di vintage.
L'universo Fender non è solo Stratocaster e Telecaster. Una serie di modelli meno noti si sono succeduti nei primi anni, talvolta con scarso successo salvo poi tornare di gran carriera a conquistare le fantasie dei moderni appassionati di vintage.

Le vere chitarre Fender alternative alle Telecaster e Stratocaster dell'era pre-CBS furono essenzialmente tre modelli, tutti nati con la tastiera in palissandro (rosewood). In foto da sinistra, la Jaguar del 1962 con scalatura 24 pollici, la Jazzmaster del 1958 con scalatura 25,5 pollici e ultima la Mustang con scalatura 24 pollici, della fine del 1964.

Le prime due erano considerate modelli al top della produzione e solo la terza for student. Sebbene le prime Fender (Telecaster e Stratocaster) fossero nate con tastiera in acero, questi modelli "alternativi" sono da sempre impressi nella memoria dei musicisti di quegli anni con la tastiera in palissandro e molti storcono il naso vedendo, per esempio, una Jazzmaster con la tastiera in acero.

Le Fender alternative dell'era pre-CBS

Proprio la Jazzmaster fu la prima Fender con tastiera in palissandro. Con i suoi pickup a saponetta, la chitarra nacque con lo scopo di avvicinare i chitarristi jazz alle solid body. Il modello non prese mai piede tra i jazzisti, ma fu usata da alcuni nomi noti, tra cui Joe Pass.

 
Jazzmaster, Mustang e Jaguar non ebbero un gran successo commerciale e furono tolte dalla produzione a fine anni '70 per ricomparire solo in epoca "rinascimento Fender", cioè dopo il periodo CBS che finì nel 1985. In particolare ebbero successo le made in Japan di quegli anni, con l'unica variante del costo identico per i tre modelli, mentre in origine la Mustang era la "Cenerentola" dal prezzo di quasi un terzo rispetto alla Jaguar, la più costosa del trio.

A queste si affiancavano le più economiche Musicmaster e Duo Sonic I, realizzate rispettivamente negli anni 1956 e 1957. Entrambi i modelli avevano una scala corta da 22,5 pollici e tastiera in acero (maple) che conservarono per tutto il decennio relativo agli anni '50.
La Musicmaster e la Duo Sonic I furono prodotte per sopperire alla poca disponibiltà economica degli studenti che poterono così permettersi di suonare un'autentica chitarra Fender.



Le Fender alternative dell'era pre-CBS
chitarre elettriche duo sonic fender gli articoli dei lettori jaguar jazzmaster mustang
Nascondi commenti     8
Loggati per commentare

Bell'articolo,grazie.La duo sonic ha un ...
di sidale [user #29948]
commento del 02/08/2014 ore 17:05:5
Bell'articolo,grazie.La duo sonic ha un suono molto interessante...
Rispondi
personami la pignoleria
di sig_block [user #19952]
commento del 02/08/2014 ore 19:16:3
scusa la pignoleria, ma quella che usa joe pass nel video è una jaguar...
Rispondi
Re: personami la pignoleria
di FBASS [user #22255]
commento del 02/08/2014 ore 22:59:13
Esatto è una Jaguar ( ne ho una anch'io del 1968 identica ), ma su youtube di Joe Pass con una Solid Body di Fender c'è solo questo filmato, poi la Jaguar fu un'evoluzione, almeno loro speravano, della precedentemente realizzata solo 4 anni prima Jazzmaster, però con la scala più corta da 24 pollici e tutto il resto uguale come controlli ed hardware, cambiarono solo i pickups che sono un'evoluzione dei Stratocaster con uno schermo in acciaio ai lati poichè i "Saponetta" della Jazzmaster captavano i disturbi dei neon, Ciccio il Napoletano.
Rispondi
La Mustang ebbe un enorme ...
di Piazza [user #31749]
commento del 02/08/2014 ore 20:16:0
La Mustang ebbe un enorme successo all'epoca, prima di vendere alla CBS Fender aveva degli ordini arretrati di Mustang per un valore di circa 15 milioni di dollari che equivalevano a svariati milioni di chitarre (tanto per dare un idea l'acquisizione CBS costò 13,2 milioni di dollari).
Rispondi
Re: La Mustang ebbe un enorme ...
di FBASS [user #22255]
commento del 02/08/2014 ore 23:05:09
Esattamente gli ordini ammontavano a 150000 Mustang, io ne ho una del periodo Competition e per me è la chitarra più intelligente della Fender, avendo il controfase ( anche se in due posizioni ) cosa che la Jaguar non ha; il Basso Mustang fu realizzato in piena era CBS, poi nel 1968 produssero il modello più economico che era la Bronco ad un solo pickup, ma in posizione più avanzata di quello della Musicmaster, che non aveva il tremolo, poi le Musicmaster e la Duo Sonic II dal 1964 in poi erano con scala 24 pollici contro i 22,5 delle prime della seconda metà degli anni 50, Ciccio il Nostalgico.
Rispondi
Non riescono a piacermi.Sono e ...
di stefano53 [user #26833]
commento del 03/08/2014 ore 11:40:06
Non riescono a piacermi.Sono e rimango fenderista convinto,ma ,per me,le Fender restano 4: strato,tele,P e J bass..e quasi tutti gli amplificatori.Scusate se è poco! Le altre..il buon Leo poteva anche non farle: non sarebbe cambiato nulla!
Rispondi
Re: Non riescono a piacermi.Sono e ...
di FBASS [user #22255]
commento del 03/08/2014 ore 12:48:22
Eppure a cavallo tra gli anni 60 e 70 la più agognata era la Jazzmaster, io ho posseduto invece due Jaguar e tre Mustang, questa ultima che ho è una Competition Blue come lo era la prima, ma è Made in Japan mentre l'altra era Made in USA del 1972. La Jazzmaster non mi ha mai "sconfinferato" molto ed ora posseggo lo Squier VI che altro non è se non il basso a sei corde e scala 30,5 pollici della Jaguar, ma ho tre Stratocaster, di cui una è la Strat HSS, e due Telecaster ( ma ho anche il basso Telecaster del 1968) però suono prevalentemente con il mio vecchio Precision del 1971, il Jazz Bass l'ho messo in "Quiescenza" ma non me lo tolgo, Ciccio il Nostalgico.
Rispondi
bravo Tomo Fujita! ...
di accio7 [user #17961]
commento del 04/08/2014 ore 09:30:1
bravo Tomo Fujita!
Rispondi
Altro da leggere
Kramer SM-1 diventa figurata a prezzo budget
Il punch degli AC/DC in un pedale
Dallo shred al pop napoletano, andata e ritorno: sul palco con Edoardo Taddei
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
La chitarra elettrica dopo la pandemia: dalla fascia media al custom da sogno
FluxElectrick: envelope e ring in salsa australiana
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964