DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Scie chimiche, illuminati e Al Quaeda? Mettiamoci anche Gibson
Scie chimiche, illuminati e Al Quaeda? Mettiamoci anche Gibson
di [user #17844] - pubblicato il

Le innovazioni del catalogo Gibson 2015 sono state tra gli argomenti di discussione più quotati online e non. Nel 2016 l'azienda cambia ancora direzione, annuncia le linee parallele Traditional e High Performance e già scatena teorie del complotto.
Cosa hanno in comune Gibson, gli estremisti islamici, il Nuovo Ordine Mondiale e i programmi di controllo metereologico? Proprio un bel niente, se non il trovarsi al centro di storie a volte un po' troppo ricamate, forse con un fondo di verità, forse favole belle e buone. Ma, come si dice, facciamo un passo indietro.

Anno 2015, Gibson USA traccia un taglio netto con la tradizione. Dismette di colpo la produzione classica in favore di una del tutto innovativa, sicuramente appetibile per una buona fetta di chitarristi ma che lascia interdetti gli amanti della tradizione, fino a portarne alcuni a "gridare al tradimento".
La linea prevede meccaniche automatizzate di serie, tastiere più larghe con binding non più sopra i bordi dei fret, capotasti in metallo e una nuova custodia in alluminio. Chi vuole una Gibson con tutte le caratteristiche classiche deve rivolgersi al dipartimento Custom con un esborso notevolmente superiore a quello necessario per portarsi a casa una USA. C'è chi crede che i grandi capi giù a Nashville siano impazziti. La nuova condotta, però, è destinata a durare poco.

Scie chimiche, illuminati e Al Quaeda? Mettiamoci anche Gibson

I mesi passano ma il web continua a discutere. Quelle chitarre sono sulla bocca di tutti ancora un anno più tardi, quando Gibson alza il sipario sulla serie 2016.
Stavolta tornano tutti i modelli originali, con qualche immancabile chicca inedita ma anche con tutti i canoni di casa Gibson di nuovo al proprio posto. Tornano le meccaniche vintage, gli intarsi acrilici, il manico dello spessore originale e il capotasto plastico, nello specifico in TekToid.
A ben vedere le particolarità della linea 2015 non spariscono, ma diventano ora un'opzione, parte di una nuova fascia denominata HP: High Performance. A tutte le innovazioni introdotte l'anno scorso, questa aggiunge anche tacchi del manico smussati. Non mancano particolari di pregio come jack con contatti dorati e intarsi in vera madreperla. Anche la custodia è diversa: per i modelli che ne prevedono una rigida, alla classica nera si affianca una valigia metallizzata.
Chi desiderasse una Gibson "come la facevano una volta" può ora rivolgersi alla fresca battezzata linea Traditional, da non confondere con il modello Traditional, che non sparisce dal catalogo e si divide - come gli altri - in Traditional T (Traditional... Traditional) e Traditional HP (Traditional High Performance). Curioso.
Comunque sia, i fanatici del vintage hanno di nuovo le loro chitarre storicamente corrette e gli innovatori possono ancora scegliere uno strumento "diverso". Tutti sono contenti.

Scie chimiche, illuminati e Al Quaeda? Mettiamoci anche Gibson

Se si analizza ciò che è successo, però, viene da chiedersi alcune cose. Innanzitutto, se Gibson abbia cambiato idea in corso d'opera, se si sia accorta di aver fatto un passo falso analizzando eventuali dati di vendita o se abbia solo voluto ascoltare le richieste dei propri fan più accaniti.
Conclusa la stagione 2015, una cosa è sicura: certi chitarristi che mai avrebbero imbracciato una Les Paul vecchio stampo hanno imparato, nel corso dell'anno, a conoscere un universo differente fatto di innovazioni audaci unite a suoni storici. Così un nuovo pubblico volge lo sguardo verso Gibson, forse per la prima volta. Ancora, viene da chiedersi se non fosse questo lo scopo degli alfieri del mogano-acero: aprirsi a nuovi mercati, a costo di sacrificare un bacino d'utenza già consolidato nei decenni.
Una politica del genere potrebbe apparire rischiosa, avrebbe potuto allontanare più musicisti di quanti non ne avrebbe conquistati. Ma anche qui si può fare una considerazione.

Alcuni anni fa, Paul Reed Smith è stato a Napoli per presentare nuovi modelli al pubblico.
Durante l'incontro avvenuto in un noto negozio del posto, qualcuno chiese a Paul perché la tanto amata Custom 22 fosse sparita dal catalogo. Senza scomporsi, il liutaio del Maryland ammise che le vendite erano calate e quindi era stata ritirata, ma non era una scelta definitiva: l'obiettivo era renderla di nuovo desiderabile proprio a causa della sua assenza dai listini per poi reintrodurla qualche anno più avanti. "Così va il mercato, domanda e offerta, e se la domanda scarseggia la crei" spiegava col massimo candore. Così è stato e la Custom 22 è tornata con una nutrita lista di varianti e reinterpretazioni più o meno classiche, tutte capaci di incuriosire gli amanti del marchio PRS.

Scie chimiche, illuminati e Al Quaeda? Mettiamoci anche Gibson

Con l'interruzione della linea tradizionale per un anno, Gibson potrebbe aver spronato - volontariamente o meno - il desiderio di portarsi a casa una chitarra come quelle fatte in passato, mentre con la presentazione di strumenti del tutto diversi avrebbe potuto solleticare in modo efficace se non addirittura un po' forzato le voglie di un mercato inesplorato o stimolare un'audience ormai annoiata dai classici: i proverbiali due piccioni con una fava, per i quali avrebbe programmato fin dall'inizio tutta una manovra durata due anni. Oppure sono solo congetture al pari di certe teorie del complotto. Di questi tempi, è meglio andarci piano e parlare per condizionali.
chitarre elettriche gibson
Link utili
Il listino Gibson 2016
Mostra commenti     35
Altro da leggere
La Music Man Kaizen di Tosin Abasi in video
Jeff Beck e la Fender Strat 1957 in video
Come dev'essere la TUA chitarra?
SHG 2022 Vintage Vault: il mito di Wandrè
Spoiler: a Natale tutto sulla Stratocaster
SHG 2022 Vintage Vault: Flavio Camorani & Michela Taioli
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964