DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
È morto Rodolfo Maltese
È morto Rodolfo Maltese
di [user #32606] - pubblicato il

Chitarrista e trombettista, noto per il suo ruolo nel Banco del Mutuo Soccorso, Rodolfo Maltese è morto ieri sera al Policlinico Umberto I di Roma. Nato nel 1947, aveva problemi di salute da tempo, ma si è dedicato alla musica fino all'ultimo.
Perdiamo un altro pezzo del Banco.
Ieri sera è morto a Roma Rodolfo Maltese, chitarra e tromba del Banco e degli Homo Sapiens, nonché musicista eclettico, che ha spaziato dal rock al jazz, potendo vantare collaborazioni di primissino piano.
Non un "guitar hero" probabilmente, ma di certo un grande musicista.

È morto Rodolfo Maltese
gli articoli dei lettori rodolfo maltese
Nascondi commenti     11
Loggati per commentare

di alexis [user #1006]
commento del 05/10/2015 ore 22:40:17
R.I.P
Rispondi
di stono [user #11272]
commento del 06/10/2015 ore 06:58:28
grande Banco... che ricordi. Certo che sono praticamente scomparsi a distanza di poco tempo due elementi del gruppo e Vittorio Nocenzi non so come stia ora... incredibile
Rispondi
di Cosimo [user #2023]
commento del 06/10/2015 ore 09:37:14
RIP
Rispondi
di Mizioman [user #20717]
commento del 06/10/2015 ore 11:18:35
Ciao Rodolfo, che la terra ti sia lieve!
Ho visto spesso i BMS dal vivo, li ho iniziati a seguire dopo l'ingresso di Filippo Marcheggiani e la pubblicazione di NUDO. Li ho visti anche in contesti "dimessi", piccole arene, festival... grandissimi!
E' incredibile la rapida successione di eventi che ha portato via due colonne del gruppo, Di Giacomo e Maltese, per non parlare di Vittorio Nocenzi. Spero possa recuperare.
Mi piace pensare che il Banco lo avrebbe salutato con questa loro canzone:

"Non mi svegliate, ve ne prego,
ma lasciate che io dorma questo sonno,
sia tranquillo da bambino
sia che puzzi del russare da ubriaco.

Perché volete disturbarmi
se io forse sto sognando un viaggio alato
sopra un carro senza ruote
trascinato dai cavalli del maestrale,
nel maestrale... in volo.

Non mi svegliate ve ne prego
ma lasciate che io dorma questo sonno,
c'è ancora tempo per il giorno
quando gli occhi si imbevono di pianto,
i miei occhi... di pianto."
Rispondi
di Jumpy [user #1050]
commento del 06/10/2015 ore 17:40:1
Li ho visti dal vivo diverse volte, l'ultima volta in giugno 2010 a Salerno e già notai Rodolfo Maltese non nella sua solita forma, il viso un po' più stanco e poco sorridente.
Fu comunque un concertone.

Certo, non un ipertecnico o guitar hero noto al grande pubblico... ma gli ho visto mescolare con stile unico, classica, jazz, rock e folk.
Altra cosa che mi colpì fu l'estrema semplicità e praticità della strumentazione: Parker fly de luxe (da cui tirava fuori anche dei suoni acustici) e POD... basta... nient'altro.
In barba a chi si porta dietro 6 chitarre, muri di casse e frigo-rack :P
Rispondi
di oTTovonkraun [user #33775]
commento del 07/10/2015 ore 00:38:23
Non ho parole.
Un altro pezzo di me, delle mie certezze musicali che se ne va.
Dopo la scomparsa di Francesco Di Giacomo e il guaio capitato a Vittorio Nocenzi,
credo che il Banco del Mutuo Soccorso sia arrivato al capolinea.
Sigh :-((
Rispondi
di uzik [user #25323]
commento del 07/10/2015 ore 12:22:33
Un Musicista di assoluta grandezza. Dotato di grande sensibilità e raffinatezza, lo ha sempre contraddistinto il saper cavalcare in maniera sublime generi musicali differenti. Dalla classica al blues, passando per jazz e rock. Tra le tante occasioni per ammirare il suo talento vi consiglio di sentire l'overture di "Moby Dick" live. Note di grande raffinatezza che dipingono di blues un pezzo simbolo del BMS.

Ho parecchia amarezza, però. Parecchia. Vedere qui riportata la notizia della sua scomparsa e ...nulla di più. Non un articolo dedicato, non un focus sul suo stile, non uno stralcio di un suo arrangiamento o analisi del suo stile. Solitamente per molte "mezze patacche da baraccone" si fa molto di più. Insomma, mi dispiace vedere che un grande Musicista da più di 40anni sulle scene e ricco di approfondimenti interessanti sia un po' così sorvolato. Spero di sbagliarmi e che la redazione stia preparando qualche cosa. Anche solo per omaggiare il grande Rudy.
Rispondi
di Rothko61 [user #32606]
commento del 07/10/2015 ore 12:29:27
Ciao.
Mi spiace tu sia rimasto amareggiato. Tuttavia, devo precisare che io non faccio parte della redazione di Accordo.
Appena ho letto la notizia ANSA sulla scomparsa di Rodolfo, ho scritto due righe per portare a conoscenza tutti, in tempi rapidi, della grave perdita per la musica italiana.
E la redazione di Accordo ha pubblicato la mia nota in tempi rapidissimi (più del solito), comprendendo che era il caso di dare risalto alla notizia.
Non so se la redazione abbia intenzione di preparare un approfondimento su Maltese, ma sono certo che se volessi farlo tu, troveresti spazio adeguato sulle pagine di Accordo.
Rispondi
di uzik [user #25323]
commento del 07/10/2015 ore 13:31:12
Ciao,
Infatti a te va il merito di aver riportato la notizia. Lo so che non fai parte della redazione di Accordo e comunque non intendo far alcun tipo di polemica soprattutto perchè il post che giustamente hai aperto tu parla della scomparsa di un grande artista e non delle mie eventuali polemiche, che comunque non sussistono. Ho esplicato un dispiacere, spero temporaneo, nella speranza che si stia preparando un giusto omaggio a Rudy.
Rispondi
Loggati per commentare

di BBSlow [user #41324]
commento del 07/10/2015 ore 13:34:17
La chitarra di Maltese è stata un bel pezzo di storia del rock italiano, così come lo sono le composizioni del BMS. Non aveva dalla sua gli spot e i lustrini forniti da critici compiacenti, ma sapeva trovare le sonorità e le note adatte a qualsiasi brano (e il BMS di stili ne ha praticati parecchi, in quarant'anni...).
Ad avercene... E invece, purtroppo, se ne vanno.
Rispondi
di Jumpy [user #1050]
commento del 10/10/2015 ore 18:27:23
Io rimasi letteralmente di stucco quando ascoltai questo:

vai al link

Perfettamente a suo agio e virtuoso anche in un contesto ben lontano dai BMS.
Rispondi
Altro da leggere
La sottile inesistenza del vintage
Il punch degli AC/DC in un pedale
FluxElectrick: envelope e ring in salsa australiana
Jānis.lv Purvs: fuzz al silicio personale e versatile
Suonare in cuffia senza fili: la mia esperienza
Riparazione selletta piezo ponte LR Baggs X-Bridge
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964