CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Boost volume in un rack
Boost volume in un rack
di [user #2415] - pubblicato il

Si parla tanto di effetti inseriti in diretta e di send return, ma come ci si comporta quando si ha a che fare con un setup composto da preamplificatore e finali separati, quindi senza un loop effetti chiaro e definito? Ecco a cosa fare attenzione.
Si parla tanto di effetti inseriti in diretta e di send return, ma come ci si comporta quando si ha a che fare con un setup composto da preamplificatore e finali separati, quindi senza un loop effetti chiaro e definito? Ecco a cosa fare attenzione.

La mia strumentazione è composta da Carvin Quad X preamp, multieffetto Alesis Quadraverb e finale Marshall EL84 su cassa 1922 sempre Marshall.
Il mio problema nasce dal fatto che, non avendo la pedaliera originale del Carvin, non posso attivare l'eq parametrico da pedale da usare come boost ma solo tramite pulsantino sul preamplificatore, il che è alquanto scomodo sia in sala prove sia dal vivo.
A questo punto, visto che la pedaliera del Carvin è diventata un oggetto più raro del vello d'oro, prendo un boost esterno. Il problema è che non so dove collegarlo perché avrei bisogno di aumentare il volume e non il gain e quindi dovrei collegarlo tra pre e finale, ma si può fare in un sistema rack?

Boost volume in un rack

Risponde Pietro Paolo Falco: Per usare effetti in send return con un preamplificatore come il Quad X non hai che l'imbarazzo della scelta. Il modello prevede quattro canali separati con quattro loop effetti dedicati, più un loop stereofonico master. Puoi approfondire con il manuale del dispositivo.
 Per sistemi rack che non dovessero prevedere tali opzioni, puoi considerare il cavo che collega il preamplificatore al finale di potenza esattamente come il punto in cui si troverebbe il loop effetti di un amplificatore. In una comune testata o un combo, in effetti, le connessioni di send e return non fanno altro che uscire dal preamplificatore ed entrare nel finale, come un ponte tra i due stadi. Questo può essere seriale o parallelo. Nel primo caso, tutto il segnale esce dal preamplificatore, entra negli effetti e da questi arriva nel finale. Nel secondo, invece, il segnale viene diviso e solo una parte va agli effetti, mentre un'altra arriva dritta al finale, con possibilità di miscelare le due porzioni.
In un sistema rack con i due componenti separati hai fisicamente la possibilità di aggiungere effetti proprio in quel punto del circuito, come se avessi un send return seriale.
Tuttavia potresti riscontrare delle seccature nell'inserire pedali per chitarra tra un preamplificatore e un finale: questi di solito sono studiati per il segnale debole dei pickup, mentre quello in uscita dal pre è molto maggiore in ampiezza e diverso per caratteristiche elettroniche. In questo caso, sarebbe bene accertarsi che i manuali di preamplificatore e finale non presentino controindicazioni e controllare se hanno switch adatti a ottimizzare tale utilizzo.

Boost volume in un rack
alesis amplificatori carvin effetti e processori quadraverb quadx
Link utili
Manuale Carvin Quad X
Nascondi commenti     9
Loggati per commentare

E' vero ma nel caso ...
di mattarellox [user #2415]
commento del 18/11/2014 ore 11:19:3
E' vero ma nel caso i o volessi usare un boost nel send e return dovrei comprarne quattro quanti sono i canali separati. Ho la necessità di avere un aumento di volume almeno sul canale 3 e 4. Oppure se volessi usare il loop master dovrei avere un boost stereofonico.
Rispondi
Re: E' vero ma nel caso ...
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 18/11/2014 ore 12:25:06
Ciao, come indicato nel manuale che trovi nel link all'articolo, puoi anche usare uno solo dei canali del loop master se hai un rig mono. Se invece hai un rig stereofonico e vuoi conservarlo tale, l'unica è usare due boost, in quanto devi lavorare su due segnali distinti e un circuito mono non può elaborarli entrambi senza miscelarli in un segnale mono.
Rispondi
Appunto, il finale è stereo ...
di mattarellox [user #2415]
commento del 18/11/2014 ore 12:53:57
Appunto, il finale è stereo e non può lavorare in mono.
Rispondi
Ciao, io il carvin l'ho ...
di deepMago [user #35863]
commento del 18/11/2014 ore 17:57:55
Ciao, io il carvin l'ho avuto anni fa. Sennò ricordo male la mandata del reverbero poteva essere usata come loop mono, ovviamente perdendo il riverbero.
Da qualche parte potrei avere gli schemi della pedaliera se non sono andati persi negli anni. Mi pare di ricordare che non erano semplici switch ma n circuito più complesso con cd4049. Comunque se hai dimestichezza col saldatore potresti valutare di costruirtene una.
Rispondi
Re: Ciao, io il carvin l'ho ...
di deepMago [user #35863]
commento del 18/11/2014 ore 18:01:17
Un'altra cosa, sei sicuro che il boost e attivabile con la sua pedaliera? Mi pare di ricordare che era stato inserito solo come compensazione per chitarre single coil e non come vero e proprio effetto.
Rispondi
L'eq a 5 bande, che ...
di mattarellox [user #2415]
commento del 18/11/2014 ore 18:22:01
L'eq a 5 bande, che userei come boost, è attivabile da pedale.
In effetti la via più pratica è l'autocostruzione ed in effetti è un circuito con trigger di schmitt ma fattibile.
Rispondi
Se tu hai collegato il ...
di muffy [user #1923]
commento del 20/11/2014 ore 20:48:44
Se tu hai collegato il tutto in serie, quindi carvin->alesis-> finale potresti sfruttare il volume delle patch del multieffetto.
Non conosco l'alesis in questione ma con tutti i vari replifex, gmajor, intellifex che ho avuto, bastava impostare un volume diverso sul preset del solo ( se li usi in modo seriale ovviamente perchè in parallelo è un altro discorso).
Ciao!
Rispondi
Ciao,il problema é rilsolvibile in ...
di Robybugera [user #24412]
commento del 23/11/2014 ore 21:42:03
Ciao,il problema é rilsolvibile in questo modo.
ChitArra - Carvin preamp uscita l-mono - booster mono- input multifx - out stereo- poweramp stereo.
Il tuo segnale passa mono fino all'ingresso dell'alesis che di fatto é l'unico effetto stereo...
Quindi non è necessario che tu arrivi con due segnali uguali al multi effetto.
Io personalmente uso un CLEAN Boost prima degli effetti di ambiente e non dopo, perché così facendo avresti degli sbalzi di volume ad esempio sulle code dei delay...
I loop dedicati io li userei per inserire pedali che non puoi comandare via midi.
Ciao
Rispondi
Ottimi suggerimenti gli ultimi due ...
di mattarellox [user #2415]
commento del 23/11/2014 ore 22:11:57
Ottimi suggerimenti gli ultimi due ma mi sono deciso a costruire la sua pedaliera, anzi solo i tre pulsanti relativi all'eq (che userei come boost), al riverbero incluso ed al master effect.
Ho lo schema elettrico e con pochi euro ed un po di dimestichezza col saldatore dovrei riuscire.
Rispondi
Altro da leggere
Amped 1 è l’amplificatore universale da pedaliera di Blackstar
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
Blackstar St. James: 50w non sono mai stati così leggeri
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964