DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
L'HD diventa HX: arriva il multieffetto Helix
L'HD diventa HX: arriva il multieffetto Helix
di [user #116] - pubblicato il

Line 6 presenta il suo ultimo multieffetto di livello professionale basato sulla nuova tecnologia HX. L'Helix migliora il recente Firehawk con un ampio display, etichette personalizzabili, nuove simulazioni e integrazione ottimale con amplificatori, pedali d'espressione aggiuntivi ed effetti esterni.
Il nuovo processore per il modeling HX si basa sui precedenti modelli HD e punta a migliorarne le sfumature con caratteristiche dinamiche e di compressione specifiche per ogni modello simulato.
A farne uso sarà la Helix, l'ultima pedaliera di fascia alta a entrare nel catalogo Line 6.

In uno chassis in metallo, presentato come "a prova di tour", la pedalboard lascia controllare al musicista tutti gli anelli della catena del suono attraverso un display a colori da 6,2 pollici.
Altri piccoli display su ognuno dei dodici footswitch e sul pedale d'espressione sono previsti per personalizzarne l'etichetta a seconda della funzione impostata. Anche il LED che circonda gli switch può essere modificato a piacimento nel colore.
Navigare tra i menu risulta più intuitivo rispetto ai modelli precedenti grazie all'aggiunta di un joysick, vicino alla manopola del volume master e tra i pulsanti per le opzioni principali.
Sei manopole posizionate sotto il display principale permettono di personalizzare i parametri dei vari effetti e amplificatori simulati.
La modifica dei suoni può avvenire in modo rapido e senza l'ausilio delle mani grazie allo switch Mode per selezionare il valore su cui agire e al pedale d'espressione per variarlo.

L'HD diventa HX: arriva il multieffetto Helix

Oltre ai classici ingressi e uscite per strumento e amplificatore, la Helix ha jack per pedali d'espressione con cui controllare funzioni dell'amplificatore o di pedali, un ingresso per microfono con alimentazione phantom, ben quattro send return per loop di effetti aggiuntivi, connettore digitale S/PDIF, ingresso e uscita MIDI, porta USB e presa per collegare una chitarra Variax con cui espandere le potenzialità del proprio rig digitale e programmabile.

La Helix arriverà per la fine dell'estate in formato pedaliera e sarà seguita a breve anche da una versione rack più controller a pedale separato.
Una panoramica più che dettagliata sulle funzioni del prossimo multieffetto Line 6 è offerta sul sito ufficiale a questo link.
I prezzi annunciati per il mercato americano e pubblicati sul sito ufficiale partono da 1499 dollari per la pedaliera e per il rack, a cui vanno sommati 499 dollari per portarsi a casa un controller esterno equivalente da abbinare al rack.

effetti e processori helix line 6
Link utili
Line 6 Helix
Nascondi commenti     65
Loggati per commentare

Come sará?
di Rothko61 [user #32606]
commento del 14/06/2015 ore 18:34:57
L'estetica é strepitosa ma la qualitá lo sará altrettanto?
Il prezzo é molto impegnativo e colloca la Helix al top delle pedaliere multieffetto, al pari della nuova Fractal FX8. Ce le fará a trovare una sua fetta di mercato?
Vedremo...
Rispondi
Re: Come sará?
di marcomo utente non più registrato
commento del 14/06/2015 ore 22:14:17
costa 3 volte un pod ma ha
45 ampli ne puoi usare fino a 4 insieme e puoi usare in contemporanea fino a 32 effetti.
Puoi editare il suono tenendo le mani sullo strumento basta cliccare il parametro da editare e usare il pedale di espressione per cscegliere il valore.
Rispetto al POD puoi usare i cabinet basati su IR; con una definizione elevata, l'HELIX ha un doppio processore rispetto al POD...
Ha 4 loop effetti e puoi attaccare 2 pedali di espressione,
L'alimentazione è tutta interna quindi non serve un alimentatore separato.

Sulla qualità dei suoni credo che comunque rispetto al pod si faccia un bel salto in avanti

qui c'è una dimostrazione fatta da SWEETWATER guitars and gears dal mitico Mitch Gallagher.

vai al link

La qualità dei suoni sembra molto elevata

vai al link

qui invece c'è il video fatto sul sito della line 6.

Secondo me ora FRACTAL e KEMPER avranno una bella gatta da pelare...anche perchè rispetto a loro sembra più all'avanguardia...

Saludos

Marco

Rispondi
Re: Come sará?
di Capra_Poliuretanica utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 23:17:50
Si, il prezzo è impegnativo, però a questo mondo c'è pure gente che spende 250-300 euro per un mero distorsore od overdrive.
Preso così in effetti è una bella botta, ma comprato in alternativa ad un buon amplificatore ed ad una serie di pedalini se la gioca, anzi può essere un risparmio.
Ad ogni modo le cautele del caso son sempre d'obbligo, dato che i prodotti nei video pubblicitari suonano sempre bene!
Rispondi
È un salto verso un ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 14/06/2015 ore 21:04:50
È un salto verso un altro livello... Costa tre volte un POD... È dura perchè in quella fascia c'è roba già testata per essere di alta qualità... Impegnativa... Ma secondo me era arrivato il momento... Più competizione c'è e meglio è per i prezzi...
Rispondi
poi stacchi tutto e ...
di ivaneffect [user #12070]
commento del 15/06/2015 ore 08:24:23
poi stacchi tutto e metti la chitarra nella plexi ... e cominci a suonare
Rispondi
Re: poi stacchi tutto e ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 09:19:0
mah...ormai il digitale se la gioca piuttosto bene....e quanto a flessibilità trasporto/peso e cose che puoi fare non ha rivali...
Rispondi
Re: poi stacchi tutto e ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 15/06/2015 ore 09:55:2
Diventi sordo, quindi alzi ancora di più il volume, i proprietari dei locali si incazzano perchè la gente invece di parlare e bere se ne sta fuori ed il tipo che abita a 100m non aspettava altro che chiamare i carabinieri per lamentarsi...Così i locali non ti chiamano più a suonare e li frequenti solo da cliente ed una sera mentre bevi una birra, rimpiangendo i tempi in cui ti esibivi, senti un chitarrista e pensi che ha un suono cazzutissimo, quindi ti avvicini per vedere cosa sta usando e scopri che sta utilizzando un MG100FX o un DS1 ed un Frontman o addirittura una pedaliera del genere...Mentre la tua Plexi è diventata un ottimo piano d'appoggio per le sigarette ed il cellulare quando rientri...
Rispondi
Re: poi stacchi tutto e ...
di Dinamite bla [user #35249]
commento del 15/06/2015 ore 10:33:21
Si ma... Esistono eccezionali attenuatori che evitano questo processo che ti porterebbe al suicidio, facendoti usare la plexi con il master a palla e "quel" suono, che si avvicina al 95% a quello che avresti senza attenuatore. Se poi microfoni il cab e fai uscire tutto anche dall'impianto, se è buono, hai un muro di suono bestiale con godimento assicurato...

E continuerai a dubitare della bontà di mg100 e ds1 (cavolo potevi prendere qualcosa di un pelo meglio per fare l'esempio.. un suono cazzutissimo con quei due cosi vorrei sentirlo per poterci credere..:D )
Rispondi
Re: poi stacchi tutto e ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 15/06/2015 ore 11:13:2
Mah, dal tubo puoi vedere i video dell'utente Giuseppe40 con l'MG, mentre due settimane fa dal vivo ho visto una Cover degli AC/DC ed uno dei due chitarristi ne usava uno in versione testata/cassa con un suono molto molto bello. Sul pedale volevo dire l'SD1, non il DS1...E quello ce l'ho io stesso e ti posso assicurare che a 49€ non esiste un OD migliore.

Io non ho attenuatori e non so come funzionino, ho due ampli valvolari e so che non in tutti i contesti sono la soluzione migliore, so che tutto è un grosso compromesso e so che in certe situazioni questi affari digitali vanno meglio. Semplicemente non sono un integralista dell'analogico.

P.s: ognuno è libero di usare quello che vuole eh, ma un ampli da 100W non master volume, in formato testata/cassa, con in mezzo un attenuatore, per poi essere microfonato...Il tutto magari per suonare in un pub!? Dai su, basta davvero un Pod in certe situazioni, eviti un'auto, tanto sbattimento e a fine serata di entrano in tasca anche più soldi...;)
Rispondi
Re: poi stacchi tutto e ...
di Dinamite bla [user #35249]
commento del 15/06/2015 ore 11:32:04
Certo, dipende tutto dalla situazione! Nel pub sicuramente non ha senso portarsi la plexi con questo sistema, per una miriade di ragioni, connesse sia all'attenzione del pubblico per i dettagli (magari ti fai un c**o a trasportare roba per avere un suono migliore quando poi la maggior parte della gente nei pub non conosce la differenza tra la chitarra e il basso), sia relativa (principalmente) al fatto che non ci pagano abbastanza per fare i fattorini. Infatti anch'io utilizzo il digitale, e la nova system che mi porto in giro nella borsa del computer mi fa risparmiare un bel pò di bestemmie, rispetto ai 23kg della pedaliera "costosa"..

Però... in contesti più grossi e "seri", con la mia plexi 100w e un attenuatore Koch di qualità, la differenza c'è e si sente più che parecchio.. e la soluzione dell'attenuare e poi microfonare, anche se può sembrare sciocca, rende il tutto più gestibile e mi ha sempre dato eccellenti risultati.

Poi sia chiaro, non ho nulla contro digitale, tecnologie ed emulazioni profilazioni ecc., anzi le osservo sempre con interesse e una certa attrazione.. però al momento per il mio setup, laddove posso, mi piace ancora scatenare un pò di watt selvaggi e ignoranti..
Rispondi
Re: poi stacchi tutto e ...
di ivaneffect [user #12070]
commento del 15/06/2015 ore 10:35:13
lo so, perché anch'io uso digitale addirittura sull'impianto, ma so anche che il risultato é mo
meno godurioso
Rispondi
Troppi soldi. ...
di kelino [user #5]
commento del 15/06/2015 ore 10:41:4
Troppi soldi.
Rispondi
Avevo deciso di abbandonare Line6 ...
di swing [user #1906]
commento del 15/06/2015 ore 11:29:27
Avevo deciso di abbandonare Line6 (pur possedendo un POD XT PRO che per suonare a casa qualche soddisfazione me la da) dopo aver letto recensioni abbastanza deludenti sul POD HD500 e dopo aver venduto la M13 perché secondo me era di pessima qualità sia software che hardware. Poi vedo la pubblicità di questo aggeggio e mi si illuminano di nuovo gli occhi, PORCAMISERIA!!! In realtà ho già visto che costa una follia, e mi sono anche già rifatto la pedaliera tutta ANALOGICA Però questo HELIX mi fa pensare che in una sola scatola ci può stare tutto quel che serve e perché tanto per suonare in un pub con una 100W e la 4x12 non ci andrò mai e non ho ancora trovato l'ampli della mia vita... ora non mi resta che attendere nuove recensioni deludenti anche su HELIX e poi posso tornare a dormire tranquillo :)
Rispondi
Re: Avevo deciso di abbandonare Line6 ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 12:08:05
mah il pod HD500 non è deludente è che va saputo usare...:-)
sicuramente l'Helix è un bel passo avanti una spanna sopra il POD, e sicuramente compete se non supera i tanto blasonati Kemper e Fractal...
io ho il POD da un'anno giusto e mi ci trovo bene...certo l'Helix mi fa gola...aspetterò di far invecchiare un po il mio pod :-p...nel frattempo i prezzi forse scendono un pochino..
Rispondi
mmh... forse non c'entra ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/06/2015 ore 12:29:52
mmh... forse non c'entra niente con l'articolo ma, riguardo al digitale, il "manico" conta per il 99%... nel senso che se uno sa programmare bene e in modo funzionale per quello che deve fare, ottiene risultati quasi equivalenti con qualsiasi cosa ... Eccezione, il Kemper, che è veramente un'altra cosa ..
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 13:06:32
Ni....se uno sa usare al meglio quello che ha sotto mano ottiene buoni risultati quasi sempre...ma
c'è da dire che gli algoritmi e la potenza di calcolo fanno comunque la loro cosi come i convertitori D/A che mejo sono più costano...

il Kemper dev'essere un bel giocattolo.
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/06/2015 ore 14:20:29
concorderei se si parlasse che so, di hi-fi ... il suono della chitarra elettrica è, per definizione, una schifezza. Per cui può benissimo risultare più efficace la schifezza realizzata con una tecnologia cheap o obsoleta di quella del super apparecchio figo e moderno ..
Fra l'altro, in ambiti musicali differenti da quello chitarristico, comincia ad intravedersi una certa attenzione per il "vintage" digitale .. per cui ..
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 14:57:27
...quindi con la mitica zoom 505 ottieni si è no se sai usarla bene gli stessi risultati che otterresti con un bel Fractal ? mi pare abbastanza difficilotto...

Il suono della chitarra elettrica non è una schifezza...c'è tanta ricerca in giro poi è questione in parte di gusti e di feel però con combinazioni di legni differenti si ottengono timbri differenti con gli stessi pickup , più o meno profondi, o definiti e anche qui gli oggettini digitali se hanno abbastanza potenza di calcolo fanno risaltare le differenze.. voglio dire una strato non suona come una lespaul neanche se smonti il pu dalla strato e lo metti alla LP...e cosi via...

Io pedaliere digitali ne ho avute e usate diverse e le differenze le ho sempre notate in meglio man mano che la tecnologia migliorava...come è giusto che sia...
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 15/06/2015 ore 15:10:43
La Strato suona differente dalla Les Paul non tanto per i legni, ma per tutta una serie di differenze macroscopiche(scala, tipologia di costruzione, trasmissione attraverso ponti radicalmente diversi, etc...).

Una Strato in mogano suonerà sempre "stratoforme", comunque la si rigiri.

Poi ci sono ancora quelli convinti che per suonare "Apache" o "Comfortably Numb" ci voglia per forza la Strato...
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 15:35:00
si la scala ok i ponti ok ma cmq se prendi due chitarre con gli stessi p.u stessa scala e legni diversi le differenze sul timbro si notano...
come esempio che mi è capitato due ibanez una RG una S con pickup INF entrambe con tremolo low pro edge.

per Comfortably Numb non mi esprimo perchè non so suonarla :-D
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 15/06/2015 ore 15:39:01
La RG e la S hanno anche due body e quindi due masse ben diverse... Per fare una prova seria dovresti avere due chitarre IDENTICHE come tipologia di costruzione, anche se di essenze diverse, con gli stessi pickups(proprio gli stessi...) e stesso circuito. Probabilmente alla fine qualche differenza la sentiresti, ma non così consistente.
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 16:04:24
probabilmente hai ragione.
le mie sono solo considerazioni basata su qualche scarsa nozione di fisica elementare e non sono di certo un esperto nel campo...
Però secondo me se cambi legno cambi giocoforza anche la massa quindi cambierà credo anche l'indice di rifrazione delle onde trasmesse a un lato dal ponte che verranno assorbite o riflesse e dall'altro lato dal manico + tasto (quindi saranno importanti anche i legni del manico)che poi ritorneranno o si toglieranno dalle corde e quindi verranno captate dai magneti che devono poi anche cercare di bilanciare/esaltare o ridurre le frequenze restanti etc.. etc...
Mi pare frudua sostenesse che addirittura il manico fosse in larga parte responsabile del suono più del corpo.
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/06/2015 ore 15:47:25
il suono della chitarra elettrica è una schifezza nel senso che si tratta, comunque di una distorsione, per cui, distorsione per distorsione, a qualcuno può piacere quella di un apparecchio digitale cheap ..

diverso sarebbe il caso se si parlasse di uno strumento con un suono "acustico" che si vorrebbe poter preservare, in questo caso le "prestazioni" in astratto dei convertitori, la risposta in frequenza, la dinamica, la pulizia e altro del genere avrebbero una diretta correlazione con la bontà dell'apparecchio che filtrasse o amplificasse tale suono ..
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 16:11:32
ci rinuncio ... è troppo complesso per me :-D
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di Claes [user #29011]
commento del 17/06/2015 ore 15:13:21
Quelli delle prime elettriche e ampli avranno voluto amplificare un sound da chitarra acustica ma è partita una musica nuova - cose tutte da scoprire. È ora da scoprire il digitale avendo già scoperto il transistor!

=== distorsione per distorsione, a qualcuno può piacere quella di un apparecchio digitale cheap === Ho un vetusto Boss VF-1 (fantastico) ma anche un Digitech RP90... È talmente merdoso che serve per suoni bruttissimi a voluta in studio! Eccovi però un parallelo con samplers:

Mirage a 8bit (grintoso), Emax 12bit (più pulito) e poi S1000 a 16bit (hifi - anzi troppo a parte samples di effetti speciali o voci da essere hifi). Tra cheap a expensive preferisco il sound brutale del Mirage!

Ma come vi trovate con due file di bottoni? È da balletto in palco. Preferisco la semplicità di un pedalino su cui si può saltare sopra senza problemi. Senza menú interminabili prima di avere un sound decente.
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di smilzo [user #428]
commento del 15/06/2015 ore 15:51:11
Algoritmi più performanti possono avvicinare meglio la schifezza che avviene in un valvolare tirato, se quello è il suono di riferimento.
Rispondi
Re: mmh... forse non c'entra ...
di francesco72 [user #31226]
commento del 15/06/2015 ore 17:04:00
tendo a concordare con yaso. Quando si parla di digitale devo dire che ho visto più differenza scaturire dalla capacità di programmazione che dalla macchina: non solo a parità di macchina ho sentito suoni eccelsi e vaccate micidiali; ma mi è anche capitato di suonare dopo un gruppo in cui un chitarrista processava il suono con un'astronave Boss e praticamente scompariva, l'altro usava uno zoom ed era molto ma molto meglio.
Temo, anzi, che parte del problema derivi dalla qualità della macchina. Mediamente ho visto che chi ha macchine economiche cerca di alterare il meno possibile il suono per timore di snaturarlo e così sceglie quegli effetti che gli servono e basta; viceversa con un affare da 1500 si prova a metterci di tutto, anzi si pretende che ci stia di tutto e suoni pure bene, cosa che ovviamente non è.
ciao a tutti

p.s. l'ho già ricordato in un'altra discussione: proprio qui su accordo rojatti ha postato un video in cui fa il diavolo a quattro con una zoom da 300 euro.
Rispondi
di savak [user #44993]
commento del 21/04/2016 ore 22:44:13
Idee confuse? Il suono della chitarra elettrica distorto ottenuto dalle valvole è in realtà ricco di componenti dette armoniche, pertanto difficilmente riproducibile con sistemi alternativi alle valvole stesse.
I processori obsoleti se le "mangiano" queste armoniche restituendo un suono campionato che non ha niente a che fare con l'originale.
Con l'evoluzione ci si avvicina sempre di più ad un suono valvolare.
Di "schifezza" ci sono solo i tuoi commenti.

Rispondi
di yasodanandana [user #699]
commento del 22/04/2016 ore 00:19:2
magari fammi un'obiezione che sia attinente con quello che ho affermato io.. nel senso che su ciò che dici, in linea di massima posso essere pure d'accordo, ma non c'entra molto con i due miei messaggi ai quali stai un pò maleducatamente opponendoti ;-)
Rispondi
Esteticamente è bellissima, ma 1500 ...
di SuperAdrian utente non più registrato
commento del 15/06/2015 ore 13:12:57
Esteticamente è bellissima, ma 1500 € per una roba da calpestare sono un po' fuori luogo, a meno che l'hardware non sia in titanio.
Ha sicuramente più senso il rack + pedaliera dedicata.
Rispondi
Non so ...ovvio che fa ...
di elgaldil [user #22921]
commento del 15/06/2015 ore 13:36:53
Non so
...ovvio che fa gola. Ma a questi prezzi io mi chiedo:
- se è una questione di comodità, perché nelle piccole situazioni (pub/club) è meglio che non usare un ampli (che ampli? Mica tutti usiamo una plexi100), mi vien da dire che nel 90% di queste situazioni ci sono macchine digitali che costano meno della metà e son più che sufficienti (per la qualità richiesta in quelle situazioni)
- se questo è peró un prodotto (come spesso si asserisce anche per fractal, kemper...) per i "pro", visto anche il prezzo, siamo sicuri che il professionista in questione abbia reale necessità di questo tipo di macchina? Certo, a volte si, ma tanto lì il rig hai il più delle volte chi te lo monta e chissene dell'ampli grosso e pesante etc. Poi vabbeh, siam rimasti tutti molto colpiti dai video di Varini che programma il Kemper per i concerti con Biagio...però quasi tutti quei suoni li faceva con due ampli è una pedaliera! E poi li la comodità era data (a mio avviso) soprattutto dal collegamento col sequencer...cosa che deve poter fare in modo rapido ed intuitivo anche quest'aggeggio qui, sennò ha perso metà della sua utilità.
Rispondi
Re: Non so ...ovvio che fa ...
di elgaldil [user #22921]
commento del 15/06/2015 ore 13:46:10
Certo è che Line6 ha fatto un enorme salto avanti in ciò che riguarda l'interfaccia... Chapeau!
Rispondi
Esteticamente mi piace parecchio, l'unica ...
di Cinderella95 [user #43470]
commento del 15/06/2015 ore 13:57:52
Esteticamente mi piace parecchio, l'unica pecca è il prezzo..
Rispondi
Re: Esteticamente mi piace parecchio, l'unica ...
di fender66 [user #1640]
commento del 15/06/2015 ore 14:37:4
Sono d'accordo... Costa quanto il Kemper! Avendo il Pod hd ed avendo provato il Kemper devo dire che la differenza in suono e dinamica è notevole... Son curioso di scoprire se hanno annullato il gap..
Rispondi
Aggiungo una cosa...
di swing [user #1906]
commento del 15/06/2015 ore 15:30:20
A favore del digitale mi sento di dire questo: il 90% dei gruppi dal vivo che sento nei nostri locali, pubbettini, bar ecc ecc, ed il cui chitarrista lo si vede con la Plexy, la Dual Rectifier, l'Orange, cassa 2x12 o 4x12, escono coi suoni di chitarra pessimi, assoli poco intelleggibili o che spariscono nel mix, perché?? Boh!? ..magari non li si microfona bene, magari si suonano a volumi non ottimali, magari il mixerista non sa fare il suo mestiere... ma allora a questo punto se il suono deve essere pessimo o mediocre, la plexy da 100W o il POD, per il pubblico che ascolta non fanno differenza. L'unica differenza che mi sembra possa essere significativa è che con un ampli "vero" senti la botta dietro al culo, ma serve esclusivamente al chitarrista e alla sua schiena, soprattutto quando deve portare a casa la roba :)
Rispondi
1500 per una pedaliera multieffetto ...
di Farloppo [user #27319]
commento del 16/06/2015 ore 00:08:57
1500 per una pedaliera multieffetto dovrebbe minimo minimo caricarsi da sola in auto. Poi magari avere anche una app per sbrogliarti i cavi e un'altra per fare l'alcol test (tipo talk box) che predice quanto bene (o male) suonerai in base al numero di birre bevute... Poi l'immancabile modulo Nespresso da collegare al bisogno (i bottoni colorati indicano la tipologia di caffè).
Rispondi
Re: 1500 per una pedaliera multieffetto ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 16/06/2015 ore 15:30:05
abbè non è cara secondo me è costosa ..ma .considerando quello che ti da sempre che la qualità sia paragonabile a Fractal e Kemper ....rispetto a questi ti da molte features che la rendono decisamente usabile usabile da sola sul palco...
Se è cara questa il Fractal cosa è?
Rispondi
Re: 1500 per una pedaliera multieffetto ...
di Farloppo [user #27319]
commento del 16/06/2015 ore 16:11:07
Carissimo ovviamente ;-)
Rispondi
Nell'ultimo locale in cui ho ...
di alcor72 [user #16133]
commento del 16/06/2015 ore 09:10:06
Nell'ultimo locale in cui ho suonato, uno dei meglio attrezzati della mia città sono, stato fisicamente minacciato dal gestore del locale che è anche il tecnico del suono (abbastanza esperto)perchè alzavo a 3 su 10 il volume del mio 25W valvolare.
Suono con la combinazione POD HD500+ DT25 e praticamente il volume dell'ampli era nullo (tanto che lo sentivo solo nel ritorno della spia).
So che il tipo ha litigato anche con chitarristi di tribute band famose che fanno date in tutta Italia per i volume degli ampli...
Francamente ripensandoci ha ragione...molti chitarristi confondono la propria soddisfazione personale con la resa stessa della band live.
Ti puoi pernmettere certi volumi se ci sono le condizioni, se non ci sono non puoi stordire le prime due file di tavoli del locale (che spesso sono nell'asse cono ampli>timpano spettatore)con volumi assurdi.
Ben vengano unità simili..l'unico grosso problema e che diventano un tantino complesse da gestire live a volte se non adeguatamente preparate
Rispondi
Però ragazzi, continuate a dire ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 16/06/2015 ore 12:01:48
Però ragazzi, continuate a dire che è cara...Ok, lo è, se paragonata ad altra roba dello stesso tipo, però, se accettiamo pacificamente che una riedizione di un ampli costituito da 5 valvole, 30 resistenze, 19 condensatori, 2 trasformatori e 5 potenziometri, disposti secondo uno schema di 50 anni, costi 2000€, perchè una macchina, ammesso e non concesso che sia realmente di qualità più elevata di una pedaliera dello stesso tipo da 300€, per la cui progettazione servono competenze e studi ben più approfonditi di quelli di un elettricista, non dovrebbe essere immessa sul mercato ad una cifra importante? Spero non pensiate davvero che sia una questione di qualità di materiali utilizzati...
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di francesco72 [user #31226]
commento del 16/06/2015 ore 14:08:15
Concordo ampiamente, senza considerare le features in più che la pedaliera fornisce rispetto all'ampli.
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di alcor72 [user #16133]
commento del 16/06/2015 ore 17:02:59
Era meglio quando si stava peggio....
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 16/06/2015 ore 17:51:10
Ma parlando con chi c'era in certi momenti pare che possedere una Fender, una Gibson o un Marshall fossero cose da nababbi inizialmente, poi son diventate cose vecchie e te le buttavano addosso, salvo poi risalire vertiginosamente...Solo che chi se lo immaginava che una chitarra del '50 sarebbe arrivata a valere mezzo milione di dollari!?!?!?!?
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 16/06/2015 ore 19:17:07
è cara perchè il prezzo di oggetti di questo tipo è completamente virtuale.. ci guadagnerebbero anche se costasse 50 euro
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 16/06/2015 ore 19:27:48
Perdonami ma non ti seguo. Esisteranno un team di di programmatori che lavorono per ore a scrivere degli algoritmi, uno di tester che studiano i risultati, ingegneri elettronici che si occupano dell'hardware, operai specializzati che procedono ad assemblare alcune componenti e altri cui è affidato il controllo qualità...A 50€, tenendo conto di tutte queste cose qua, non prendi in fabbrica neanche un telefonino non molto avanzato.

P.s: mia sorella è una programmatrice, si occupa di sicurezza informatica e non solo, non credo che il frutto del suo lavoro, solo perchè virtuale, valga meno di quello di una guardia giurata che fa la ronda in un'azienda...:))
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 16/06/2015 ore 19:43:11
==Esisteranno un team di di programmatori che lavorono per ore==
ecc. ecc. ecc. ... prima ho esagerato: 45 euro ..
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 16/06/2015 ore 19:50:31
Spiegati meglio almeno...Così mi sembra più che altro una provocazione gratuita...
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 16/06/2015 ore 20:49:53
il senso è che i tuoi argomenti sono validi.. ed è proprio per i punti che hai riportato che l'oggetto potrebbe costare 45 euro, se no si meriterebbe molto meno
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 17/06/2015 ore 13:36:24
...45 è troppo..quindi propongo di decurtare la quota da te proposta perchè non hai considerato i costi di un buon PCB fatto come si deve su tecnologia avanzata eh sai questi qui mica li sbrogli con 2 layer con fori passanti, più probabile 10-12 con fori laser any-layer.., uhm l' assemblaggio su due facce non costa tantissimo ma richiede comunque una certo savoir faire insomma non lo fai a mano ci saranno catene di assemblaggio...., ah il costo dei progettisti - ingegneri e caddisti meccanici ed elettronici... vabbè ma quelli lavorano gratis non ci vorranno mica guadagnare scherzi? uuu le licenze dei CAD per pcb che costano dai 75 a 250 K annui per licenza ma sono quisquilie...
aspè mi stavo dimenticando il design meccanico!!! anche li mi sa che il CAD lo regalino...

Uhm mi stai facendo pensare che hanno l'alimentatore interno..certo che i processori richiedono alimentazioni stabili, certo che corrente un po se ne succhia...certo che riscalda...sicuramente avranno fatto sismulazioni termiche....ma il cad è gratis.

ma una domanda mi sorge spontanea... un apparecchio cosi non avrà mica bisogno di certificazioni per poter essere immesso sul mercato?...Boh mi sa che nel caso il lavoro se cosi si può definire lo regalerà una test-house per le spurie e gli esami in camera anecoica...

etc etc....

Quindi scendi! dovrebbe costare 2 euro forse no è troppo spè ti dovrebbero dare 200 euro per guadagnarci il giusto.. :-)

lo stesso vale per fraktal - Kemper e aziende che producono prodotti tecnologicamente avanzati vendibili sul mercato mondiale.

M.
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 17/06/2015 ore 14:22:27
nel tuo messaggio leggo tanto amore ...
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 17/06/2015 ore 14:34:20
fregatene...niente di personale, ma sai, facendo questo lavoro mi sento toccato :-D:-D

peace!
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 17/06/2015 ore 14:43:15
sono leggi economiche molto note.. non stiamo parlando dell'artigiano che costruisce i suoi apparecchi a mano, ma di industrie che fanno uscire apparecchi in grande numero. Quando ci sono i grandi numeri i costi si abbattono
Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di marcomo utente non più registrato
commento del 17/06/2015 ore 16:30:13
...dipende da cosa consideri nel processo e in ogni caso non come penano tutti quelli che dicono che sono leggi economiche molto note....



Rispondi
Re: Però ragazzi, continuate a dire ...
di eugenio01 [user #39191]
commento del 17/06/2015 ore 14:28:19
Essere di poche e sensate parole è la qualità che più apprezzo in chi scrive sui forum e simili.

qua però c'è qualcosa che dai per scontato e che la maggior parte di noi non sa...illuminami\ci :-)
Rispondi
Fractal uber alles
di jdessi [user #27382]
commento del 16/06/2015 ore 15:39:41
Sono il felice possessore di un POD HD 400, ma se avessi i soldi necessari per la helix, mi comprerei il Fractal.
Rispondi
Io credo che il digitale ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 16/06/2015 ore 17:47:51
Io credo che il digitale stia uniformando i suoni dei chitarristi. Se tutti cominciassero ad utilizzare solo questi emulatori, ci troveremmo ad avere tutti gli stessi suoni. Usare un ampli con determinati overdrive ed effetti fa si che ognuno abbia una combinazione diversa con settaggi diversi e di coseguenza suoni personali... Perchè cercare di avere i suoni "famosi" quando si può cercare il proprio suono? Io, il mio suono, in queste diavolerie non sono mai riuscito a trovarlo... Neanche nell'ampli con i pedali, in verità... Sono sempre alla ricerca... Ma con l'analogico ho cmq l'impressione di aver almeno preso la strada giusta... Mentre con queste pedaliere mi sento perso non so dove... Tra zanzare e suoni senza presence...
Rispondi
Re: Io credo che il digitale ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 16/06/2015 ore 19:22:22
==Io credo che il digitale stia uniformando i suoni dei chitarristi==
difficile stabilirlo perchè in realtà, da un bel pezzo, non sappiamo più quando in un disco o in una esibizione è stato usato il digitale, l'analogico o un mix .. Magari il bluesman che per te ha un suono personalissimo ha suonato con lo zoom...

.. i presets sono effettivamente "pericolosi", ma chi vuol suonare un pò decentemente è costretto ad abbandonarli.. i presets sono roba, in genere, da chi cazzeggia in cameretta
Rispondi
Re: Io credo che il digitale ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 17/06/2015 ore 13:33:04
Però oggi nei dischi "famosi" capita che il chitarista arrivi in studio e il produttore gli dica "attacca la chitarra a questo jack"... E lo fa registrare con un suono cazzuto sentito e strasentito che "funziona"... Creato da un PC... In fondo che motivo c'è di registrare in analogico con un microfono davanti ad un cono se poi il suono va in un PC che lo digitalizza? Prendi un suono digitale e lo attacchi al PC direttamente...
P.S. Vedo ancora parecchi Fender Bassman sui palchi dei Bluesman... Per fortuna...
Rispondi
Re: Io credo che il digitale ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 17/06/2015 ore 14:35:56
==In fondo che motivo c'è di registrare in analogico con un microfono davanti ad un cono se poi il suono va in un PC che lo digitalizza?==

mmh.. non è questo il punto.. nel senso che se prendi una macchina fotografica digitale e fotografi un quadro "analogico" dipinto con colori "analogici" da Raffaello, Picasso o Rembrandt, poi il quadro lo rivedi .. le differenze cromatiche, di forma, di chiaroscuro ecc. ecc. sono riprese correttamente .. Nel senso che il digitale, di per se, non appiattisce le differenze, quando ci sono. Il fatto è, semplicemente, che i suoni di chitarra generati dall'approccio "moderno", sono spesso indistinguibili da quelli fatti come li facevano i nonni ...
Rispondi
Re: Io credo che il digitale ...
di Claes [user #29011]
commento del 17/06/2015 ore 15:25:45
=== fotografica digitale e fotografi un quadro "analogico" dipinto con colori "analogici" da Raffaello, Picasso o Rembrandt, poi il quadro lo rivedi .. le differenze cromatiche, di forma, di chiaroscuro ecc. ecc. sono riprese correttamente ===

Sorry, non è il caso! Quelle foto sono "di plastica" come lo è un CD. Il digitale è però pratico ma con un sacco di menú...
Rispondi
1500cocuzze
di THE_Luke [user #31235]
commento del 16/06/2015 ore 20:01:4
1500 cocuzze? personalmente virerei su un axe-fx.
ma poi, cos'avrà in pù la versione a rack per giustificare l'acquisto del controller, il cui totale ammonta a 2000 cocuzze? me lo chiedo seriamente, che cavolo buttan fuori una multieffetto formato floor allo stesso prezzo del rack... il rack è pure piu scomodo, dato che qualcosa per controllarlo dovrai averlo comunque. o sarà qualcosa di fotonico, o stan facendo una cosa poco intelligente. IMHO.
Rispondi
Ma in tutto questo...
di team72filo [user #20000]
commento del 16/06/2015 ore 22:54:0
...Boss cosa fa',resta a guardare?
Spero(e penso) proprio di no,comunque la si pensi credo che linea 6 con questa bellissima macchina alzando l'asticella abbia messo perlomeno in imbarazzo concorrenti vecchi e nuovi...
Rispondi
Re: Ma in tutto questo...
di GuitarTribu [user #21267]
commento del 17/06/2015 ore 23:52:52
Sono d'accordo.
Con questa mossa Line6 farà muovere altri competitor (Boss e simili), con grande vantaggio per noi tutti sia in termini di qualità che di costi.
Mi aspetto inoltre altri concorrenti anche per il Kemper, è solo questione di tempo.
Rispondi
di Metall_krieger [user #24953]
commento del 25/02/2016 ore 23:31:59
Io magari sbagio tutto, ma...

Sono da un po' un felice proprietario di un pod hd pro x.
Sicuramente non è il meglio, ma in rapporto al prezzo ho una qualità altissima, una comodità atroce, un peso risibile e ho comunque un gran suono.
Non penso che cambierò a favore di sto helix... Il mio pod è troppo giovane.
Ma sinceramente m chiedo quanto il gioco valga la candela... 1500 euro sono tanti. Ci compri una mini rectifier, i pedali giusti, e sei a posto...spesa uguale, poco peso e meno sbattimento per imparare a usarlo.
Per me queste cose a questo prezzo vanno bene solo per chi ha uno studio.
Se lo usi per suonare live con una cifea simike teovi di meglio.
Rispondi
di Karman [user #44905]
commento del 28/03/2016 ore 23:00:05
Salve a tutti,ho comprato da poco questa fantastica pedaliera della line 6 e devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla qualità degli amplificatori cab microfoni e quant'altro. Ancora la devo studiare bene,ma sembra veramente aver delle potenzialità pressoché "infinite". Scrivo per avere delle delucidazioni,da qualcuno che magari ne possiede già una, in merito alla coda degli effetti quando si passa da un preset ad un altro. Praticamente se ho un delay su un preset,quando passo ad un altro mi tronca il suono di netto. C'è modo di ovviare a questa cosa? Grazie mille per l'aiuto!!!
Rispondi
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato
Total Guitar Recording Bundle in regalo con Line 6
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
NUX Mighty Plug Pro: uno studio in tasca
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964