DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Gibson Les Paul Special Double Cut 2015
Gibson Les Paul Special Double Cut 2015
di [user #17844] - pubblicato il

Tra tastiere allargate, capotasti in metallo e meccaniche automatiche, Gibson ha introdotto notevoli cambiamenti per l'anno nuovo. Il fascino di una vecchia cassa piatta e spartana con P90 e wrap around però non passa mai, anzi giunge al suo meglio con la Les Paul Special Double Cut 2015.
Tra tastiere allargate, capotasti in metallo e meccaniche automatiche, Gibson ha introdotto notevoli cambiamenti per l'anno nuovo. Il fascino di una vecchia cassa piatta e spartana con P90 e wrap around però non passa mai, anzi giunge al suo meglio con la Les Paul Special Double Cut 2015.

Mentre un occhio è costantemente rivolto a novità tecniche come le meccaniche automatizzate G-Force e nuovi metodi di assemblaggio tra manico e corpo per migliorare la trasmissione delle vibrazioni e l'accesso agli ultimi fret, in casa Gibson uno sguardo resta sempre in direzione dei classici senza tempo.
La Les Paul Special, insieme alla Junior e alla Melody Maker, appartiene a quella categoria di strumenti che più sono grezzi e semplici, più incontrano i favori del pubblico. Gibson non si è scordata di loro e ha ripreso la Double Cut a cassa piatta per il 2015 rivedendone pickup, misure e dotazione tecnica.

Il body, così piatto e sottile, risulta comodo da indossare anche per lunghe sessioni. La scelta di ridurre al minimo elettronica e hardware, consistente in un semplice ponte wrap around senza stoptail, nel suo piccolo aiuta a contenere il peso dei due o forse tre pezzi di mogano.
Il ponte in zamak satinato è compensato, privo di sellette regolabili. Se da un lato ciò può apparire un limite, l'idea di non avere numerosi componenti incastrati tra loro, viti e brugole a disperdere vibrazioni vitali non è poi tanto male. Probabilmente sono fissazioni da nerd della chitarra, ma la Special vibra che è un amore e forse è anche merito di certe decisioni progettuali.
Inoltre, tutto ciò riflette alla perfezione lo spirito della Special: semplice, canterina, pronta all'uso sempre.


La tastiera più larga introdotta con il catalogo 2015 sembra avere una forma tutta nuova sotto le mani, ma non risulta scomoda anche grazie all'abbinamento con un sottile manico slim taper. L'approccio è ora un po' più moderno, tendente a quello di certe chitarre tradizionalmente votate al rock più spinto, ma la "ciccia" di mogano sotto il palmo continua a esserci quel tanto che basta per sentire il DNA Gibson.

Il setup via Plek è impeccabile. Già di fabbrica, l'action è bassa quanto basta, l'intonazione è ottimale e il capotasto regolabile in metallo rende agevoli anche le prime posizioni.
Per quanto essenziale nel design, la chitarra non rinuncia a un buon binding intorno al palissandro dei tasti e a dei dot in vera madreperla.

La Special Double Cut fornita dal Centro Chitarre di Napoli per la prova sfoggia un giallo Translucent Yellow Top che è tutto un programma.
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Qualunque appassionato di wrap around e P90 può immaginare il suono della Les Paul anche solo guardandola, e una volta acceso l'amplificatore le aspettative non vengono tradite.
Il P90 si sente lontano un chilometro e appare ancora più definito con i nuovi P90SR e P90ST, rispettivamente per manico e ponte. Il timbro del mogano e degli standard costruttivi Gibson si conferma caldo e medioso, ma con l'attacco e la "punta" della bobina singola. Il livello d'uscita, sicuramente più muscoloso rispetto a un normale single coil, ne conserva comunque tutta la dinamica e il dettaglio sonoro.

I bassi sono presenti ma non gonfi. Soprattutto nella posizione centrale, sono un piacere da strappare via con le dita e anche al manico non è raro ritrovarsi su registri più gravi senza temere che il tutto impasti.


In overdrive, i pickup si puliscono abbastanza facilmente giocando col potenziometro della chitarra. Non si avverte granché perdita corpo né si smussano fastidiosamente gli acuti, anche se il volume deve calare un po' troppo per tornare a un clean puro affinché lo si possa usare agevolmente dal vivo. Un compressore a fine catena potrebbe aiutare a compensare un po'.
Avere il potenziometro del volume a portata di mano fa gioco se si ama la configurazione chitarra-cavo-ampli e il posizionamento del selettore, seppur nuovo a molti gibsoniani, richiede davvero poco tempo per abituarsi.


La chitarra trasuda blues e rock classico. La percussività dei pickup favorisce fraseggi stoppati e palm mute a profusione, ma potrebbe essere necessaria una spinta extra per raggiungere il gain sufficiente a un solismo rock liquido più vicino agli standard preferiti dagli amanti dell'humbucker. Gibsoniani incuriositi dalle meraviglie del single coil e chitarristi provenienti dall'altra metà del panorama solid body in cerca di una voce più aggressiva troveranno senz'altro ottimi punti d'incontro nella Special Double Cut, con un prezzo tutt'altro che proibitivo considerata la provenienza. La Special è infatti tra le più abbordabili del catalogo Gibson USA 2015 ed è possibile portarsela a casa con un migliaio d'euro tondi tondi.

Per il test è stato utilizzato un DV Mark Multiamp. L'amplificatore ci ha colpito per la qualità dell'audio e la risposta dinamica, e abbiamo scelto di adottarlo come banco di prova per le recensioni insieme a Ciro Manna. Ciò garantirà una maggiore uniformità tra i test e permetterà agli Accordiani di confrontare strumenti diversi su un suono di base simile, eliminando le variabili introdotte dall'utilizzo di amplificatori, casse o microfoni differenti.
Clicca qui per la recensione del Multiamp.


chitarre elettriche gibson les paul special double cut
Link utili
Gibson Les Paul Special Double Cut
Nascondi commenti     56
Loggati per commentare

bella.
di Baconevio [user #41610]
commento del 05/02/2015 ore 08:06:35
me ne sono passate già un po' sottomano e se avessi qualcosa nel portafogli sarebbe già mia :P
l'ho trovata versatile, anche su settaggi più estremi del multiamp o con pedalame vario
Rispondi
Semplicemente bella. ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 08:06:49
Semplicemente bella.
Rispondi
Bella ma...
di Rothko61 [user #32606]
commento del 05/02/2015 ore 08:38:07
Bella, non c'è dubbio.
Ma temo che, con la cassa alleggerita, il ponte ridotto al minimo e la paletta appesantita dal G-Force, possa essere sbilanciata verso il manico.
Suonando seduti non c'è differenza ma sarebbe antipatico se la chitarra tendesse ad abbassarsi da una parte... andrò a provarla.
Rispondi
Sarò anche controcorrente ma esteticamente ...
di George S.L.A [user #10210]
commento del 05/02/2015 ore 08:44:21
Sarò anche controcorrente ma esteticamente è inguardabile...
Rispondi
Re: Sarò anche controcorrente ma esteticamente ...
di Mimmo66 [user #26026]
commento del 05/02/2015 ore 12:32:11
concordo, semplicemente brutta! (per me...)
Rispondi
Re: Sarò anche controcorrente ma esteticamente ...
di Zado utente non più registrato
commento del 05/02/2015 ore 16:12:56
Definirla solo brutta è un regalo
Rispondi
Re: Sarò anche controcorrente ma esteticamente ...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 05/02/2015 ore 18:52:42
Siamo in due controcorrente allora ;-)
Rispondi
mi sono arrivate 18 email ...
di superloco [user #24204]
commento del 05/02/2015 ore 08:49:31
mi sono arrivate 18 email di questo diario e continuano ad arrivare

bella chitarra
Rispondi
Re: mi sono arrivate 18 email ...
di puffh7 [user #14109]
commento del 05/02/2015 ore 09:45:53
Anche a me.
Rispondi
Re: mi sono arrivate 18 email ...
di superloco [user #24204]
commento del 05/02/2015 ore 10:03:21
allora sono 36 ???

NOOOO continuano ad arrivare !!!!!!!!!!
Rispondi
Re: mi sono arrivate 18 email ...
di helloween [user #27122]
commento del 06/02/2015 ore 12:12:59
41 -.-' lo smartphone sta prendendo fuoco!
Rispondi
circa 200
di superloco [user #24204]
commento del 06/02/2015 ore 14:33:08
circa 200 nella notte
ma che sarà successo ?
Rispondi
Re: circa 200
di helloween [user #27122]
commento del 06/02/2015 ore 14:44:39
Forse siamo sempre nei pensieri della redazione 😆
Rispondi
Ma basta! Por favor! ...
di Salvog [user #26748]
commento del 05/02/2015 ore 10:10:21
Ma basta! Por favor! Bloccatela sta mail! Ne ho contate na diecina!


Tra l’altro perdonatemi, ma sta Guitar non mi piace per niente!
Rispondi
la chitarra è particolare, lontana ...
di dantrooper [user #24557]
commento del 05/02/2015 ore 10:41:24
la chitarra è particolare, lontana dai miei standard, però mi incuriosisce molto come sound quello del P90 su di un corpo piatto e sottile, sicuramente è da provare.
... certo che la mano di Ciro fa' molto: quella purtroppo non è in vendita :P hehehehe
Rispondi
Re: la chitarra è particolare, lontana ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 10:59:35
Io però al contrario di te credo che in demo di questo genere, in cui il chitarrista non si lascia andare a troppi virtuosismi, non fa soli con 8000 note al secondo e non suona tutti i generi possibili e immaginabili, venga fuori meglio il solo carattere della chitarra. Secondo me in questo caso si sente solo una bella (per me) chitarra con un suono brillante, molto prababilmente molto più grazie ai due P90 di buona qualità che non alle (splendide) mani di Ciro Manna, almeno per ciò che riguarda la demo in questione. Solo un parere personale.
Rispondi
Re: la chitarra è particolare, lontana ...
di dantrooper [user #24557]
commento del 05/02/2015 ore 12:27:48
per mano non intendevo virtuosismi iper-tecnici, intendevo proprio il tocco di Ciro, che è favoloso: sono un suo allievo e, credimi, a lezione anche quando suona 2 note, le più semplici, ha sempre quel suo timbro, riconoscibile e perfetto, che definisco "tocco".
questo è il mio parere, che forse prima ho espresso male, ma è pur sempre strettamente personale.
Rispondi
Re: la chitarra è particolare, lontana ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 12:39:20
Si certo. ma infatti non ho detto che il mio sia meglio del tuo eh! :)
Rispondi
Re: la chitarra è particolare, lontana ...
di dantrooper [user #24557]
commento del 05/02/2015 ore 12:52:51
no no, figurati :)
Rispondi
A me piace
di claude77 [user #35724]
commento del 05/02/2015 ore 10:56:31
Sono sempre stato affascinato dal P90.
Sono un Fenderista ed ho provato a suonare Les Paul ma non è andata bene.
Nella mia testa c'è la convinzione che una chitarra di questo tipo con i P90 sia in grado di farti godere due paradisi con una soluzione a metà strada tra il classic single coil e Humbucker.
E' da tempo che voglio provare una chitarra con i P90 e questa sembra proprio fare al caso mio.
La proverà sicuramente.
Bella e suona molto bene.
Rispondi
Re: A me piace
di korr [user #4581]
commento del 06/02/2015 ore 11:48:05
Concordo in tutto, anche io da fenderista incallito non sono mai stato attratto dall' humbucker al manico ... questa invece potrebbe essere una buona scelta, sicuramente da provare. Altra cosa che mi piace è la presenza della doppia spalla mancante... bella bella !
Rispondi
soprattutto
di maxventu [user #4785]
commento del 05/02/2015 ore 11:13:41
un plauso al chitarrista, che è di gran lunga il miglior endorser su queste pagine.
E' vero che saprebbe far suonare bene anche un rastrello, ma riesce sempre a far emergere il diverso carattere degli strumenti che dimostra, utilizzando un repertorio appropriato, tecniche esecutive e voicing in grado di far capire sul serio che tipo di strumenti sono.
Questo dovrebbe essere l'approccio corretto per tutte le recensioni: un chitarrista che suona in maniera pulita una serie di lick attingendo a tecniche differenti, senza effetti non dichiarati tra chitarra ed ampli, ed utilizzando sempre lo stesso amplificatore che così diventa un riferimento consistente.
Rispondi
Email di notifica a ripetizione
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 05/02/2015 ore 11:26:46
Ci è stato segnalato l'arrivo a raffica di notifiche per la pubblicazione di questo articolo.
I tecnici sono al lavoro e risolveranno presto. Nel frattempo vi chiediamo di pazientare godendovi questa gran bella chitarra e le manone di Ciro, e ci scusiamo per il disagio.
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 11:46:56
Questo è proprio un intervento da Super Mega Direttore Galattico

vai al link

:)))))))))))))))))))))))

Auguri per la nuova carica!
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 05/02/2015 ore 12:02:41
Che combinazione, stavo giusto prendendo le misure per la poltrona in pelle di ragioniere :D
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di dantrooper [user #24557]
commento del 05/02/2015 ore 12:30:19
quasi quasi cerco di intrufolarmi anche io, o Mega-Direttore, solo se mi accorda 5 segretarie in topless :P
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 05/02/2015 ore 12:51:45
Via, nell'acquario! :p
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di dantrooper [user #24557]
commento del 05/02/2015 ore 13:06:07
hahahahaa mi sento tanto come il ragionier Triglia xD
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 13:06:0
Il mega direttore accorda le segretarie, una per corda...Mmm...Ecco perchè spopolano tutte queste 7-8-12-20000 corde! Ok, questa era pessima, torno in silenzio.
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di dantrooper [user #24557]
commento del 05/02/2015 ore 13:18:07
hahaaahaha vero, hai ragione! io sono ancora attorniato solo da diverse 6 corde, ma a questo punto mi spingi a farmi fare una chitarra con la quantità di corde di un'arpa ... saranno tropper?! :P hahahaa
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 14:28:51
Tropper non lo so...Al massimo trooper, quindi dovresti esserne contento:)))

P.s: e non correggere il post altrimenti mi rovini la seconda battuta idiota! Ahahahahah
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di dantrooper [user #24557]
commento del 05/02/2015 ore 14:48:12
hahahhaha no no, non correggo nulla ;) don't worry
io son contento se il Mega Direttore Galattico, invece di relegarmi nell'acquario, me le concedesse :P hehehe quelle non sono mai troppe-R hahaha
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 05/02/2015 ore 16:22:30
Concesso! Un impegno concreto, più segretarie per tutti!
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 15:08:09
Oh, tra l'altro Super Mega Direttore, ma il tuo discorso a canali (di youtube) unificati quando arriva? Abbiamo avuto l'articolo di fine mandato del buon Alberto Biraghi, ora ci manca il tuo in cui ci spieghi dove vuoi portarci...Ed in maniera molto spontanea ci annunci il SHG terrone...Devo saperlo in anticipo per preparare la pastalforno, i panini, le bocce di vino, il termos del caffè, le buste con la frutta, la crostata e tutto il resto dell'occorrente per il viaggio! Ahahahahahahahah
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 05/02/2015 ore 16:36:5
Eheheh, non sfidarmi che lo faccio davvero!
Purtroppo quest'anno non avremo SHG al sud (in compenso c'è Custom Shop a marzo, sempre a Milano al Quark, che meriterà alla grande una trasferta), ma in attesa della prossima edizione meridionale teniamoci in contatto, che abbiamo sempre una jam session dei People napoletani in sospeso!
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 16:57:05
Azz come primi atti vuoi guidarci ad un'adunata nella città di Masaniello e poi ad un'invasione del regno dei longobardi? Ma sei proprio un "doppia t, com terremot e tragedia"...:)
Rispondi
Re: Email di notifica a ripetizione
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 06/02/2015 ore 12:44:07
E pure un po' laco di sanque!
Rispondi
Assurda contrapposizione tra l'essenzialità della ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 05/02/2015 ore 15:46:49
Assurda contrapposizione tra l'essenzialità della chitarra e quell'accordatore automatico imposto... Politica incomprensibile...
Rispondi
Re: Assurda contrapposizione tra l'essenzialità della ...
di MM [user #34535]
commento del 05/02/2015 ore 16:00:46
Concordo, contrapposizione veramente assurda.
La chitarra è nella sua spartanità bellissima, la rovina quell'accrocchio e quel capotasto.... ah, anche l'adesivo dietro la paletta non scherza... :-)
Rispondi
Re: Assurda contrapposizione tra l'essenzialità della ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 16:53:49
E pensa a quanto appetibile sarebbe costando 300€ in meno...Su MM parte da 899€, quindi in teoria verrebbe via a 600€...Che poi a pensarci è lo stesso prezzo di vendita di chitarre simili delle annate precedenti, prive dell'accordatore automatico...E allora perchè la Standard costa quasi il doppio?
Rispondi
Re: Assurda contrapposizione tra l'essenzialità della ...
di MM [user #34535]
commento del 05/02/2015 ore 18:26:30
Ma infatti, 600 euro sarebbe anche una cifra su cui farci un pensierino, piuttosto che tentare un'autocostuzione come sto pensando io... perché al di là della soddisfazione personale e della voglia di tentare, il rischio di fallimento c'è.
Credo che il costo doppio della Standard sia dato da mere logiche di mercato.
Un costo alto imprime valore a qualsiasi oggetto, inoltre avranno fatto dei calcoli che da quel tipo di chitarre dovranno tirarci fuori ben determinati ricavi, e di conseguenza viene il prezzo.
Rispondi
Re: Assurda contrapposizione tra l'essenzialità della ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 06/02/2015 ore 01:26:07
A 600 euro io il pensierino ce lo farei... Una Gibson USA verniciata alla nitro con pickup di qualità e standard costruttivi affidabili... Una bella chitarra spartana ed essenziale... Pagarla quasi 1000 euro per averci su quell'aggeggio terribile dietro la paletta... Alla Gibson hanno dimenticato che questi modelli furono introdotti proprio per offrire un prodotto meno rifinito ma di qualità ad un prezzo accessibile senza togliere qualità ai materiali ma risparmiando sugli orpelli... E oggi che fanno? Risparmiano su binding, pickup e ponte per poi far lievitare il prezzo con l'accordatore automatico? Ma io con quei 300 euro avrei preferito comprarmi un piccolo valvolare o qualche buon pedale...
Rispondi
Doublecut design
di Claes [user #29011]
commento del 05/02/2015 ore 20:09:09
Una Epiphone con 1 p/u P90 dog-ear, colore da SG e con battipenna "maltese cross" e ponte wrapround ha il look che ci vuole. Quante Gibson vi sono col doublecut??? Una LP Special normale è forte per accordi tosti e meno per assoli lancinanti. Ha un sound "secco" e poca risonanza quindi ottima per ritagliarsi posto nel mix a differenza della tipica LP Std.
Rispondi
mi piace molto ma con quello che costa
di rob800 [user #42751]
commento del 05/02/2015 ore 21:34:53
Con 600€ mi trovo una buona sg usata e in futuro ci metterei l'accordatore automatico!
Secondo me é una chitarra troppo priva; il suono mi piace ma non vale neanche 600€ per me
Rispondi
Re: mi piace molto ma con quello che costa
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/02/2015 ore 21:50:22
È una Gibson, è fatta in USA, verniciata alla nitro, monta pu di qualità ed ha la custodia rigida. Se una chitarra così non può costare quanto una G&L indonesiana, una Fender giapponese o messicana, che hanno una costruzione di minor pregio e, mediamente, una dotazione inferiore mi sembra un'esagerazione dai!?
Rispondi
Facciamo l'esempio della Les Paul... ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 06/02/2015 ore 01:17:56
Facciamo l'esempio della Les Paul... Modello degli anni '50... Diciamo che sono passati 60 anni dalla prima Les Paul? Più o meno... Poi esce di produzione e sono costretti a reintrodurla perchè si scopre che quelle chitarre con un suono magnifico sono ricercatissime... Ora mi chiedo: perchè sono quasi cinquant'anni che cercano di produrre una Les Paul che suoni come una Les Paul originale degli anni '50 e non ci riescono? Ogni anno si aggiungono delle modifiche al modello standard e se ne affiancano di nuove, sempre nel tentativo di volerci vendere il nuovo sogno Les Paul... Cinquant'anni di tentativi e ancora non avete capito che di Les Paul ne vogliamo una sola! Che suoni come quelle del periodo '57-'60... Ci potete mettere su tutte le minchiate che volete... Non ci servono... Fatecene una buona e basta... Metteteci su le modifiche che i grandi chitarristi hanno fatto sulle loro (meccaniche grover, pickup splittabili e pulsanti per monificarne la fase) e basta... Non se ne può più di accordatori automatici, 2000 pickup diversi che vogliono tutti essere la copia del PAF originale... Basta... Basta... Basta con questo marketing...
Rispondi
Re: Facciamo l'esempio della Les Paul... ...
di dale [user #2255]
commento del 06/02/2015 ore 09:25:44
Ma quelle ci sono già, solo che bisogna sborsare cifre importanti per averle.....
Rispondi
In effetti...
di Alystin71 [user #41278]
commento del 06/02/2015 ore 09:19:00
...non capisco la politica Gibson con questi accrocchi dietro la paletta... La chitarra di per se mi piace parecchio, suona benissimo e 'indossata' e' molto bella, ma sinceramente sapere che il prezzo e' aumentato di 300 euro per l'accordatore automatico e' una cosa che non mi va giù. Penso che tutti abbiamo un accordatore nella nostra pedal board...
Rispondi
l'estetica con quel giallino smussato ...
di fabiojay [user #20826]
commento del 06/02/2015 ore 11:31:32
l'estetica con quel giallino smussato ai bordi non è il massimo, però ha davvero un bel suono che non ti aspetti da una gibson... e poi vabbè... ciro manna... il top!
Rispondi
a me...
di adsl36 utente non più registrato
commento del 06/02/2015 ore 11:31:48
...le gibson non piacciono ma non scrivo per questo. vorrei soltanto focalizzare l'attenzione sul fatto che le prove sono state fatte, anche questa volta, col multiamp. in realtà si dovrebbero fare a suono crudo, solo con un ampli privo di effetti e modellamenti. soltanto dopo, eventualmente, si possono inserire effetti e altro per testare la risposta della chitarra a quelle situazioni...questa è la mia concezione.
Rispondi
Gibson Les Paul Special Double Cut 2015
di oTTovonkraun [user #33775]
commento del 06/02/2015 ore 13:07:4
Il mio appunto riguarda tutta la gamma gibson 2015:
la scritta LesPaul100 è orrenda e l'ologramma 3d di Les Paul, oltre ad essere di pessimo gusto verso il buon Lester, è uno scempio (vergogna Gibson)
Rispondi
Gibson Les Paul Special Double Cut 2015
di vilorenz [user #2546]
commento del 06/02/2015 ore 19:35:50
Tempo fa avevo una dc faded, pagata 600 euro, stupenda e che rimpiangerà sempre. Rivedere in pista la DC mi fa tremare le vene dei polsi. Perà non mi convince l'accordatore (temo porti peso in testa), la verniciatura lucida (molto meglio le faded a poro aperto...) e il costo. 1000 euro o giù di lì sono troppi. Dovrebbe costare come le Melody maker ried 2014, tra i 550 ed i 600.
Rispondi
Re: Gibson Les Paul Special Double Cut 2015
di TB [user #1658]
commento del 07/02/2015 ore 00:27:26
Questo commento potrei averlo scritto io, parola per parola...
Ogni volta che ripenso alla mia dc faded, data via in un momento di follia, ho voglia di prendermi a schiaffi. Aveva un suono incredibile: secco, ficcante, twangy (sì, era una Gibson twangy!), perfetta per il blues e il rock'n'roll (ma non solo).
Questa mi sembra la sua versione inutilmente lussuosa (si fa per dire) e costosa, anche se suona molto bene.
Mah, la "collezione 2015" è andata così, speriamo che in futuro tornino al passato...
Rispondi
collezione 2015
di rob800 [user #42751]
commento del 10/02/2015 ore 18:11:48
Tra 2 anni la troverete usata a 500-600€ si é vero é una Gibson ha pick up di qualità ma con stavo dicendo prima preferisco prendermi una sg usata a 600-700€ e ho anche un suono migliore. A me non interessa la verniciatura al nitro. Secondo me é quasi al livello delle lpj
Rispondi
S T U P E N D A
di wo utente non più registrato
commento del 08/03/2015 ore 01:49:1
Rispondi
Gibson DC
di Claes [user #29011]
commento del 08/03/2015 ore 13:58:58
Quando è stata "inventata"? Non l'avevo mai vista!

Aspiro da sempre a una Epiphone Coronet DC, wraparound, battipena "maltese cross", p/u P90 "dog ear" e corpo "wine red". Steve Marriott ne tirava un sound favoloso ai tempi degli Humble Pie e sulla sua il battipenna era in nero ... che l'abbia modificato lui?
Rispondi
Altro da leggere
La Music Man Kaizen di Tosin Abasi in video
Jeff Beck e la Fender Strat 1957 in video
Come dev'essere la TUA chitarra?
SHG 2022 Vintage Vault: il mito di Wandrè
Spoiler: a Natale tutto sulla Stratocaster
SHG 2022 Vintage Vault: Flavio Camorani & Michela Taioli
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964