CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Electro-Harmonix Double Muff
Electro-Harmonix Double Muff
di [user #20706] - pubblicato il

Il Double Muff racchiude due Muff Fuzz identici e li trasforma in uno stompbox privo di controlli di gain e toni, ma con tutta l'aggressività del rock anni '70 con due volumi che lavorano in modo organico con il tocco del musicista e con il resto della strumentazione.
Come il nome suggerisce, l'Electro-Harmonix Double Muff è costituito da due circuiti identici, messi in cascata. Ciascuno replica di un effetto storico della casa: il Muff. No, non il Big Muff, che tutti conoscono, clonano, con le sue mitologie annesse. Sto parlando di un pedale molto più antico, uno dei primi di Electro-Harmonix, anno 1968, che originariamente era da attaccare dritto nel jack della chitarra e al quale bisognava collegare il cavo: in sostanza era un non-pedale.

Electro-Harmonix Double Muff

Parliamo di un overdrive con un solo controllo di volume, che sul Double Muff troviamo duplicato, quindi. Troviamo anche uno switch per attivare un Muff singolo o entrambi. Tutto qui.

Il punto fondamentale per capire e domare l'effetto è che è uno dei più sensibili in assoluto al variare di volume e pennata: non avendo un controllo di gain, va praticamente gestito con volume strumento e tocco. E quando dico "sensibile" intendo davvero sensibile: parliamo di pochi gradi di rotazione sulla manopola del volume per trovare uno sweet spot appagante.

Ha un timbro molto vintage, medioso, quasi nasale. Il suono sul sito è descritto come da "cono rotto" ed effettivamete l'overdrive/fuzz è grezzo, slabbrato, ma incredibilmente personale ed espressivo. Unite un sustain basso e avrete un effetto ottimo per riff rabbiosi, ma a portata di mano c'è una timbrica più fuzz, basta aprire poco il volume o pestare di più sulle corde.
Se si inserisce il secondo Muff, il tutto diventa più corposo, con molto più gain, ma sempre con la stessa sensibilità al volume in ingresso.
I due volumi interagiscono in questa modalità, con quello "a monte" che tende a gestire un po' la saturazione e quello "a valle" più il volume, ma non prendiamoli per gain e level. Comanda sempre il volume dello strumento, anche se ora siamo nel campo del gain da assolo, volendo.


Quello che a me piace è il suono unico, rozzo e grezzo, molto sixties, da Stooges o da garage rock, che cambia forma al tocco. Non avendo sustain come il Big Muff (che non amo, troppo invadente) ma esaltandosi sui picchi di volume, chiama la pennata nervosa e un po' rude, lo strapazzamento.
Paragonato con un Fuzz Face, ha più medie, è più chiaro come timbrica, molto meno gain e un fuzz con una grana meno regolare, più organica.

Essendo un effetto con circuiteria disegnata negli anni '60 ha dei sincretismi tutti suoi: quasi ogni pedale messo a monte ne altera il suono, facendo sparire le medie e le basse, a causa dell'impedenza in ingresso. Va messo come primo pedale, categoricamente.

Esiste in due varianti. Quella più vecchia, che io posseggo, è nella classica enclosure a "fetta di formaggio", un po' grossa, ma caratteristica. Ora lo fanno nel formato mini, pare suoni uguale, e pur essendo un po' anonimo salva spazio in pedaliera e abbandona l'alimentazione a jack maschio che è presente anche sul Big Muff.

Electro-Harmonix Double Muff

In ogni caso, anche alimentato a batteria, ha un consumo bassissimo, con durate di decine di ore.

Insomma, in un mondo di pedali boutique ultracostosi e ricercati, qua c'è un suono caratteristico e incredibilmente reattivo per un prezzo ridicolo.
Unico rammarico: avrei gradito avere lo switch per attivare il secondo Muff non nella forma che è presente ma attivabile col piede, e non escludo la modifica prima o poi.
double muff effetti e processori electro harmonix
Mostra commenti     8
Altro da leggere
Rubber Soul: combo british in scatola
Preamplificatori da sogno: Rockett Revolver
Switchblade Pro: somma, commuta, inverti con uno switch
Looperboard: loop station avanzata da HeadRush
Slö: riverbero Multi Texture
Anche Way Huge nella guerra dei Klon
Seguici anche su:
News
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing
Ha inizio la settimana del Namm 2019




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964