DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Come utilizzare il boost a fine catena
Come utilizzare il boost a fine catena
di [user #17844] - pubblicato il

C'è un posto ben preciso della pedaliera in cui si consiglia di piazzare il booster, ma non tutti hanno ben chiaro perché bisogni farlo. Ecco cosa succede al segnale se un clean boost è posizionato prima o dopo lo stadio di gain, ed ecco come risolvere i principali imprevisti legati al suo uso.
A volte prendiamo per buone delle indicazioni che ci vengono date, senza realmente comprenderne i motivi e capire cosa potrebbe accadere se non seguissimo alla lettera quei consigli.
Col Floyd, le corde vanno cambiate una alla volta. Il valvolare non va acceso se non ci hai collegato prima la cassa. Il booster deve andare a fine catena. Ecco. Ma perché deve? Cosa accadrebbe se lo piazzassimo in un punto diverso?

Il posizionamento degli effetti in pedaliera è solo in parte una questione di gusti. A volte, sono delle precise necessità tecniche che ci spingono a mettere uno stompbox prima o dopo determinati altri pedali, come può accadere nel caso dei fuzz, dei buffer o dei booster.

Come utilizzare il boost a fine catena

Il booster è un piccolo preamplificatore il più delle volte pensato per suonare in maniera più trasparente e lineare possibile. La stragrande maggioranza dei chitarristi non vuole che alteri il loro suono, ma ne hanno bisogno unicamente per una spinta extra in volume, con cui uscire durante un assolo. Spesso, ci sentiamo consigliare di collegarlo a fine catena, o comunque dopo gli overdrive, e ci fidiamo. Oltre a fare le cose per bene, però, sarebbe necessario capire perché le si fa, anche solo per sommi capi, così da poter fronteggiare eventuali emergenze e situazioni impreviste con una certa logica, anziché per un dogma.
Una dimostrazione pratica vale più di mille parole e quindi, sfoderato il piccolo Vinteck Buff n Boost, ho provato a far ascoltare le differenze che intercorrono tra un booster usato prima e dopo uno stadio di gain, a parità di settaggi, e ho poi cercato di schematizzare a grandi linee ciò che accade al segnale nei due casi, e perché si dovrebbe preferire un'impostazione all'altra.



Comprendere come funziona davvero il concetto di headroom (o, come chiamato nel video, il "tetto"), saturazione e lo spazio di manovra che vi è legato può tornare utile a risolvere alcuni problemi legati alla disposizione degli effetti e a capire come mettere in pratica il suono che si ha in testa anche quando si verifica qualche imprevisto.
A volte infatti, anche se piazzato a fine catena, un booster non spinge quanto ci aspettavamo. Lì entra in ballo un ultimo anello talvolta erroneamente non preso in considerazione: il preamplificatore dell'ampli. Anche lui può saturare e scontrarsi con quella soglia oltre la quale non è più capace di offrire altro volume, ed è per questo che in casi simili si consiglia di piazzare il booster in send return, cioè in un punto del circuito posizionato appena dopo il preamplificatore e appena prima del finale, dove il booster può ancora spingere il segnale per un bel tratto, fino a raggiungere il massimo livello di sopportazione previsto dalla potenza del finale.
Se anche questa non fosse sufficiente, beh, non resta che comprare un ampli più potente!
buff n boost effetti e processori vinteck
Link utili
Dove mettere il buffer in pedaliera
Dove mettere il fuzz in pedaliera
Nascondi commenti     45
Loggati per commentare

di Sykk [user #21196]
commento del 11/09/2016 ore 07:50:09
un consiglio ai produttori di booster, se mettete una manopola chickenhead come quella del booster in foto, mettete anche una scala graduata con una ventina di tacche.
Rispondi
di marchino72 [user #29854]
commento del 11/09/2016 ore 09:19:42
Pare che SRV usasse due od TS in serie... perché?
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 11/09/2016 ore 09:49:50
Due overdrive in cascata possono essere usati in molti modi: puoi usare il primo come vero e proprio overdrive e il secondo con gain basso e volume impostato più alto a fare da booster o, viceversa, puoi impostarli entrambi con un certo livello di gain in modo da avere più saturazione a disposizione. In ultimo, ogni overdrive ha una voce ben precisa (il Tubescreamer per esempio è famoso per i medi evidenti), e metterne più in catena offre nuove sfumature sommando le equalizzazioni di ognuno.
Rispondi
di lbaccarini [user #14303]
commento del 11/09/2016 ore 10:43:19
ma il gatto non ti graffia il tolex? il mio ci provava...
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 11/09/2016 ore 13:25:1
Il tolex non tanto... ma vorrei farti vedere la grata frontale del mio povero combo :D
Rispondi
di lbaccarini [user #14303]
commento del 11/09/2016 ore 22:12:07
devi comprare le forbicine per le unghiette!
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 12/09/2016 ore 01:58:04
Quello mai! Troppa paura di fargli male... o di ferire il suo orgoglio felino (anche se è ironico da dire dopo averlo castrato :D )
Rispondi
di asar [user #29402]
commento del 14/09/2016 ore 17:49:14
Oltre a fargli male se l'unghia viene tagliata troppo corta, notai, tagliando le unghie ad un gatto che avevo anni fa, che quando ricrescevano erano più robuste e "micidiali"...
Poi riuscii a salvare tolex e divani mettendogli a disposizione un bravo tira graffi.
Rispondi
di JFP73 utente non più registrato
commento del 11/09/2016 ore 13:05:4
Dipende da come setti il booster. Se moderato va benissimo nell'input per dare un po' di ciccia a dei pick up magari delicati ma con poca spinta
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 11/09/2016 ore 13:23:33
Con questo commento hai anticipato il tema di un futuro articolo :D
Sto sperimentando da un po' col Buff n Boost e lo sto usando con piacere a inizio catena proprio per sfruttare la sua funzione di buffer e, al contempo, incicciottire alcune chitarre dall'output un po' meno consistente!
Rispondi
di JFP73 utente non più registrato
commento del 11/09/2016 ore 13:52:24
Ops .... scusa :D
Rispondi
di dantrooper [user #24557]
commento del 11/09/2016 ore 16:09:2
stavo per consigliarti di usare così il vinteck, come ho fatto con altre persone xD
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 11/09/2016 ore 16:12:25
Per come sta dimostrando di saper fare il suo lavoro, ottimo consiglio!
Rispondi
di dantrooper [user #24557]
commento del 11/09/2016 ore 16:30:04
tra l'altro, piccolo appunto personalissimo tratto dalle esperienze empiriche con vari clean boost, il vinteck è quello che lavora meglio in input; io adoro anche il boost della seymour duncan, ma per il "lavoro" di cui stiamo parlando il vinteck è il più adatto.
Rispondi
di asar [user #29402]
commento del 14/09/2016 ore 18:05:31
Incicciottire ed equalizzare "a mo' di HB o P90" il mitico single coil al ponte di Strat e Tele varie da impiegare in distorsione, tanto per fare un esempio.
A me sembra che il booster possa essere impiegato ottimamente sia prima che dopo gli effetti.
Un circuito preamplificatore come quello di un booster, però, se concepito per interfacciarsi direttamente con la chitarra, potrebbe non essere a suo agio ricevendo segnali che, oltre ad essere stati processati, siano stati anche preamplificati.
Rispondi
di sidale [user #29948]
commento del 11/09/2016 ore 14:32:14
E faccelo sentire il Gwin tirato per il collo!!!;)
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 11/09/2016 ore 14:36:01
Ci ho provato una volta sola e ho rischiato il linciaggio da familiari e vicini! Ma appena mi decido a concretizzare una specie di iso-cab che ho in mente...
Rispondi
di LandShark [user #44835]
commento del 11/09/2016 ore 14:41:55
Dico pure la mia. Io uso un Pickup Booster di Seymour Duncan ad inizio catena per dare più corpo ai vecchi single coil della Strato e sfruttarlo anche come buffer e un eq a 10 bande MXR come booster dopo le distorsioni o nel sr dell'ampli prima degli effetti di modulazione. Ultimamente sfrutto anche la funzione "Solo" del Gurus Double Decker.
Rispondi
di phunkabbestia [user #42918]
commento del 12/09/2016 ore 05:52:03
chitarristi e quindi tamarri... ma va a farti un giro và!
Rispondi
di phunkabbestia [user #42918]
commento del 12/09/2016 ore 05:52:0
chitarristi e quindi tamarri... ma va a farti un giro và!
Rispondi
di Benedetto utente non più registrato
commento del 12/09/2016 ore 08:14:34
Complimenti per l'articolo, volevo chiederti se questo pedale vinteck buff'n boost può essere alimentato a 18volts oppure solo 9 e 24?
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 12/09/2016 ore 08:19:1
Ciao, grazie!
Puoi dargli da 9 fino a un massimo di 24 volt: più la tensione cresce, più lineare e ampia è l'escursione in volume.
Rispondi
di FrankieBear [user #29169]
commento del 12/09/2016 ore 08:54:25
Carino l'esempio del gatto nella bottiglia :-D

un solo appunto, circa il booster nel s/r:
stando alla mia (non enorme in realtà) esperienza a riguardo, i clean boost, ovvero quelli che hanno in pratica una manopola per il level, funzionano bene in S/R, ma se hai un booster con eq e magari anche una manopola gain, la cosa potrebbe non funzionare.
avevo, tempo fa, il mini spark della tc electronic, unica manopola, era perfetto per creare i canali lead (ovviamente sia sul distorto che sul clean) aumentando semplicemente il volume.
poi sono passato alla versione ...non mini, che ha anche regolazione per acuti, bassi e gain: messo in s/r non riesce minimamente a gestire la distorsione dell'ampli e ne spompa gain e volume.. mai capito perchè, ma così è..

non è che il buon RozzoAristocratico ha spiegazione anche per questo?? ;-)
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 12/09/2016 ore 11:10:08
Bella domanda! Potrebbe dipendere dagli stessi filtri di equalizzazione del pedale, che magari tagliano in maniera sgradevole le parti di suono che invece vorresti preservare, o dal loop effetti dell'ampli, forse non impostato sul livello giusto di dB per inserirci pedali del genere o forse parallelo e regolato per non avere troppa influenza da parte di ciò che ci inserisci, quindi hai l'impressione che non funzioni come dovrebbe... ma sono solo supposizioni. La cosa curiosa è che TC consiglia tranquillamente di usare lo Spark nel loop effetti, ma non sei il primo a lamentarsi del risultato che si ottiene facendolo!
Rispondi
di FrankieBear [user #29169]
commento del 12/09/2016 ore 11:50:10
mi sembra più verosimile la prima ipotesi, dal momento che su due ampi diversi (prima il peavey classic, ora una tube meister) ha lo stesso problema, in entrambi casi, inoltre, il loop è seriale e con il minispark che non ha eq e gain, al contrario, non ci sono problemi.

anche io ricordo che nel video di presentazione di casa tc si parlava della possibilità di metterlo nel loop, ma non l'avevano fatto ;-)
Rispondi
di francescolomunno [user #38311]
commento del 12/09/2016 ore 10:16:2
E se invece nei soli serve aumentare sia il gain sia il volume? Parlo della situazione "tamarro anni '80", che poi è la mia, cioè jcm800 monocanale già saturata per la ritmica
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 12/09/2016 ore 11:19:36
In quel caso potresti provare a inserire un leggero overdrive nel loop per dare una spinta di volume e aggiungere anche un pizzico di gain (i pedali simil Centaur, per esempio, sono ottimi per dare un suono "da assolo" con una bella riserva di volume e con appena un po' di saturazione extra), ma il risultato non è assicurato...
Però, potresti pensare a una soluzione un po' atipica, di tipo sottrattivo. Oltre al classico pedale volume, esistono delle scatolette passive che ti attenuano il segnale a uno step impostato attraverso una manopola: potresti impostare il tuo suono per gli assolo fin da subito e poi usare una di quelle per attenuare il segnale fornito all'ampli e passare così ai suoni ritmici meno "pompi". In un certo senso, è quello che si fa da sempre nel rock-blues quando si dosano i livelli dal volume della chitarra, solo più comodo.
Rispondi
di francescolomunno [user #38311]
commento del 12/09/2016 ore 11:30:30
La prima soluzione è da provare, io finora ho usato un equalizzatore (boss ge7) con enfasi sui medi e level al massimo, nell'input sortisce un buon effetto, "buca" di più il mix e aumenta il gain, solo che non aumenta troppo il volume, quindi nelle situazioni con 2 chitarre non è il massimo; nel loop aumenta il volume ma non il gain. Per la seconda soluzione...non so, non credo di riuscire ad ottenere suoni lead convincenti solo con l'ampli rimanendo a volumi umani, a meno di non usare un attenuatore
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 12/09/2016 ore 11:39:06
In questo caso potresti usare un overdrive esterno nell'input, ma regolato sempre con una logica sottrattiva: invece di creare il tuo suono ritmico con l'ampli e poi attivare il pedale per cercare di raggiungere il lead, potresti usare la saturazione dell'ampli insieme al pedale fin da subito per creare il tuo suono lead come prima cosa, distorto quanto preferisci e col volume giusto, e poi cercare a ritroso l'equilibrio sul volume dell'overdrive per fare in modo che, una volta disattivato, ti permetta di tornare a una condizione da chitarra ritmica. Forse dovrai scendere a qualche compromesso e accettare una ritmica magari un po' spompa ma, se hai già un overdrive per le mani, potresti fare qualche esperimento in questo senso...
Più comodo ancora potrebbe essere un overdrive a due canali: ne imposti semplicemente uno bello spinto in modo che contribuisca insieme al tuo ampli a creare il suono lead che hai in mente, e uno un po' più delicato, con meno volume e gain, così da tarartelo sul tuo suono ritmico di sempre.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 13/09/2016 ore 15:37:18
Per aumentare il gain un boost dopo la chitarra, per aumentare il volume un boost nel s/r.
Per il primo consiglio un boost tipo il Rangemaster, per il secondo un clean boost ovviamente.
Potrebbe essere che con il primo ti aumenti anche il volume, in quel caso potresti optare per un od trasparente o comunque un pedale con gain e volume.
Rispondi
di my_prince [user #16856]
commento del 12/09/2016 ore 10:17:20
Io avevo un Tc elettronics (non proprio clean) che era solo booster e lo tenevo in fine catena o nel s/r; comodo, ma lo usavo poco, anche perché incupiva un po' il suono...
Ora sto usando un Masotti white che, come quello del test, è anche buffer; in realtà l'ho preso principalmente per il buffer e, proprio perché deve stare ad inizio catena per preservarmi il suono, il suo uso come booster è un po' falsato e lo uso solo per dare spinta ai pickup della tele, ma diventa veramente inutile quando suono con la Les Paul!
Rispondi
di xstrings utente non più registrato
commento del 12/09/2016 ore 14:57:
Possiedo anche io il vinteck ed è successa una cosa che non so spiegare, magari qualcuno saprà illuminarmi.
Se inserisco il Buff n Boost in send/return e dopo gli effetti di ambiente e modulazione si crea un fruscio abbastanza avvertibile, messo invece prima ciò non accade.
Premetto che in send return tengo il Vinteck ed uno Zoom Ms70cdr.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 12/09/2016 ore 15:20:09
Ottimo articolo, come sempre quando vai sul "tecnico per tutti".
Ciao
Rispondi
di AlexEP [user #35862]
commento del 13/09/2016 ore 11:41:05
Vi lascio la mia esperienza. Uso amplificatore Fender, niente send-return, tutti gli effetti davanti. Il boost, Tc electronics, lo metto davanti a OD e Muff per dare più botta al suono.
Rispondi
di Claes [user #29011]
commento del 14/09/2016 ore 15:59:31
La logica del booster originale era di poter aumentare gain e grinta per il preampli - tipicamente a fine catena e si comporta da controllo di volume aggiuntivo in quello che si manda al pre. In un mixer è esattamente l'opposto! Il gain è a monte e aggiusta quello che va al resto della catena EQ, S/R e fader, però senza introdurre alcuna distorsione su picchi. Con molti effetti e catena lunga la faccenda si complica! Ben venga questo articolo e i molti commenti in pagina. È forse più facile usare un tipico OD per quel boost extra per assoli. Bisogna cmq tener conto che un booster a monte va tarato con il resto della catena coi volume di singoli pedali e che a valle introduce fruscio. Io sono "alla vecchia maniera" - il controllo di volume sulla chitarra fa da booster, ma neanche questo è del tutto ottimale...
In ogni caso bisogna regolare le cose in modo di avere un sound perfetto quando a manetta sull'ampli con booster in azione e regolare il volume dei pedali in catena. Da tenere in mente è che un pedale non deve essere sovvracaricato di volume in entrata neanche se distorsore.
Rozzo ha spiegato le cose per bene - il booster è veramente uno dei pedali più difficili da usare!!!
Rispondi
di ponteinterrogativo [user #36175]
commento del 13/11/2016 ore 03:07:07
'' Da tenere in mente è che un pedale non deve essere sovvracaricato di volume in entrata neanche se distorsore. '' . Perchè ?
Rispondi
di TidalRace [user #16055]
commento del 15/09/2016 ore 15:25:4
Non sempre inserire un booster nel send-return ci porta al risultato sperato. Ci sono amplificatori valvolari che hanno bisogno di un grande segnale per raggiungere la loro massima potenza indistorta e a volte un pedale booster alimentato a 9 volt non ha sufficiente voltaggio d'uscita. Se poi vogliamo sfruttare la saturazione del finale occorre un segnale ancora più forte. E' per questo che pedali come il Vinteck permette di essere alimentati fino a 24V che dovrebbero garantire un range di valori di circa 22 V picco-picco.
Rispondi
di gylly [user #36157]
commento del 16/09/2016 ore 07:12:29
"Perché bisogni farlo"... vabeh.
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 16/09/2016 ore 07:40:1
?
Rispondi
di CHALKIE [user #13556]
commento del 16/09/2016 ore 09:12:48
Io ho un nano booster elektroharmonix ma non riesco a cavarci niente. E` vero che dopo il distorsore alza molto il volume, pero` il suono diventra piu` secco con molto meno drive e meno sustain, elementi essenziali per un solo hard rock. Messo prima migliora il suono ma non si alza il volume. Nel s/r dell`ampli non fa altro che sporcare il suono. Sicuramente influira` il fatto che suono su un 20 watt valvolare a 3/4 del volume e subentrera` la soglia del pre e forse anche quella del finale, ma e` questo smagrimento del suono col boost dopo il distorsore che non riesco a capire
Rispondi
di marcos7611 [user #45247]
commento del 16/09/2016 ore 11:00:3
il mio boost Rc rende solo se lo metto nel send /return se no e' come non averlo
Rispondi
di BigBangMuff [user #45511]
commento del 16/09/2016 ore 18:45:27
Che bell'articolo. Mi sta ispirando.
Rispondi
di gerlop [user #44005]
commento del 16/09/2016 ore 21:35:08
fin troppo scontato ma comunque utile per i neofiti
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308]
commento del 21/09/2016 ore 16:35:02
Io ne uso due da me costruiti, uno pre distorsioni per incrementare le saturazioni e uno finale per aumento volume di linea. Hanno però circuiti diversi, il primo studiato per lavorare in modo diverso a seconda di cosa si voglia ottenere, ovvero con regolazione di Gain e volume, taglio alti e un pot selettore per decidere il tipo di saturazione (germanio, silicio ibrida o senza). Il secondo è lineare e basato su operazionale visto che deve cambiare il meno possibile la pasta sonora, infatti ha una sola manopola.
Rispondi
di Aleanimazione1 utente non più registrato
commento del 17/09/2020 ore 18:20:15
Stai descrivendo la differenza tra un booster e un pre.
Rispondi
Altro da leggere
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
NUX Mighty Plug Pro: uno studio in tasca
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964