CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Cesareo: versatilità, studio e storie tese
Cesareo: versatilità, studio e storie tese
di [user #116] - pubblicato il

Gli Elio & Le Storie Tese sono degli acrobati del pentagramma; da sempre si divertono a giocare e mescolare tra loro generi e stili musicali differenti e lontanissimi. Cesareo ci racconta il suo lavoro alla chitarra e di come si prepara per affrontare pezzi che spaziano dal rock al reggae, passando per il latin e l'heavy metal.
Gli Elio & Le Storie Tese sono una situazione musicale che mi mette sempre nella condizione di dover studiare. Siamo quattro personalità che sicuramente hanno dei punti in comune; a tutti piacciono, per esempio, i Beatles e i Deep Purple. Ma ognuno di noi coltiva degli interessi musicali unici, degli ascolti che non necessariamente condividono anche gli altri. A me piace il Southern Rock, a un altro di noi la musica dei Genesis, Elio adora Zappa. Così, nella scrittura e nell’arrangiamento dei brani, capita che ognuno peschi dalle sue passioni e che quindi arrivino degli input e delle proposte stilistiche che magari mettono il resto della band nella condizione di dover affrontare qualche stile musicale che non è propriamente suo. 


Mi viene, per esempio, in mente “La Canzone Mononota” nel cui finale ci abbandoniamo in una Salsa scatenata, che dovevamo tra l’altro suonare live sul palco di San Remo. Quello è stato un caso in cui sono dovuto andare a documentarmi, ad ascoltare e capire le caratteristiche di quel genere. Perché, quando affronti un nuovo genere, la prima cosa da fare è ascoltare e capire le peculiarità che lo fanno girare e funzionare in un determinato modo. Se non entri in un genere, allora sì che le difficoltà esecutive possono farsi davvero impegnative. Vale per i generi musicali tecnicamente più impegnativi come l’heavy metal ma anche per quelli apparentemente più semplici come il reggae. La difficoltà, quindi, non è tanto quella di eseguire del materiale tecnicamente e meccanicamente difficile, quanto capire e assimilare le caratteristiche di un genere per riuscire a suonarlo in maniera credibile. Difficoltà che, ovviamente, si risolvono in una sola maniera: studiando e preparandosi.



cesareo grazie per la domanda lezioni
Link utili
Il sito di Elio e Le Storie Tese
I plettri di Cesareo
La pagina di Cesareo sul sito Ibanez

Nascondi commenti     3
Loggati per commentare

di francescobonetti.94 [user #44236]
commento del 23/11/2015 ore 19:05:44
Bell'articolo!
Ho una domanda però: nell'approcciarsi ad un nuovo genere, quali sono i metodi per lo studio? Ad esempio, mi piacerebbe molto cominciare a suonare chitarra jazz e capirne i fondamenti di armonia e provengo da anni in cui ho suonato pop-rock anni '80 come anche anni recenti: da dove cominciare?
Grazie
Rispondi
di 7cordista utente non più registrato
commento del 23/11/2015 ore 21:20:45
Fantastico articolo. La versatilità sta nella testa e nelle mani del musicista, non nella sua strumentazione.
Rispondi
di Capra_Poliuretanica utente non più registrato
commento del 23/11/2015 ore 21:34:40
Ecco! La salsa scatenata... genere in cui la chitarra scarseggia per non dire che proprio manca del tutto.
Come hai fatto in questo caso?
Rispondi
Altro da leggere
"Mixo Sweep Lick" di Luca Colombo
Intervista a Cesareo: tecnica, feeling e uno Zoom nel borsello!
Tony MacAlpine: Sweep & Tapping da morire...
Paul Gilbert - surrogato blues per un Re
Tosin Abasi: esercizi sugli arpeggi
Marco Sfogli: Modern Sweep
Luca Colombo: svisata Funky Rock
Cesareo: quanto studiare
Cesareo: uscire dalla stanzetta
Cesareo: mille sfumature di chitarrismo perduto
Cesareo: mai fidarsi del batterista
Cesareo: due chitarre in un pollaio
Cesareo: bisogna ascoltarsi
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
PianoVision: impara il piano nel metaverso
Gibson vince su Dean: la Flying V non è uno shape generico
La chitarra torna protagonista con “Kill or be killed” dei Muse
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Paul Gilbert: “Perché modificare una chitarra perfetta? Per farla s...
Guitar hero: la mia Top10
Il viaggio infinito e la Top5 dei desideri
La scena EPICA della BC Rich in Stranger Things 4
Un chitarrista, cinque contraddizioni
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964