DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Eastman E20SS: sinonimi cinesi
Eastman E20SS: sinonimi cinesi
di [user #16167] - pubblicato il

Abbiamo provato una dreadnought dalle fattezze inconfondibili, ma senza la scritta che ci si aspetterebbe sulla paletta. La Eastman E20SS è un’acustica che sulla carta ha ottime qualità. Le abbiamo messe alla prova con Paolo Antoniazzi.
“Built with the methods and materials of the “Golden Era” of the 30’s & 40’s”, inizia così la descrizione ufficiale della E20SS. Esattamente questi materiali sono l’abete solido Adirondack per la tavola armonica e il palissandro per il fondo e le fasce. A sostenere il top troviamo un x-bracing hand carved sempre in abete.

Incollato al body il manico in mogano è coperto da una tastiera in ebano a 20 tasti. Se da una parte troviamo le meccaniche Gotoh open gear, dall’altra a reggere le corde abbiamo un capotasto in osso, montato sul ponte sempre in ebano. La splendida verniciatura Sunburst lascia intravedere le venature del palissandro ed è protetta da un sacco di vernice trasparente, glossy quanto basta ed estesa a tutta la superficie dello strumento, manico compreso.

Come gli strumenti degli anni 30-40 anche la E20SS è semplice e diretta, quindi smettiamo di vagare tra dati tecnici e mettiamo lo strumento in mano a Paolo Antoniazzi. 

Eastman E20SS: sinonimi cinesi

Tra le braccia troviamo molta generosità, le forme della dreadnought sono abbondanti. Di contro, però, il manico è sottile a sufficienza per rendere agevole il correre su e giù per la tastiera senza incontrare difficoltà, almeno fino al 12 tasto. La Eastman non ha la spalla mancante, quindi arrivare al 20esimo tasto non è impresa semplicissima, ma per uno strumento del genere non è necessariamente un problema.

Cominciamo i test con un po’ di strumming, territorio dove la E20 dimostra di essere a suo agio fin da subito. Dalla buca escono basse in quantità, con un volume bello sostenuto, che aiuta a emergere anche le altre frequenze. In generale il timbro è rotondo e caldo. Nonostante i cantini non faticano a farsi sentire, non sferragliano e non infastidiscono. Da sottolineare però un eccessivo rumore prodotto dal mi basso che, colpevole l’action un pelo bassa, sbatte con un po’ troppo vigore sui tasti.

Abbandoniamo il plettro per qualche istante per dedicarci al fingerstyle. L’equilibrio dimostrato torna a farsi vivo anche qui. Abbiamo a che fare con uno strumento dotato di una gran voce, un sound pieno di armoniche, colorito, di cui non ci si stufa facilmente. La Eastman è uno strumento che regala una buona confidenza fin dalle prime note. Sembra di imbracciarlo da tempo, merito sicuramente del manico dalle giuste proporzioni e dall’action quasi perfetta. 



La E20SS è una chitarra che, nonostante un prezzo che si aggira intorno ai 1000 euro, offre delle prestazioni da strumento top di gamma. È una cosa molto comune per gli strumenti di questo marchio, che offrono un rapporto qualità prezzo davvero vantaggioso. Purtroppo non affollano i negozi, ma con un po’ di fortuna ci si può divertire per qualche minuto e, magari, rinfoltire il parco chitarre. 


Visita il sito Eastman
chitarre acustiche e20ss eastman
Link utili
Visita il sito Eastman
Nascondi commenti     3
Loggati per commentare

di Aynrand [user #35588]
commento del 31/07/2015 ore 11:03:34
Complimenti, il pezzo giusto per la chitarra giusta! (e un gran bel suonare) i Blackberry Smoke sono una delle mie band preferite e ho desiderato una Eastman dal momento in cui ho sentito la loro "Ain't Got The Blues"
Il bello è che il suono è esattamente quello...
Rispondi
di prada [user #19807]
commento del 02/08/2015 ore 10:37:45
Sarà senz'altro vero la descrizione nell'articolo, perché "Dalla buca escono basse in quantità, con un volume bello sostenuto" dalla dimostrazione non lo si evince proprio. Sempre dall'audio, non sembra una chitarra da 1000 €; nello strumming sferraglia parecchio, come riportato, ma forse è un problema di action. Anche tutte queste armoniche non è che si sentano un granché.
I materiali sembrano di prim'ordine, la colorazione sembra accurata, peccato che non sia facile trovarla nei negozi in modo da rendersi conto personalmente del suono e della 'botta' dello strumento.
Rispondi
di solsimi [user #28564]
commento del 02/08/2015 ore 18:19:53
Un capotasto in osso montato sul ponte in ebano ???????????
Rispondi
Altro da leggere
Il calore della noce per le Taylor American Dream 2023
Come nasce la cassa di una chitarra acustica: Gibson lo racconta
Succedeva 50 anni fa (e magari anche qualcun altro in più)
Yamaha FGC-TA: in prova la dreadnought TransAcoustic
Vintage, modernità e tecnologie: la chitarra acustica oggi
G9500 Jim Dandy: ascolta la parlor entry level di Gretsch
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964