HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Il rimpiazzo della Blackie di Eric Clapton torna in vendita
Il rimpiazzo della Blackie di Eric Clapton torna in vendita
di [user #116] - pubblicato il

La Stratocaster costruita da Fender per Eric Clapton per sostituire l'ormai inservibile Blackie riemerge dall'oblio e torna in vendita a cifre record.
La Stratocaster nera di Eric Clapton non è passata alla storia solo per le note che ha fatto vibrare nell'aria. La cosiddetta Blackie, infatti, è ricordata dai patiti del collezionismo anche per essere stata venduta alla cifra record di 959.500 dollari nel 2004.
Non tutti sanno, però, che alla stessa asta fu battuta anche la "Heir to Blackie", letteralmente "erede di Blackie".

Il rimpiazzo della Blackie di Eric Clapton torna in vendita

Copia quasi esatta della Blackie originale, era stata realizzata da Fender appositamente per Eric allo scopo di prendere il posto della sua martoriata chitarra e diventò di fatto la prima Stratocaster signature ufficiale del chitarrista, in assoluto. Dal suo completamento, nel 1990, è stato lo strumento principale di Clapton fino al 1993, ed è ricordata come la sua ultima chitarra da fumatore. Lui smise di fumare proprio in quell'anno, e la sua personale replica della Blackie è l'ultima delle Stratocaster a portare il caratteristico segno di bruciatura sulla paletta.

Il rimpiazzo della Blackie di Eric Clapton torna in vendita

In quell'occasione fu venduta per la ragguardevole somma di 200mila dollari. Sembra che il primo arrivato non fosse riuscito a tener fede all'impegno, così Eric in persona si mise al telefono per contattare l'autore della seconda offerta più alta, concludendo con lui la transazione.

Oggi, 13 anni più tardi, la Heir to Blackie pare riemersa dalla collezione di un privato per tornare nuovamente in vendita. Stavolta a curarne gli affari è la casa d'aste San Francisco Art Exchange.
Mentre scriviamo queste righe, la cifra base ha già superato i 300mila dollari, e si stima che si possa assestare tra i 500 e i 600mila dollari.
Non si tratta certamente di uno strumento adatto a tutti ma, come si dice, un'occhiata non costa nulla.

Il "rimpiazzo" di Blackie è stato usato in numerose occasioni da Eric Clapton, tra cui la riunione con i Cream per celebrare il loro ingresso nella Rock & Roll Hall Of Fame.

chitarre elettriche curiosità eric clapton fender stratocaster
Link utili
Sito San Francisco Art Exchange
Altro da leggere
Pubblicità
La Premium dell'RG Tour va a......
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky...
La Martin D28 vintage di Bob Dylan all'asta...
PRS rinnova le SE per il 2018...
Pubblicità
Commenti
di Rothko61 [user #32606] - commento del 19/10/2017 ore 13:55:41
Ponte, meccaniche e tasti in platino, ok... ma non vedo i diamanti incastonati che potrebbero giustificare simili cifre, offensive prima per il buon senso che per la povera gente.
Spero che l'acquisti un demente e che ne faccia legna da ardere, così tra qualche anno non la rivedremo in asta...
Rispondi
di fender66 [user #1640] - commento del 19/10/2017 ore 14:04:17
Ma infatti....con 500 euro ti prendi una strato messicana e stai a posto!
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 19/10/2017 ore 14:34:34
Con 500000 ne prendi 1000 e fai un casino della madonna
Rispondi
di f.n [user #3760] - commento del 19/10/2017 ore 14:39:12
Scusa, ma che c'entra "l'offesa alla povera gente". Se uno ha da spendere cifre folli per una chitarra, che lo faccia.
Francamente trovo più ripugnante (se dobbiamo fare i comunisti) un ventenne russo o arabo che con soldi - quelli sì - sottratti al popolo si fa il bagno nello champagne !
Federico
Rispondi
di Rothko61 [user #32606] - commento del 20/10/2017 ore 10:37:33
Non devo fare il comunista, infatti ho scritto "prima per il buon senso". Qui non si tratta di spendere tanti soldi per un oggetto che valga quella cifra: la cifra assurda è dovuta unicamente al fatto che l'ha suonata Clapton. E' una reliquia, un feticcio.
Poi uno può anche buttare i soldi nel cesso e tirare lo sciacquone, ma continuo a ritenere queste spese folli (il vestito di Marilyn Monroe, gli occhiali di Elton John e via dicendo) prive di senso, assai più del bagno nello Champagne.
Ma è questione di punti di vista. Sarà forse perché non ho mai avuto idoli e non ho mai chiesto un autografo in vita mia. Infatti, pur con tutto il rispetto per chi lo fa, io non mi farei nemmeno firmare una chitarra dal mio "guitar hero".
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 19/10/2017 ore 14:44:07
Soldi buttati letteralmente nel cesso.
Rispondi
di swing [user #1906] - commento del 19/10/2017 ore 15:15:26
Probabilmente se la potrà permettere un collezionista che la chitarra non la sa nemmeno suonare, però se ha i soldi per comprarsela, non vedo perché non lo debba fare.
Rispondi
di badge [user #2868] - commento del 20/10/2017 ore 09:19:32
Sono d'accordo con swing: non è importante se chi la compra sappia suonare o no.
Non penso che chi compra quadri da milioni di euro debba per forza essere un pittore o chi acquista un francobollo raro lo faccia per spedire una lettera.
Chi compra una chitarra simile compra l'unicità di quel pezzo.
Il valore lo fa il mercato. Se di una qualsiasi cosa ce n'è un pezzo solo e sia Bill Gates sia Abramovich lo vogliono, può raggiungere qualsiasi prezzo.
Senz'altro la Blackie o il suo rimpiazzo non suonano mille volte meglio di una buona Fender Custom, ma quest'ultima non è "quella suonata da Eric" alla reunion dei Cream.
La chitarra su cui Bob Dylan ha composto Blowin In The Wind quanto potrebbe valere?
Rispondi
di silente [user #11800] - commento del 19/10/2017 ore 15:50:20
Per 600.000 voglio anche Clapton che strimpelli in camera mia.
Rispondi
di ciofhalen [user #44278] - commento del 19/10/2017 ore 17:42:48
Mi dissocio da molti di voi...a parte che uno con i propri soldi fa ciò che vuole, la chitarra ha un valore per chi l'ha posseduta, non per i materiali o i legni..Uscite dal concetto di valore del bene = somma dei componenti del bene stesso..E aggiungo che, tra qualche anno (speriamo tanti) quando il buon Clapton passerà a miglior vita, la chitarra avrà molto più valore, diventando a tutti gli effetti un investimento che genererà un bel margine a chi l'acquista oggi (in caso di rivendita ovviamente).
Rispondi
di Ziocesco [user #16490] - commento del 19/10/2017 ore 18:11:48
Basti pensare a chi l'ha comprata a 200.000 dollari (anche allora soldi buttati) e la rivende a 600.000. Magari saper sempre come triplicare i propri investimenti.
... E tutto (credo) senza costi di manutenzione, imposte sui redditi, ecc....
Rispondi
di zabu [user #2321] - commento del 19/10/2017 ore 19:33:30
Dipende se la vende, il mercato in questo campo a volte fa degli strani scherzi. Io comunque non sono per nulla conturbato dall'idea che alcuni strumenti suonati da artisti famosi raggiungano anche prezzi da opera d'arte. Devo dire che però che questo strumento in particolare non mi pare talmente interessante storicamente da giustificare una quotazione cosi' alta, ma evidentemente c'è chi la pensa diversamente (ed è pure molto più facoltoso di me!!). Ma forse semplicemente non mi piace troppo Clapton ;)
Rispondi
di qualunquemente1967 [user #39296] - commento del 20/10/2017 ore 07:16:41
Ciao ! Sono perfettamente d’ accordo con te ! E a tutti quelli che hanno scritto che sono soldi buttati li inviterei a rivendere la propria chitarra e vediamo se ci realizzano il doppio o anche meno di cio’ che l’ hanno pagata !! Ho letto commenti veramente deludenti e ridicoli da persone con la mente annebbiata da tutto cio’ che tradotto in parole semplici la definirei superficialita’ ignoranza invidia ... avete dimostrato di valere zero commercialmente ! E vi ricordo che ognuno di noi del proprio denaro e’ libero di farne cio’ che vuole !
Rispondi
di umanile [user #42324] - commento del 21/10/2017 ore 10:13:34
Sono d'accordo è un acquisto più simile al comprarsi un Fontana o un De Chirico che a quello di un semplice strumento musicale.
Con l'unica differenza che probabilmente questa chitarra tra cinquant'anni sarà enormemente svalutata, il Fontana e il De Chirico assolutamente no.
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 20/10/2017 ore 09:01:17
Ho probabilmente la stessa sensazione che avrebbe un Masai o un Boscimano nel vedere chi compra un cellulare da 1000 euro.
Giusto, sbagliato... nessuno dei due!
Anzi no, i cellulari da 1000 euro sono un abominio, è un telefono cavolo!
Rispondi
di Rothko61 [user #32606] - commento del 20/10/2017 ore 10:44:02
Ma non sarebbe ancor più abominevole pagare 50.000€ un telefono da 1.000€ solo perché lo ha usato il famosissimo Tizio che ci ha lasciato sopra il suo cerume?
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 21/10/2017 ore 11:15:00
forse se fumo il cerume di Clapton vengono anche a me i superpoteri :-)
Rispondi
di geomiezzi [user #6766] - commento del 20/10/2017 ore 09:25:04
......non oso pensare che quote da capogiro potranno attribuire allo "strumento" di Rocco Siffredi alla sua dipartita (che gli auguro il più tardi possibile)..............
Rispondi
di BBSlow [user #41324] - commento del 20/10/2017 ore 11:28:47
Beh, così come mettiamo in un museo storico la camicia di Garibaldi (che è una camicia come tutte le altre), allo stesso modo in un museo musicale potremmo mettere una chitarra suonata da Eric Clapton. La quantificazione economica (dove possibile...) del valore di certi oggetti non è data dalla loro cruda essenza, ma dalla storia che si portano dietro.
Certo, a me piacerebbe poterla comprare per suonarla, e non per fare un investimento economico o metterla in un'esposizione. Non perché quel suono non sia ottenibile con una chitarra "gemella", ma per l'emozione che mi darebbe il poter mettere le mani su una chitarra che ha suonato in incisioni fondamentali per la storia del rock (ok, non è il caso della Heir, ma è per chiarire il concetto).
Rispondi
di Ghesboro [user #47283] - commento del 20/10/2017 ore 13:23:05
Leggo tanto bruciore rettale nei commenti.
Rispondi
di ADayDrive [user #12502] - commento del 20/10/2017 ore 13:31:44
Buona parte dei commenti decisamente infantili, credete che esiste una persona talmente imbecille da suonare una chitarra da mezzo milione di dollari quando con 5000 euro ti fai cucire addosso la chitarra perfetta? Quella Strato sarà acquistata da un esperto di collezionismo (e non di musica, mercato e arte sono due cose distinte) e riposta dentro la custodia in una stanza a umidità e temperatura controllata con porta blindata, ed un robusto premio assicurativo contro furto e danneggiamento a corollario.
Maggiormente d'accordo sul fatto che il valore di mercato di quello strumento in particolare sia esagerato, ma le vie del collezionismo sono infinite ed i cimeli storici sono sempre più rari e difficile da reperire.
Rispondi
di qualunquemente1967 [user #39296] - commento del 20/10/2017 ore 14:43:52
👍👍👍👍 è proprio cosi !
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 20/10/2017 ore 16:05:25
La compra Bonamassa!!! Non se la farà scappare :-)
Tra due mesi, video dal divano di casa con la Strat di Clapton
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 20/10/2017 ore 18:14:35
Riccastri feticisti.
Rispondi
di telecrok [user #37231] - commento del 23/10/2017 ore 15:21:4
Non tutti sanno che c'é la "cugina" di Blakie, affiancata da una nipote segreta.
Sono notizie sicure.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale CostaLab
RV500: testato il super riverbero programmabile Boss
Il gran finale dell'Ibanez RG Tour
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con Aramini
Trasformare una chitarra in un tres cubano
I più commentati
Guida all’acquisto: la scheda audio
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Plugin Tutorial - Soundtoys Little Plate
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale CostaLab
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky ne regala una
I vostri articoli
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Voglia di Stratocaster
Tre mesi con Helix LT
Avere o non avere il fuzz: la risposta è DOD Carcosa
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964