CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

gibson les paul standard 2014

di [user #40175] - pubblicato il
Buongiorno a tutti gli accordiani
avrei un questione da proporre
qualcuno di voi ha aquistato o provato una delle nuove les paul standard, quelle con il body scavato?
sapete dirmi le differenze rispetto a una les paul tradizionale e secondo voi valgono la spesa?
grazie a tutti
Dello stesso autore
DV Mark Micro 50 M: piccola peste
Loggati per commentare

... chiedi consiglio per una ...
di chiatarrox [user #36263]
commento del 22/09/2014 ore 18:01:21
... chiedi consiglio per una delle chitarre più facilmente reperibili nei negozi...vai é provala no? Per il resto usando il tasto cerca di accordo troverai mille mila post identici al tuo più altri 500 articoli di approfondimento e test vari...
Rispondi
Giusto per darti un'idea, la ...
di Spyda8 [user #37471]
commento del 22/09/2014 ore 19:44:21
Giusto per darti un'idea, la standard rispetto alla traditional ha il mini-etune integrato nella paletta per l'accordatura automatica(utile per carità, ma è orrendo per quel che mi riuguarda), il manico slim più sottile, i pickup sono i burstbucket pro più aggressivi rispetto a più vintage classic 57, l'altra grande differenza sono i 4 push pull per splittare gli humbucker, cambiare la fase o per il bypass completo e un body con molte più camere tonali, quindi meno peso ma anche meno legno.

Se ne vale la pena purtroppo devi capirlo da solo, io circa 5 anni fa ho acquistato una traditional (di cui posso dire solo bene) dopo aver provato decine di standard e traditional in vari negozi per qualche settimana.
Per me è stata una scelta ovvia ma chiaramente del tutto soggettiva, perchè danno sensazioni molto diverse, pur essendo nominalmente entrambe les paul.
Rispondi
Re: Giusto per darti un'idea, la ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 22/09/2014 ore 20:56:12
Mi permetto di integrare solo con una considerazione semplice: nel 2008 c'erano delle vasche molto ampie, nel 2012 le hanno riconfigurate. Se sia percepibile o meno io non lo so, ma per certo il modello 2008, per via dei pu sicuramente, e per quelle vasche naturalmente, aveva un suono per me più scavato sulle medie, più attacco e meno sustain, rispetto alla Traditional. D'altro canto l'attuale Traditional è diversa rispetto a quelle del passato, con pu diversi, potenziometri e condensatori diversi, capotasto diverso. Soluzione? Andare in negozio e provare quanti più modelli possibili per trovare la chitarra che abbia il suono che si ha in mente.
Rispondi
per come la vedo io..
di Zenzero [user #36862]
commento del 23/09/2014 ore 07:48:59
Le les paul di quest'anno, non sono les paul! Che poi piacciano o meno è un altro discorso, ma (come per fender) se vuoi comprare una chitarra che abbia un suono che rispetti il suo nome ormai devi buttarti sul costoso custom shop. Comunque vai e provala, chissà che il Nirvana non ti raggiunga lo stesso ;)
Rispondi
Re: per come la vedo io..
di KJ Midway [user #10754]
commento del 23/09/2014 ore 14:55:57
Non sono d'accordo cosa vuol dire che le LP di quest'anno non sono LP?
la Standard è ed è sempre stata la serie che viene aggiornata non dico ogni anno ma quasi, dal 58 ad adesso (tranne il periodo dal 60 al 75 e non considerando le Gold Top dal 52 al 57), è la serie lasciami passare il termine che si "modernizza" di più, si può preferire la serie di un certo anno ma da qui a dire che quella del 2014 non è una LP ce ne vuole.

Non è il mio modello preferito ma è sicuramente uno strumento professionale eccellente e con una grande versatilità, e chi l'ha provata conferma.
Rispondi
Re: per come la vedo io..
di Zenzero [user #36862]
commento del 23/09/2014 ore 15:19:38
Mi riferisco agli standard costruttivi, alle camere tonali e al "suono" che non è assolutamente più quello della signature di un tempo. Qualitativamente parlando, solo nei custom shop (oggi) riesco a trovare il suono che ha forgiato la leggenda della les paul, in particolare nelle '58/'59. Quella che troviamo oggi è, secondo me, una les paul di nome ma non di fatto, proprio perché, come tu stesso affermi, si è modernizzata.
Ovviamente sono considerazioni mie, il ragazzo ha chiesto un parere è io gliel'ho dato. Ciò che dico non è legge e c'è chi, come te, può non essere d'accordo.
Rispondi
Re: per come la vedo io..
di KJ Midway [user #10754]
commento del 23/09/2014 ore 16:10:18
Ok immaginavo quello che intendevi, permettimi però di rimarcare che è proprio nella filosofia della serie Standard evolversi cosa che ha fatto fin dagli inizi, la '59 era già diversa dalla '58 e la '60 dalla '59.

Per non parlare dei modelli di metà anni '70 inizio '80 quelli del '94 del 2008 e del 2012, chitarre diverse ma che son tutte delle LP e suonano indubbiamente da LP.

Riguardo la qualità costruttiva ed i materiali, sinceramente trovo che attualmente siano messe molto bene sia Gibson che Fender e molto meglio rispetto a qualche lustro fa.

Poi se parliamo di preferenze anche il mio riferimento sono i modelli reissue (non a caso ne ho una nell'armadio) ma sono strumenti completamente diversi dalla serie Standard, li definirei Classici, ed a mio avviso poco comparabili per finalità ed uso.

Ciao
Ale
Rispondi
Re: per come la vedo io..
di Zenzero [user #36862]
commento del 23/09/2014 ore 16:52:28
Caro Ale, credo che infondo, mentre io mi dimostro più conservatore, tu apri gli occhi in ambito musicale anche al progresso, ne sono felice, è una bella cosa. Tuttavia rimarco il quesito principale: cioè "qual'è secondo voi il suono les paul". Non si parla quindi del suo evolvere di suono, a meno che non abbia frainteso io l'autore dell'articolo, ma di cosa è chi ne ha fatto nascere il suono di Page, Kossof e tutti coloro che hanno forgiato il suo rock sound negli anni '70.

Un abbraccio,

Andrea
Rispondi
Re: per come la vedo io..
di KJ Midway [user #10754]
commento del 23/09/2014 ore 17:26:05
Effetivamente la richiesta dell'autore è molto vaga, in primo luogo è da chiedergli cosa intende per tradizionale rispetto al corpo chambered o scavato, per caso quello con i 9 buchi di allegerimento che c'è da 20 e passa anni? o quello con il body pieno?

Poi per rispondere alla tua domanda il suono Les Paul per me è quello dei mostri sacri che hai nominato più la finta LP di Appetite For Destruction a cui si aggiungono le Custom di Marc Bolan e di Mick Ronson ma una su tutte la voce di Pearly Gates sotto le dita del Reverendo.

Qui però andiamo OT immagino ;)

Ciao
Ale
Rispondi
Re: per come la vedo io..
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 23/09/2014 ore 23:59:2
Le Les Paul alle quale fai riferimento sono quanto di meno standardizzato e riconducibile ad un modello ci possa essere: a partire dai pick up per i quali sono stati usati magneti molto differenti a partire proprio dal '58....mentre i PAF del '57 erano per lo più costruiti con AlNiCo II nel biennio '58 - '59 venivano usati differenti tipi di AlNiCo a seconda di quella che era la reperibilità del momento, dal II al V li hanno usati tutti ed in periodi altalenanti....solo nel '60, ultimo anno della produzione è stato usato stabilmente l'AlNiCo V...Leggendo il libro "the beauty of the burst" ci si rende conto anche dalle descrizioni che le qualità timbriche di questi strumenti erano abbastanza differenti pur conservando una voce propria.
Lo standard, se proprio vogliamo rifarci ad un modus operandi costante è cominciato nel '68 quando è ripresa la produzione dello shape Les Paul ma anche in questo caso non è andato avanti per molto in quanto sono stati introdotti a partire dai primi anni '70 il body pancake, i T Top, il manico in 3 pezzi di acero così come i top sono stati prodotti spesso in 3 pezzi.
L'unica cosa al momento che mi fa desistere dall'interessarmi di una LP 2014 è l'eliminazione del binding nib dalla tastiera, tipico tratto distintivo di una Gibson.
Rispondi
Ho dimenticato il consiglio principale: ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 23/09/2014 ore 11:47:20
Ho dimenticato il consiglio principale: se proprio vuoi una Standard prenditi il modello 2013, che si trova nei negozi a partire da 1700€ nuova ed è praticamente uguale a quella del 2014, anzi, è pure meglio per me perchè ha ancora il binding sui tasti, che ora sul modello nuovo non c'è più e sulla Les Paul c'è sempre stato, anche se sul suono non ha nessuna influenza. In ogni caso prendi la stessa chitarra ed arrivi a risparmiare tra i 500€ ed i 1200€!?
Rispondi
Re: Ho dimenticato il consiglio principale: ...
di KJ Midway [user #10754]
commento del 23/09/2014 ore 17:27:3
Ottimo consiglio
Rispondi
Qual'è il sound a cui aspirate?
di CCDK49 [user #41591]
commento del 23/09/2014 ore 13:36:15
Ovviamente non quello di Les Paul & Mary Ford. Noi partiamo tutti da Clapton / Page - vi è stato pure Slash con quel sound patentato. Vi sono pure molti che hanno usato una LP per suoni alquanto diversi. Percui, appunto la domanda del come usate con una LP e per quale sound.
Rispondi
Re: Qual'è il sound a cui aspirate?
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 23/09/2014 ore 14:29:52
Beh, in realtá Slash usa Les Paul di ispirazione vintage ed anche i suoi pu Signature sono semplicemente una interpretazione dei vecchi paf, dunque humbucker con output basso. Per me questo é lo suono Les Paul, estremi di banda in evidenza, le famose medie random, tanto tanto sustain. Ma il suono per me lo fa principalmente l'ampli, quindi per certi suoni non si può prescindere da roba di tipo british come impostazione.
Rispondi
Re: Qual'è il sound a cui aspirate?
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 28/09/2014 ore 22:34:06
Perchè british? hai idea di quanti album sono stati registrati con i Fender de Luxe Reverb od i Champ a palla? Il De Luxe Reverb è probabilmente l'ampli più registrato della storia del Rock...e non solo per il Rock.
Rispondi
Re: Qual'è il sound a cui aspirate?
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 28/09/2014 ore 22:56:26
Sicuramente, ma se vuoi suonare Slash o Paige forse è più facile farlo con un JCM800 o una Plexy incazzata che non con un Deluxe Reverb, a cui dovrai aggiungere per forza pedalanza varia!? Semplicemente questo intendevo, quanto meno in riferimento ai generi indicati dall'autore del diario, chiaramente non in senso assoluto.
Rispondi
Re: Qual'è il sound a cui aspirate?
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 28/09/2014 ore 23:35:04
Ho capito...pensavo si parlasse in generale visto che l'autore del diaro non fa accenno a Slash o Page....non fa alcun accenno neanche a che genere suona

C'è da dire che il gear adottato in studio dai musicisti è molto differente rispetto a quello impiegato dal vivo e soprattutto cambia nel tempo: i muri di Marshall una volta autentici e funzionanti oggi spesso sono finti e magari c'è un bell'AC30 od un Twin microfonato in isobox.

Slash so che è molto affezionato a Marshall ma Page ha usato veramente di tutto....il solo di Stairway to Heaven tanto per fare un esempio conosciutissimo è stato suonato con una Telecaster collegata ad un ampli Supro 160T

vai al link

vai al link
Rispondi
Re: Qual'è il sound a cui aspirate?
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 29/09/2014 ore 00:13:51
Page si vede spessissimo anche con Hiwatt!
Rispondi
Re: Qual'è il sound a cui aspirate?
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 29/09/2014 ore 00:34:30
Penso sia abbastanza normale: mi è capitato di vedere video di più di un chitarrista in studio a provare differenti tipi di ampli.
Per me quello che fa riferimento è il suono che hanno gli album in studio, è quello che più siamo abituati ad ascoltare....nei live, soprattutto quelli un po' più datati, i suoni erano più adattati al contesto del concerto che suonava quindi in modo differente....ricordo ancora il mio stupore quando ascoltai la prima volta Machine Head dei Deep Purple dopo che avevo avuto nelle orecchie per mesi il suono di Made in Japan: sembrava un altra band.
Rispondi
Magari l'hai già letto, ti ...
di KJ Midway [user #10754]
commento del 23/09/2014 ore 14:41:31
Magari l'hai già letto, ti invio il link lo stesso
vai al link
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Galaxy: versatilità Supro a valvole
Il suono del sud in un combo: Club 40 MkII Kentucky Special
Chase Bliss Mood trasforma il suono con micro-loop e ambienti eterei
G290: la super-Strat Cort fa la voce grossa
Una performance di Levante apre da Malpensa il viaggio verso la Milano...
Life Pedal: distorsore, octaver e boost in serie limitata
H&K Black Spirit 200 ora anche combo
La Black Strat ha il manico cambiato e la 001 non è la prima Fender
Gibson sul piede di guerra: cita Dean per contraffazione
Il 23 giugno a Martellago (VE) una giornata dedicata ai The Police: ma...
I sistemi VIO sonorizzano il live parigino di Daddy Yankee
Duncan attivi e frassino nudo: la Kelly di Jeff Loomis
Sisme sarà distributore di Audio Consumer di Audio-Technica
Da Lace il pickup metal per beneficenza
MTG: distorsore Fender con mini-valvola

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964