DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Musikding SuperOver kit: una bella esperienza con brivido finale
Musikding SuperOver kit: una bella esperienza con brivido finale
di [user #43248] - pubblicato il

Musikding permette di costruire in casa i propri pedali preferiti con poco sforzo e anche senza alcuna conoscenza elettronica. Il Das SuperOver spedisce il nostalgico amante del fai-da-te dritto negli anni '80, con qualche asso nella manica in più.
Monumentale vero? Non posso chiedere di meglio, è proprio il risultato che speravo di ottenere . Quello in foto è il mio primo pedale autocostruito e credo anche il primo al mondo con il top in acero e corpo in mogano.
Grazie a quel sito tedesco sono riuscito a costruirlo anch'io, che in elettronica non ci capisco nulla.

Ho voluto riprodurre l'SD1 (Das SuperOver è il nome del clone) e celebrarlo in questa veste perché è un pedale al quale sono particolarmente affezionato (l'ho avuto in passato ma si è rotto e l'ho regalato a chi sapeva sistemarlo), perche' per tutti noi vecchi ragazzi degli anni '80 ha rappresentato la rivalsa del transistor (che in quegli anni spopolava) nei confronti dell'irraggiungibile valvolare per le tasche di noi studentelli squattrinati alle prime armi. Grazie a quel pedale e anche al Tubescreamer ci sentivamo dei piccoli Van Halen o Led Zeppelin.

Musikding SuperOver kit: una bella esperienza con brivido finale

Alla vista del kit qualche perplessità mi ha pervaso ma poi, grazie alla dettagliata documentazione con la lista dei componenti e le sigle di riscontro sulla PBC, son riuscito a venirne a capo. Certo, non è stata una passeggiata, è necessario fare molta attenzione con il saldatore, ci vogliono mano ferma e tocco fulmineo per non bruciare le piazzole e sopratutto per non creare dei ponti involontari tra i contatti.
Tuttavia qualche problema si è presentato e stranamente non derivato dalla mia inesperienza (cosa che avevo messo in conto insieme al vat tedesco e le spese di spedizione), ma da un componente sbagliato ossia una resistenza di valore diverso di quella destinata a quel ruolo (alimentazione LED). Per inesperienza non ne sono facilmente venuto a capo ma, grazie a un manipolo di valorosi lettori di Accordo che è venuto in mio soccorso, sono riuscito a individuare il problema. È stato essenziale il loro intervento, perché andando avanti salda e risalda avrei cotto il circuito, per non parlare di tutte le volte che i fili si rompevano per le continue manipolazioni. Comunque l'inconveniente è stato prontamente segnalato al sito, contemporaneamente all'ordine di un altro kit (ci ho preso gusto).

Musikding SuperOver kit: una bella esperienza con brivido finale

Per farla breve l'ho preso per i capelli questo pedale, e il suono è proprio quello, con l'aggiunta del clip stage che cambia la fase dei diodi SYM/ASYM (due parallelo uno in serie e viceversa), ottenendo diverse sfumature (caldo/brillante) della distorsione.
È andata come volevo insomma, e anche meglio devo dire, considerando che alla fine funziona realmente, perché fondamentalmente lo scopo era quello di mettermi alla prova su questi aspetti del chitarrismo e anche perché volevo inaugurare in quelche modo la mia nuova workstation, alla larga dalla mia dolce signora che a seconda dei casi tanto dolce non è.

Ma lasciamogli fare lo sborone a questo SD1 Traditional serie "Chettelodicoaffare", sia perché è bello, sia perche' non svela la funzione dei pot: tanto è per professionisti, che te lo dico a fare!

das superover effetti e processori fai da te gli articoli dei lettori musikding
Link utili
Sito ufficiale Musikding
Das SuperOver su Musikding
Nascondi commenti     26
Loggati per commentare

di Sykk [user #21196]
commento del 13/09/2015 ore 15:53:10
Quindi è una versione "Studio Flame Top"?
Al prossimo giro un bel Custom con il doppio binding!
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 13/09/2015 ore 16:45:18
Te scherzi...ma ce l'avevo pronto il binding , solo che mi sembrava troppa roba , anche perche' ho dovuto continuamente adattare gli spessori man mano che provavo le parti elettroniche a contatto con l'esterno!!!
Ormai ho lo stampo ...la prossima sara' quello !!:)
Rispondi
di agos [user #31752]
commento del 13/09/2015 ore 18:03:56
Bel lavoro! il case in legno è stato veramente originale e ben realizzato!
tra l'altro grazie dei ringraziamenti... adesso cosa ti costuirai?
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 13/09/2015 ore 18:37:21
Ciao Agos....Vero? Sembra una di quelle radioline degli anni venti se non fosse per le manopoline , anzi 70° pezzo d'arredo boutique ,quando il mogano e acero erano largamente usati !!:)Doverosi ringraziamenti direi!! Ho ordinato un fuzzface 69 ,l'ho preso perche' ne danno ottime recensioni e poi un fuzz mi mancava, ovviamente sara' in legno e alluminio all'interno pure questo! Una wooden line che prima era solo un'idea che son riuscito a concretizzare , anche per la difficolta' di gestire gli spessori compatibilmente alle sollecitazioni dello stomp/switc!! Risulta eccellente anche dal punto di vista della durezza....;)
Rispondi
di Claes [user #29011]
commento del 13/09/2015 ore 21:07:09
Commento generale per i fai-da-te: Prendere un Cry Baby o un Vox. E... sbatterci un EQ parametrico invece del circuito wah. Il parametrico è come i soliti su mixer. Se ci pensate, gli usi sono molteplici e quasi mai come wah! È un controllo di tono da settare una volta per tutte per quello che serve alla vostra chitarra. È una invenzione di Ermanno Velludo poco dopo i Blues Right Off ('74-75). Da copiare! Mai stato prodotto - è un "fai-da-te" estremo.
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 13/09/2015 ore 21:48:45
Ciao Claes !! Io sto' giocando coi Lego e tu mi chiedi di costruire uno stadio olimpico ?:D
Prima devo costruire il wah , poi l'eq parametrico e infine li incollo insieme ...di che legno li facciamo ???? Un'abbraccio ... ;)
Rispondi
di Claes [user #29011]
commento del 14/09/2015 ore 15:46:48
Lego: sarebbe bella una chitarra in Lego! Scherzi a parte, il circuito wah va tolto e penso che bisogna sacrificare un wah Cry Baby / Vox! Farne uno in legno è arduo. Il pedale è il controllo più importante - la funzionalità meccanica deve essere a posto.
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 14/09/2015 ore 20:28:37
Infatti non credere che prendo alla leggera quello che dici !! E' un tema affascinantissimo questo e il tempo e la passione mi portera' a percorrere anche la strada da te indicata!!Io intando prendo nota ...grazie Claes ! No il legno no e' assolutamente inadatto ...concordo in pieno !!:)
Rispondi
di edgardo [user #40935]
commento del 13/09/2015 ore 22:25:16
molto bello,complimenti! anche io mi rifornisco spesso da musikding,anche se non ho ancora provato i loro kit completi. Il prossimo che mi vorrei costruire è un bel clone del zvex fuzzfactory o comunque un fuzz...Però prezzo totale del kit? suono in generale?
Rispondi
di Sardus [user #43428]
commento del 14/09/2015 ore 18:17:
Io il factory l'ho costruito. Il suono è molto convincente e a parte sulla regolazione del volume è vicinissimo all'originale (con una piccola modifica fuori progetto poi si risolve anche quello). Te lo consiglio senza dubbio alcuno. Il prezzo dipende da scatola, manopoline e decals, ma stai tranquillamente dentro i 50 euro, che rispetto a quanto costa quello vero è meno di un terzo..
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 14/09/2015 ore 20:03:
Ciao edgardo!!Personalmente ho appena ordinato il face fuzz clone 69 , tornando al superover , se a lui e' riferita la domanda su prezzo e suono , devo dire che tra componenti e spese sono stato dentro alle 40 euro , ovviamente non ho preso la scatoletta in alluminio che costa 6 euro non forata. Da questo capisci che se lo fai non e' una scelta di risparmio ( a quel prezzo lo trovi bell'e fatto).Riguardo al suono ..siamo li' e' lui , il mio boss sd1 e volendo trovare una pecca , diciamo che l'escursione dei toni e' poco percepibile , ma ricordo che anche il mio non aveva un gran range ,poiche' nasce gia' sparato sulle medie e anche il volume che a gain zero lo segue a ruota .Io credo che questa versione in particolare sia fatta apposta per suonare con il gain a palla , infatti e' sul clip stage che il tono diventa percepito e scendendo di volume sia gain che toni tendono a rimanere inalterati ...insomma quello che volevo un sd1 votato al crunch cattivo !!Belle armoniche ,sound diretto e abbastanza definito ...
Rispondi
di Nyarlath [user #38903]
commento del 13/09/2015 ore 22:40:1
Complimentoni, gran bella realizzazione! Ottima roba quella di Musikding, io ho costruito diversi loro kit (Ross Comp, ts9, proco rat, jfet booster, delay (non in kit)) e anche un ampli valvolare da 15watt. Una volta presa la mano, la cosa più divertente è sperimentare delle modifiche alle versioni originali. Se poi si ha conoscenza dei principi di base dell'elettronica, ci si diverte parecchio!
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 14/09/2015 ore 19:59:0
Io personalmente non ho alcuna conoscenza in elettronica , ma grazie a quest'esperienza qualcosina in piu' l'ho imparata ! Certo che e' affascinante , mi piace l'dea di passare le domeniche invernali a friggere circuiti :D Scherzi a parte e' veramente divertente vedere quei componenti schierati come soldatini sulla pbc ognuno con il proprio compito e sopratutto vedere e sentire il risultato , mette eccitazione ....
Interessanti i kit ampli valvolari , ho sentito un 5 watt suonare come un Marshall "vero"..forse piu' in la' sara' il prossimo passo .
Solo una cosa mi fa incavolare di questo sito e visto che hai esperienza chiedo a te!: I prezzi sono esposti con compresa l'IVA o VAt quello che e'! Ma perche quando ordino dal mio account (cosa imprescindibile) Il VAT non e' incluso e devo calcolarmelo . La prima volta mi hanno spedito il link con il reindirizzamento dell'importo PayPal del VAT , ma e' possibile che tutte le volte devo chiedere di questo ? Mi dicono che devo impostare nel billing adress devo lasciare vuota una casella ,ma non capisco cosa...!! Grazie mille per i complimenti !
Rispondi
di Nyarlath [user #38903]
commento del 14/09/2015 ore 21:10:39
Ciao, effettivamente dopo l'aggiornamento del sito, un paio di anni fa, mi sono imbattuto in questo problema. C era un campo VAT che andava lasciato vuoto altrimenti la tassa relativa (IVA per l Italia) non veniva calcolato. Ora però vedo che quel campo non c è più nella mia sezione billing address, tuttavia vedo i prezzi con il VAT tedesco dal mio account. Ti faccio sapere se ho aggiornamenti in merito!
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 14/09/2015 ore 21:29:1
Vedi?? E io che pensavo di essermi rinco******o!
E in piu' cerco di notificargli questa cosa tramite mail e mi rispondono reindirizzandomi a un sito di nome Zendesk !! Ho anche gia' ordinato e pagato senza il VAT ovviamente!!
Grazie mille ti sono riconoscente!!;)
Rispondi
di JoeManganese [user #43736]
commento del 14/09/2015 ore 00:01:14
Geniale! hehe. Ma un distorsore per acustica deve avere il top in cedro o va bene anche il palissandro?
Che roba lussuosa!
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 15/09/2015 ore 12:30:29
Se vuoi ho dell'abete per il top e con le fasce in mogano ti faccio pure il buco centrale sullo stomp/switc e gli endpin in ebano !! Lo vuoi o no sto' compressore???lol
Scherzi a parte gia' che facevo ho voluto realizzare una cosetta fuori dagli schemi , che strizzi l'occhio ad altre cose a noi care !! Il fatto e' che mentre faccio una cosa ne penso gia' un'altra !Sul lussuoso passerei la mano , mi piaceva dare un tocco "Boutique" alla mia realizzazione , ma quando schitarrazzo con il gain a palla l'idea del "Lussuoso" mi fa solo sboccare.....
Rispondi
di my_prince [user #16856]
commento del 14/09/2015 ore 09:56:08
Anch'io adoro il suono dell'SD1 e penso che tornerà presto nella mia pedaliera (purtroppo mi è stato rubato nel 2010 insieme alla macchina, chitarra e tutto il mio set di pedali!
Cmq la scatoletta in legno è fantastica! veramente un bel lavoro, complimenti.
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 14/09/2015 ore 20:48:44
E' inutile dire che mi dispiace per la tua disavventura..ti sono vicino in questo !!
E allora se hai un minimo di praticita' con il saldatore ,se non l'hai fatto ,potresti ricompletarla da qui' la tua pedaliera ....... questa versione con il clip stage potrebbe piacerti molto ! Grazie dei complimenti !!;))
Rispondi
di SteveZappa93 [user #38837]
commento del 14/09/2015 ore 13:17:
una volta intrapresa la via DIY non si torna più indietro!Comunque viva il DIY e SD1!
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 14/09/2015 ore 20:32:33
Grazie!!! ;) Mi fa' un po' paura pero' questa cosa ! Ho il fuzz in arrivo e gia' penso a un treble booster....
Per quanto riguarda il DIY c'ero gia' dentro fino al collo vai al link
Rispondi
di SuperAdrian utente non più registrato
commento del 15/09/2015 ore 19:05:33
Adoro il DIY ma sono negato in elettronica...quindi me li faccio fare!
Ultimo acquisto un Sabbath in a box...Sarebbe il pre del Laney Supergroup più un clone del Dallas Rangemaster che Iommi usava come booster...prima o poi ve lo faccio sentire!
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 15/09/2015 ore 21:21:54
Ciao MyFriends!! Non vedo l'ora di ascoltarlo ....ti e' piaciuta la mia scatoletta ?Parlo del guscio ovviamente , l'unica cosa per cui posso vantarmi Eh eh eh !!!
A proposito del "Me li faccio fare" , ti ringrazio del tuo intervento perche' mi dai spunto per fare una considerazione finale !! Io di pedali ho sempre capito poco , mi piace come suonano alcuni altri un po' meno , ma sono per me sempre stati dei congegni per i quali non ho mai speso un granche' ,adesso come adesso mi barcameno tra sacro e profano ossia plug & play e guitarrig :)perche' suonando in casa ,non mi sbatto neanche per collegare quelli che ho (tranne sparute occasioni outdoor) ! Pero' dopo questa esperienza ,se dovessi consigliare tra un clone comprato (es Joyo)e uno che costruisci da te , a parita' di spesa (piu' o meno) consiglierei la seconda opzione ( aldila' del risultato ) ,per diversi motivi:
1 Impari qualche nozione di elettronica
2 Passi delle belle ore.
3 Ci metti del tuo , ossia puoi quantomeno intervenire su aspetti strutturali per migliorarne l'affidabilita'.
4 Impari a rispettare il lavoro di chi produce e di chi passa le notti per progettare questi gioiellini.
Infatti dopo tutto il lavoro svolto , nella fattispecie ,per un banalissimo kit di un banalissimo OD, se volessero comperarlo , ebbene ,sinceramente meno di 150 euro non lo mollerei . Quindi ,quando si decide di farsi fare un pedale da un'artigiano o ci si affida a un Brand di tutto rispetto per avere qualcosa di originale o per il suono che ci piace non c'e' cifra che tenga...ognuno ha quello che gli serve e che vuole ,per l'uso che ne fa' e per il prezzo che puo' spendere...E' COSA BUONA E GIUSTA !!
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 15/09/2015 ore 21:24:05
Un plauso alla redazione di Accordo sempre Rock'n'Roll e Super Partes che al di la' delle sponsorizzazoni ,senza batter ciglio ci permette di argomentare su questi temi che comunque riguardano il nostro mondo chitarristico, rispettando il modo di intenderlo di ognuno !!Grazie Infinite :)
Rispondi
di marchino72 [user #29854]
commento del 16/09/2015 ore 18:18:
Bel lavoro con il case, ma mi sembra di capire che l'involucro in alluminio non lo avvolge interamente.
La funzione del case metallico è quello di proteggere dalle interferenze esterne.
Non è una critica naturalmente al buon lavoro.
Altro suggerimento, se posso, è quello di utilizzare una stazione saldante che regoli la temperatura del saldatore, ed anche di verificare sempre con un tester il valore di resistenze, potenziometri e condensatori (almeno gli elettrolitici) prima di installarli.

Attenzione però: il DYI di fatto è per chi non suona....! :-)
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 17/09/2015 ore 12:10:46
Ciao !! Hai perfettamente ragione , infatti se osservi il video la soluzione originaria prevedeva una quasi totale copertura interna del case. Successivamente pero' mi sono trovato con le filettature dei pot e assolutamente imprendibili , per cui alla fine ho optato per questo compromesso , mettendo in conto una velata di domopack o vernice alla grafite !Pero' ,in preda all'impazienza , ho assemblato prima possibile e via. Comunque non ho sentito alcuna interferenza ed ha un bypass very TRUE! Ottimi suggerimenti grazie ..terro' presente per le prossime volte.
E' vero ...il DIY risulta inversamente proporzionale alle capacita' chitarristiche , pero' chi meglio suona ,a volte, crea orridi mostri con suoni da paura VAN HALEN docet!! :) ,nel mio caso invece avendo toppato come chitarrista , provo a toppare come guitarmaker!! :P
Rispondi
Altro da leggere
La sottile inesistenza del vintage
Il punch degli AC/DC in un pedale
FluxElectrick: envelope e ring in salsa australiana
Jānis.lv Purvs: fuzz al silicio personale e versatile
Suonare in cuffia senza fili: la mia esperienza
Riparazione selletta piezo ponte LR Baggs X-Bridge
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964